La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA VALUTAZIONE Esiti delle prove Invalsi 2010. PERCHE VALUTARE??? La scuola è il luogo naturale della valutazione; non dobbiamo dare al termine un significato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA VALUTAZIONE Esiti delle prove Invalsi 2010. PERCHE VALUTARE??? La scuola è il luogo naturale della valutazione; non dobbiamo dare al termine un significato."— Transcript della presentazione:

1 LA VALUTAZIONE Esiti delle prove Invalsi 2010

2 PERCHE VALUTARE??? La scuola è il luogo naturale della valutazione; non dobbiamo dare al termine un significato negativo perché valutare significa dare valore. Ci valutiamo perché vogliamo essere valorizzati come risorse. La misurazione degli apprendimenti con le prove Invalsi è una parte del lavoro.

3 PERCHE LE PROVE INVALSI??? Perché cè una legge dello Stato che le prevede. Le prove sono caratterizzate dalla COMPARABILITA (ogni scuola può capire dove si colloca). Costringono a fare una riflessione per trovare quali sono i margini di miglioramento. Costringono i docenti ad interrogarsi su quali competenze si vogliono sviluppare nei ragazzi.

4 ELEMENTI DI CRITICITA Le prove sono ritenute difficili e i tempi di esecuzione sono troppo stretti; Lesecuzione delle due prove nella stessa mattinata è considerata penalizzante; Il voto medio delle prove Invalsi (6,4) è parecchio inferiore a quello delle prove di Italiano (tema) (7,3) e di matematica (7,2); Lesito delle prove Invalsi ha modificato lesito dellesame in senso peggiorativo;

5 E ANCORA….. La prova di italiano è stata ritenuta non in linea con il programma; La prova di matematica è risultata difficile, con quesiti il cui testo prevedeva una buona comprensione della lingua (problema grosso per gli alunni stranieri e… non solo!) La valutazione è ritenuta troppo rigida; Nel complesso si è ritenuto troppo rilevante il peso delle prove scritte.

6 ELEMENTI DI POSITIVITA Le prove Invalsi testano i processi cognitivi degli studenti: 1) Comprendere il testo scritto 2) Individuare informazioni 3) Riflettere e valutare Le prove ci permettono di stabilire a che livello sono stati raggiunti i processi 1, 2, 3.

7 Sono gli stessi processi cognitivi dalla primaria alla secondaria di secondo grado; Sono validi a livello nazionale e internazionale e ciò permette il confronto allinterno dello Stato e con altri Stati; Il confronto non è nellottica del giudizio, ma nellottica del miglioramento delle prestazioni

8 PERCHE LEGGERE E COME LEGGERE GLI ESITI DELLE PROVE (Prof.ssa Turini) Le prove devono essere lette non solo dai docenti, ma anche dai Dirigenti e dagli uomini di governo nellottica di individuare i settori da migliorare; Può essere utile analizzare le differenze di genere (maschi e femmine); lapprendimento degli studenti stranieri; Non si deve aver timore di affrontare la situazione; E utile il confronto tra le scuole (soprattutto quelle vicine) e tra classi della stessa scuola.

9 COME UTILIZZARE LE PROVE INVALSI PER MIGLIORARE GLI ESITI DI APPRENDIMENTO Le prove devono servire a migliorare il lavoro nelle scuole; I dati appartengono esclusivamente alla singola scuola e permettono di vedere cosa ha funzionato e cosa no; Permettono di individuare quali sono i punti di forza e quelli di criticità; I dati sono grezzi (non tengono conto del contesto:situazione socio – economica, culturale, ecc…)

10 ALCUNE PISTE DI LAVORO… (prof.ssa Silletti) Analizzare i dati della propria classe, confrontarli con quelli delle altre per capire se sono da correlare a scelte didattiche, alla composizione della classe o a scelte curricolari della scuola Confrontare le pratiche didattiche attuate dalle classi nellottica dello scambio e del consolidamento delle buone pratiche

11 ANCORA…. Analizzare le domande e analizzare i processi cognitivi ad esse sottesi aiutandosi anche con le griglie di correzione e la guida alla lettura delle prove; Individuare gli errori più frequenti, i distrattori scelti con maggiore frequenza, il numero e il tipo delle risposte omesse; Riproporre le prove degli anni precedenti per riflettere e farsi spiegare dai ragazzi come hanno ragionato per dare la risposta (metacognizione).

12 ESEMPIO DI GRIGLIA ITEMTIPO DI ITEM PROCESSORISPOSTE CORRETTE RISPOSTE ERRATE RISPOSTE OMESSE DISTRATTORI USATI CONFRONTO DATI REGIONALI CONFRONTO DATI NAZIONALI Per analizzare i dati i docenti possono utilizzare la seguente griglia. E utile soprattutto lanalisi di quegli item che si distaccano in modo significativo dalla media regionale e nazionale.

13 ALCUNI SUGGERIMENTI PER MATEMATICA…… Insistere sulluso del linguaggio specifico Stimolare ad una attenta lettura del testo e delle consegne Ripetere ciclicamente i contenuti Insistere sulle proprietà delle operazioni Chiedere agli alunni di spiegare il processo cognitivo messo in atto per risolvere una situazione problematica Pretendere il rispetto dei tempi….

14 ALCUNI SUGGERIMENTI PER ITALIANO Proporre esercitazioni semistrutturate sulluso di connettivi (ad esempio in un tema diciamo di usare un certo numero di connettivi dati da noi) Usare mappe concettuali Proporre esercizi di potenziamento lessicale Ricercare sinonimi e contrari Proporre esercizi basati prima sulluso e poi sullanalisi Richiamare sempre il genere del testo sottoposto alla classe ……


Scaricare ppt "LA VALUTAZIONE Esiti delle prove Invalsi 2010. PERCHE VALUTARE??? La scuola è il luogo naturale della valutazione; non dobbiamo dare al termine un significato."

Presentazioni simili


Annunci Google