La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RICERCA - AZIONE Macro-concetto Portatore di complessità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RICERCA - AZIONE Macro-concetto Portatore di complessità"— Transcript della presentazione:

1 RICERCA - AZIONE Macro-concetto Portatore di complessità

2 Ricerca – azione Kurt Lewin (anni 30) M E T conoscenza O D O coniuga L O G cambiamento I A conoscere e investigare attivare trasformazioni reali cambiamento sociale per miglioramento vita (esigenza socio-educativa)

3 Ricerca Azione campi semantici diversi Linsieme degli studi e delle indagini che si svolgono nellambito delle discipline scientifiche o umanistiche per individuare documenti e fonti, ricostruire eventi o situazioni, scoprire fenomeni, processi, regolarità, leggi (v. Treccani) evoca loperare, il fare concreto evoca conoscenza Viene contrapposta al pensare

4 MODELLI DI CONOSCENZA (XX secolo) APPROCCIO NOMOTETICO Lobiettivo del ricercatore è quello di giungere allidentificazione di Leggi Generali filosofico - metodologico (Tesi positivista) Si tende a privilegiare la spiegazione REALTA: DA DESCRIVERE causale per dare senso ai fenomeni osservati Tradotto in termini pedagogici : es. lalunno svogliato APPROCCIO IDEOGRAFICO Lobiettivo del ricercatore (attore) è di ricercare i significati delle azioni realizzate storico - clinico (Tesi fenomenologico- ermeneutica) REALTA: COSTRUZIONE DI SENSO

5 Per salvare la ricchezza che i due modelli contengono Alimentando la dialettica tra Articolando soggettività e oggettività nomotetico ed ermeneutico OCCORRE Per evitare confusioni adattando principi e metodi, validi nelle scienze sperimentali,alle cosiddette scienze umane un articolata e rigorosa metodologia di ricerca che rintracci le linee generali

6 conoscenza livelli di interesse Interesse tecnico Interesse pratico Interesse di emancipazione prendere a carico il senso della comunicazione (ascolto fluttuante…) il sogg. viene preso in carico con la sua cultura il sogg. è trattato come un oggetto (rapporto Io-Esso)

7 Frabboni(1996) La R-A, ha il merito di riannodare, facendosi punto di sintesi investigativa,la ricerca sperimentale - empirica – clinica perché mantiene elevati i coefficienti di rigore e formalizzazione inquisitiva (approccio sperimentale) dà voce e presenza alla molteplicità degli attori (con i loro dispositivi razionali ma anche emotivi e affettivi) coinvolti nei percorsi di ricerca- scoperta culturale (propri dellapproccio empirico e clinico)

8 nasce da problema sociale emerso in contesto definito (domanda sociale) La R - A analizzare domanda (implicita-esplicita) individuare campo di azione corrispondente trovare soluzione (efficacia sociale) nella dimensione gruppale collaborazione/negoziazione per creare alleanza trasformativa i ricercatori-attori devono imparare a pensare in termini di difficoltà che manifestano nel campo del gruppo e non in quello di ciascuno dei partecipanti (Neri C.1995)..Tentativo di definizione obiettivo compito ricercatore si realizza in ottica si sviluppa favorire crescita di tutte le persone coinvolte nei partecipanti lacquisizione di un potere del fare non laccrescimento della conoscenza scientifica ma un cambiamento non prefissato ma determinato dalla dialettica tra teoria e azione promuove compito principale

9 La R - A deve trovare una sua validazione attraverso una valutazione continua e formatrice compiuta dagli attori nei luoghi appropriati (prospettiva ecosistemica); ……è difficile a causa della complessità della dimensione dinamica che coinvolge sia dimensioni soggettive che oggettive Nella ricerca validazione attraverso replicabilità degli sperimentale esperimenti quindi stabilità di strumenti, soggetti, esaminatori. Nella R - A validità di significato riferendosi al senso attribuito dagli attori ai fenomeni analizzati; la validazione si realizza attraverso la valutazione degli strumenti costruiti in funzione delle situazioni da analizzare e degli attori coinvolti nel processo.

10 Per non perdere la dimensione della Ricerca è assolutamente necessario sottomettersi alle regole tecniche della sperimentazione per dare validità al processo istituito Quindi definizione del problema; individuazione delle variabili dellintervento; scelta degli strumenti per il controllo e lanalisi dei dati; Il grado di validazione scientifica viene collegato alla capacità di apportare un contributo per la risoluzione del problema individuato (pratica della R-A). Gli strumenti vengono selezionati per facilitare la crescita identitaria delle persone coinvolte nella R-A e quindi, i criteri utilizzati per definire la validità degli strumenti adoperati sono prevalentemente interni al processo e non rispondono ai classici criteri scientifici esterni


Scaricare ppt "RICERCA - AZIONE Macro-concetto Portatore di complessità"

Presentazioni simili


Annunci Google