La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Teorie dei processi comunicativi e formativi prof.ssa Giovanna Del Gobbo Scienze umanistiche per la comunicazione Anno accademico 2011/2012 Crediti: 12.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Teorie dei processi comunicativi e formativi prof.ssa Giovanna Del Gobbo Scienze umanistiche per la comunicazione Anno accademico 2011/2012 Crediti: 12."— Transcript della presentazione:

1 Teorie dei processi comunicativi e formativi prof.ssa Giovanna Del Gobbo Scienze umanistiche per la comunicazione Anno accademico 2011/2012 Crediti: 12

2 Come fare? §Occorre imparare a attribuire un valore diverso alla comunicazione e imparare a comunicare: ma il soggetto non può presumere di diventare competente nel rapporto con gli altri padroneggiando semplicemente le tecniche più avanzate e raffinate della comunicazione (pensiamo agli imbonitori delle vendite televisive)

3 Comunicazione e relazione §Comunicare significa entrare il relazione con ciò che è fuori da sé e, dunque significa saper stabilire rapporti che tendono a realizzare se stesso, realizzando laltro §Servono saperi relativi alle strategie comunicative, ma serve anche conoscere, acquistare consapevolezza dei processi cognitivi (emozionali e razionali) che stanno dietro la relazione comunicativa, in quanto dietro ad ogni comunicazione cè unattribuzione e costruzione di significati.

4 presupposto di ogni attività comunicativa se vista dal punto di vista del soggetto è dunque.. 1.la capacità di acquisire le informazioni, 2.La capacità di rielaborare le informazioni e dunque apprendere 3.apprendere rimanda al rapporto originario dellindividuo con il suo mondo 4.lapprendimento, come acquisizione di conoscenza, ha per il vivente un significato radicale, si definisce come condizione di vita per lindividuo in primis una condizione naturale, che non dipende organicamente da alcun insegnamento preordinato, Lapprendimento è è lesito di tutti i naturali e necessari rapporti che lessere vivente entrando nella vita è indotto a instaurare e intrattenere con il mondo circostante dal quale dipende È possibile affermare che la vita è conoscenza, nel suo «farsi» in un flusso di comunicazione continua con il proprio contesto di vita e la garanzia di vita esiste nella misura in cui lorganismo vivente è in grado di scegliere, o di evitare, mezzi e modi di esistere,

5 Il termine "formazione §Rimanda al problema della forma che via via l'uomo viene prendendo nel corso della sua vita personale, di individuo, §Va collocata nel processo di formazione umana dalla fase di ominazione fino alle diversità che si sono articolate nel corso della storia, nel tempo e nello spazio. §Prospettiva dei mutamenti umani, insieme ontogenetica e filogenetica, l'oggettività della formazione stessa per definire la natura e la dinamica del "processo formativo

6 Conoscere il processo formativo significa … §conoscere quali sono i sistemi che presiedono alla costruzione dei saperi dei soggetti, che, come si è evidenziato, nascono allinterno della realtà bio- psichica e si arricchiscono delle conoscenze che la società e la cultura offrono, tanto che attraverso il processo formativo non emerge solo la specificità individuale, ma anche la specificità dei gruppi sociali e culturali di appartenenza

7 Il processo formativo si alimenta dunque... di un sistema in cui sono presenti diverse componenti: biologica, psicologica, sociale e culturale i saperi nascono dalle sinergie e reciproche modificazioni tra realtà bio- psichica individuale e contesto, inteso anche come insieme delle conoscenze che la società e la cultura offrono

8 Per comprendere la natura dei saperi §è importante riconoscere la continuità che esiste tra le dinamiche conoscitive di tutti gli esseri viventi: è la biologia della conoscenza che può diventare la chiave di accesso per rintracciare questa continuità, attraverso la ricostruzione dellevoluzione del sistema nervoso la cui articolazione e strutturazione pur complessificandosi ha mantenuto stabile la dimensione organizzativa basata su reti di neuroni collegati attraverso connessioni sinaptiche

9 Disponiamo di un patrimonio naturale e di un patrimonio culturale La diversità di patrimoni conoscitivi delle società e delle culture nel tempo e nello spazio, fino ai nostri giorni, è in questo senso testimonianza delle vie che può prendere il processo di distinzione umana, sfruttando saperi preesistenti e creandone di nuovi: i sistemi di saperi delle differenti società accompagnano ciascun componente nel proprio processo autopoietico di distinzione

10 Le componenti del processo di costruzione della conoscenza Saperi emozionali Saperi razionali Saperi percettivi Saperi di natura biologica Saperi di natura psichica Saperi di natura socio- culturale Potenziale di conoscenza

11 Libri di riferimento per questa prima parte §P. Orefice, Pedagogia Scientifica


Scaricare ppt "Teorie dei processi comunicativi e formativi prof.ssa Giovanna Del Gobbo Scienze umanistiche per la comunicazione Anno accademico 2011/2012 Crediti: 12."

Presentazioni simili


Annunci Google