La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE RETI DI IMPRESE FRAMEWORK NORMATIVO E ASPETTI APPLICATIVI Seminario Confindustria Siracusa, 26.11.2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE RETI DI IMPRESE FRAMEWORK NORMATIVO E ASPETTI APPLICATIVI Seminario Confindustria Siracusa, 26.11.2010."— Transcript della presentazione:

1 LE RETI DI IMPRESE FRAMEWORK NORMATIVO E ASPETTI APPLICATIVI Seminario Confindustria Siracusa,

2 OBIETTIVI Inquadramento generale Disciplina vigente Analogie e differenze con fattispecie pre - esistenti Modalità applicative nel contratto di rete Vantaggi fiscali tra opportunità e limiti Conclusioni

3 Le reti di imprese: inquadramento generale Ricerca di un modello nazionale, codificato, che possa favorire laggregazione delle PMI Misura di politica economica: lagevolazione fiscale Il superamento delle barriere territoriali Il recupero della competitività attraverso le economie di scala e lintegrazione della filiera produttiva Linnovazione e la condivisione del know-how tecnico e gestionale

4 Le reti di imprese: inquadramento generale Presupposto indefettibile: volontarietà negoziale Promozione attraverso lo snellimento burocratico, la formazione e linternazionalizzazione

5 Le reti di imprese: disciplina normativa vigente Il decreto legge n. 78/2010, convertito nella legge 30 luglio 2010, n. 122

6 Le reti di imprese: disciplina normativa vigente Collaborare in forme e ambiti predeterminati attinenti allesercizio delle proprie imprese ovvero scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica ovvero esercitare in comune una o più attività Leventuale istituzione di un fondo patrimoniale comune Leventuale nomina di un organo comune incaricato della gestione dellesecuzione del contratto o di singole parti

7 Le reti di imprese: disciplina normativa vigente Il nome, la ditta, la ragione o la denominazione sociale di ogni sottoscrittore originario o successivo Lindicazione degli obiettivi strategici di innovazione e di innalzamento della capacità competitiva e le modalità per misurare lavanzamento verso tali obiettivi La definizione di un programma di rete: diritti e obblighi di ciascun partecipante, scopo comune e modalità di raggiungimento, il fondo patrimoniale comune Applicabilità dellart – bis c.c., comma 1, lett. a), artt e 2615 c.c. La definizione della durata, eventuali modalità di adesione e di recesso anticipato Leventuale istituzione dellufficio di organo comune, le modalità e i limiti del mandato di gestione e rappresentanza e le regole per la sostituzione del mandatario Le regole per lassunzione delle decisioni dei partecipanti su ogni materia di interesse comune, inclusa la modifica del programma di rete

8 Le reti di imprese: disciplina normativa vigente Iscrizione nella sezione del Registro delle Imprese presso cui è iscritto ciascun partecipante Efficacia del contratto di rete vincolata al perfezionamento dellultima iscrizione a carico dei sottoscrittori originari

9 Le reti di imprese: analogie e differenze con fattispecie pre - esistenti Il consorzio, la società consortile e lATI Il contratto con comunione di scopo Il distretto (produttivo, tecnologico, meta - distretto et similia)

10 Le reti di imprese: analogie e differenze con fattispecie pre – esistenti Snellimento della struttura Libertà dei contenuti Identità dei sottoscrittori

11 Le reti di imprese: modalità applicative nel contratto di rete Lesperienza vincente di RETE LOG nel settore petrolifero e minerario

12 Le reti di imprese: vantaggi fiscali tra opportunità e limiti un regime di sospensione dimposta relativamente alla quota degli utili dellesercizio accantonati ad apposita riserva e destinati alla realizzazione di investimenti previsti dal programma comune di rete

13 Le reti di imprese: vantaggi fiscali tra opportunità e limiti una detassazione degli utili in forma però di sospensione di imposta temporanea, venendo automaticamente meno nei casi specificamente previsti (scopi diversi dalla copertura di perdite desercizio ovvero recesso dal contratto di rete). Lagevolazione opera per gli utili realizzati fino al periodo di imposta in corso al 31/12/2012

14 Le reti di imprese: vantaggi fiscali tra opportunità e limiti Asseverazione: organismi espressione dellassociazionismo imprenditoriale ovvero organismi pubblici in via sussidiaria Vigilanza: Agenzia delle Entrate

15 Le reti di imprese: vantaggi fiscali tra opportunità e limiti Euro ,00: limite dellimporto per ciascuna impresa che può essere detassato temporaneamente (individuazione mediante nota integrativa in bilancio o apposito prospetto bollato e vidimato) Euro ,00: limite di fruibilità dellagevolazione per lanno 2011 Euro ,00: limite di fruibilità dellagevolazione per gli anni 2012 e 2013

16 Le reti di imprese: vantaggi fiscali tra opportunità e limiti Provvedimenti attuativi del Ministero dellEconomia e delle Finanze e dellAgenzia delle Entrate Autorizzazione della Commissione Europea relativamente alla procedura di verifica della legittimità degli aiuti di Stato

17 Conclusioni Economie di scala, innovazione, internazionalizzazione: competitività Agilità dellassetto negoziale Vantaggio fiscale in fase di start up

18 Grazie! Avv. Fabrizio Siracusano


Scaricare ppt "LE RETI DI IMPRESE FRAMEWORK NORMATIVO E ASPETTI APPLICATIVI Seminario Confindustria Siracusa, 26.11.2010."

Presentazioni simili


Annunci Google