La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il nostro cervello rappresenta il 2% del peso del nostro corpo Consuma: il 15% dellossigeno assunto per via respiratoria il 25% dellenergia metabolica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il nostro cervello rappresenta il 2% del peso del nostro corpo Consuma: il 15% dellossigeno assunto per via respiratoria il 25% dellenergia metabolica."— Transcript della presentazione:

1

2 Il nostro cervello rappresenta il 2% del peso del nostro corpo Consuma: il 15% dellossigeno assunto per via respiratoria il 25% dellenergia metabolica il 40% del glucosio del nostro sangue

3 La corteccia cerebrale è costituita da una lamina di tessuto di circa 2 mm, ricopre, dispiegata, unarea di 14 dm 2 con una densità di 10 5 neuroni/mm 2 Il cervello è un tessuto composto da cellule (neuroni)neuroni

4 input output elaborazione Trasmissione elettrica del segnale

5 Ogni neurone stabilisce dei collegamenti (sinapsi)sinapsi Numero delle sinapsi Segnale elettrico Segnale chimico Liberazione del neurotrasmettitore nello spazio sinaptico

6 Larrivo dellimpulso elettrico genera il potenziale dazione Si aprono i canali del Ca ++ che penetra nella terminazione e si associa alla calmodulina Il complesso Ca-Calmodulina determina la fusione della vescicola con la membrana della terminazione (esocitosi) e conseguente rilascio del neurotrasmettitore Il neurotrasmettitore diffonde nella fessura sinaptica e si lega ai recettori determinando una specifica risposta Ca

7 Effetto eccitatorio Effetto inibitorio Legame con un secondo messaggero (modificazioni chimiche intracellulari)

8 NEUROTRASMETTITORI Sono messaggeri chimici con effetti eccitatori o inibitori a livello sinaptico Hanno una distribuzione ben precisa nel cervello con vie e centri ben distinti Da un punto di vista chimico possono essere: una monoamina (derivati da un aminoacido): nor-adrenalina, adrenalina,nor-adrenalina dopaminadopamina, serotoninaserotonina un aminoacido: GABA, glutammatoGABAglutammato un estere della colina: AcetilcolinaAcetilcolina un acido grasso: endocannabinoide (anandamide, 2-AG)endocannabinoide NEUROMODULATORI neuropeptide (polipeptide) encefaline, endorfine, sostanza P Percezione del dolore, umore, comportamento, funzioni endocrine

9 RECETTORI una parte esterna alla membrana serve a riconoscere la struttura complementare del trasmettitore, come una chiave e la sua serratura una parte intermedia situata nello spessore della membrana che àncora il recettore una parte interna che interagisce con elementi intracellulari con trasmissione e amplificazione del messaggio neurotrasmettitore Sono delle grosse molecole proteiche immerse nella membrana cellulare. Constano di tre parti: Servono per riconoscere e legarsi ad alta specificità con vari tipi di molecole (neurotrasmettitori, ormoni, neuromodulatori)neurotrasmettitori neuromodulatori

10 modalità di azione di un recettore: dotato di attività enzimatica, si attiva solamente quando si lega al suo effettore enzima neurotrasmettitore recettore (Adenilciclasi) ATP AMPc è associato ad una proteina canale è in contatto con un sistema di amplificazione (proteina G, secondi messaggeri) lega il proprio effettore e lo trasporta dentro la cellula dove attiva altri processi endocellulari

11 NEURONI CIRCUITO SEMPLICE CIRCUITI LOCALI

12 1) MIDOLLO SPINALE : riceve informazioni da: cute, articolazioni, muscoli; invia comandi per il movimento riflesso e volontario (Mieloencefalo) 2) BULBO 3) PONTE : sede dei nuclei dei nervi cranici e dei centri cardiaci e respiratori 4) CERVELLETTO: controllo movimento (Romboencefalo) 5) MESENCEFALO: contiene i collicoli (visione udito) 6) PROENCEFALO: TELENCEFALO DIENCEFALO: Talamo Ipotalamo NUCLEI DELLA BASE :coordinamento dei movimenti, apprendimento, percezione dello scorrere del tempo

13 PROENCEFALO cervelletto (coordinamento dei segnali sensoriali e delle risposte motorie) bulbo ponte (sede dei centri cardiaci e respiratori e dei nuclei dei nervi cranici) midollo spinale ( riceve informazioni da cute, articolazioni, muscoli; invia comandi per il movimento riflesso e volontario)

14 PROENCEFALO : TELENCEFALO DIENCEFALO : Talamo analizza le informazioni provenienti dalla periferia e dirette alla corteccia Ipotalamo integrazione dei segnali provenienti dal SNA, dai visceri, dal sistema endocrino, controllo delle funzioni vegetative, emozioni sopravvivenza (fame, sete, temperatura, impulso sessuale, sonno, piacere) MESENCEFALO contiene i collicoli (visione, udito)

15 Nuclei della base lo striato : Nucleo caudato Putamen Lo striato ventrale (n. accumbens) Substantia nigra Nucleo sottotalamico coordinamento dei movimenti, apprendimento (memoria procedurale – implicita), percezione dello scorrere del tempo ricompensa

16 TELENCEFALO: Archicorteccia (ippocampo amigdala) emozioni, memoria PALEOCORTECCIA (vie olfattive) NEOCORTECCIA Aree sensitive primarie aree motorie primarie Aree sensitive secondariearee premotorie AREE ASSOCIATIVE

17 Frenologia di Gall Aree di Brodmann Area motrice primaria a. somatosensitiva primaria

18 AREE ASSOCIATIVE: parieto temporo occipitale : percezioni sensoriali, linguaggio parieto frontali: controlli motori complessi, processi cognitivi limbica: emozioni, processi cognitivi, comportamento emozionale, memoria pre frontale ventro-mediana: processo di decisione, pianificazione del futuro, comportamento secondo le regole apprese, emozioni pre frontale dorso-laterale controllo dellattenzione, conoscenza del mondo esterno (oggetti, persone, loro azioni nello spazio e tempo, linguaggio, matematica, musica)


Scaricare ppt "Il nostro cervello rappresenta il 2% del peso del nostro corpo Consuma: il 15% dellossigeno assunto per via respiratoria il 25% dellenergia metabolica."

Presentazioni simili


Annunci Google