La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTAZIONE: SCOPO Requisiti: cosa realizzare; progetto: come realizzarlo Livelli di dettaglio: concettuale/logico/fisico; architetturale/di massima/dettagliato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTAZIONE: SCOPO Requisiti: cosa realizzare; progetto: come realizzarlo Livelli di dettaglio: concettuale/logico/fisico; architetturale/di massima/dettagliato."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTAZIONE: SCOPO Requisiti: cosa realizzare; progetto: come realizzarlo Livelli di dettaglio: concettuale/logico/fisico; architetturale/di massima/dettagliato Lettore ideale: –il gestore del progetto (controllo e pianificazione) –il responsabile della fase successiva (specifica) –il responsabile della manutenzione (per capire le scelte di massima e di dettaglio)

2 PROGETTO DATI Progetto concettuale: –schema a oggetti (o ER); –elenco attributi, con tipo ed vincoli intra-classe –elenco vincoli interclasse –completato dalla specifica requisiti ed eventuali commenti per giustificare scelte difficili

3 PROGETTO DATI Progetto logico relazionale: –schema grafico relazionale –elenco attributi, con il loro tipo ed i vincoli intra- classe –elenco vincoli interclasse –completato dalla specifica requisiti ed eventuali commenti per giustificare scelte difficili Attributi, vincoli e commenti si possono spostare dal progetto concettuale a quello logico

4 PROGETTO OPERAZIONI Premessa: in questo genere di applicazioni, la parte più complessa è in genere l’interazione con l’utente Progetto architetturale: divido le operazioni in moduli

5 PROGETTO OPERAZIONI Progetto di massima: –Tre tipi di specifica: Operazioni banalissime: basta la tabella scopo/ingresso/uscita/precondizioni/ecc. Operazioni semplici: utile un diagramma flusso dati Operazioni più complesse: utile un diagramma degli stati Progetto di dettaglio: –Va specificata bene anche l’interfaccia utente delle operazioni.

6 DIAGRAMMA FLUSSO DATI (Data Flow Diagram) DFD: operazione = insieme di processi che scambiano dati tra loro e con delle interfacce e depositi dati; non si specifica l’ordine delle interazioni

7 DIAGRAMMA FLUSSO DATI Diagramma di contesto: il sistema come unico processo gestione dati esami CCLD Segreteria Interrogazione Risposta Immissione Errore o successo

8 DFD Decomposizione: il processo si decompone in più processi e depositi interrogazione CCLD Segreteria InterrogazioneRisposta Richiesta immissione dati esami Esami verifica vincoli immissione dati Errore o successo Attivazioni Studenti

9 DIAGRAMMA DEGLI STATI Un processo è visto come un automa; specifica il flusso del controllo Nello stato il processo compie un’attività (azione “lunga”); esce in seguito ad un evento interno o esterno, in corrsipondenza del quale può svolgere un’azione (istantanea) Lo stato può essere decomposto in più sottodiagrammi paralleli

10 IMMISSIONE DATI ESAMI Visualizza menù iniziale scelta “immisione dati esami” Acquisizione e verifica parametri richiesta abort/ visualizza abort scelta “esci” parametri corretti parametri errati Spiega errore OK Immetti e verifica dati dati errati Spiega errore OK richiesta abort/ visualizza abort Visualizza dati e chiedi conferma


Scaricare ppt "PROGETTAZIONE: SCOPO Requisiti: cosa realizzare; progetto: come realizzarlo Livelli di dettaglio: concettuale/logico/fisico; architetturale/di massima/dettagliato."

Presentazioni simili


Annunci Google