La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

 Con la rivoluzione del 1917 nasce un’esperienza originale: una società nuova ed egualitaria  Essa però si svilupperà anche come sistema di industria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: " Con la rivoluzione del 1917 nasce un’esperienza originale: una società nuova ed egualitaria  Essa però si svilupperà anche come sistema di industria."— Transcript della presentazione:

1

2  Con la rivoluzione del 1917 nasce un’esperienza originale: una società nuova ed egualitaria  Essa però si svilupperà anche come sistema di industria statale potere unico comunista esaltazione del capo e culto della personalità  Dall’avvento di Stalin (1924) esperienza totalitaria

3  Rivoluzione di ottobre: Iniziativa dei soviet:  problema legittimità  ma governo coalizione democratica Comitato Militare Rivoluzionario dei Soviet di Pietrogrado dei Deputati dei Lavoratori e dei Soldati 25 ottobre 1917, ore “Dal Comitato Militare Rivoluzionario dei Soviet di Pietrogrado dei Deputati dei Lavoratori e dei Soldati ai cittiadini della Russia Il governo provvisorio è deposto. Il potere dello stato è strasferito nelle mani del Comitato Militare Rivoluzionario, organo del Soviet di Pietrogrado dei Deputati dei Lavoratori e dei Soldati, che guida il proletariato e la guarnigione di Pietrogrado. La causa per la quale il popolo ha lottato – immediata richiesta di una pace democratica, liquidazione della proprietà della terra da parte della nobiltà terriere, controllo operaio sull’industria, creazione del governo dei Soviet – è assicurata. Lunga vita alla rivoluzione degli operai, dei soldati, dei contadini!”

4  Governo Lenin bolscevichi e sinistra socialista rivoluzionaria  “Commissari del popolo”  Rivoluzione contadina:  potere locale  Rivoluzione nazionalità Secondo Congresso dei Soviet di tutte le Russie, che prese il potere nella Rivoluzione di Ottobre

5  Elezioni Costituente (novembre 1917): 707 seggi  410: socialisti rivoluzionari  175: bolscevichi  Gennaio 1918: Milizie bolsceviche sciolgono la Costituente con la forza  Anche i soviet perdono potere che passa al partito  Nasce la III Internazionale:  il nuovo credo rivoluzionario legato al modello della rivoluzione violenta di minoranza

6  La guerra civile

7  Inizia la strada che porta alla svolta totalitaria Non più sostegno operai e contadini: Nuovi apparati statali gestionali (nazionalizzazione economia) repressivi  Polizia politica (Ceka)  Armata Rossa (Trotsky) Vengono reclutati da ogni parte senza pregiudizi sociali e di nazionalità (a differenza dei Bianchi) Trotsky sul fronte polacco nel 1919

8 Rivolte contadine: ma i Rossi restano il male minore rispetto al ritorno dei Bianchi, e quindi dell’antico regime

9 Comunismo di guerra:  Supremazia dello Stato  Lotta al mercato  Mercato nero  Illegalità  Militarizzazione:  lavoro forzato  Coercizione e violenza come “strumenti comunisti”  “decosacchizzazione”

10 Inizio 1921:  rivolta operaia (marinai) di Kronstadt  rivolta contadina di Tambov  fine della “lotta di frazione” nel PCUS Marinai ribelli di Kronstadt

11  Marzo 1921: la NEP Svolta moderatamente liberale  Fine delle requisizioni  Diritto di vendere (dopo pagata una tassa)  buon successo economico:  tre anni di ripresa Manifesto della NEP

12  Alla morte di Lenin (gennaio 1924) situazione contraddittoria: A. La NEP significa compromessi:  Con i contadini  ritorno al 1917  Con le nazionalità:  Nel 1922 nato uno Stato federale (URSS)  basato su di un piede di parità, anche se moderato dal potere del partito  Con gli specialisti borghesi  ufficiali, tecnici, ingegneri, medici, ecc.

13 B. Notevoli passi indietro  democrazia  Monopartitismo  Controllo economia  Ideologia  Pratiche repressione  società russa  Crisi industria  Riduzione peso città  Morte o esilio ceti “moderni”

14  Il conflitto per la successione: Dopo il 1923: fine della speranza di rivoluzione in Germania  che fare?  Sovrastruttura rivoluzionaria limitata allo Stato, mentre la base economico-sociale rimane arretrata  come garantire il proseguimento della rivoluzione?

15 − Tre soluzioni: Destra (Bucharin):  sviluppo NEP come transizione pacifica al socialismo  autocritica spietata delle violenze del ;  minoritaria nella classe dirigente Sinistra (Trotsky):  rivoluzione permanente  modernizzazione spostando capitali dall’agricoltura all’industria Centro (Stalin):  soluzione poco marxista, ma ragionevoledel socialismo in un solo paese Nikolaj BucharinLev Trotsky Lenin e Stalin

16  Prevale Stalin: Appoggiato da Bucharin espelle Trotsky  Economia di Stato basata sull’industria pesante Svolta totalitaria:  uno Stato che pensa di avere il diritto di plasmare la società come vuole  contadini come colonie da cui estrarre risorse

17  Il dramma contadino: La crisi degli ammassi del 1927 Attacco anticontadino

18  Bucharin contro il nuovo “Gengis Khan”, cerca di allearsi con i “sinistri” sconfitti  Anche lui è sconfitto

19 Trionfa la repressione:  vera guerra tra lo Stato e 20 ml. di piccole aziende contadine:  “liquidare i kulaki come classe”  Collettivizzazione forzata:  concentrare in grandi kolchozi  Deportazione

20 “Tenete i kulaki fuori dai kolchoz” Manifesto 1930

21

22


Scaricare ppt " Con la rivoluzione del 1917 nasce un’esperienza originale: una società nuova ed egualitaria  Essa però si svilupperà anche come sistema di industria."

Presentazioni simili


Annunci Google