La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VALUTAZIONE D’AZIENDA uno sguardo fondounimpresa.ch presentazione seminario di economia San Gottardo 18 agosto 2014 a cura di Lorenzo Quarenghi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VALUTAZIONE D’AZIENDA uno sguardo fondounimpresa.ch presentazione seminario di economia San Gottardo 18 agosto 2014 a cura di Lorenzo Quarenghi."— Transcript della presentazione:

1 VALUTAZIONE D’AZIENDA uno sguardo fondounimpresa.ch presentazione seminario di economia San Gottardo 18 agosto 2014 a cura di Lorenzo Quarenghi

2 la richiesta di rilevamento di una determinata attività economica FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 2 in quali occasioni si valuta Cessione/acquisto o liquidazione di un’azienda o di un suo ramo Conferimento in società (apporto di capitale in natura) Successioni / divisioni Casi NON UMA : Casi UMA (Ufficio delle Misure Attive): In ambito FONDOUNIMPRESA l’accertamento del prezzo pagato per l’acquisizione dell’impresa

3 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 3 i soggetti che valutano possono essere numerosi (stakeholders: acquirenti, venditori, investitori, speculatori, periti ufficiali o legali,,…) anche in relazione allo stesso ambito (ad esempio nella cessione/acquisto di un’azienda, o in una divisione ereditaria) E nell'ambito di una stessa posizione soggettiva (acquirente, venditore, perito di parte,…) si può agire con ottiche e finalità diverse Ad esempio, è possibile incorrere in tre diversi tipi di acquirente : l’imprenditore, che acquista l'azienda per diventarne soggetto economico (scopo di governo e direzione) l’investitore, che acquista l'azienda, o parti di essa, unicamente per attuare un investimento di capitali (in alternativa ad altri impieghi finanziari) lo speculatore, ovvero chi acquista oggi per rivendere a breve o brevissimo termine, che ha interesse solo per la massimizzazione dei guadagni (dividendi), soprattutto in conto capitale (plusvalore)

4 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 4 neutralità del perito necessità di un valutatore indipendente, «neutro» (al di là delle differenze dovute all’impiego di metodi diversi) alta è dunque la probabilità, nella valutazione di un’azienda, di giungere a valori dissimili le asimmetrie informative tra cedente e acquirente l’assoluta necessità di una delle parti di portare a buon fine l’operazione gli interessi personali, economici e non la forza contrattuale l’abilità di negoziazione un ruolo tutt’altro che secondario (nella spiegazione delle differenze tra valore d’azienda e prezzo effettivamente richiesto/corrisposto) è ricoperto dalle «condizioni soggettive di negoziazione»

5 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 5 cos’è la valutazione d’azienda processo di stima il cui obiettivo consiste nel calcolare, in un determinato momento, il capitale economico dell’azienda, cioè il suo valore [si è in presenza di capitale economico solo se vengono soddisfatte due condizioni:  trasferimento d’azienda,  perizia neutra] un processo che deve poggiare su un’ampia base informativa da cui trarre gli elementi ed i dati che consentano un esame affidabile e la formulazione di proiezioni attendibili degli andamenti futuri

6 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 6 i documenti essenziali ultimi conti economici e bilanci (almeno 3, meglio 5) eventuali relazioni di gestione piano previsionale (triennale o quinquennale) documentazione specifica relativa all’azienda (data di fondazione, composizione CdA,…) studi e analisi di settore e di mercato studi e analisi sul prodotto venduto (o sul servizio offerto) analisi delle vendite e del margine di contribuzione analisi dei costi contratti vari

7 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 7 metodi indiretti metodi diretti fanno riferimento agli effettivi prezzi espressi dal mercato per quote di capitale dell’azienda stessa o di aziende simili per mancanza di dati di mercato impostano il processo di stima sulla consistenza del patrimonio o sui flussi prospettici, di reddito o di cassa metodi di valutazione

8 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 8 metodi INDIRETTI di valutazione grandezze di stock metodi patrimoniali semplici complessi grandezze di flusso metodi reddituali metodi finanziari DCF Discounted Cash Flow DCF Discounted Cash Flow

9 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 9 metodi reddituali metodi finanziari metodi patrimoniali t = 0 tendenzialmente orientati al passato orientati al futuro

10 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 10 metodo patrimoniale (semplice) Il valore dell’azienda si fonda sul principio di valutazione analitica dei singoli elementi dell’attivo (circolante e fisso) e del passivo (capitale estraneo). W = K W = valore dell’azienda K = patrimonio netto (attivo - capitale estraneo) rettificato

11 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 11 metodo patrimoniale: valutazione degli ATTIVI Crediti verso clienti Valore di realizzo (valore che si presume di poter incassare alla scadenza) Scorte (materie prime, materiale ausiliario, semilavorati, merci,..) Valore corrente secondo metodi riconosciuti (FIFO, prezzo medio) Impianti mobiliari (macchinari, mobilio, veicoli, attrezzature,…) Valore di mercato commisurato allo stato del momento ; costo di riproduzione o di sostituzione Impianti immobiliari (terreni, edifici, fabbricati, officine, ateliers, magazzini, case d’abitazione,…) Valore d’uso (discounted cash flow) valutazione a valori correnti

12 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 12 metodo reddituale Il valore dell’azienda è funzione della sua capacità di generare redditi (utili) futuri W = R 1 v + R 2 v 2 + R 3 v 3 + …….. + R n v n Il valore economico dell’impresa è dunque dato dalla somma dei valori attualizzati dei redditi (utili) futuri W = valore dell’azienda R 1 R 2 R 3 …… R n = redditi netti dell’impresa nei vari anni v v 2 v 3 …… v n = coefficienti di attualizzazione v n = (1 + i) -n

13 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 13 metodo finanziario Il valore dell’azienda è stimato in base al valore attuale dei flussi di cassa generati dall’azienda stessa. W = F 1 v + F 2 v 2 + F 3 v 3 + …….. + F n v n Il valore economico dell’impresa è dunque dato dalla somma dei valori attualizzati dei futuri incassi W = valore dell’azienda F 1 F 2 F 3 …… F n = flussi monetari netti disponibili nei vari anni v v 2 v 3 …… v n = coefficienti di attualizzazione v n = (1 + i) -n

14 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 14 Principali elementi da stimare Orizzonte temporale di riferimento Il tasso di attualizzazione Il tasso di attualizzazione Il flusso atteso (reddito medio o flusso di cassa) W = R 1 v 1 + R 2 v 2 + R 3 v 3 + …….. + R n v n W = F 1 v 1 + F 2 v 2 + F 3 v 3 + …….. + F n v n

15 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 15 Orizzonte temporale di riferimento Durata limitata nel tempo Durata indefinita (illimitata) 3-5 anni (di regola) 8-12 anni (massimo) 3-5 anni (di regola) 8-12 anni (massimo) secondo il principio della continuità aziendale (going concern) secondo il principio della continuità aziendale (going concern)

16 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 16 tasso di attualizzazione ( 1 + i ) W = F 1 v + F 2 v 2 + F 3 v 3 + …….. + F n v n v v = = rappresenta la redditività minima che deve essere garantita ai soggetti che finanziano l’azienda i

17 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 17 soggetti finanziatori dell’azienda terzi proprietari costo dell’indebitamento costo dell’ equity condizioni di mercato (con o senza rating) condizioni di mercato (con o senza rating) la componente più complessa da calcolare, perché non si tratta di un dato certo, ma di un costo-opportunità la componente più complessa da calcolare, perché non si tratta di un dato certo, ma di un costo-opportunità osservazione: dal tasso d’interesse si deve togliere il «peso» dell’imposizione fiscale, perché il costo finanziario (interessi passivi) è fiscalmente deducibile

18 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 18 componenti del costo dell’ equity (ke) compenso per il semplice trascorrere del tempo compenso per il rischio tasso di rendimento privo di rischio (risk free rate) premio per il rischio (market risk premium MRP) premio per il rischio (market risk premium MRP) Ke = Kf + ᵝ * MRP obbligazioni della Confederazione (a 10 anni, oggi al tasso del 1.25%) (a 50 anni, oggi al tasso del 2.50%) obbligazioni della Confederazione (a 10 anni, oggi al tasso del 1.25%) (a 50 anni, oggi al tasso del 2.50%) ᵝ coefficiente che misura la rischiosità specifica della singola azienda MRP = un indice di borsa (SMI, MSCI World Index,…) MRP = un indice di borsa (SMI, MSCI World Index,…)

19 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 19 weighted average cost of capital tasso di attualizzazione WACC = Ke * E/(E+D) + Kd*(1-t) * D/(E+D) Ke = costo del capitale proprio E = patrimonio netto (Equity) D = indebitamento (Debt) Kd = costo dell’indebitamento t = aliquota fiscale sulle imposte sui redditi WACC costo medio ponderato del capitale

20 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 20 flussi attesi metodo reddituale metodo finanziario più diffuso e utilizzato in Europa continentale, quanto meno fino alla fine del secolo scorso origine anglosassone, con rapida diffusione in concomitanza con lo sviluppo dell’economia finanziaria

21 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 21 metodo reddituale l’azienda crea VALORE nella misura in cui è in grado di produrre risultati economici positivi futuri il VALORE dell’azienda è determinato mediante l’attualizzazione dei risultati economici (utili) attesi

22 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 22 metodo reddituale W = R 1 v + R 2 v 2 + R 3 v 3 + …….. + R n v n

23 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 23 principali elementi da stimare Orizzonte temporale di riferimento Il tasso di attualizzazione Il tasso di attualizzazione il flusso atteso (reddito)

24 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 24 la struttura del conto economico Ricavi d’esercizio (cifra d’affari netta) - Costi delle merci e materie = Risultato lordo 1 - Costi del personale = Risultato lordo 2 - Costi diversi dell’esercizio = Risultato d’esercizio 1 (prima del risultato finanziario) EBITDA +/- Costi e ricavi finanziari = Risultato d’esercizio 2 (prima degli ammortamenti) - Ammortamenti = Risultato d’esercizio 3 (prima dei risultati attività accessoria) +/- Risultati accessori d’esercizio = Risultato d’esercizio 4 (prima dei risultati estranei e straordinari) +/- Risultato estraordinario ed estraneo d’esercizio = Risultato dell’impresa (prima delle imposte) - Costi per imposte = Utile o perdita dell’impresa

25 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 25 normalizzazione del conto economico eliminazione delle operazioni a carattere straordinario eliminazione delle gestioni estranee aggiunta dei costi figurativi (salario dell’imprenditore, costi di locazione, interessi sul capitale apportato,…) rettifica di valori determinati in funzione di politiche di bilancio (ammortamenti, accantonamenti, scorte,…) rideterminazione del carico fiscale diretto (imposte sull’utile e sul capitale, imposta di bollo) eliminazione delle operazioni a carattere straordinario eliminazione delle gestioni estranee aggiunta dei costi figurativi (salario dell’imprenditore, costi di locazione, interessi sul capitale apportato,…) rettifica di valori determinati in funzione di politiche di bilancio (ammortamenti, accantonamenti, scorte,…) rideterminazione del carico fiscale diretto (imposte sull’utile e sul capitale, imposta di bollo)

26 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 26 metodo finanziario l’azienda crea VALORE nella misura in cui è in grado di generare flussi monetari positivi futuri il VALORE dell’azienda è determinato mediante l’attualizzazione dei flussi di cassa attesi il VALORE dell’azienda si basa dunque sulla sua capacità di produrre liquidità, linfa vitale per la remunerazione dei portatori di capitale e per l’autofinanziamento di nuovi investimenti

27 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 27 l’ammontare della liquidità aziendale tempo t tempo t + 1

28 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 28 La formazione della liquidità aziendale flussi in entrata flussi in uscita fornitori (pagamento fatture per acquisti ed investimenti) personale (retribuzioni) finanziatori (rimborsi) fisco proprietari (dividendi) fornitori (pagamento fatture per acquisti ed investimenti) personale (retribuzioni) finanziatori (rimborsi) fisco proprietari (dividendi) clienti (vendite ed incassi fatture; dismissioni immobilizzazioni) finanziatori (accensione prestiti) proprietari (aumenti di capitale) clienti (vendite ed incassi fatture; dismissioni immobilizzazioni) finanziatori (accensione prestiti) proprietari (aumenti di capitale)

29 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 29 le origini del flusso di cassa attività operativa area investimenti (disinvestimenti) area investimenti (disinvestimenti) area finanziamenti (definanziamenti)

30 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 30 il free cash flow operativo Ebit (Earnings Before Interests and Taxes) - Imposte sul risultato operativo =Nopat (Net Operating Profit After Taxes) +Ammortamenti +Accantonamenti e altri costi non monetari =Autofinanziamento netto +/-Variazione del Capitale circolante netto (Crediti / Scorte / Debiti) =Flusso di cassa operativo corrente - Investimenti (riferibili all’area operativa) +Disinvestimenti (riferibili all’area operativa) =Free cash flow operativo

31 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 31

32 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 32

33 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 33

34 FONDOUNIMPRESA 18 agosto 2014VALUTAZIONE D'AZIENDA 34


Scaricare ppt "VALUTAZIONE D’AZIENDA uno sguardo fondounimpresa.ch presentazione seminario di economia San Gottardo 18 agosto 2014 a cura di Lorenzo Quarenghi."

Presentazioni simili


Annunci Google