La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corpus Domini Santissimo Corpo e Sangue di Cristo Riflessioni di Carlo Carretto – Preghiera “Il sublime Sacramento” di Madre Trinidad Per l’avanzamento,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corpus Domini Santissimo Corpo e Sangue di Cristo Riflessioni di Carlo Carretto – Preghiera “Il sublime Sacramento” di Madre Trinidad Per l’avanzamento,"— Transcript della presentazione:

1 Corpus Domini Santissimo Corpo e Sangue di Cristo Riflessioni di Carlo Carretto – Preghiera “Il sublime Sacramento” di Madre Trinidad Per l’avanzamento, clikkare con il tasto sinistro del mouse

2 Sul mondo sta il memoriale della morte del Signore: L'ostia pacifica, che è la presenza viva e sacrificale del Cristo, è il perpetuarsi perenne del Sacrificio del Calvario. è il perpetuarsi perenne del Sacrificio del Calvario. La Messa continua il sacrificio del Gran Sacerdote, l'adorazione dell'Agnello. Il Ponte sul mondo, la Porta vivente. L'Adoratore del Padre. l'Esemplarità per eccellenza. E’ e resta la cosa più importante del mondo... L'Eucarestia.

3 La nostra religione dovrebbe ruotare attorno a questo mistero che del resto è il sunto dei due misteri principali della fede: L'Unità e Trinità di Dio. L'Incarnazione e Passione di Gesù.

4 Guardando all'Eucarestia, adorando l'Eucarestia noi possiamo avere vivente davanti a noi tutta la realtà umano-divina racchiusa nel mondo. La Trinità è presente, l'Incarnazione è visibile, la Passione del Signore è raccontata, l'amore di Dio palpabile.

5 É il Paradiso in terra e ci vuole davvero tutta la nostra insensibilità e la nostra mancanza di fede a dimostrare l'abbandono in cui è lasciato Gesù. Tutto è raccolto li in quell'ostia...

6 Quale inquietudine, quale durezza, quale mancanza di fede lasciare l'Eucarestia, non pensare all'Eucarestia, non vivere l'Eucarestia. Qui sta la maggiore deficienza dei cristiani. Qui sta il punto su cui far leva domani.

7 Paesi assenti al mistero eucaristico, città in movimento dove Gesù è lasciato senza fede che lo scopra, azioni di apostolato senza Lui, preghiere senza quell'Interprete, sofferente senza l'offerente.

8 Che vale tutto il nostro fare se non è presentato al Padre da Lui? Che vale il nostro dire senza l'unione con la sua Voce? La nostra preghiera senza quella Preghiera vivente? Dio dammi tanta fede nell'Eucarestia!

9 L'Eucarestia mi riassume il Cosmo. L'Eucarestia mi riassume la Bibbia Tutti e tre contengono il divino e tutti sono degni di starmi dinanzi quando prego, ma la terza è la più grande. L'Eucarestia è la pienezza del dono, è la perla nascosta nel mistero della Scrittura, il tesoro nel campo della parola di Dio, il segreto del Re. L'Eucarestia è Dio fatto presenza accanto alla mia pista, pane nella mia bisaccia, amicizia vicino al mio cuore d'uomo.

10 Quando Cristo ci tocca col Sacramento noi entriamo nella pienezza di Dio. Prendendo parte vivente alla «Cena del Signore», noi facciamo nostra la volontà di Gesù di radunare l'umanità intera attorno alla Mensa del Padre, edificando il suo Corpo Mistico che attingerà la sua finale dimensione dopo l'ultima Messa celebrata sulla terra quando si spaccherà il velo della nostra fede e i Redenti saranno ammessi al Banchetto eterno del Cielo.

11 Dio dammi tanta fede nell'Eucarestia!

12 Che importa che il mio corpo sia malato, se Tu, che sei la Vita, sei in me ed io in te per mezzo del sublime ed eterno Sacramento...? Che importa se la croce mi avvolge con le sue pene, o il Tabor mi rallegra con le sue glorie, se Tu dimori in me ed io in te per mezzo del mistero del sublime Sacramento...?

13 Che importano le pene di questa vita, con le loro dure torture, o i gaudi che alcuni giorni possano darci...? Lo so, perché la mia fede me lo ha insegnato, e nella mia esperienza così lo sento, che Tu sei dentro di me ed io nel tuo petto dopo aver fatto la comunione, per mezzo del mistero del sublime Sacramento.

14 Cosa possono significare tutte le cose, nei loro modi diversi di essere e di realizzarsi attraverso la notte dell’esilio,se Tu, perché sei Amore che puoi, e Amore che, amando, ti consegni senza misura, sei in me ed io in te, quando ricevo la comunione, per mezzo de! mistero del sublime Sacramento...?

15 E tutto così vuoto, con il passare veloce di tutti i momenti, che solo Tu, Gesù dei miei amori, nel tuo esserti lo stesso Verbo, sei Colui che ti sei dal Padre coeterno nel Bacio amoroso dello Spirito Buono...! E, al di fuori di questo, cosa posso volere dopo aver ricevuto la comunione, quando Cristo è in me ed io nel suo petto per mezzo del dolce mistero del sublime Sacramento...?

16 Colui che si è mi sta guardando, mi sta baciando, mi sta infondendo il suo stesso pensiero...! Ed in parole d'amore io rispondo al suo dono, dolce e segreto, del fatto che Egli si nasconda in me ed io mi senta in Lui per mezzo dell'ingente amore del sublime Sacramento.

17 Com'è dolce stare con Dio ed averlo così dentro per mezzo del mistero amoroso che, nel suo immenso potere, si opera nel sublime Sacramento....! Elaborato da Antonio Barone Dio dammi tanta fede nell'Eucarestia!


Scaricare ppt "Corpus Domini Santissimo Corpo e Sangue di Cristo Riflessioni di Carlo Carretto – Preghiera “Il sublime Sacramento” di Madre Trinidad Per l’avanzamento,"

Presentazioni simili


Annunci Google