La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione interdisciplinare di Psicologia, Psichiatria, Sociologia, Filosofia, Pedagogia A cura della Prof.ssa Maria Lucia De Simone.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione interdisciplinare di Psicologia, Psichiatria, Sociologia, Filosofia, Pedagogia A cura della Prof.ssa Maria Lucia De Simone."— Transcript della presentazione:

1 Lezione interdisciplinare di Psicologia, Psichiatria, Sociologia, Filosofia, Pedagogia A cura della Prof.ssa Maria Lucia De Simone

2 Aspetti psicofisiologici e psicosociali dell’uso di sostanze psicoattive e dell’alcol

3 Aspetti Psicofisiologici I problemi derivanti dall’uso di sostanze psicoattive ed alcol rientrano nella più vasta area delle patologie psichiatriche

4 Esse hanno sempre una causa organica, rinvenibile nelle alterazioni del sistema nervoso o nel metabolismo dei neurotrasmettitori.

5

6 Malattie diverse hanno sintomi psicologici uguali Ictus (infarto cerebrale silente) Ipocondria Pseudodemenza Alcolismo Disturbi dell’umore

7 La causa è diversa I sintomi psicologici sono molto simili La malattia è una conseguenza dell’alterazione del sistema nervoso Le terapie nelle situazioni esemplificate sono differenti!

8 Aspetti psicosociali Relatività storica e culturale

9 Storiografia delle dipendenze… Il concetto di abuso varia da un’epoca all’altra e tra sistemi sociali diversi Da sempre l’essere umano si è rivolto a sostanze naturali (farmaci) per cercare soluzione o sostegno ai malesseri fisici o psichici

10 Il termine “farmaco” (phàrmakon) ha una doppia valenza E’ medicina E’ veleno

11 L’uomo ha una natura ambivalente ed oscilla tra opposti bisogni Vuole guarire, desidera crescere per affrontare la realtà ed i suoi conflitti Cerca di evadere, tenta di fuggire da una realtà scomoda o inadeguata alle sue aspettative

12 L’uomo è un essere desiderante… Le società hanno tentato di dare alla ricerca umana un limite ed un confine, al fine di indurre l’uomo a guarire e non soltanto a fuggire… E’ inevitabile che le società cadano in contraddizione quanto alla definizione, alla prevenzione, alla proibizione ed alla terapia dell’abuso di sostanze

13 ALCOLISMO Per alcolismo si intende un qualsiasi rapporto problematico tra bevitore ed alcol tra cui Intossicazione cronica Abuso Dipendenza

14 L’alcolismo è una grave minaccia alla salute fisica e psichica dell’individuo Fino agli anni cinquanta è stato considerato un vizio piuttosto che una malattia Con il riconoscimento della sindrome di dipendenza da parte dell’OMS si è iniziato a trattarlo in un’ottica sanitaria

15 Nosografia del DSM-IV-TR (Diagnostical and Statistical Manual of Mental Disorsers) La nosografia è la descrizione sistematica delle malattie allo scopo di classificarle e diagnosticarle Associazione Psichiatrica Americana

16 Tra normalità e patologia… Continuità evolutiva nella storia dell’individuo… Continuità funzionale. Alla base delle esperienze patologiche ci sono gli stessi meccanismi psicologici che regolano le esperienze normali…

17 Effetti psicologici dell’alcol (comuni a uomini e donne) Disturbo depressivo maggiore Disturbo dell’umore Disturbo unipolare

18 Sintomi primari Problemi relativi ai sentimenti ed alle emozioni L’affetto si distacca dalla realtà

19 Sintomi principali del disturbo unipolare Convinzione di esser privi di valore Forte senso di colpevolezza Comportamento catatonico Mancanza di appetito Insonnia o ipersonnia Anedonia Fobia e ritiro sociale Idea negativa di sé, del mondo e del futuro Ricorrenti idee di suicidio e di morte

20 Ansia… Consiste nell’impressione di essere impreparati alle richieste della vita e minacciati Si manifesta in forma psichica e somatica

21 Attacchi di panico Paura intensa Palpitazioni Sudorazioni Sensazione di soffocamento Paura di impazzire Desiderio di fuggire

22 Disturbo amnestico indotto Deficit della memoria causato dall’uso prolungato di alcol

23 Encefalopatia di Wernicke (forma acuta) Confusione Disfunzione vestibolare Alterazione della motilità oculare Paralisi dello sguardo Difficoltà a deambulare

24 Sindrome di Korsakoff (forma cronica) Compromissione della memoria recente (anterograda) Persistenti problemi di apprendimento Confabulazione Struttura cerebrale simile alla malattia di Alzheimer

25 Demenza indotta Deficit cognitivi multipli della memoria Afasia Aprassia Agnosia Disturbo delle funzioni esecutive

26 DONNE Disturbo borderline di personalità

27 Marcata instabilità nella regolazione delle seguenti aree Affettiva Controllo degli impulsi Relazioni interpersonali ambivalenti Immagine di sé Repentini cambiamenti d’umore Prevalenza di sentimenti di rabbia Intense paure di abbandono

28 Aree pericolose per il soggetto Sessualità promiscua Aggressività impulsiva Comportamenti suicidari e/o di automutilazione

29 UOMINI Disturbo bipolare o Psicosi maniaco depressiva Si alternano fasi maniacali a cicli depressivi

30 Mania Estrema euforia Eccitabilità Esuberanza Eccitazione psicomotoria Rabbia Aggressività Violenza estrema

31 Mania Progetti irrealistici ed incomprensibili Mancanza di vincoli e regole Sentimento dell’Onnipotenza Furia maniacale Linguaggio logorroico e sconnesso Abbigliamento vistoso e bizzarro

32 Fase depressiva Sintomi uguali al Disturbo unipolare Dura almeno tre volte la durata della mania Gravi disagi per la vita del soggetto e dei suoi familiari Impossibilità di condurre una vita sociale normale Impossibilità di mantenere e/o portare a termine un impegno lavorativo

33 Disturbo narcisistico di personalità

34 Senso grandioso della propria importanza e del proprio valore Necessità di continue conferme Ricerca costante di ammirazione Manipolazione e sfruttamento Mancanza di empatia Scarsa tolleranza alle frustrazioni Forti sentimenti di rabbia, offesa, odio, vendetta

35 Disturbo antisociale di personalità

36 Modalità comportamentale socialmente irresponsabile Azioni sadiche e violente Inosservanza dei diritti degli altri Assenza di regole morali Impulsività ed irritabilità Incapacità di pianificare Aggressività Mancanza di rimorso

37 EFFETTI SOCIALI I problemi sociali causati dall’alcolismo sono gravi, derivano dalle alterazioni cerebrali e dagli effetti inebrianti dell’alcol. L’abuso è associato a:

38 Violenze domestiche

39 Stupro

40 Abusi su minori

41

42 Furti e aggressioni

43 Guida in stato di ebbrezza

44 Disordine pubblico Perdita del posto di lavoro

45 SOSTANZE PSICOATTIVE

46 Le sostanze psicoattive alterano lo stato di coscienza o le funzioni mentali OMS “Qualsiasi sostanza, a parte quelle necessarie al mantenimento del normale stato di salute, che una volta assunta dall’organismo vivente modifica una o più delle sue funzioni”

47 Le sostanze si dividono in Neurodeprimenti Psicostimolanti In base all’effetto ricercato dai consumatori

48 Sostanze che possono indurre dipendenza fisica, dipendenza psichica e tolleranza

49 Alcol

50 Benzodiazepine

51 Oppioidi naturali e sintetici

52 Sostanze che inducono dipendenza psichica e tolleranza

53 Amfetamine

54 Cocaina e derivati

55 Cannabinoidi

56 LSD

57 Effetti psicologici derivanti dall’uso di sostanze psicoattive DELIRI Consistono in credenze dal contenuto bizzarro e grossolanamente contrarie alla realtà Esistono diversi tipi di delirio

58 Delirio di persecuzione Il soggetto si convince che gli altri stiano complottando contro di lui per danneggiarlo, distruggerlo o eventualmente ucciderlo

59 Delirio di controllo E’ correlato a quello di persecuzione Il soggetto si sente controllato e spiato in varie forme

60 Delirio di grandezza Consiste in false credenze relative al potere ed all’importanza personali Convinzione di avere poteri divini o conoscenze speciali che altri non possiedono

61 Delirio puro E’ la forma più grave del delirio Consiste nella totale assenza di fondamento del pensiero rispetto alla realtà

62 ALLUCINAZIONI Vengono percepiti stimoli che in realtà non sono presenti. Le allucinazioni più diffuse sono di tipo uditivo e, secondariamente, coinvolgono anche altre modalità sensoriali

63 Voci imperative L’individuo afferma di sentire voci che si rivolgono a lui per ordinargli fare qualcosa, per rimproverarlo delle sue azioni. In alternativa, pronunciano frasi bizzarre, prive di senso o con contenuti volgari

64 Voci dialoganti o commentanti A volte le voci udite sono più di una che parlano tra loro ed intrecciano lunghi discorsi…

65 Stato di agitazione psicomotoria Disturbi della personalità Ansia

66 FATTORI PROTETTIVI

67 1) Forte senso dell’Identità sociale… ARISTOTELE L’uomo è un animale sociale (zoòn politikòn)… Chi vive fuori dal consorzio civile o è una bestia, o è un dio…

68 2) Capacità di dare senso e significato alle esperienze di vita… HEGEL Fenomenologia dello Spirito… (phainòmenon) Importanza del negativo…

69 2) Capacità di dare senso e significato alle esperienze di vita… La vita dello Spirito non schiva la morte, ma sopporta la morte ed in essa si mantiene… Lo Spirito guadagna la sua verità solo a patto di ritrovare sé nell’assoluta devastazione…

70 3) Educazione dell’Anima… ENRICO PESTALOZZI Apostolo dell’Educazione popolare Amore pedagogico…

71 3) Educazione dell’Anima… MARIA MONTESSORI Pedagogia della pace… Uomini per un Mondo Nuovo

72 Uomini per un Mondo Nuovo…

73 4) L’Altro… Scuola di Francoforte HORKHEIMER, MARCUSE, ADORNO Teorie critiche della Società… La nostalgia del totalmente Altro…

74 La nostalgia del totalmente Altro….

75 5) Dimensione progettuale Il futuro dell’umanità è nello sviluppo della psiche… CARL GUSTAV JUNG

76 6) Ultimo fattore protettivo… La poesia della vita…

77 Lentamente muore…

78 "Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi...

79 Muore lentamente chi evita la passione, chi preferisce il nero sul bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni...

80 Lentamente muore chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza di inseguire un sogno...

81 Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso..

82 Muore lentamente chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

83 Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo...

84 Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.

85 Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità".

86 PABLO NERUDA.

87 Grazie per l’attenzione…

88 Vi voglio bene…

89 Vi porto sempre con me…

90 Vi aspetto…tutti i giorni!!!


Scaricare ppt "Lezione interdisciplinare di Psicologia, Psichiatria, Sociologia, Filosofia, Pedagogia A cura della Prof.ssa Maria Lucia De Simone."

Presentazioni simili


Annunci Google