La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROVINCIA DI GENOVA CIRCOLI DI STUDIO. una modalità di aggregazione a scopi formativi (accrescimento culturale individuale e sviluppo della comunità locale)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROVINCIA DI GENOVA CIRCOLI DI STUDIO. una modalità di aggregazione a scopi formativi (accrescimento culturale individuale e sviluppo della comunità locale)"— Transcript della presentazione:

1 PROVINCIA DI GENOVA CIRCOLI DI STUDIO

2 una modalità di aggregazione a scopi formativi (accrescimento culturale individuale e sviluppo della comunità locale) di persone che hanno interessi comuni, intorno ad un argomento, una tematica, un settore specifici al fine di migliorare la conoscenza sull’oggetto prescelto

3 Caratteristiche dei circoli durata media (non vincolante): 30 ore numero partecipanti: da 5 a 10 gestione del tempo: auto- apprendimento ed apprendimento reciproco e cooperativo intervento di esperti: per un monte ore limitato (generalmente non oltre il 50% del monte ore complessivo) teorico/pratico:può prevedere esercitazioni, laboratori, attività pratiche e motorie

4

5 NON sono corsi di formazione NON sono un modo per farsi finanziare attività già svolte NON sono gruppi di professionisti in riunione di lavoro NON servono a pagare consulenti per interventi specialistici NON

6 Scopi della Provincia di Genova sostenere modalità formative “non formali e di breve durata” risposta a una domanda di apprendimento inevasa: –per mancanza di copertura nel sistema di formazione tradizionale –non accessibili a particolari gruppi di cittadini –perché eccessivamente specialistiche –perché difficilmente gestibili con le modalità organizzative previste per l’offerta formativa standard

7 Scopi della Provincia di Genova promuovere l’attivazione di risorse locali per lo sviluppo culturale di comunità “periferiche” sostegno all’occupabilità di cittadini che scontino una qualche forma di emarginazione o di sottorappresentazione nel sistema formativo

8 cittadini tra loro raggruppati (tra 5 e 10) e per essi il capogruppo Comuni della Provincia Associazioni non profit del territorio provinciale N.B. Anche se non hai un gruppo puoi candidarti per formare un circolo. Città dei Mestieri e gli Informalavoro raccoglieranno le proposte dei singoli cercando di aggregare nuovi circoli.

9 Beneficiari e priorità  Cittadini adulti, residenti o che abbiano eletto domicilio nella Provincia di Genova  Persone con più di 40 anni,  Persone con basso titolo di studio,  riserva del 50% dei circoli attivati garantita ai cittadini residenti nei comuni periferici della provincia o in zone scarsamente servite del territorio comunale genovese.

10 Beneficiari e priorità Una attenzione particolare è osservata in fase di valutazione delle domande ai principi: –delle pari opportunità di genere e –dello sviluppo dell’integrazione di cittadini stranieri immigrati. Viene premiata anche la diffusione delle metodologie di apprendimento proprie della società dell’informazione

11 Numeri e scadenze Max € per circolo per un minimo di 50 circoli entro il giugno 2005 Valutazione ogni bimestre solare (prima scadenza, 30/5/04) Viene approvato il progetto che ottiene almeno 65 punti su 100 Bando aperto fino al 30/06/2005

12 Spese ammissibili 1.Esperti quando il loro intervento non sia assimilabile a quello tipico nei corsi di formazione (il finanziamento pubblico ammesso per progetto è di € ,00 di cui non oltre il 50% per costi di docenza) 2.spese per l’uso dei locali ove si svolge l’attività del circolo, 3.noleggio strumentazione, 4.cancelleria, 5.materiale didattico ( se libri non + del 20% del budget massimo), 6.altre spese (motivate) Tutte le spese devono essere strettamente necessarie alla realizzazione del progetto.

13 “Vademecum per la gestione delle attività formative in Circoli di Studio“: –illustra tutti ciò che è necessario fare per ottenere il rimborso delle spese sostenute nelle attività realizzate dal Circolo di Studio approvato. –Va considerato solo una volta che il circolo sia approvato

14 Formulario Descrizione tematiche Motivazione dei partecipanti (individuale e di gruppo) Metodologia per l’attuazione Risultati attesi Collegamento con enti pubblici e associazioni sul territorio Area territoriale di riferimento Contributo dei partecipanti Dotazione (strumenti e materiali)

15 Valutazione Viene effettuata entro 45 giorni dalla scadenza della presentazione. Criteri: 1.Analisi delle motivazioni (max 20) 2.Valutazione della metodologia e chiarezza contenuti (max 20) 3.Caratteristiche dei beneficiari: (max 20) 4.Collocazione geografica del Circolo (max 15) 5.Fabbisogno economico (max 5) 6.Pari opportunità (max 15) 7.Priorità “Società dell’informazione” (max 5)

16 I TITOLI dei Circoli approvati fino a gennaio STUDIO DI PIAZZA 2.DAL PENSIERO AL TESTO SCRITTO 3.FOTOGRAFARE IN STUDIO 4.SOFTWARE LIBERO E MULTIMEDIALITÀ 5.VIDEO SCACCHI 6.IL RICICLO DI STOFFA, LANA E BOTTONI PER LA CONFEZIONE DEGLI ABITI PER BAMBINI 7.IL CANTO CORALE 8.DONNE E SCRITTURA AUTOBIOGRAFICA 9.FANTASIA CON I PIEDI PER TERRA 10.DIPINGIAMOLE: MINIERBARIO LOCALE 11.ELABORAZIONE E REALIZZAZIONE KIT DIDATTICO IN LINGUA FRANCESE A SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE DELL'ORATORIO SALESIANO DI N'DJAMENA (TCHAD) 12.RIMODERNIZZAZIONE OGGETTI DOMESTICI CON LA TECNICA DEL DECOUPAGE 13.IMPARIAMO A STARE INSIEME: UN PROGETTO INTERCULTURALE 14.CULTURA MEDIEVALE GENOVESE 15.RICETTE IN LIBERTA’ 16.RIQUALIFICA COMPUTER 17.TANGRAM

17 I TITOLI dei Circoli approvati al gen.2005… continua 18.FOTOGRAFIA DIGITALE 19.DONNE IN EUROPA 20.SCRIVERE LE STREGHE 21.TURISMO PER DISABILI VISIVI: DESIDERIO E REALTA 22.LABORATORIO TEATRALE 23.I PAESI ECO SOLIDALI 24.CITTA’ E SPAZI DI GIOCO 25.RICOSTRUIRE IL PASSATO PER (RI)TROVARE GLI UOMINI, LE LORO 26.ATTIVITÀ E LA LORO STORIA 27.I CINQUE SENSI NELLA RELAZIONE 28.LA VITA OFFESA 29.GLI ANTICHI MESTIERI DEL MARE 30.COMPOSIZIONE FLOREALE 31.CERAMICA STENCIL E DECOUPAGE 32.RIPARAZIONE E MANUTENZIONE PICCOLI ATTREZZI AGRICOLI 33.LA MUSICA NELLE RELAZIONI D'AIUTO: PERCORSI ED ESPERIENZE CONDIVISE 34.L'INFORMATICA MUSICALE APPLICATA ALLA DIDATTICA ED ALLA MUSICOTERAPIA 35.L'AUTONOMIA DEL DISABILE VISIVO: L'IMPORTANZA DELLE ABILITÀ DI VITA QUOTIDIANA

18 Informazioni sul bando e le modalità di partecipazione sono reperibili presso l’Agenzia di promozione e accompagnamento Circoli (c/o CITTA’ DEI MESTIERI – JOB CENTRE Via Cervetto 35, Genova-Cornigliano) puoi anche chiamare il

19 La prossima scadenza per presentare le domande è il 31 marzo 2005 ma sono previste altre scadenze fino a tutta la prima metà del 2005.


Scaricare ppt "PROVINCIA DI GENOVA CIRCOLI DI STUDIO. una modalità di aggregazione a scopi formativi (accrescimento culturale individuale e sviluppo della comunità locale)"

Presentazioni simili


Annunci Google