La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lettera di presentazione Bilancio Socialeil documento nel quale l’Amministrazione riferisce, a beneficio di tutti i suoi interlocutori privati e pubblici,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lettera di presentazione Bilancio Socialeil documento nel quale l’Amministrazione riferisce, a beneficio di tutti i suoi interlocutori privati e pubblici,"— Transcript della presentazione:

1

2 Lettera di presentazione Bilancio Socialeil documento nel quale l’Amministrazione riferisce, a beneficio di tutti i suoi interlocutori privati e pubblici, le La Direttiva emanata il 17 Febbraio 2006 dal Ministero della Funzione Pubblica, riguardo la rendicontazione sociale delle Pubbliche Amministrazioni, definisce il Bilancio Sociale come il documento da realizzare con cadenza periodica (preferibilmente annuale), nel quale l’Amministrazione riferisce, a beneficio di tutti i suoi interlocutori privati e pubblici, le scelte operate, le attività svolte e i servizi resi, dando conto delle risorse a tal fine utilizzate, descrivendo i suoi processi decisionali ed operativi.

3 stakeholder Il Bilancio Sociale nasce dalla consapevolezza che esistono diverse categorie di persone, definiti stakeholder ovvero portatori di interesse legittimo, che hanno il diritto di conoscere quali ricadute, o effetti, l’ente produce nei propri confronti.

4 Malgrado il Bilancio Sociale sia nato nel settore privato e venga utilizzato maggiormente nelle aziende, la nostra Istituzione Scolastica ritiene importante comunicare in modo trasparente e completo tutto ciò che viene realizzato, non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista sociale/culturale/formativo.

5 La scuola deve preoccuparsi di soddisfare le attese degli stakeholder, La scuola deve mostrarsi socialmente responsabile, in altre parole deve preoccuparsi di soddisfare le attese degli stakeholder, rendere conto dei propri comportamenti e risultati, nonché stabilire un dialogo costruttivo e permanente con i propri interlocutori sociali. chiedendo loro, dove è possibile, dei giudizi di valutazione. È fondamentale cercare di creare un legame con i propri stakeholder, informandoli sul proprio operato per capire gli effetti positivi o negativi delle proprie azioni, chiedendo loro, dove è possibile, dei giudizi di valutazione.

6 Attraverso il bilancio sociale, l’ente realizza la sua accountability Attraverso il bilancio sociale, l’ente realizza la sua accountability verso l’esterno ed in particolare verso il complesso degli stakeholder scolastici, in maniera completa e trasparente, rendicontando il proprio operato, in modo da verificare se gli obiettivi dichiarati siano stati raggiunti, o si renda necessario piuttosto, introdurre ulteriori interventi.

7 strumento di dialogo, di consapevolezza Una gestione corretta, e sperimentata nel tempo, del Bilancio Sociale ne fa non solo uno strumento di dialogo, ma un vero e proprio strumento di consapevolezza, attraverso cui creare e mantenere un sentito e profondo rapporto di fiducia con i propri interlocutori. Milena Brandoni

8 LE RISORSE U m a n e

9 LA GOVERNANCE

10 ELENCO STAKEHOLDER

11 GLI INSEGNANTI:  Numero docenti assegnati all’ Istituto:  Personale docente a tempo indeterminato per fasce d'età: <35 annitra a.tra a.55 e pi ù a. INFANZIA 7,4%44,4%22,2%26% PRIMARIA 8,8%40,4%29,8%21% SECONDARIA 5,3%15,8%34,2%44,7%

12  Anni di insegnamento nell’Istituto1: meno di cinque anni da cinque a dieci anni da dieci a venti anni oltre venti anni 21%33% 13%  Docenti che hanno svolto attività di recupero in orario curricolare 1 : da zero a cinque ore50% da cinque a dieci ore37% oltre dieci ore13%  Docenti che si sono avvalsi delle nuove tecnologie durante le lezioni1: zero ore settimanali 6% meno di cinque ore settimanali 65% pi ù di cinque ore settimanali 19% pi ù di dieci ore settimanali 10% 1 1 Le percentuali sono state calcolate sulla base delle risposte fornite dai docenti al Questionario loro proposto (52 risposte pervenute).

13 GLI STUDENTI: Scuola dell’Infanzia “B. Gigli” 4 sezioni 112 alunni S. dell’Infanzia “S. Francesco” 5 sezioni 119 alunni Scuola dell’Infanzia “F.lli Volpi” 3 sezioni 84 alunni Scuola Primaria “C. Collodi” 7 classi 145 alunni Scuola Primaria “G. Marconi” 13 classi 272 alunni Scuola Primaria “G. Verdi” 9 classi 210 alunni Scuola Secondaria di I Grado 17 classi 400 alunni 1342 alunni

14 ALUNNI DI ALTRA NAZIONALITÀ 20 alunni di altra nazionalità su 315 6,4% 6,4% della popolazione scolastica della s. dell’Infanzia 56 alunni di altra nazionalità su 627 8,9% 8,9% della popolazione scolastica della s. dell’Infanzia 39 alunni di altra nazionalità su 400 9,7% 9,7% della popolazione scolastica della s. Secondaria 115 su ,56%

15 31 nazionalità rappresentate!

16  LE TAPPE DELL’INCLUSIONE: - rilevazione degli alunni con BES nelle diverse tipologie - predisposizione dell’intervento educativo didattico e del Piano Formativo Personalizzato - verifica degli interventi 33 alunni con DSA 2,4% 33 alunni con DSA 2,4% della popolazione scolastica  LE TAPPE DELL’INCLUSIONE: - acquisizione della Certificazione rilasciata da una struttura accreditata - elaborazione del piano didattico personalizzato (PDP) - predisposizione del Patto Educativo con la famiglia - verifica in itinere - verifica finale 69 alunni con BES 5,1% 69 alunni con BES in situazione di disagio affettivo – relazionale – linguistico – sociale – culturale: 5,1% della popolazione scolastica 41 alunni diversamente abili 3% 41 alunni diversamente abili 3% della popolazione scolastica  LE TAPPE DELL’INCLUSIONE: - acquisizione della Certificazione rilasciata dall’UMEE o da una struttura accreditata - elaborazione del Piano Educativo Individualizzato (PEI) - predisposizione di Progetti o Laboratori - verifica in itinere e finale

17 Lo psicologo a scuola Dott. Christian Pepi Servizio di consulenza personalizzata “SPORTELLO PSICOLOGICO” SPORTELLO FAMIGLIA PER GENITORISPORTELLO FAMIGLIA PER GENITORI (tutti gli ordini di scuola) (tutti gli ordini di scuola) SPORTELLO STUDENTI AD ACCESSO LIBERO (Scuola Secondaria)SPORTELLO STUDENTI AD ACCESSO LIBERO (Scuola Secondaria) SPORTELLO DOCENTI (tutti gli ordini di scuola)SPORTELLO DOCENTI (tutti gli ordini di scuola) per: SEDUTE SINGOLE DI CONSULTAZIONE PERCORSO STRUTTURATO DI CONSULENZA PSICOLOGICA

18 R.S.P.P. Prof. Francesco Savio n. 8 unit à – personale amministrativo n. 21 unit à – personale ausiliario

19 LE RISORSE finanziariefinanziarie

20 RISORSE DISPONIBILI €98.063,37 quale avanzo di gestione del precedente anno scolastico € ,84 quale contributo proveniente dai soggetti indicati nella seguente tabella:

21 PROVENIENZAIMPORTODETTAGLI Stato Dotazione ordinaria ,79Funzionamento amministrativo-didattico, autonomia Stato Altri Finanziamenti vincolati 5.131,28 Classe 2.0, Orientamento Enti locale Comune ,00Progetti scolastici, manutenzione Altre istituzioni Altri istituzioni scolastiche 6.419,19Istruzione Domiciliare, Consiglio Comunale Ragazzi Privati Famiglie vincolati ,35Progetti, Assicurazione alunni, funzionamento didattico visite di istruzione e stages Altri non vincolati 5.265,00Convenzioni con esterni Altri non vincolati ,00Fondazione Carilo, Fondazione Cariverona, Fondazione Ferretti, Associazione Naz.le Mutilati e Invalidi di Guerra Altre entrate 75,23Interessi bancari TOTALE € ,84 PROVENIENZA DEL CONTRIBUTO

22 Le risorse di cui l’I.C. ha potuto disporre provengono da: FINANZIAMENTI FINALIZZATI MINISTERO P.I. – COMUNE – ALTRE ISTITUZIONI finalizzati al funzionamento dell’attività didattica ordinaria CONTRIBUTO EROGATO DA SOGGETTI PRIVATI FAMIGLIE – FONDAZIONI finalizzato alla realizzazione del Piano dell’Offerta Formativa

23 QUADRO GENERALE DI UTILIZZO DELLE RISORSE a.s. 2013/2014 Destinazione Importo% Funzionamento amministrativo ,3511,20 Funzionamento didattico ,6710,69 Spese per il personale 5.261,261,89 Spese di investimento ,4124,43 Manutenzione ,185,14 Progetti ,9446,65 TOTALE ,86100,00 PROGETTI VOCE PIÙ SIGNIFICATIVA 27% delle risorse INNOVAZIONE TECNOLOGICA VOCE DEGNA DI NOTA “Spese di investimento” nell’ a.s – 2013 rappresentavano il 3% 24%nell’ a.s – 2014 rappresentano il 24%

24 PROGETTO MUSICA tutti gli ordini di scuola, seppur in maniera diversa TEATRO, PSICOMOTRICITÀ e LINGUE scuola dell’infanzia LETTURA ANIMATA una Scuola Primaria EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ Scuola Secondaria

25 CONTRIBUTO VOLONTARIO DELLE FAMIGLIE € Inferiore rispetto al precedente a.s. € Inferiore rispetto al precedente a.s.

26 VOCE DI SPESAIMPORTO Assicurazione alunni 8.769,50 Carta 2.153,30 Cancelleria 1.097,35 Materiale didattico 6.047,90 Toner 2.614,84 Innovazione tecnologica 3.563,90 Registro elettronico 2.391,20 Fotocopie 2.825,12 Totale29.463,11 RENDICONTAZIONE DEL CONTRIBUTO SCOLASTICO

27 RIPARTIZIONE F.I.S. a.s

28 I RISULTATI nei vari ambiti

29 I GIOCHI D’AUTUNNO università “Bocconi” - Milano

30 I GIOCHI DI “Achille e la tartaruga”

31 IL IL n. 5 alunni - PASS WITH DISTINCTION (il grado più alto) n. 5 alunni - PASS WITH MERIT (promosso con lode) n. 6 alunni - PASS (promosso) n. 1 alunno - FAIL n. 5 alunni - COUNCIL OF EUROPE LEVEL A1

32

33 Come si vedrà, tanto per la prova di Italiano che per quella di Matematica, i risultati dell'Istituto sono sempre superiori alla media nazionale e dell'Italia centrale. C’è abbastanza omogeneità tra i risultati delle classi, che presentano livelli di prestazione superiori agli standard di riferimento.

34

35

36

37

38

39

40

41

42 a cui abbiamo partecipato e che … … abbiamo VINTO!

43 - Scuole dell’infanzia - SCUOLATITOLO CLASSE SEZ. REFERENTERISULTATI INFANZIA B. GIGLI “ IL NOSTRO OMAGGIO A SAN GIOVANNI BOSCO ” A/ B/CCoccia 1° “ LA CASA DELLA BEFANA ” B/CCoccia 1° INFANZIA F.LLI VOLPI “ LA CASA DELLA BEFANA ” A/BPrincipi 2 PREMI “ IL CIELO ” BPrincipi MENZIONE SPECIALE “ IL NOSTRO OMAGGIO A SAN GIOVANNI BOSCO ” C 1° INFANZIA S. FRANCESCO "LA RICETTA DELLA NONNA. ALLA RICERCA DEL BOSCO INCANTATO" A Orlandini Santamaria 3°

44 - Scuole Primarie - SCUOLATITOLO CLASSE SEZ REFERENTERISULTATI PRIMARIA COLLODI “ CASA DELLA BEFANA ” IA/IVA/IVB/VA Gagliardi Principi Selandari Sorcenovo 2 PREMI “ IL CIELO ” Lions Club IA/IB/IIA/IVA/ IVB Gagliardi Regini Quadri Principi Selandari 1° “ IL NOSTRO OMAGGIO A SAN GIOVANNI BOSCO ” IIA/VA Quadri Sorcenovo 2 PREMI

45 - Scuole Primarie - SCUOLATITOLO CLASSE SEZ REFERENTERISULTATI PRIMARIA MARCONI MARIA VISION “ COME ASCOLTI DIO NELLA TUA VITA ” I BBiondini Canzone selezionata, esibizione e ripresa televisiva in mondovisione. Futura trasmissione e STAGE in studio. “ LA CASA DELLA BEFANA ” IIIB e IIICMedeot DUE PREMI ” IL NOSTRO OMAGGIO A SAN GIOVANNI BOSCO ” VBBurini UN PREMIO “ POESIA SENZA CONFINE ” IBBiondini 1° POSTO giuria popolare 2 POSTO giuria tecnica “ L ’ ALBERO MAESTR0 ” IIIAAltamura UN PREMIO

46 - Scuole Primarie - SCUOL A TITOLO CLASSE SEZ REFE- RENTE RISULTATI PRIMARIA VERDI “ LA VIA DEI PRESEPI ” - Acquaviva Picena IIIAAntrilli Traini 3° (trofeo) "I PAESAGGI DELLA BELLEZZA: DALLA VALORIZZAZIONE ALLA CREATIVIT À " IIIA Antrilli Traini 3° + MENZIONE SPECIALE “ LE RICETTE DELLA NONNA" - CINGOLI IIIAAntrilli Traini 3° “ IL NOSTRO OMAGGIO A SAN GIOVANNI BOSCO ” V BPigini 1° “ LA CASA DELLA BEFANA ” V BPigini UN PREMIO “ RACCONTAR … SCRIVENDO ” V BPigini Premio individuale all ’ alunna Avellino V. (ex equo 4° posto) "Dalla tavola alla cittadinanza" CONCORSO RELATIVO ALL ’ A.S. PRECEDENTE III A -BBiondini 3°

47 - Scuola Sec. 1° Gr. - SCUOLATITOLO CLASSE SEZ REFE- RENTE RISULTATI L. Lotto “ POSTER PER LA PACE ” Lions Club II B e III D Angeletti Caporalet ti Fiorani Governatori “ DONNE PER LE DONNE ” NAZIONALE III EPepe Chiucconi Okundia + MENZIONE SPECIALE “ MODA E MUSICA ” II D / III D / II E Angeletti Pepe Pellei IIID Savastano IIE tra i primi venti “ IL NOSTRO OMAGGIO A SAN GIOVANNI BOSCO ” II C e I A Falasco, Falcioni DUE PREMI “ ESPLORATORI DELLA MEMORIA ” III CFalasco 3° "I PAESAGGI DELLA BELLEZZA: DALLA VALORIZZAZIONE ALLA CREATIVIT À " II CFalasco 3°

48 I GRADI DI SODDISFAZIONE dell’utenzadell’utenza

49 Il nostro Istituto scolastico è risultato tra le 21 scuole italiane selezionate per partecipare al progetto di ricerca “ Avanguardie educative ”, promosso dall’I NDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) che ha proposto, anche dei Questionari per l’autovalutazione interna, da compilare on-line, destinati: studenti della scuola Secondariaagli studenti della scuola Secondaria genitori di S. Primaria e Secondariaai genitori di S. Primaria e Secondaria insegnanti dei tre ordini di scuolaagli insegnanti dei tre ordini di scuola I QUESTIONARI DI AUTOVALUTAZIONE Sono stati inoltre realizzati, sempre on-line, due nostri Questionari per andare a verificare il grado di soddisfazione degli utenti esclusi dalla rilevazione dell’Indire, vale a dire: studenti della Primaria (classi quarte e quinte)gli studenti della Primaria (classi quarte e quinte) genitori della scuola dell’Infanziai genitori della scuola dell’Infanzia RISULTATI NON ANCORA RESTITUITI RISULTATI PUBBLICATI NEL SITO

50 QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE DIRETTO AGLI ALUNNI DI SCUOLA PRIMARIA Numero di risposte giornaliere Tra il 27 maggio e il 7 giugno 2014, hanno partecipato alla rilevazione on-line, sotto la supervisione dei propri insegnanti, 249 alunni : 118 frequentanti la classe QUARTA (47%) 131 frequentanti la classe QUINTA (53%) Dovevano rispondere a domande relative al loro rapporto, con i compagni, con lo studio e con gli insegnanti, nonché valutare le proprie esperienze scolastiche

51 Dall’elaborazione delle risposte si evince che gli alunni vivono serenamente l’esperienza scolastica si sentono ricercati dai compagni di classe sia per le attività scolastiche che per quelle fuori dalla scuola  si sentono ricercati dai compagni di classe sia per le attività scolastiche che per quelle fuori dalla scuola Mai 9 4% Qualche volta % Spesso % Sempre 25 10% Mai 19 7% Qualche volta 65 26% Spesso % Sempre 59 24% mostrano un buon senso di autoefficacia rispetto agli impegni dello studio  mostrano un buon senso di autoefficacia rispetto agli impegni dello studio Sono capace di ricordare ciò che ho studiato Mai 1 0% Qualche volta 58 24% Spesso % Sempre 70 28%

52 3. Sono capace di finire i compiti per casa Mai 2 1% Qualche volta 21 9% Spesso 51 20% Sempre % 4. Sono capace di ricordare ciò che l'insegnante ha spiegato Mai 1 0% Qualche volta 62 25% Spesso % Sempre 66 27% vanno volentieri a scuola e si impegnano nelle attività scolastiche, mostrando un particolare interesse per quelle di tipo laboratoriale ed esperienziale  vanno volentieri a scuola e si impegnano nelle attività scolastiche, mostrando un particolare interesse per quelle di tipo laboratoriale ed esperienziale

53 7. Tra le varie attività svolte a scuola, mi sono piaciute visite guidate a mostre, musei % partecipazione a spettacoli, feste % partecipazione a Concorsi 90 13% lezioni tenute da esperti (Progetti) 44 6% viaggi di istruzione (gite) % ricerche 43 6% esperimenti % si trovano bene con gli insegnanti che sono chiari nelle spiegazioni e disponibili all’ascolto ed alle spiegazioni  si trovano bene con gli insegnanti che sono chiari nelle spiegazioni e disponibili all’ascolto ed alle spiegazioni 2. Mi dicono cosa ho fatto bene e cosa ho fatto male in un esercizio Nessun insegnante 2 1% Alcuni insegnanti 54 21% Molti insegnanti 47 19% Tutti gli insegnanti %

54 3. Danno indicazioni su come fare i compiti Nessun insegnante 2 1% Alcuni insegnanti 48 19% Molti insegnanti 54 22% Tutti gli insegnanti % 4. Dicono cosa impareremo in una nuova lezione Nessun insegnante 9 4% Alcuni insegnanti 80 32% Molti insegnanti 77 31% Tutti gli insegnanti 83 33% 6. Mi spiegano perché ho preso un brutto voto Nessun insegnante 4 2% Alcuni insegnanti 58 23% Molti insegnanti 51 20% Tutti gli insegnanti %

55 QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE DIRETTO AI GENITORI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA Numero di risposte giornaliere Tra il 30 maggio e il 18 giugno 2014, hanno partecipato alla rilevazione on-line soltanto 49 genitori : 16 per la scuola “B. Gigli” (32,6%) 16 per la scuola “F.lli Volpi” (32,6%) 17 per la scuola “S. Francesco” (34,8%) Dovevano rispondere a domande relative all’organizzazione e al funzionamento della scuola, alla percezione della qualità dell’insegnamento e al benessere del proprio figlio a scuola. Tra il 30 maggio e il 18 giugno 2014, hanno partecipato alla rilevazione on-line soltanto 49 genitori : 16 per la scuola “B. Gigli” (32,6%) 16 per la scuola “F.lli Volpi” (32,6%) 17 per la scuola “S. Francesco” (34,8%) Dovevano rispondere a domande relative all’organizzazione e al funzionamento della scuola, alla percezione della qualità dell’insegnamento e al benessere del proprio figlio a scuola.

56 generale soddisfazione verso l’organizzazione scolastica Dalla rilevazione emerge una generale soddisfazione verso l’organizzazione scolastica, in particolare molto positivamente sono valutati: la qualità del servizio scolastico 6. Sono soddisfatto della funzionalità dell'edificio e dei servizi relativamente a: sicurezza2216% igiene e pulizia3626% spazi interni2719% spazi esterni118% qualit à degli arredi96% servizio pre-scuola75% servizio mensa2619% servizio trasporto11% 5. I Collaboratori scolastici contribuiscono a garantire il buon funzionamento di questa scuola Molto in disaccordo 12% In disaccordo510% D'accordo2245% Molto d'accordo2143%

57 la disponibilità degli insegnanti il processo di insegnamento apprendimento. il rapporto scuola-famiglia 7. Gli insegnanti si confrontano con le famiglie sulle linee educative e i valori da trasmettere 8. Gli insegnanti incoraggiano mio figlio 9. Gli insegnanti trascurano gli interessi e le attitudini di mio figlio

58 7. Tra le attività promosse dalla scuola, trovo particolarmente formative: uscite didattiche4335% gite65% spettacoli e feste1411% lezioni aperte (Progetti)3630% uso di strumenti tecnologici (Lim) 2319% 9. I termini che identificano meglio la scuola sono: innovazione86% tradizione43% seriet à 2821% affidabilit à 3526% condivisione54% collaborazione2418% flessibilit à 86% creativit à 2317% 11. I genitori che consiglierebbero la scuola frequentata dal proprio figlio sono: 47 su 49

59 OBIETTIVIOBIETTIVI di miglioramento

60 GLI ESITI Continuare con il piano di miglioramento che prevede di innalzare il numero degli studenti che raggiungono il successo formativo successo formativo.

61 USO DELLE T.I.C. Favorire i Corsi di formazione/aggiornamento soprattutto sull'uso delle T.I.C.

62 Per concludere … la nostra …

63

64 La versione completa del documento è pubblicata sul nostro sito

65 INDICE GENERALE  Lettera di presentazione p. 2 L’ IDENTITÀ  Capitolo 1 L’ IDENTITÀ p. 4 La storia – Il profilo dei plessi – Il contesto L’offerta formativa: Progetti e altre Attività significative LE RISORSE: UMANE, STRUTTURALI E FINANZIARIE  Capitolo 2 LE RISORSE: UMANE, STRUTTURALI E FINANZIARIE p. 35 I RISULTATI CONSEGUITI  Capitolo 3 I RISULTATI CONSEGUITI p. 59 Prove INVALSI – Giochi matematici – KET I Concorsi vinti OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO  Capitolo 5 OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO p. 100 Innovazioni tecnologiche IL GRADO DI SODDISFAZIONE DELL’UTENZA  Capitolo 4 IL GRADO DI SODDISFAZIONE DELL’UTENZA p. 86 Il sondaggio – L’elaborazione dei dati

66 Gruppo di lavoro Dirigente – Prof.ssa Milena Brandoni (supervisione) DSGA Dott.ssa Francesca Fratesi & le Assistenti amministrative Elisabetta Alesi - Paola Chiucchi (supervisione parte finanziaria) F.S. per la Valutazione (coordinamento e dati Invalsi) Prof.ssa Anna Maria Longhi Ins.te Rosa D’Elpidio FS per la produzione del materiale didattico (elaborazione del materiale e redazione del Documento) Ins.te Donatella Pigini Si ringraziano, inoltre, per la collaborazione offerta nel reperimento dei dati utili alla compilazione del documento conclusivo: le Ins.ti / Prof.sse incaricate di FS Marisa Altamura, Elisabetta Budini, Virginia Pavanati, Laura Procino e Giuseppina Vantaggiato le Assistenti amministrative (Uffici Personale e Didattica) i coordinatori di plesso i coordinatori di classe


Scaricare ppt "Lettera di presentazione Bilancio Socialeil documento nel quale l’Amministrazione riferisce, a beneficio di tutti i suoi interlocutori privati e pubblici,"

Presentazioni simili


Annunci Google