La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, 20101 Capitolo V. IL FEDERALISMO VERSO L’ALTO L’UNIONE EUROPEA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, 20101 Capitolo V. IL FEDERALISMO VERSO L’ALTO L’UNIONE EUROPEA."— Transcript della presentazione:

1 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Capitolo V. IL FEDERALISMO VERSO L’ALTO L’UNIONE EUROPEA

2 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il federalismo all’insu Perché esiste l’Unione Europea? Aspetti politici: la pace, la politica estera Aspetti economici:la politica economica verso altre aree (politica agricola e paesi mediterranei)

3 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il federalismo all’insu La rinuncia alla moneta nazionale e alla Banca centrale nazionale I vincoli alla politica fiscale del trattato di Maastricht e di Amsterdam La politica di armonizzazione della tassazione indiretta e dei redditi da capitale L’armonizzazione blanda delle politiche sociali La regolamentazione del mercato e direttive…

4 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Obiettivi dell’UE L’art. 2 del Titolo primo del Trattato dell’Unione Europea (TEU) pone come primo obiettivo dell’Unione “promuovere un progresso economico sociale e un elevato livello di occupazione e pervenire ad uno sviluppo equilibrato e sostenibile, in particolare mediante la creazione di uno spazio senza frontiere interne, il rafforzamento della coesione economica e sociale e l’instaurazione di un’unione economica e monetaria che comporti a termine una moneta unica”.

5 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, La nascita dell’Unione Europea L’Europa dei : Fondazione da parte dei 6:B,F,D,I,L,NL 1973: Ingresso di Dk,Ir,UK 1981: Ingresso di Gr 1986: Ingresso di Sp, P 1993: Ingresso di A,Fn,Sw 2004: Allargamento a Cipro, Estonia, Polonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica ceca, Slovacchia e Slovenia 2007: Allargamento a Romania e Bulgaria

6 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, I passi fondamentali dell’Unione Europea 1957: Trattato di Roma L’Atto Unico Europeo 1993: Trattato di Maastricht (TEU) 1997: Trattato di Amsterdam 2006: Fallimento della Costituzione europea 2009: Trattato di riforma di Lisbona 2011: Nuove regole di sorveglianza

7 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il 1 maggio 2004 è iniziata una nuova fase dell’Unione europea, con l’allargamento ad altri 10 paesi: Cipro, Estonia, Polonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Slovenia. Nel 2007 si sono aggiunti Romania e Bulgaria e nel 2011 l’Estonia. L’accesso dei nuovi membri ha comportato il rinnovo degli organi della Unione e la ridefinizione di tutte le principali regole economiche su cui l’Unione si fonda. Per ora i nuovi venuti non partecipano all’Unione monetaria, ma, se soddisferanno i requisiti, potranno aderire, gradualmente. L’allargamento del 2004

8 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, I paesi dell’UEM All’inizio del 2012 i paesi che partecipano all’Unione monetaria sono 17: Germania, Grecia, Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria, Finlandia, Irlanda, Slovenia, Cipro, Malta e Slovacchia, Estonia.

9 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, L’allargamento da 15 a 27 paesi ha determinato: un aumento del 20% della popolazione dell’Unione, una riduzione del 13% del reddito pro capite, un profondo allargamento delle disparità nell’Unione, un mutamento radicale della geografia delle regioni destinatarie degli interventi L’allargamento del 2004

10 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, A partire dal 2001 l’Unione ha anche percorso una fase costituente. Un’apposita Convenzione ha elaborato una proposta di Carta costituzionale dell’Unione Europea, approvata dal Consiglio europeo nel giugno del Il mancato successo del referendum di approvazione in Francia e in Olanda ha determinato una battuta di arresto del processo di unificazione Il percorso è stato ripreso nel 2008 nell’ambito del Trattato di Lisbona definitivamente approvato nel 2009 da tutti gli stati membri

11 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea Il Parlamento Il Consiglio europeo Il Consiglio dell’Unione Europea La Commissione La Corte di Giustizia

12 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea Il Parlamento E’ formato da 736 membri Attribuiti in modo approssimativamente proporzionale alla popolaizone Eletti per suffragio universale nelle diverse nazioni ogni 5 anni L’Italia ha diritto a eleggere 72 membri

13 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea Il Parlamento Ha funzioni legislative, ma esrcitate solo insieme al Consiglio dei Ministri Ha funzioni legislative, ma esrcitate solo insieme al Consiglio dei Ministri E’ di supervisione E’ di supervisione E’ un anello debole E’ un anello debole Ma ha poteri straordinari (sinora mai utilizzati) molto forti, come ad esempio dimettere l’intera Commissione Ma ha poteri straordinari (sinora mai utilizzati) molto forti, come ad esempio dimettere l’intera Commissione

14 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il Consiglio europeo - ha ricevuto impulso dopo il Trattato di Lisbona del 2007, - la funzione di definire gli orientamenti e le priorità politiche generali dell’UE. Non ha però potere di approvare atti legislativi. Si tiunisce 4 volte l’anno. - È formato -dal suo Presidente eletto a maggioranza qualificata per due anni, - dal Presidente della Commissione - dai Capi di Governo dei paesi membri (il Presidente della Repubblica per la Francia) e dai Ministri degli esteri. - partecipa ai suoi lavori anche l’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza

15 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea Il Consiglio dell’Unione europea E’ formato dai Ministri di ciascuno degli Stati Membri E’ formato dai Ministri di ciascuno degli Stati Membri Spesso organizzati in sottoinsiemi Spesso organizzati in sottoinsiemi Ad esempio ECOFIN è il gruppo composto dai Ministri dell’economia Ad esempio ECOFIN è il gruppo composto dai Ministri dell’economia

16 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea Il Consiglio dell’Unione europea Potere legislativo insieme al Parlamento Potere legislativo insieme al Parlamento (con votazioni all’unanimità e talora a maggioranza qualificata) (con votazioni all’unanimità e talora a maggioranza qualificata) Coordina le le politiche economiche degli Stati membri Coordina le le politiche economiche degli Stati membri Conclude Accordi internazionali Conclude Accordi internazionali Condivide il potere di bilancio con il Parlamento Condivide il potere di bilancio con il Parlamento Definisce la politica estera di sicurezza comune Definisce la politica estera di sicurezza comune

17 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Maggioranza qualificata La ripartizione dei voti è la seguente: Germania, Francia, Italia, Regno Unito : 29; Spagna, Polonia : 27; Paesi Bassi : 13; Belgio, Grecia, Portogallo, Repubblica Ceca, Ungheria : 12 ; Austria, Svezia : 10; Danimarca, Finlandia, Irlanda, Lituania, Slovacchia : 7; Estonia, Cipro, Lettonia, Lussemburgo, Slovenia : 4; Malta : 3.

18 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea Commissione Europea E’ composta dal Presidente e da 27 membri, uno per paese E’ composta dal Presidente e da 27 membri, uno per paese designati dal Consiglio europeo e dal Presidente con approvazione del Parlamento europeo. designati dal Consiglio europeo e dal Presidente con approvazione del Parlamento europeo. Della Commissione fa anche parte l’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, nominato dal Presidente e dal Consiglio Europeo.Della Commissione fa anche parte l’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, nominato dal Presidente e dal Consiglio Europeo.’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza

19 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea Commissione Europea Ha iniziativa legislativa: proposte al Consiglio e al parlamento Ha iniziativa legislativa: proposte al Consiglio e al parlamento Garantisce l’esecuzione delle leggi europee (direttive) e dei programmi adottati da Parlamento e Consiglio Garantisce l’esecuzione delle leggi europee (direttive) e dei programmi adottati da Parlamento e Consiglio Vigila sull’applicazione del diritto comunitario insieme alla Corte di Giustizia Vigila sull’applicazione del diritto comunitario insieme alla Corte di Giustizia Rappresenta l’Unione sulla scena internazionale (es.trattati commerciali) Rappresenta l’Unione sulla scena internazionale (es.trattati commerciali)

20 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Gli organi dell’Unione Europea La Corte di Giustizia Massima autorità giudiziaria Massima autorità giudiziaria Garantisce l’osservanza del diritto e dell’interpretazione dei trattati Garantisce l’osservanza del diritto e dell’interpretazione dei trattati

21 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il Bilancio dell’Unione Europea Le principali aree di spesa Politica Agricola Comune (PAC) Politica Agricola Comune (PAC) Operazioni strutturali Operazioni strutturali Politiche interne Politiche interne Azione Esterna Azione Esterna

22 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il Bilancio dell’Unione Europea Le principali fonti di entrata Dazi agricoli Dazi agricoli Dazi doganali (verso l’esterno) Dazi doganali (verso l’esterno) IVA comunitaria IVA comunitaria Quarta risorsa Quarta risorsa

23 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il Bilancio dell’Unione Europea Dazi agricoli Includono anche l’imposta sulla produzione di zucchero

24 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il Bilancio dell’Unione Europea Dazi doganali Attributi ai paesi sulla base del porto di sbarco delle merci (Effetto Rotterdam)

25 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il Bilancio dell’Unione Europea Iva comunitaria Aliquota 1% su una base potenziale

26 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il Bilancio dell’Unione Europea Quarta Risorsa Imposta proporzionale al GDP dei Paesi Membri Non deve superare l’ 1,24%

27 Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Il bilancio di previsione dell’Unione europea nel 2012 (pagamenti - miliardi di euro) MldComp. % Spese Crescita sostenibile57,743,5 Conservazione delle risorse naturali57,943,6 Cittadinanza, libertà, sicurezza, giustizia1,51,1 Ue come fattore globale7,35,5 Amministrazione8,36,3 Totale spese132,7100,0 Entrate (risorse proprie) Dazi doganali, dazi agricoli e imposta sugli zuccheri19,314,5 Iva comunitaria14,510,9 Quarta risorsa97,373,3 Altre1,61,2 Totale entrate132,7100,0


Scaricare ppt "Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, 20101 Capitolo V. IL FEDERALISMO VERSO L’ALTO L’UNIONE EUROPEA."

Presentazioni simili


Annunci Google