La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ȧgh + Viale Romagna, 16/18 – 20133 Milano CODICE MECCANOGRAFICO MIIC8FU00A C.F. 97667030155 tel. 02- 02-8844.7131- fax. 02- 8844.7138

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ȧgh + Viale Romagna, 16/18 – 20133 Milano CODICE MECCANOGRAFICO MIIC8FU00A C.F. 97667030155 tel. 02- 02-8844.7131- fax. 02- 8844.7138"— Transcript della presentazione:

1 è§gh + Viale Romagna, 16/18 – Milano CODICE MECCANOGRAFICO MIIC8FU00A C.F tel fax Viale Romagna, 16/18 – Milano CODICE MECCANOGRAFICO MIIC8FU00A C.F tel fax GUIDO GALLI

2 è§gh + Chi siamo Le finalità L’organizzazione Le nostre scelte Le risorse Le iscrizioni

3

4 L’ISTITUTO COMPRENSIVO GUIDO GALLI nasce nel 2013 e si compone di Bonetti Pascoli Nolli Arquati Toti La direzione didattica e gli uffici amministrativi sono collocati presso la sede centrale di viale Romagna. 3 sedi Primaria 1 sede Secondaria di primo grado

5

6 STAR BENE A SCUOLA La scuola deve diventare il luogo della sicurezza, della valorizzazione personale e delle relazioni significative Il percorso che noi proponiamo promuove un’educazione globale impostata sullo sviluppo di valori SOLIDARIETÀ RESPONSABILITÀ RISPETTO DELLE DIVERSITÀ IL NOSTRO ISTITUTO È UN LUOGO DI FORMAZIONE E CONDIVISIONE, I CUI PRINCIPI SI ISPIRANO ALLA COSTITUZIONE ITALIANA

7 OBIETTIVI EDUCARE ALLA RELAZIONE promozione di un’identità sociale e di una cultura della legalità valorizzazione delle diversità sviluppo della capacità di valutare se stessi, gli altri, le situazioni educazione alla tutela del nostro patrimonio partendo dalla cura dell’ambiente scolastico EDUCARE A CONOSCERE E OPERARE sviluppo,integrazione e sperimentazione degli apprendiment i costruzione di un pensiero critico, flessibile e creativo attivazione di processi di riflessione sui propri percorsi di conoscenza. potenziamento di strategie per la risoluzione di situazioni problematiche  APPRENDIMENTO DEI SAPERI  ACQUISIZIONE DI UN METODO DI STUDIO AUTONOMO  CONSOLIDAMENTO DELL’AUTOSTIMA IL PERCORSO SI PREFIGGE:

8 COME RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI  Uso di tecniche di apprendimento cooperativo per collaborare.  Uso della didattica laboratoriale per sperimentare e creare.  Uso della metodologia della ricerca per costruire i saperi.  Uso di strumenti metacognitivi, per “imparare a imparare” riflettendo.  Utilizzo del gioco per imparare in modo “naturale”  Costruzione di un personale metodo di studio per studiare. LINEE METODOLOGICHE E DIDATTICHE

9

10 1.Comunicazione nella madrelingua 2.Comunicazione nelle lingue straniere 3.Competenza matematica e competenze di base in scienze e tecnologia 4. Competenza digitale 5. Imparare ad imparare 6. Competenze sociali e civiche 7. Spirito di iniziativa e imprenditorialità 8. Consapevolezza ed espressione culturale Verso il futuro: comunicazione e scienza CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA Progetto Espressività Progetto cittadinanza Progetto inclusione Progetto Continuità Progetto Accoglienza

11 DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: Inglese Scienze Matematica Tecnologia Le scelte che ci caratterizzano PROGETTI: Laboratorio linguistico Utilizzo delle nuove tecnologie Comunicazione nelle lingue straniere Competenza matematica e competenze di base in scienze e tecnologia Competenza digitale Verso il futuro: comunicazione e scienza Si prefigge di promuovere nuove abilità che possano garantire un futuro professionale più ricco e stimolante di quello attuale.

12 Nella scuola sono a disposizione quattro lavagne multimediali (LIM) e due laboratori dotati di un discreto numero di pc che permettono una prima alfabetizzazione informatica. Le classi sono coperte da rete wireless Utilizzo nuove tecnologie Verso il futuro: comunicazione e scienza

13  Dalla classe prima con incremento da una a tre ore settimanali  Approccio ludico e multimediale  Interventi con docenti madrelingua nelle classi quinte.  Partecipazione a spettacoli in lingua inglese. Verso il futuro: comunicazione e scienza

14 Progetto Espressività Comprende progetti finalizzati ad arricchire l’espressività degli alunni attraverso lo sviluppo delle competenze linguistiche, grafiche, motorie, musicali e teatrali. Le scelte che ci caratterizzano DISCIPLINE DI RIFERIMENTO Italiano Musica Arte Educazione fisica Storia Geografia Religione Cattolica Alternativa alla religione Comunicazione nella madrelingua Consapevolezza ed espressione culturale PROGETTI: Laboratorio musicale o teatrale Gioca alla ginnastica Libri amici

15 Progetto Espressività TUTTE LE CLASSI SI AVVALGONO DI UN ESPERTO DI MUSICA O TEATRO PER UN CICLO D’INCONTRI

16 Tutte le classi partecipano ad un progetto che prevede la figura di un esperto durante una delle due ore di educazione fisica settimanali Gioca alla ginnastica Gioca alla ginnastica Progetto Espressività

17 PER FAVORIRE IL PIACERE DI LEGGERE ATTRAVERSO DIVERSE INIZIATIVE: Animazione della lettura Incontri con autori Lettura dei tutor ai bambini di prima Progetto Espressività Le biblioteche sono gestite grazie all’aiuto dei genitori

18 Progetto cittadinanza Promuove la graduale presa di coscienza da parte dell’alunno del suo ruolo di cittadino attivo all’interno della società. Progetto Continuità Sono previste attività per offrire un adeguato supporto durante il passaggio degli alunni all’ordine di scuola successivo. Progetto Accoglienza Prevede attività volte a favorire l’ingresso nella scuola dei nuovi alunni. Progetto inclusione Comprende progetti e interventi specifici finalizzati al successo formativo di tutti gli alunnispecificati nel Piano d’Inclusione (PAI) Le scelte che ci caratterizzano DISCIPLINE DI RIFERIMENTO : Educazione alla cittadinanza (trasversale) Competenze sociali e civiche PROGETTI : Uscite sul territorio Feste PROGETTI : Progetto monitore Progetto d’interclasse La scuola fa bene a tutti Corsi di prima alfabettizzazione e di supporto allo studio PROGETTI: Psicomotricità Tutoraggio PROGETTI: : Open Day Laboratori

19 Progetto Accoglienza  ATTIVITÀ DI ACCOGLIENZA DEI BAMBINI NEO ISCRITTI.  TUTORAGGIO DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE NEI CONFRONTI DEI BAMBINI DI PRIMA.  PERCORSO DI PSICOMOTRICITÀ RIVOLTO AGLI ALUNNI DI PRIMA

20 Giornate di Scuola Aperta rivolte ai genitori dei bambini delle future prime. Confronto fra i docenti di scuole di ordini diversi. Progetto Continuità

21 Progetto cittadinanza PROPOSTE EDUCATIVE E DIDATTICHE INTERDISCIPLINARI DALLA PRIMA PER INDIRIZZARE IL BAMBINO ALLA COLLABORAZIONE, AL RISPETTO DEI RUOLI, ALLA CONSAPEVOLEZZA DELLA NECESSITÀ DI AVERE E RISPETTARE LE REGOLE PER IL BUON FUNZIONAMENTO DEL GRUPPO METTENDO IN ATTO LE COMPETENZE DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA, STRADALE, AMBIENTALE, ALLA SALUTE, ALIMENTARE E ALL’AFFETTIVITÀ.

22 Alla scoperta del territori o Le opportunità messe a disposizione dal territorio vengono utilizzate per ampliare l’offerta formativa (visite a musei e mostre, concerti, spettacoli teatrali, scuola natura...) Progetto cittadinanza

23 Tra le diverse iniziative proposte dalle associazioni dei genitori, è previsto il “Ciclo Day” una “biciclettata” tra le sedi dell’Istituto quale occasione di conoscenza e condivisione al di fuori del tempo scuola. nei momenti di incontro programmati nei momenti di incontro programmati Elezioni dei Rappresentanti di classe Assemblee di classe Colloqui individuali Consegna delle valutazioni quadrimestrali nelle occasioni di festa Concerti, spettacoli Festa della scuola con mostre dei lavori realizzati dagli alunni Iniziative su temi condivisi con i genitori INSIEME PER UN’EDUCAZIONE CONDIVISA PER PARTECIPARE ATTIVAMENTE ALLA VITA SCOLASTICA INSIEME PER UN’EDUCAZIONE CONDIVISA PER PARTECIPARE ATTIVAMENTE ALLA VITA SCOLASTICA Progetto cittadinanza

24

25 In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni: svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse PROGETTI SPECIFICI PER L’INCLUSIONE DI TUTTI E OGNUNO  Progetto monitore: un adulto per amico  Progetto d’interclasse per il recupero delle abilità di base  Piano didattico personalizzato (PDP) Progetto inclusioneProgetto inclusione

26 Per favorire l’accoglienza, la positiva integrazione e il successo formativo: Valorizzare la diversità come principio educativo e potenziare le competenze linguistiche in italiano per favorire la socializzazione e il successo formativo.  PRATICHE DI PRIMA ACCOGLIENZA NAI  PROTOCOLLO PER L’ACCOGLIENZA DEI BAMBINI ADOTTATI  AGGIORNAMENTO DATI STATISTICI  MATERIALI PER IL SOSTEGNO LINGUISTICO  CORSI PRIMA ALFABETIZZAZIONE  CORSI SUPPORTO ALLO STUDIO Progetto inclusioneProgetto inclusione Gruppo di Lavoro per l’Inclusione (G.L.I.)interAZIONE scuola, famiglie e agenzie territoriali per attuare precoci interventi atti a prevenire il disadattamento e l’emarginazione in un’ottica di piena realizzazione del diritto allo studio.

27 L’istituto intende favorire il successo formativo di tutti gli alunni attraverso strategie d’insegnamento che tengano conto dei bisogni educativi di ogni singolo alunno Come? LA SCUOLA FA BENE A TUTTI: screening rivolto a tutte le classi prime per prevenire i disturbi d’apprendimento Didattica personalizzata Strumenti compensativi e misure dispensative Documentazione dei percorsi didattici (PDP) Rapporti collaborativi con i genitori e i centri riabilitativi Continuità con i diversi ordini di scuola Progetto inclusioneProgetto inclusione

28 La scuola offre all’alunno con disabilità un ambiente educativo che valorizzi e riconosca le diversità Come? Promuove lo sviluppo di ogni alunno tenendo conto delle potenzialità individuali e dei ritmi e degli stili di apprendimento. Promuove il processo di autonomia attraverso l’utilizzo delle risorse umane, strutturali, informatiche. Promuove la continuità tra ordini di scuola. Attività di sostegno alle classi. Interviene con insegnanti di sostegno ed educatori. Rapporti con i genitori e specialist i. (legge 104) Progetto inclusioneProgetto inclusione

29

30 MODULO Prima e seconda: due rientri Dalla terza: tre rientri TEMPO PIENO Dal lunedì al venerdì TEMPO SCUOLA

31 IL TEMPO SCUOLA 40 ORE Da lunedì a venerdì NELLA NOSTRA SCUOLA Scelto Una quinta del plesso Nolli Arquati: tre rientri e mense lunedì e venerdì

32 Pre scuola: dalle 7.30 alle 8.30 Giochi serali: dalle alle I bambini sono seguiti da operatori di una cooperativa individuata dal Comune di Milano Servizio mensa I pasti provengono dal centro cucina di Via Clericetti

33

34 SU POSTO COMUNE SU POSTO COMUNE 37 DOCENTI A T I. 37 DOCENTI A T I. 8 DOCENTI A T.D. 8 DOCENTI A T.D. RELIGIONE RELIGIONE 1 DOCENTI A T.I. 1 DOCENTI A T.I. 3 DOCENTI A T.D. 3 DOCENTI A T.D. SOSTEGNO SOSTEGNO 8 DOCENTI A T.I. 8 DOCENTI A T.I. 3 DOCENTI A T.D. 3 DOCENTI A T.D.

35  Aule con LIM  Biblioteca – mediateca  Aula di teatro  Aula musica  Biblioteca magistrale  Audiovisivi  Laboratorio di pittura  Aula di psicomotricità  Laboratorio di scienze  Aula d’informatica  Aula d’inglese  Aule di sostegno  Palestre

36

37 Ogni anno la formazione delle classi prime segue alcuni criteri stabiliti dagli organi collegiali (equilibrio tra maschi e femmine, equa assegnazione di alunni stranieri e di alunni con disabilità…) I genitori saranno coinvolti a maggio e invitati a colloqui con la dirigente o docenti incaricati alla formazione classi

38 Territorialità ( residenza o domicilio degli alunni) Frequenza nel plesso di fratelli e/o sorelle Frequenza di fratelli e/o sorelle nei plessi di scuola materna e/o secondaria più vicini Adiacenza della sede di lavoro dei genitori Adiacenza, alla sede scelta, della scuola infanzia di provenienza A parità di condizioni, genitori entrambi lavoratori

39 I bambini nati dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2009 Obbligo Scolastico I bambini nati dal 1 gennaio 2010 al 30 aprile 2010 Scelta Facoltativa Possono Iscriversi

40 SCADENZA: condizionata da circolare ministeriale FASE 1 Per i genitori interessati alla nostra scuola entro : riportare modello di richiesta Comunicazione sulle modalità di iscrizione da parte della segreteria FASE 2 Iscrizione on line o autonoma della famiglia o presso la segreteria su convocazione

41 FASE 3 ENTRO SETTEMBRE Consegna in segreteria dei seguenti modelli: Modello iscrizione ai servizi comunali Certificato di vaccinazione Fotocopia dei codici fiscali del bambino e dei genitori 2 foto formato tessera del bambino (nome scritto sul retro )

42 FASE 4 MAGGIO O GIUGNO Colloquio con dirigente o docenti della commissione formazione classi per segnalare esigenze particolari

43


Scaricare ppt "ȧgh + Viale Romagna, 16/18 – 20133 Milano CODICE MECCANOGRAFICO MIIC8FU00A C.F. 97667030155 tel. 02- 02-8844.7131- fax. 02- 8844.7138"

Presentazioni simili


Annunci Google