La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1° TRIMESTRE 2015 LEZIONE 8 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 21 FEBBRAIO 2015 SABATO 21 FEBBRAIO 2015 PAROLE SAGGE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1° TRIMESTRE 2015 LEZIONE 8 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 21 FEBBRAIO 2015 SABATO 21 FEBBRAIO 2015 PAROLE SAGGE."— Transcript della presentazione:

1 1° TRIMESTRE 2015 LEZIONE 8 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 21 FEBBRAIO 2015 SABATO 21 FEBBRAIO 2015 PAROLE SAGGE

2 L’uguaglianza degli uomini (Proverbi 20:9, 12) La costanza nella vita (Proverbios 20:6) La speranza in Dio (Proverbi 20:17, 20-22; 21:5-6) La misericordia (Proverbi 21:13; 22:16) Un’educazione corretta (Proverbi 22:6, 8, 15) Le sagge parole contenute in Proverbi 20, 21 e 22:1-16 ci indicano i parametri che devono sostenere la nostra vita quotidiana:

3 In quale aspetto primordiale siamo tutti uguali? «L'orecchio che ascolta e l'occhio che vede, li ha fatti entrambi il Signore.» (Proverbi 20:12) «Tutti gli uomini sono creati uguali» (Thomas Jefferson, Dichiarazione d’indipendenza, 4 Luglio 1776). Nonostante le differenze di razza, dimensione o genere, ognuno di noi è uguale all’altro, poiché tutti siamo stati creati da Dio. (Atti 17:26). In quale altro aspetto siamo uguali? «Chi può dire: «Ho purificato il mio cuore, sono puro dal mio peccato?» (Proverbi 20:9) Il peccato è un cancro che colpisce tutti. (Romani 3:23) Questo ci rende uguali anche nella necesità di un Salvatore che ci redime dal nostro peccato. Ma ecco la differenza: solamente chi accetta Gesù come suo Salvatore sarà creato di nuovo per la vita eterna. (2 Corinzi 5:17)

4 Essere lodato per una buona azione che fai, è bene; ma per quanto riguarda il resto delle azioni della tua vita? Esse possono lodarti? Non è un atto unico e sensazionale di amore o sacrificio quello che dimostrerà l'elevata qualità delle nostre relazioni, bensì una lunga e costante serie di piccole azioni che realizziamo ogni giorno, pazientemente e regolarmente. Devo essere io a dire agli altri che sono buono? Al contrario, «Ti lodi un altro, e non la tua bocca; un estraneo e non le tue labbra» (Proverbi 27:2)

5 «Oh, quanti stanno aspettando l'opportunità di realizzare un’opera grande e abnegata, e contemporaneamente non prestano attenzione alle piccole difficoltà che Dio invia loro tutti i giorni per provarli. Sono queste le piccole cose della vita che sviluppano lo spirito di uomini e donne, e determinano il carattere. Non si possono trascurare queste inezie e contemporaneamente sperare che l'uomo sia pronto per sopportare le prove più dure, quando poi arriveranno» E.G.W. (Ogni giorno con Dio - 15 Maggio)

6 «Il pane frodato è dolce all'uomo; ma, dopo, avrà la bocca piena di ghiaia.» (Proverbi 20:17) «Il pane frodato è dolce all'uomo; ma, dopo, avrà la bocca piena di ghiaia.» (Proverbi 20:17)

7 «Chi maledice suo padre e sua madre, la sua lucerna si spegnerà nelle tenebre più fitte. L'eredità acquistata troppo presto da principio, alla fine non sarà benedetta.» (Proverbi 20:20-21) I tuoi genitori sono ricchi e tu stai desiderando che muoiano per ricevere la tua eredità? Questo è solo un esempio che Salomone pone per farci riflettere sull’insensatezza di ottenere beni veloci (in modo fraudolento), perchè in nessun modo possono essere benedetti. Affidiamoci a Dio affinché Lui ci dia ciò che necessitiamo nel momento in cui lo considererà opportuno. L’EREDITA’ «Non dire: 'Renderò il male; spera nell'Eterno, ed egli ti salverà.» (Proverbi 20:22) Quando abbiamo bisogno di vedere che sia fatta giustizia per il torto che è stato commesso contro di noi; quando gridiamo vendetta... confidiamo in Dio; Egli ci vendicherà. Mentre confidiamo in Lui, Egli c’invita a essere misericordiosi con l’offensore. In questo modo, «radunerai dei carboni accesi sul suo capo» (Pr. 25:22). Forse, nel processo, salverai il tuo nemico, vincendo il male col bene. (Rom. 12:21). LA VENDETTA

8

9 «Inculca al fanciullo la condotta che deve tenere; anche quando sarà vecchio non se ne dipartirà.» (Proverbi 22:6) «Dal vostro modo di operare con i piccoli, mediante la grazia di Cristo, potete modellare il loro carattere per la vita eterna» (E.G.W., La famiglia cristiana) «Chi semina iniquità miete sciagura, e la verga della sua collera è infranta» (Proverbi 22:8) Ciò che lasciamo ai posteri è parte dei parametri che devono guidare la nostra vita quotidiana. Salomone confronta l’educazione con la semina. Quello che seminiamo nei nostri figli, amici e vicini, darà il suo frutto a suo tempo; sia per il bene che per il male.

10 «Il seme sparso dà il raccolto e questo, seminato a sua volta, moltiplica il raccolto medesimo. Questa legge vale anche nelle nostre relazioni con gli altri: ogni azione, ogni parola è un seme che porterà frutto. Ogni atto di meditata bontà, di obbedienza e rinuncia si rifletterà su altri e tramite questi su altri ancora.… E così la semina del bene e del male continua per il tempo e per l'eternità.» E.G.W. (Parole di vita - pg. 53)


Scaricare ppt "1° TRIMESTRE 2015 LEZIONE 8 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 21 FEBBRAIO 2015 SABATO 21 FEBBRAIO 2015 PAROLE SAGGE."

Presentazioni simili


Annunci Google