La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La dinamica formativa dell’Azione Cattolica dei Ragazzi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La dinamica formativa dell’Azione Cattolica dei Ragazzi."— Transcript della presentazione:

1 La dinamica formativa dell’Azione Cattolica dei Ragazzi

2 La catechesi esperienziale Prima parte:

3 Non è possibile slegare la proposta formativa dell’ACR dall’esperienza associativa di AC. L’ACR non è un metodo. L’ACR ha un metodo Una dinamica che parte sempre dalla vita e torna alla vita attraverso l’incontro salvifico con Dio, nella Parola, nei sacramenti, nella testimonianza. 3

4 Domanda di vita Brano biblico e catechesi Itinerari di catechesi, liturgia, carità Atteggiamenti e scelte = storicizzazione delle mete di base In cui riconoscono e accolgono Di cui fanno Perché la propria vita si conformi a quella di 4

5 È una domanda vera e propria che i ragazzi pongono idealmente alla loro vita, alla quale con il percorso dell’anno proviamo a rispondere… Sogni, aspirazioni, progetti che i ragazzi si portano nel cuore. Si parte da ciò che i ragazzi sono e sognano. L’educatore ha il compito di far venire a galla le attese, le speranze del ragazzo. Ogni anno l’ACR sceglie una domanda di vita e la declina a seconda delle fasce di età 5

6 Sono modi di essere, che, se radicati nella persona, si tramutano in comportamento. L’efficacia dell’azione educativa si misura nel grado di maturazione degli atteggiamenti evangelici. ESPERIENZA -> ATTEGGIAMENTO -> SCELTA Ogni anno gli obiettivi formativi vengono tradotti in 4 atteggiamenti, che offrono una strada percorribile dai ragazzi. Gli atteggiamenti sono collegati alle categorie 6

7 Percorso ciclico triennale. Attraversano in maniera trasversale i quattro volumi del cIC Approfondimento del mistero di Cristo: NOVITÀ COMPAGNIA SEQUELA 7

8 Centralità del mistero di Gesù Cristo, in cui si rivela il piano di salvezza voluto da Dio Domanda di vita di autenticità/originalità Vangelo di Luca Atteggiamenti: Stupore Discernimento Generosità Responsabilità 8

9 Vita di comunione e di fraternità nella Chiesa di Gesù Domanda di vita di prossimità/accoglienza Vangelo di Matteo Atteggiamenti: Accoglienza Gratuità Gratitudine Condivisione 9

10 Una nuova visione dell’uomo e della storia, con scelte concrete alla luce dell’evento-Gesù Cristo Domanda di vita di realizzazione/progetto Vangelo di Marco Atteggiamenti: Accoglienza Partecipazione Disponibilità Condivisione 10

11 Liturgia, Catechesi e Carità/Missione Seconda parte:

12 globale Iniziazione Cristiana è apprendistato globale = LITURGIA CATECHESI CARITÀ/MISSIONE (Iniziativa Annuale) fonti della fede dell’associazione È l’incontro della domanda di vita del ragazzo con le fonti della fede (Parola, documenti della fede…) e dell’associazione (Progetto Formativo, Bella è l’ACR…) 12

13 Celebrare coi ragazzi l’anno liturgico e seguirne passo passo l’itinerario. filo conduttore È il filo conduttore del percorso ACR Sintonizza il proprio passo con quello della Chiesa. 13

14 Parte dal Progetto Formativo dell’AC e dal documento base (Il rinnovamento della catechesi, 1970) Suddiviso nell’anno in tre tempi, uno per ognuna delle prime tre fasi. Ogni tempo è suddiviso in tre momenti distinti e collegati tra loro: ANALISI della realtà del ragazzo CONFRONTO tra ragazzi, coi documenti della fede; coi testimoni, nella discussione che sviluppa il senso critico e l’imparare dai grandi CELEBRAZIONE di lode e di offerta, assunzione di impegno e dialogo con Dio. 14

15 spinta missionaria Concretizza il percorso di IC con una spinta missionaria. Educare alla carità Educare alla carità non è un optional, ma una peculiarità essenziale del percorso ACR, per portare da laici il fermento del Vangelo negli ambienti della vita. 4 tappe: MESE DEL CIAO MESE DELLA PACE MESE DEGLI INCONTRI TEMPO ESTATE ECCEZIONALE 15

16 Grande apertura al territorio e collaborazione con enti, associazioni e istituzioni in esso operanti. Ogni tappa dell’Iniziativa Annuale (IA) si sviluppa in: STUDIO: conoscenza della situazione, delle persone che la vivono, delle possibilità che si intravedono; ANIMAZIONE: testimonianza e sensibilizzazione della comunità, dell’associazione, del territorio della realtà individuata. Attivazione di sinergie e collaborazioni; SERVIZIO: agire concreto, spendersi perché la situazione sia visitata da Dio. festa Ciascuna tappa si conclude con una festa! storia A fare da filo conduttore vi è una storia che crea una ambientazione delle attività ed è un modo per parlare alla vita del ragazzo con un linguaggio vicino. 16

17 Itinerario di LITURGIAItinerario di CATECHESI Itin. di CARITÀ-MISSIONE Settembre-Ottobre (T. ord.) MESE DEL CIAO Novembre-Dicembre (T. ord. – Avvento – Natale) 1° Tempo di Catechesi Gennaio (T. ord.) MESE DELLA PACE Febbraio-Marzo (T. ord. – Quaresima – Pasqua) 2° Tempo di Catechesi Aprile (Quaresima – Pasqua) 3° Tempo di Catechesi Maggio-Giugno (Pasqua) MESE DEGLI INCONTRI Luglio-Agosto (T. ord.) TEMPO ESTATE ECCEZIONALE 17

18 Quattro fasi Terza parte:

19 Prima fase: da fine settembre al Battesimo del Signore Seconda fase: da Gennaio a Pasqua Terza fase: da Pasqua a Pentecoste Quarta fase: estate 19

20 Idea di fondo: realtà dei ragazzi, messaggio evangelico che li illumina, esperienze da fare… Tre obiettivi, uno per ogni itinerario Unità catechistiche di riferimento (cIC) Attenzioni pedagogiche: uno sguardo competente sui ragazzi per suggerire all’educatore i giusti comportamenti e le attenzioni da avere durante la fase. 20

21 Liturgia Liturgia, presenta i contenuti del periodo liturgico di riferimento. Fornisce suggerimenti per l’integrazione del cammino dei ragazzi con particolari attenzioni Suggerisce itinerari di preghiera e celebrazioni durante le feste… 21

22 Ogni fase vede lo sviluppo dei tre itinerari (liturgia, catechesi, carità/missione) Sulla guida si possono aprire delle «finestre» Approfondimenti su particolari dimensioni della vita di gruppo, o associativa… SETTIMANE ASSOCIATIVE Le SETTIMANE ASSOCIATIVE sono quattro settimane in cui l’attenzione unitaria si concentra su particolari tematiche (Quaderno delle settimane annuale) 22

23 23


Scaricare ppt "La dinamica formativa dell’Azione Cattolica dei Ragazzi."

Presentazioni simili


Annunci Google