La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione Area Storica e della Comparazione Educativa Paolo Bianchini Paola Corti Redi S. Di Pol Carlo Fedeli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione Area Storica e della Comparazione Educativa Paolo Bianchini Paola Corti Redi S. Di Pol Carlo Fedeli."— Transcript della presentazione:

1 Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione Area Storica e della Comparazione Educativa Paolo Bianchini Paola Corti Redi S. Di Pol Carlo Fedeli Monica Mincu Cristina Morandini Irma Naso Paolo Rosso

2 L'area storica e della comparazione educativa raccoglie studiosi che si occupano di storia dell'educazione e della scuola (Paolo Bianchini, Redi Sante Di Pol, Carlo Fedeli, Maria Cristina Morandini), di storia medievale (Irma Naso, Paolo Rosso) e di storia contemporanea (Paola Corti). E' anche rappresentata l'educazione comparata, di cui si occupa specificatamente Monica Mincu. Se la prospettiva diacronica è privilegiata dai docenti di quest'area, anche quella sincronica e rivolta al presente non è assente dalle ricerche, come testimonia l'attenzione per la didattica della storia, della metodologia della ricerca e della creazione di applicazioni per la storiografia

3 Paolo Bianchini: interessi di ricerca storia dell’educazione e delle pratiche di diffusione della cultura in Europa tra XVIII e XX secolo, specialmente attraverso lo studio delle pratiche e delle teorie educative della Compagnia di Gesú tra Settecento e Ottocento storia dell’editoria per la scuola e l’educazione. Coordinamento della banca dati sul manuale scolastico in Italia Edisco storia della scuola e dell’istruzione, con particolare riferimento al Piemonte e alla Francia tra fine Settecento e inizio Ottocento 3

4 Paolo Bianchini: Pubblicazioni Monografie: 1) Morte e resurrezione di un Ordine religioso. La Compagnia di Gesù durante la soppressione (Vita & Pensiero, Milano, 2006) 2) Fare storia in rete, (in collaborazione con Gianfranco Bandini, Carocci, Firenze, 2007) 3) P. Bianchini, Educare all’obbedienza. Pedagogia e politica in Piemonte tra Antico regime e Restaurazione (SEI, Torino, 2008) 4) (con A. Romano) De los colegios a las universidades. Los jesuitas en el ambito de la educación superior, Universidad Ibero-Americana, Ciudad de Mexico, Articoli: 1)Popular Education – Rights and Duties: School Reforms in the Sardinian Kingdom between the Eighteenth and Nineteenh Centuries, in “Paedagogica Historica”, 47 (february-april 2011), pp )Manuels scolaires, le soupçon. Entre instruction et politique, Dossier in “Le Monde diplomatique”, septembre 2013, n° 714 3) (con Marc Moyon), School textbooks and teachers training between past and present. Proceedings of the International Conference, Limoges, 3-4 juin 2013, in “History of Education and Children Literature”, june 2014, pp

5 Paola Corti lo studio della storia dei movimenti migratori internazionali e l’analisi dei processi di emigrazione, immigrazione e migrazioni interne in Italia, affrontati nel coordinamento e la cura (con Matteo Sanfilippo) dell’Annale 24. Migrazioni della Storia d’Italia”, Einaudi, i volumi P. Corti, Tariikh al-hijraat al-duwaliyya, Abu Dabi, Kalima editore, 2011 (traduzione di Laterza 2010, 4° edizione).; L’Italia e le migrazioni, Bari-Roma, Laterza, 2012 (con M. Sanfilippo) e P. Corti, Temi e problemi di storia delle migrazioni italiane, Quaderni 08 «Archivio Storico delle’Emigrazione Italiana», Viterbo, Sette città, Ha inoltre pubblicato un saggio Migration. An Historical Issue in’opera collettanea a cura di F.Fauri (Routledge Taylor& Francis Group, 2014). 5

6 Paola Corti: Interessi di Ricerca percorsi e la mobilità sociale delle seconde generazioni dei migranti (coordinando tra 2009 e 2014 la ricerca Second generations: migration processes and mechanisms of integration among foreigners and Italians ( ), nell’ambito del bando Scienze Umane e Scienze sociali (D.D. n. 151 del ) (équipe del Dipartimento di Storia e poi del DFSE). l’identità nazionale, la cittadinanza e la memoria pubblica nella storia delle migrazioni italiane, pubblicando saggi sulle riviste «Passato e Presente»,(2011) «Mutations» (2012)), «Migrations Societé»(2013), e i contributi ai volumi collettanei: Roma, Idos 2012; Rio de Janeiro, Lamimi/uerj, l’analisi dei rapporti di genere nei movimenti migratori, sulla rivista «Quaderno di storia contemporanea», 2012; e sul volume, Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale, La rappresentazione fotografica nei processi migratori: due saggi in opere collettanee (Edizioni SER ItaliAteneo, Roma, 2014; Trento, collana Quaderni di Archivio trentino, 37, 2014). 6

7 Redi Sante Di Pol: Interessi di ricerca Storia della scuola e dell’istruzione infantile in Italia Formazione degli insegnanti, professionalità docente e formazione dei maestri elementari in prospettiva storica Il sistema scolastico italiano in prospettiva storica, cultura pedagogica, educazione e diritti umani 7

8 Redi Sante di Pol: Pubblicazioni recenti 1. Redi Sante Di Pol (2013) L'alleanza educativa:famiglia, scuola, parrocchia. Editore: Edizioni Studium. Vol.: 1. Pagine da 52 al 64 ISBN: L'alleanza educativa:famiglia, scuola, parrocchia. 2. Redi Sante Di Pol (2013) Le scuole di ispirazione cristiana e le prospettive dell'operosità laicale. Editore: La Scuola. Pagine da 95 al 106 ISBN: Le scuole di ispirazione cristiana e le prospettive dell'operosità laicale. 3. R.DI POL (2013) Professione insegnante: le nuove prospettive formative e occupazionali. Nome rivista: PRIMA I BAMBINI. Pagine da 19 al 26Professione insegnante: le nuove prospettive formative e occupazionali. 4. Redi Sante Di Pol (2013) Educare il bambino alla convivenza umana in famiglia e a scuola. Editore: EUROMA. Vol.: 1. Pagine da 53 al 60 ISBN: Educare il bambino alla convivenza umana in famiglia e a scuola. 8

9 Carlo Fedeli la storia della scuola nel passato prossimo - "l'epoca delle riforme", da Berlinguer ad oggi la storia dell'educazione nel periodo tra le due guerre mondiali (con particolare riferimento alla gioventù tedesca e all'opera di Romano Guardini). 9

10 Monica Mincu Ricerca nell’ambito dell’educazione comparata e delle politiche educative italiane ed internazionali da un punto di vista sociologico e storico, utilizzando anche concetti e approcci della scienza politica, come, ad esempio, cambiamento e riforme sociali, welfare state, neoliberismo e varietà di capitalismo. L’educazione nell’Est Europeo, la formazione iniziale degli insegnanti in Europa e più in genere lo studio comparato di varie politiche educative europee (la personalizzazione, l’autonomia degli insegnanti, l’intercultura). 10

11 Monica Mincu: Pubblicazioni e attività recenti (2013). Teacher quality and school improvement: What is the role of research? Articolo su commissione per il rapporto britannico “Research and the Teaching Profession” coordinato dal Prof. John Furlong, per conto della RSA & BERA (2012). Personalisation of education in contexts: Policy critique and theories of personal improvement. Rotterdam/Boston/Tai Pei: Sense Publishers. https://www.sensepublishers.com/catalogs/bookseries/comparativ e-and-international-education-a-diversity-of- voices/personalisation-of-education-in-contexts/ Marzo-Agosto 2014: Ricerca riguardante un consorzio di scuole che offre formazione iniziale come via alternativa (school-based); Visiting Fellow presso IOE, Institute of Education, London 11

12 Cristina Morandini: interessi di ricerca 1)Storia delle istituzioni scolastiche con particolare riferimento all'istruzione elementare e popolare nel periodo pre e post unitario e in epoca fascista: articolazione del corso di studi, contenuti, metodologie d'insegnamento. 2) Storia delle discipline, della manualistica dell'editoria scolastica: dallo studio dei programmi, allo spoglio dei libri di testo, alla ricostruzione delle vicende e del catalogo delle principali tipografie e case editrici operanti nel settore. 3) Storia della pedagogia speciale in Italia attraverso l'analisi di esperienze educative sul territorio torinese aventi come oggetto il mondo della sordità. E' un confronto che spazia dalla legislazione, ai modelli pedagogici; dai metodi, ai manuali e alle guide didattiche, alla formazione e all’aggiornamento del personale docente. 12

13 13 Cristina Morandini: Pubblicazioni Monografie: 1)La conquista della parola. L’educazione dei sordomuti in Italia tra Otto e Novecento, SEI, Torino, )Punti e virgole. Pesi e misure. Libri, maestri, scolari tra Otto e Novecento, EUM, Macerata, 2011 Articoli: 1) Tra educazione e assistenza: la scuola speciale per ragazzi rachitici a Torino, in «History of education & children’s literature», VII/2012, n. 2, pp ) Torino benefica: l’educazione dei ciechi, in «History of education & children’s literature», VIII/2013, n. 1, pp

14 Irma Naso Storia della cultura medica, della dietetica e dell'alimentazione tra medioevo e prima età moderna Storia dell'Università di Torino tra Quattrocento e primo Cinquecento: in questo settore di studi - dopo l'edizione degli strumenti di dottorato reperiti nei protocolli notarili conservati presso l'archivio arcivescovile, con Paolo Rosso - è in corso una ricerca sulle "Orationes" per laurea tra XV e XVI secolo, ancora in collaborazione con Paolo Rosso. 14

15 Irma Naso – Principali pubblicazioni "In platea mercati". Il piccolo commercio alimentare in centri urbani dell'Italia nord-occidentale (sec. XIII-XV), in Atti del Convegno di Balaguer (Spagna), Università di Lleida 2014 I Savoia e la cura del corpo. Medici a corte nel tardo medioevo, in Atti del Convegno, Lione Sismel-Il Galluzzo 2013 (Micrologus Library) Curatela del volume "Le parole della frutta. Storia, saperi, immagini tra medioevo ed età moderna", Atti del Convegno di Torino, Zamorani-Centro studi di storia dell'alimentazione e della cultura materiale 2011 Frutta secca nei libri di cucina tra Italia e Francia nel tardo medioevo: scienza medico-dietetica e usi gastronomici (nel volume citato sopra) 15

16 Paolo Rosso la storia della cultura medievale e delle istituzioni scolastiche e universitarie nei secoli XII-XV; lo studio comprende anche l’analisi della circolazione di testi legati alla scuola e alla didattica universitaria e la ricostruzione dei patrimoni librari di uomini di cultura di ambito sia laico che ecclesiastico. lo studio della formazione intellettuale del clero secolare e conventuale nel basso medioevo, con un particolare riferimento ai collegi canonicali delle cattedrali. la ricerca attualmente in corso riferibile a questi campi (condotta in collaborazione con la prof. Irma Naso) è lo studio e l’edizione delle orazioni accademiche composte in ambito universitario torinese nel corso del XV secolo e della prima metà del Cinquecento. 16

17 Monografie: - Negli stalli del coro. I canonici del capitolo cattedrale di Torino (secc. XI- XV), Bologna, So­cietà editrice il Mulino, MERCURINO RANZO «DE FALSO HYPOCRITA». ANONIMO «ANDRIETA», FIRENZE, SISMEL - EDIZIONI DEL GALLUZZO, 2011 (TEATRO UMANISTICO, 3). - STUDIO E POTERI. UNIVERSITÀ, ISTITUZIONI E CULTURA A VERCELLI FRA XIII E XIV SECOLO, TORINO, ZAMORANI EDITORE, Articoli: - La scuola nelle corti tardomedievali dell’Italia nord-occidentale. Circolazione di maestri e di modelli, in corso di pubblicazione in «Mélanges de l’École française de Rome-Moyen Âge». - Studium generale e Studium conventualis da scritture contabili minoritiche. La scuola del convento di San Francesco di Chieri nel Quattrocento, in corso di pubblicazione in «Rivista di storia dell’Università di Torino». 17

18 Gli strumenti di laurea nel complesso delle scritture e dei depositi archivistici. Linee di sto­ria documentaria dell’istituzione universitaria pavese (secc. XIV-XVI), in Lauree. Università e gradi accademici in Italia nel medioevo e nella prima età moderna, a cura di A. Esposito, U. Longo, Bologna, CLUEB, 2013, pp Percorsi letterari e storiografici di un allievo di Lorenzo Valla: il cronista piacentino Gia­como Mori, in «Archivum mentis», 1 (2012), pp Professori, studenti e nationes, in Almum Studium Papiense. Storia dell’Università di Pa­via, vol. I, Dalle origini all’età spagnola, tomo I, Origini e fondazione dello Studium generale, a cura di D. Mantovani, Milano, Cisalpino, 2012, pp Studiare e insegnare “in Studiis alienis”. La “peregrinatio medica” toscana negli “Studia generalia” dell’Italia settentrionale (Padova, Pavia, Torino, secoli XIV-XV), in Umanesimo e Università in Toscana ( ), a cura di S. U. Baldassarri, F. Ricciardelli, E. Spagnesi, Firenze, Le Lettere, 2012, pp L’Università di Torino come punto d’arrivo o come semplice tappa degli itinera italica stu­denteschi ( ), in Über Mobilität von Studenten und Gelehrten zwischen dem Reich und Italien ( ), hrsg. v. S. Andresen, R. Ch. Schwinges, Zürich, Vdf Hochschul­verlag AG an der ETH Zürich, 2011 (Repertorium Academicum Germanicum – RAG. Forschungen, 1). 18


Scaricare ppt "Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione Area Storica e della Comparazione Educativa Paolo Bianchini Paola Corti Redi S. Di Pol Carlo Fedeli."

Presentazioni simili


Annunci Google