La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.T.I.S “Leonardo Da Vinci” 04/12/13 IE 3 A.S2013/2014 A.S. 2013/2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.T.I.S “Leonardo Da Vinci” 04/12/13 IE 3 A.S2013/2014 A.S. 2013/2014."— Transcript della presentazione:

1 I.T.I.S “Leonardo Da Vinci” 04/12/13 IE 3 A.S2013/2014 A.S. 2013/2014

2 DISCIPLINA Argomento Introduzione ITALIANO Essere smart: storia di un termine STORIA Dai primi villaggi alla smart city CHIMICA La chimica smart MATEMATICA La smart rivoluzione del sistema posizionale FISICA/ INGLESE Reti intelligenti (Smart grids) TECNOLOGIA E DISEGNO Smart grids – Reti intelligenti DIRITTO Telematica e Diritto RELIGIONE Partecipazione attiva per il bene comune

3 Essere Smart Storia di un termine ITALIANO-STORIA

4 Essere Smart Storia di un termine Il termine “SMART” è un anglicismo entrato a far parte della nostra lingua italiana Il termine “SMART” è un anglicismo entrato a far parte della nostra lingua italiana Ma cosa significa? Qualcosa di geniale, espansivo, dinamico, connesso, veloce Qualcosa di geniale, espansivo, dinamico, connesso, veloce Qualcosa che in pochi passaggi riesce a risolvere un 'problema'. Qualcosa che in pochi passaggi riesce a risolvere un 'problema'. ITALIANO-STORIA

5 Storia di un termine L’espressione essere smart, infatti vuol dire anche adottare una metodologia,che sviluppa connessioni ed elabora percorsi originali, personali ed unici nel proprio genere L’espressione essere smart, infatti vuol dire anche adottare una metodologia,che sviluppa connessioni ed elabora percorsi originali, personali ed unici nel proprio genere ITALIANO-STORIA video

6 Qualcuno ha etichettato smart il grande poeta, del secondo ‘500, Tasso per una sua frase: Porto con me tutte le mie cose Porto con me tutte le mie cose (Omnia Mea Mecum Porto) (Omnia Mea Mecum Porto) Espressione che usò per criticare i libri custoditi nelle biblioteche ITALIANO-STORIA

7 Smart community Uno spazio dentro il quale la community, stimolata anche dalla credibilità degli attori-promotori dell’iniziativa, può scambiare opinioni, rappresentare problemi e bisogni. Uno spazio dentro il quale la community, stimolata anche dalla credibilità degli attori-promotori dell’iniziativa, può scambiare opinioni, rappresentare problemi e bisogni. La community deve funzionare, a sua volta, come stimolo per ricerche e progetti. La community deve funzionare, a sua volta, come stimolo per ricerche e progetti. Si tratta in concreto di mettere a punto le piattaforme tecnologiche,che consentono le interazioni tra i soggetti interessati Si tratta in concreto di mettere a punto le piattaforme tecnologiche,che consentono le interazioni tra i soggetti interessati ITALIANO-STORIA

8 Smart City Un ambiente urbano in grado di migliorare la qualità di vita dei cittadini, molto avanzato in diversi campi:  Ambiente  Tecnologia  Logistica  Trasporti ITALIANO-STORIA

9 Dai primi villaggi alla Smart City Quando nasce la città storicamente parlando? Il passaggio dai primi villaggi alla città nasce nell'età neolitica Il passaggio dai primi villaggi alla città nasce nell'età neolitica I primi villaggi permanenti si svilupparono nella regione del cosiddetto Medio o Vicino Oriente oppure area della Mezzaluna I primi villaggi permanenti si svilupparono nella regione del cosiddetto Medio o Vicino Oriente oppure area della Mezzaluna Qui sono nate le prime grandi civiltà, che sono definite “urbane” ma anche “fluviali”, perché sorsero lungo i grandi fiumi come il Nilo, il Giordano, il Tigri e l’Eufrate. Qui sono nate le prime grandi civiltà, che sono definite “urbane” ma anche “fluviali”, perché sorsero lungo i grandi fiumi come il Nilo, il Giordano, il Tigri e l’Eufrate. ITALIANO-STORIA

10 Dai primi villaggi alla Smart City Dal 3500 a.C., i Sumeri fondarono le prime città-stato dando inizio alla cosiddetta rivoluzione urbana. Dal 3500 a.C., i Sumeri fondarono le prime città-stato dando inizio alla cosiddetta rivoluzione urbana. Con tale termine, gli storici hanno definito il fenomeno di trasformazione dei grandi villaggi stabili del Neolitico in veri e propri centri urbani, avvenuto nel IV millennio a.C. Con tale termine, gli storici hanno definito il fenomeno di trasformazione dei grandi villaggi stabili del Neolitico in veri e propri centri urbani, avvenuto nel IV millennio a.C. ITALIANO-STORIA

11 Dai primi villaggi alla Smart City Non come semplici ampliamenti dei villaggi del Neolitico Non come semplici ampliamenti dei villaggi del Neolitico Ma una struttura sempre più complessa dei centri abitativi con: Ma una struttura sempre più complessa dei centri abitativi con: una ben precisa organizzazione della società, una ben precisa organizzazione della società, con differenti ruoli tra uomini e donne,con differenti ruoli tra uomini e donne, una divisione in classi,una divisione in classi, una progressiva specializzazione nei diversi settori amministrativi, economici e culturaliuna progressiva specializzazione nei diversi settori amministrativi, economici e culturali una direzione sempre più centralizzata delle attività svolteuna direzione sempre più centralizzata delle attività svolte ITALIANO-STORIA

12 Dai primi villaggi alla Smart City Durante il Rinascimento nacque l’esigenza di dar vita ad una "città ideale“. Fu così che nacque la città di Pienza in Toscana. E’ per lo stesso motivo che attualmente è stato coniato il termine di smart city e, per quanto riguarda il nostro paese, il progetto: riguarda il nostro paese, il progetto: Smart city in Italia?Un Rinascimento rivoluzionario Poiché è proprio durante il Rinascimento che la visione delle città ideali trova la sua massima espressione: bellezza, organizzazione sociale, governo illuminato. ITALIANO-STORIA

13 In breve, una città Smart : E’ una città in cui gli spostamenti sono agevoliE’ una città in cui gli spostamenti sono agevoli Promuove lo sviluppo sostenibilePromuove lo sviluppo sostenibile Promuove la propria immagine turisticaPromuove la propria immagine turistica Offre un ambiente creativo e promuove l’innovazioneOffre un ambiente creativo e promuove l’innovazione Ha una visione strategica del proprio futuro.Ha una visione strategica del proprio futuro. ITALIANO-STORIA

14 La smart city sviluppa vari aspetti smart: Smart energy: produzione di energia e integrazione delle rinnovabili Smart energy: produzione di energia e integrazione delle rinnovabili Smart grid: efficienza energetica Smart grid: efficienza energetica Smart building: intesa come efficienza delle infrastrutture ( isolamento, illuminazione, riscaldamento e condizionamento alimentati da energie rinnovabili, gestione integrata degli edifici, nonché degli elettrodomestici) Smart building: intesa come efficienza delle infrastrutture ( isolamento, illuminazione, riscaldamento e condizionamento alimentati da energie rinnovabili, gestione integrata degli edifici, nonché degli elettrodomestici) Smart mobility: tema che tocca sia la mobilità elettrica e ibrida che le infrastrutture necessarie alla ricarica e alla gestione intelligente del traffico Smart mobility: tema che tocca sia la mobilità elettrica e ibrida che le infrastrutture necessarie alla ricarica e alla gestione intelligente del traffico Smart resource: gestione delle risorse idriche e dei rifiuti Smart resource: gestione delle risorse idriche e dei rifiuti ITALIANO-STORIA

15 “Fonti energetiche nell’era delle smart city ” SCIENZE-CHIMICA

16 L’uomo e le fonti di energia L’energia è tratta dalle risorse naturali. L’energia è tratta dalle risorse naturali.risorse naturalirisorse naturali Quale tipo di energia consumiamo sul pianeta? L’ 80 % di tutta l’energia mondiale proviene da fonti fossili ( petrolio + gas + carbone ) SCIENZE-CHIMICA

17 Fonti energetiche rinnovabili ENERGIA IDRAULICA ENERGIA IDRAULICA ENERGIA GEOTERMICA ENERGIA GEOTERMICA ENERGIA EOLICA ENERGIA EOLICA ENERGIA SOLARE ENERGIA SOLARE BIOMASSE BIOMASSE RIFIUTI RIFIUTI SCIENZE-CHIMICA

18 Energia idraulica Energia contenuta in una massa d’acqua in movimento. Richiede: precise disponibilità idriche precise disponibilità idriche specifico contesto geografico con opportuni fenomeni meteorologici specifico contesto geografico con opportuni fenomeni meteorologici SCIENZE-CHIMICA

19 Energia Eolica Energia meccanica del vento ottenuta grazie agli AEROGENERATORI: captazione del vento,tramite pale e trasformazione in energia meccanica o elettrica Fonte energetica inesauribile, gratuita e non inquinante. Fonte energetica inesauribile, gratuita e non inquinante. Limitazioni: irregolarità nell’intensità e direzione dei venti (il livello del vento per produrre energia deve essere > 4,4 m/sec) Limitazioni: irregolarità nell’intensità e direzione dei venti (il livello del vento per produrre energia deve essere > 4,4 m/sec) SCIENZE-CHIMICA

20 Fonte di energia più diffusa, disponibile ovunque, gratuita, inesauribile, non dà inquinamento ambientale Limitazioni: bassa densità energetica per cui occorrono ampie superfici di raccolta bassa densità energetica per cui occorrono ampie superfici di raccolta discontinuità (alternanza giorno/ notte, ciclo delle stagioni, condizioni meteorologiche) ; per cui occorrono sistemi di accumulo di energia. discontinuità (alternanza giorno/ notte, ciclo delle stagioni, condizioni meteorologiche) ; per cui occorrono sistemi di accumulo di energia. Energia solare Nel Mondo 20 anni fa a Genova la prima centrale solare del mondo con pannelli solari Tetti fotovoltaici : Taranto 35 KW Il più grande impianto in Europa è a Serre (Salerno) con moduli Nel 2018 in California si vorrebbe arrivare a 3000 MW

21 Nel 2001, in una scuola del Sud Africa, la SELF (Solar Electric Light Found), ha installato un impianto fotovoltaico di 2400W, la DELL Computer ha fornito alcuni computer e INFOSAT Telecomunic. ha fornito il collegamento satellitare. New York Times 9 September 2001 la Myeka High School è un sogno tecnologico diventato realtà

22 Biomassa Cellulosa, zuccheri, oli, amido, proteine... Cellulosa, zuccheri, oli, amido, proteine... Alcool etilico CH 3 CH 2 OH Alcool etilico CH 3 CH 2 OH ( fermentazione dei carboidrati) è un buon combustibile liquido ( fermentazione dei carboidrati) è un buon combustibile liquido Biogas: Ammoniaca, Acido solfidrico, Metano Biogas: Ammoniaca, Acido solfidrico, Metano Rifiuti Rifiuti SCIENZE-CHIMICA

23 La brillante (Smart) rivoluzione del sistema posizionale

24

25 MDCCCXVI (1816)

26 I = 1C=100 V=5D=500 X=10M=1000 L=50

27 diciannove/giugno/ /06/1998 XIX/VI/MCMXCVIII

28  Ogni simbolo ha sempre lo stesso valore numerico  Non esiste lo zero (0) perché non ve n’è alcun bisogno

29 XXX=30

30 unità decina zero

31

32  19=  40=

33  68 =  132 =  7514 =

34  2 =  61 =

35  3604 =

36 200 ÷ 700 d. C.

37

38

39 XXX=30 (sistema di numerazione dei Romani) 555 (sistema di numerazione Indo Arabo)

40 unità centinaia decine

41 MilioniMigliaiaUnità semplici cducducdu

42

43 MMVII 2007

44 “Reti intelligenti ” “Smart grids” FISICA- INGLESE

45 Creating a Smart Grid La creazione di una rete intelligente Governments and energy suppliers all over the world are building a “smart grid’’ for the future aimed at improving supply system through the use of advanced technology. Governments and energy suppliers all over the world are building a “smart grid’’ for the future aimed at improving supply system through the use of advanced technology. I governi ed i fornitori di energia di tutto il mondo stanno costruendo una “smart grid’’ con lo scopo futuro di migliorare il sistema di fornitura attraverso l’uso di tecnologie avanzate. I governi ed i fornitori di energia di tutto il mondo stanno costruendo una “smart grid’’ con lo scopo futuro di migliorare il sistema di fornitura attraverso l’uso di tecnologie avanzate. FISICA- INGLESE

46 Why do we need a new smart grid? To increase efficiency To increase efficiency Per incrementare l’efficienza. Per incrementare l’efficienza. Demand is increasing Demand is increasing La domanda sta crescendo La domanda sta crescendo People are using more electrical appliances, expecially electronic equipment and air-conditioners. People are using more electrical appliances, expecially electronic equipment and air-conditioners. La gente usa più elettrodomestici, soprattutto apparecchi elettrici e condizionatori. La gente usa più elettrodomestici, soprattutto apparecchi elettrici e condizionatori. Perché abbiamo bisogno di una nuova “smart grid’’? FISICA- INGLESE

47 Electric cars are also expected to rapidly grow in number. Although appliances are bocoming more energy-efficient, average demand for person for energy is rising, expecially at peak periods of the day when is more expensive to generate electricity. Electric cars are also expected to rapidly grow in number. Although appliances are bocoming more energy-efficient, average demand for person for energy is rising, expecially at peak periods of the day when is more expensive to generate electricity. Si suppone che il numero delle auto elettriche stia aumentando. Anche se gli elettrodomestici stanno diventando elettricamente più efficienti, la domanda media di richiesta di energia per persona sta crescendo nelle ore di punta della giornata, quando è più costoso produrre elettricità. FISICA- INGLESE

48 Simply generating even more electricity is not enough; we need to improve the way energy is distribuited and consumed. Simply generating even more electricity is not enough; we need to improve the way energy is distribuited and consumed. Generare semplicemente ancora più elettricità non è sufficiente; abbiamo bisogno di migliorare il modo in cui l’energia viene distribuita e consumata. FISICA- INGLESE

49 “Smart Grids” “Reti Intelligenti ” FISICA- DISEGNO

50 Smart grids L’ampliarsi della generazione dell’energia da fonti rinnovabili e la diffusione di nuovi impianti, grandi e piccoli (anche in ambito domestico), hanno portato a un cambiamento radicale nella distribuzione dell’energia. L’ampliarsi della generazione dell’energia da fonti rinnovabili e la diffusione di nuovi impianti, grandi e piccoli (anche in ambito domestico), hanno portato a un cambiamento radicale nella distribuzione dell’energia. FISICA- DISEGNO

51 La rete elettrica non è più solo un canale per trasmettere e distribuire energia elettrica dalle grandi centrali ai clienti finali, ma diventa una “Smart Grid”, ovvero una rete intelligente in grado: La rete elettrica non è più solo un canale per trasmettere e distribuire energia elettrica dalle grandi centrali ai clienti finali, ma diventa una “Smart Grid”, ovvero una rete intelligente in grado: di accogliere flussi di energia bidirezionalidi accogliere flussi di energia bidirezionali di fare interagire produttori e consumatoridi fare interagire produttori e consumatori di determinare in anticipo le richieste di consumo e di adattare con flessibilità la produzione e il consumo di energia elettricadi determinare in anticipo le richieste di consumo e di adattare con flessibilità la produzione e il consumo di energia elettrica FISICA- DISEGNO Smart grids (2)

52 Smart grids (3) Una rete in grado di comunicare scambiando informazioni sui flussi di energia, gestendo con migliore efficienza i picchi di richiesta, evitando interruzioni di elettricità e riducendo il carico dove è necessario. Una rete in grado di comunicare scambiando informazioni sui flussi di energia, gestendo con migliore efficienza i picchi di richiesta, evitando interruzioni di elettricità e riducendo il carico dove è necessario. FISICA- DISEGNO

53 COSSMIC Collaborating Smart Solar-powered Micro-grids DISEGNO-FISICA

54 Organisations PROVINCIA DI CASERTA ITALY INTERNATIONAL SOLAR ENERGY RESEARCH CENTER KONSTANZ GERMANY UNIVERSITETET I OSLO NORWAY NORGES TEKNISK-NATURVITENSKAPELIGE UNIVERSITET NTNU NORWAY SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI ITALY BOUKJE.COM CONSULTING BV NETHERLA NDS SUNNY SOLARTECHNIK GMBH GERMANY STADT KONSTANZ GERMANY FISICA- DISEGNO

55 COSSMIC (1) Il progetto CoSSMic:  mira a sviluppare gli strumenti informatici necessari, per facilitare questo scambio di energie rinnovabili all'interno di un quartiere  mostrerà la fattibilità del suo concetto in due aree distinte: Konstanz in Germania e la Provincia di Caserta in Italia FISICA- DISEGNO

56 COSSMIC (2) Per queste zone di prova, che sono piuttosto differenti in termini di popolazione, quantità di luce solare e attrezzatura disponibile, CoSSMic:  cercherà un modo per motivare le persone a partecipare all’acquisizione e condivisione di energia rinnovabile nel vicinato  proverà dei metodi per guadagnare denaro con questi schemi. FISICA- DISEGNO

57 TELEMATICA E DIRITTO LA FIRMA DIGITALE DIRITTO ED ECONOMIA

58 LA FIRMA DIGITALE Un'importante applicazione delle nuove tecnologie informatiche (ICT) al Diritto é la Firma Digitale E’ un particolare tipo di firma elettronica, da utilizzare sui documenti digitali E’ un particolare tipo di firma elettronica, da utilizzare sui documenti digitali E’ basata su un sistema che assicura la certezza dell’individuazione di colui che firma e del testo del documento trasmesso, con l'utilizzo di due chiavi, una pubblica e una privata. E’ basata su un sistema che assicura la certezza dell’individuazione di colui che firma e del testo del documento trasmesso, con l'utilizzo di due chiavi, una pubblica e una privata. Consente, quindi, di scambiare in rete documenti con piena validità legale DIRITTO ED ECONOMIA

59 Si possono distinguere due tipi di firme: PESANTE PESANTE LEGGERA LEGGERA a seconda del grado di sicurezza da garantire. a seconda del grado di sicurezza da garantire. La PESANTE, é equiparata alla firma autografa, sia secondo la normativa italiana che quella europea, ma deve avere una serie di requisiti per la sua validità, come ad esempio il fatto di essere creata con mezzi su cui il firmatario può conservare il proprio controllo esclusivo. DIRITTO ED ECONOMIA

60 La LEGGERA può essere usata solo in ambiti ristretti, in cui due o più soggetti si accordano sul valore da darle, per l'accettazione di specifici documenti. Ad esempio all'interno di banche, che offrono ai clienti dei sistemi di sottoscrizione elettronica per il riconoscimento degli ordini. Ad esempio all'interno di banche, che offrono ai clienti dei sistemi di sottoscrizione elettronica per il riconoscimento degli ordini. DIRITTO ED ECONOMIA

61 Possono richiedere la firma digitale ad una società di certificazione tutte le persone fisiche La firma funziona sulla base di un sistema "a chiavi asimmetriche" costituite da una serie di caratteri alfanumerici, appositamente generati, di cui:  una é segreta (conosciuta solo da colui che firma)  l'altra é conoscibile da chiunque e serve per la verifica della provenienza del documento. DIRITTO ED ECONOMIA

62 Partecipazione attiva per il bene comune RELIGIONE

63 Mantieni i tuoi pensieri positivi Perché i tuoi pensieri diventano parole Mantieni le tue parole positive Perché le tue parole diventano i tuoi comportamenti Mantieni i tuoi comportamenti positivi Perché i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini Mantieni le tue abitudini positive Perché le tue abitudini diventano i tuoi valori Mantieni i tuoi valori positivi Perché i tuoi valori diventano il tuo destino. Mahatma Gandhi Essere pionieri della pace.. RELIGIONE

64 Il valore della libertà “Abbiamo bisogno della libertà per impedire che lo Stato abusi del suo potere e abbiamo bisogno dello Stato per impedire l'abuso della libertà”. Karl Popper RELIGIONE

65 Il valore della libertà “Quando i governi opprimono e sfruttano, fanno il loro mestiere e chiunque gli affida senza controllo la libertà non ha il diritto di meravigliarsi che la libertà sia immediatamente disonorata. Se la libertà è oggi umiliata o incatenata, non è perché i suoi nemici hanno usato il tradimento, ma perché i suoi amici hanno dato le dimissioni”. Albert Camus RELIGIONE

66 Puoi sempre scegliere!!!! Puoi sempre scegliere se cavalcare l'onda o lasciarti travolgere; Puoi sempre scegliere se reagire negativamente o trasmettere energia positiva; Puoi sempre scegliere se criticare o essere d'esempio; Puoi sempre scegliere se lamentarti o impegnarti; Puoi sempre scegliere se ascoltare col cuore o farti condizionare dalla mente; Puoi sempre scegliere se sorridere o giudicare, Puoi sempre scegliere, se essere gentile o avere ragione. Puoi sempre scegliere che profumo lasciare dietro di te. RELIGIONE

67 Rispetto delle regole comuni Il bene comune è misura e norma dell’agire individuale, specialmente nel campo dei doveri civili. Solo così, la barca potrà formarsi e navigare verso una rotta condivisa! E questo conduce al riconoscimento decisivo che l’etica ( proprio in quanto necessariamente misurata dal rapporto con l’alterità ) rimanda all’Altro, trascendente e sovrano, ultimo e assoluto, rivolto verso di noi. RELIGIONE

68 Inno alla Vita (Madre Teresa di Calcutta) La vita è un’opportunità, coglila. La vita è bellezza, ammirala. La vita è beatitudine, assaporala. La vita è un sogno, fanne una realtà. La vita è una sfida, affrontala. La vita è un dovere, compilo. La vita è un gioco, giocalo. La vita è preziosa, conservala. La vita è una ricchezza, conservala. La vita è amore, godine. La vita è un mistero, scoprilo. La vita è promessa, adempila. La vita è tristezza, superala. La vita è un inno, cantalo. La vita è una lotta, vivila. La vita è una gioia, gustala. La vita è una croce, abbracciala. La vita è un’avventura, rischiala. La vita è pace, costruiscila. La vita è felicità, meritala. La vita è vita, difendila. Rispetto per le persone RELIGIONE

69 Le religioni hanno un ruolo centrale nel formulare visioni del mondo, che orientano gli esseri umani verso il mondo naturale e nell'articolare rituali ed etiche che guidano il loro comportamento. Per giunta, esse possiedono la capacità istituzionale di raggiungere milioni di persone in tutto il mondo. Islam, induismo e cristianesimo rappresentano ciascuna più di un miliardo di persone. Aver cura dell’ambiente RELIGIONE

70 La dimensione e la complessità dei problemi, che abbiamo di fronte richiedono sforzi collaborativi tra le religioni, e un dialogo con altri ambiti, chiave dell'impresa umana, come la scienza, l'economia e le politiche pubbliche. L'autorità morale e il potere istituzionale che possiedono, fanno sì che si trovino in una posizione privilegiata per contribuire a un cambiamento delle attitudini, delle pratiche e delle politiche sociali, nel rispetto della sostenibilità. Aver cura dell’ambiente RELIGIONE

71 Si ringraziano tutti i professori che hanno partecipato al progetto Si ringraziano tutti i professori che hanno partecipato al progetto e si ringrazia soprattutto la preside per averci dato l’opportunità di svolgere questo progetto. si ringrazia soprattutto la preside per averci dato l’opportunità di svolgere questo progetto.

72 Grazie per l’attenzione da parte di tutta la 1° E3


Scaricare ppt "I.T.I.S “Leonardo Da Vinci” 04/12/13 IE 3 A.S2013/2014 A.S. 2013/2014."

Presentazioni simili


Annunci Google