La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ZERO WASTE LAZIO GERARCHIA EUROPEA RIFIUTI Direttiva C.E. 98/2008 art. 4 1)PREVENZIONE (riprogettazione prodotti – riduzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ZERO WASTE LAZIO GERARCHIA EUROPEA RIFIUTI Direttiva C.E. 98/2008 art. 4 1)PREVENZIONE (riprogettazione prodotti – riduzione."— Transcript della presentazione:

1 ZERO WASTE LAZIO

2 GERARCHIA EUROPEA RIFIUTI Direttiva C.E. 98/2008 art. 4 1)PREVENZIONE (riprogettazione prodotti – riduzione dei rifiuti – nuovi modelli di consumo), 2)RIUTILIZZO (riparazione – riuso di prodotti), 3)RICICLAGGIO (raccolta differenziata materiali - preparazione al recupero – compostaggio umido) 4)RECUPERO (produzione di Materie Prime Secondarie e riutilizzazione nel ciclo produttivo) 5)SMALTIMENTO (discarica – tombamento -incenerimento anche con recupero di energia)

3 GERARCHIA dei RIFIUTI D. Lgs. 152/2006 art. 182 “Lo smaltimento è la fase residuale della gestione dei rifiuti previa verifica, da parte della Autorità competente, della impossibilità tecnica ed economica di esperire le operazioni di recupero di cui all’art. 181.”

4 Emissioni gas serra evitati kg CO 2 eq/tonnellata MPC Fonte: AEA Technology-Environment “ Waste Management Option and Climate Change ”. UE 2001 RICICLO e compostaggio TMB e stoccaggio INCENERIMENTO tal quale / prod.ne elettricità -10

5 Rapporto tra GESTIONE RIFIUTI ed OCCUPAZIONE LOCALE L’OCCUPAZIONE GENERATA DALLO SMALTIMENTO

6 Rapporto tra GESTIONE RIFIUTI ed OCCUPAZIONE LOCALE L’OCCUPAZIONE GENERATA DAL RICICLO E RECUPERO

7 Rapporto tra GESTIONE RIFIUTI ed OCCUPAZIONE LOCALE L’OCCUPAZIONE GENERATA DAL RICICLO E RECUPERO

8 Zero Waste = 1° fattore di crescita di Occupazione locale European Environment Agency dicembre 2011 : «Earning, Jobs and Innovation: the role of recycling in a green economy» La crescita dell'occupazione nel settore della Green Economy nel periodo RICICLO RIFIUTI 18%

9 La situazione nazionale oggi: 60% di rifiuti indifferenziati T.M.B. > C.S.S. DISCARICA INCENERITORE 1/32/3

10

11 Raccolta “PORTA A PORTA” condominiale generalizzata Obbliga tutti i Comuni al passaggio entro 2 anni al sistema “porta a porta”

12 Semplificazione autorizzioni degli impianti di recupero «a freddo» AUTORIZZARE GLI IMPIANTI DI RICICLO E RECUPERO ENTRO E NON OLTRE UN ANNO DAL DEPOSITO PROGETTO DEFINITIVO Impianti selezione e recupero da rifiuto indifferenziato TMB- «recupero materia» Impianti di riciclo di frazioni differenziate secche entro 36mila ton/anno Impianti aerobici / anaerobici (Forsu) per compost agronomico entro 36mila ton/anno

13 IMPORTI DEL C.A.C. DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA IN EUROPA

14 Confronto entità del Contributo Ambientale CONAI – C.A.C. in Europa x una bottiglia -PET

15 TIPOLOGIAQUANTITA'CONTRIBUTO €/ton IMPORTI PARZIALI CARTA / CARTONE LEGNO METALLI PLASTICHE VETRO INERTI ORGANICO TOTALE RICAVI MATERIALI DIFFERENZIATI – IMPORTO CONTRIBUTO RACCOLTA ACCORDO ANCI-CONAI 2014 – Base di calcolo ton/anno

16 ROMA verso RIFIUTI ZERO: Approvata la delibera di C.C. n. 129 del 16 dicembre 2014

17 ROMA verso Rifiuti Zero 2020: -NO a nuove DISCARICHE -NO a nuovi INCENERITORI -NO a processi TERMICI -SI alla Raccolta «porta a porta» generalizzata, obiettivo 65% 2016; -SI ai nuovi IMPIANTI T.M.B. a Recupero di Materia; -SI ad IMPIANTI X FORSU di piccola taglia ed «a freddo»; - SI ad un PIANO di RIDUZIONE rifiuti; -SI ai CENTRI di RIUSO e RIPARAZIONE; -SI ad una RETE di OSSERVATORI RIFIUTI ZERO MUNICIPALI /CENTRALE; -SI al 90% del Personale di AMA Decentrato nei quindici MUNICIPI La Delibera di Iniziativa Popolare ROMA verso RIFIUTI ZERO al 2020

18 Campagna regionale per l’istituzione di AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI – A.T.O. di circa abitanti

19 Campagna regionale per l’istituzione di AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI – A.T.O. di circa abitanti

20 Campagna regionale per l’istituzione di AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI – A.T.O. di circa abitanti

21


Scaricare ppt "ZERO WASTE LAZIO GERARCHIA EUROPEA RIFIUTI Direttiva C.E. 98/2008 art. 4 1)PREVENZIONE (riprogettazione prodotti – riduzione."

Presentazioni simili


Annunci Google