La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SKANDALOPETRA STORIA E TECNICHE STORIA E TECNICHE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SKANDALOPETRA STORIA E TECNICHE STORIA E TECNICHE."— Transcript della presentazione:

1 SKANDALOPETRA STORIA E TECNICHE STORIA E TECNICHE

2 LA SKANTALOPETRA La Skandalopetra è un pietrone, di solito di marmo o di granito di un peso tra gli 8 e i 14 kili, con gli angoli arrotondati e una forma idrodinamica. Per secoli è stata lunico strumento ausiliario degli apneisti e il suo uso risale allepoca di Alessandro Magno. La Skandalopetra è un pietrone, di solito di marmo o di granito di un peso tra gli 8 e i 14 kili, con gli angoli arrotondati e una forma idrodinamica. Per secoli è stata lunico strumento ausiliario degli apneisti e il suo uso risale allepoca di Alessandro Magno. Limmersione con la scandalopetra è stata praticata, nelle isole del Mar Egeo, specialmente nellisola di Kalymnos, fino al 1960 ed è stata sostituita da scafandro, narghilè e bombole. Limmersione con la scandalopetra è stata praticata, nelle isole del Mar Egeo, specialmente nellisola di Kalymnos, fino al 1960 ed è stata sostituita da scafandro, narghilè e bombole..

3

4

5

6 Un immersione con skantalopetra, nota agli Italiani e quella di Giorgio Hazzi-Stathis che il 14 Luglio 1913 nella baia di Pigadia, nell isola di Scarpanto, (l attuale Karpathos) recupero l ancora persa dalla nave della Marina Militare, Regina Margherita, alla profondita di 83 m. Un immersione con skantalopetra, nota agli Italiani e quella di Giorgio Hazzi-Stathis che il 14 Luglio 1913 nella baia di Pigadia, nell isola di Scarpanto, (l attuale Karpathos) recupero l ancora persa dalla nave della Marina Militare, Regina Margherita, alla profondita di 83 m.

7 LA SKANTALOPETRA Lapneista–pescatore, nudo, aveva la mano legata alla pietra tramite una piccola funicella. La scandalopetra stessa era legata con una corda alla superficie (barca), rappresentando cosi una sorta di cordone ombelicale. Questo «legame» pietra–pescatore-barca ha dato sicurezza per secoli a questo tipo di immersioni. Si ritiene che sia il modo più sicuro di immergersi. Lapneista–pescatore, nudo, aveva la mano legata alla pietra tramite una piccola funicella. La scandalopetra stessa era legata con una corda alla superficie (barca), rappresentando cosi una sorta di cordone ombelicale. Questo «legame» pietra–pescatore-barca ha dato sicurezza per secoli a questo tipo di immersioni. Si ritiene che sia il modo più sicuro di immergersi.

8 SKANTALOPETRA Foto: anni 1920 Foto: anni 1920

9 Skantalopetra con Fernez Foto: anni 1934 Foto: anni 1934

10 LA SKANTALOPETRA

11 Skantalopetra: Perche era sicura Lo stavano pescando Lo stavano pescando L immersione con la petra non si faceva mai da soli. C era sempre qualcuno che ti dava la petra e la cima (colauzeris) L immersione con la petra non si faceva mai da soli. C era sempre qualcuno che ti dava la petra e la cima (colauzeris) Il colauzeris poteva fermare per qualsiasi problema la petra Il colauzeris poteva fermare per qualsiasi problema la petra Il pescatore poteva lasciare la petra e tornare Il pescatore poteva lasciare la petra e tornare

12 Skantalopetra: Perche era sicura Era legato con la cima e la petra tramite una funicella Era legato con la cima e la petra tramite una funicella Aveva il minimo consumo di ossigeno per mancanza dei timpani (xemixiasma), metodo crudele e molto doloroso per la rottura dei timpani Aveva il minimo consumo di ossigeno per mancanza dei timpani (xemixiasma), metodo crudele e molto doloroso per la rottura dei timpani La risalita: appoggiando i piedi sulla petrae attaccarsi alla cima o tirandosi sul cavo mentre il colauzeris recuperava il pescatore, la petra e il pescato La risalita: appoggiando i piedi sulla petrae attaccarsi alla cima o tirandosi sul cavo mentre il colauzeris recuperava il pescatore, la petra e il pescato

13 Al livello agonistico E consentito l uso del tappanaso E consentito l uso del tappanaso L atleta non lavora sul fondo (non ha dispendio di energia) L atleta non lavora sul fondo (non ha dispendio di energia) Deve solo tuffarsi ed al ritorno appoggiarsi sulla petra Deve solo tuffarsi ed al ritorno appoggiarsi sulla petra Deve solo affrontare il termoclino e la visione ad occhio nudo Deve solo affrontare il termoclino e la visione ad occhio nudo

14 Al livello agonistico I giudici di superficie, del mezz acqua e del fondo possono interompere o sospendere qualsiasi instante ( se c e problema) l immersione I giudici di superficie, del mezz acqua e del fondo possono interompere o sospendere qualsiasi instante ( se c e problema) l immersione La cima ogni 5 o 10 metri e segnata, cosi si conosce ogni instante la profondita del apneista La cima ogni 5 o 10 metri e segnata, cosi si conosce ogni instante la profondita del apneista Misure di sicurezza Misure di sicurezza

15 INCIDENTI La bibliografia non riporta nessun icidente mortale a causa del immersione La bibliografia non riporta nessun icidente mortale a causa del immersione Riporta solo incidenti mortali a causa dei pesci predatori Riporta solo incidenti mortali a causa dei pesci predatori Anche la nostra esperienza non riporta gli ultimi dieci anni e dopo innumerovoli immersioni durante gli allenamenti o le gare nessun incidente Anche la nostra esperienza non riporta gli ultimi dieci anni e dopo innumerovoli immersioni durante gli allenamenti o le gare nessun incidente

16

17 SKANTALOPETRA Triantafilos Giorgio Triantafilos Giorgio o Latari

18 LA TECNICA L immersione con la petra e facile ed e molto tecnica L immersione con la petra e facile ed e molto tecnica Richiede di conoscere le capacita e le proprieta della pietra Richiede di conoscere le capacita e le proprieta della pietra Richiede la sinergia della squadra (tuffatore – assistente) Richiede la sinergia della squadra (tuffatore – assistente)

19 IL TUFFO L atleta si concentra, seduto alle ginocchia, respira, si alza e si tuffa L atleta si concentra, seduto alle ginocchia, respira, si alza e si tuffa

20

21 SKANTALOPETRA Foto: anni 1932 Foto: anni 1932

22 IL TUFFO Tuffo di testa Tuffo di testa La petra va tenuta saldamente con le due braccia diritte ed estese La petra va tenuta saldamente con le due braccia diritte ed estese Avendo il polso molle puoi sbagliare l entrata e il tuffo Avendo il polso molle puoi sbagliare l entrata e il tuffo Tuffo piu verticale possibile, puntare direttamente verso la profondita Tuffo piu verticale possibile, puntare direttamente verso la profondita

23 SKANTALOPETRA Foto:anni 1934 Foto:anni 1934

24

25 Le proprieta della petra Tenendo la petra davanti, nei primi metri d immersione, acquisti una velocita bassa Tenendo la petra davanti, nei primi metri d immersione, acquisti una velocita bassa Tenendola a meta, hai una velocita media Tenendola a meta, hai una velocita media Tenendo sul di dietro, hai una velocità alta. Tenendo sul di dietro, hai una velocità alta. Durante l immersione non va tenuta dalla cima, pericolo per motivi di correnti di avere una discesa a modo turbolente Durante l immersione non va tenuta dalla cima, pericolo per motivi di correnti di avere una discesa a modo turbolente

26 SKANTALOPETRA SKANTALOPETRA

27 Le proprieta della petra Come freno, per ovviare a problemi di compensazione, di visibilità o altro Ruotando la pietra verso l'alto la velocità si riduce Come freno, per ovviare a problemi di compensazione, di visibilità o altro Ruotando la pietra verso l'alto la velocità si riduce Come timone, manovrandola appositamente a destra o sinistra ci si sposta in qualsiasi direzione Come timone, manovrandola appositamente a destra o sinistra ci si sposta in qualsiasi direzione Come zavorra, tenendola sotto braccio puoi rimanere sul fondo, ed anche camminarci Come zavorra, tenendola sotto braccio puoi rimanere sul fondo, ed anche camminarci

28 La sinergia della squadra L assistente lascia la cima L assistente lascia la cima Ogni istante deve sapere la profondita del apneista Ogni istante deve sapere la profondita del apneista Sente quando l apneista rallenta per compensare Sente quando l apneista rallenta per compensare Quando lascia la petra Quando lascia la petra Quando arriva al fondo Quando arriva al fondo Quando e il momento giusto per salpare la petra Quando e il momento giusto per salpare la petra

29 La sinergia della squadra L apneista da il segno al assistente di lasciare la petra L apneista da il segno al assistente di lasciare la petra Tuffo con la testa, verticale, diritto verso la profondita Tuffo con la testa, verticale, diritto verso la profondita Sapere le proprieta della petra Sapere le proprieta della petra Arrivando alla profondita prefissata, da il segno (2-3 strappi alla cima) al assistente per il suo recupero Arrivando alla profondita prefissata, da il segno (2-3 strappi alla cima) al assistente per il suo recupero

30

31

32

33

34

35

36 RICORDATE PER QUEST ANNO IL SKANDALOPETRA CUP RICORDATE PER QUEST ANNO IL SKANDALOPETRA CUP

37 GRAZIE A TUTTI!!!!!! GRAZIE A TUTTI!!!!!!


Scaricare ppt "SKANDALOPETRA STORIA E TECNICHE STORIA E TECNICHE."

Presentazioni simili


Annunci Google