La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Caratteristiche delle curve di indifferenza (I) Sono inclinate negativamente affinché U sia costante e per effetto del principio di NON SAZIETA’, se aumenta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Caratteristiche delle curve di indifferenza (I) Sono inclinate negativamente affinché U sia costante e per effetto del principio di NON SAZIETA’, se aumenta."— Transcript della presentazione:

1 Caratteristiche delle curve di indifferenza (I) Sono inclinate negativamente affinché U sia costante e per effetto del principio di NON SAZIETA’, se aumenta il consumo di un bene deve diminuire il consumo dell’altro L’utilità aumenta quanto più ci si allontana dall’origine Per l’ipotesi di non sazietà.. Q B Q A O Q B OQAQA IIIIIIIV Mappa di curve di indifferenza

2 Non possono intersecarsi per le ipotesi di non sazietà e di transitività Caratteristiche delle curve di indifferenza (II) QBQB O QAQA X Y Z... Il grafico dice che: Y i X Z i X Quindi, per l’ipotesi di transitività: Z i Y Che viola l’ipotesi di non sazietà

3 Caratteristiche delle curve di indifferenza (II) Sono convesse verso l’origine Per l’ipotesi di utilità marginale decrescente, che riflette l’ipotesi di convessità delle preferenze (gli individui preferiscono diversificare (bilanciare) i propri consumi) Y (20,80) X (40,60) Z (30,70) X i Y Z p Y Z p X QBQB O QAQA X Y.. Z.

4 SAGGIO MARGINALE DI SOSTITUZIONE (SMS) Il saggio marginale di sostituzione esprime il rapporto di sostituibilità di una merce in termini dell’altra Il SMS rappresenta la derivata della curva di indifferenza in ogni suo punto e, per l’ipotesi di convessità delle preferenze (e quindi dell’utilità marginale decrescente), è decrescente QBQB QAQA O  Q B (2)  Q A (1) SMS = dQ B /dQ A SMS = 2 significa che ogni unità di A vale come 2 unità di B; cioè che A vale il doppio di B

5 A più utile di B QBQB QAQA O Andamento delle curve di indifferenza: rappresentazione dei gusti del consumatore 1 PIU’ LA CURVA D’INDIFFERENZA E’ “PARALLELA” ALL’ASSE DEL BENE, PIU’ QUEL BENE E’ INUTILE 1.5 B più utile di A QBQB QAQA O 1 0.2

6 B inutile QBQB OQAQA Forme particolari delle curve di indifferenza (I) Caso di inutilità dei beni SMS = dQ B /dQ A = infinito

7 QBQB OQAQA Forme particolari delle curve di indifferenza (II) caso di beni complementari il loro consumo ha senso solo se sono consumati insieme e in certe proporzioni (identificate dal vertice delle curve di indifferenza ad angolo retto)

8 QBQB O QAQA Forme particolari di curve di indifferenza (III) Caso di beni perfettamente identici e sostituibili (SMS = K)

9 QBQB O QAQA Retta di bilancio (isospesa) L’EQUILIBRIO DEL CONSUMATORE “ La strategia del consumatore è, in generale, la massimizzazione dell’UTILITA’ attraverso l’insieme dei consumi, tenendo conto del reddito disponibile e dei prezzi dei beni” Attraverso le Curve di indifferenza abbiamo rappresentato le preferenze dei consumatori ed i livelli di utilità. Adesso consideriamo i suoi vincoli, rappresentati dal reddito disponibile e dai prezzi dei beni La retta di bilancio (vincolo di bilancio; retta di isospesa) Retta di isospesa R = p A Q A + p B Q B Vincolo di bilancio Q B = (R/p B ) – Q A (p A /p b ) R / p A R / p B p A / p B (saggio di trasformazione)

10 Retta di bilancioCurve di indifferenza QBQB OQAQA Punto di equilibrio del consumatore: massimizzazione dell’utilità Il punto di equilibrio del consumatore è quindi individuato dalla combinazione (Q A, Q B ) in cui il SMS = dQ B /dQ A = p A / p B SMS = dQ B /dQ A > p A / p B SMS = dQ B /dQ A < p A / p B SMS = dQ B /dQ A = p A / p B

11 Punto di equilibrio del consumatore: massimizzazione dell’utilità con curve di indifferenza particolari QBQB O QAQA QBQB O QAQA QBQB O QAQA

12 Q1Q1 BOBBOB Scambista A Q2Q2 O A Scambista B Quantità di 1 e 2 in possesso di AQuantità di 1 e 2 in possesso di B Approfondimento del meccanismo di scambio. La scatola di Edgeworth descrive la situazione di due consumatori in possesso di due merci che possono scambiare tra loro. Consente di descrivere il processo che, attraverso lo scambio, conduce ad un’allocazione più efficiente delle risorse Q 1 = Q 1A + Q 1B e Q 2 = Q 2A + Q 2B Q2Q2 Q1Q1

13 OBOB Q1Q1 Q2Q2 Q2Q2 OAOA Q 1 Scambista B Scambista A Punto di contratto Situazione iniziale Determinazione del punto di contratto tra scambisti

14 OBOB Q1Q1 Q2Q2 Q2Q2 OAOA Q 1 Forza contrattuale OBOB Q1Q1 Q2Q2 Q2Q2 OAOA Q 1 B più forte di A A più forte di B

15 O B Linea dei contratti Scambista B Scambista A Q 2 Q 1 O Q1Q1 A Determinazione della linea dei contratti tra scambisti

16 QBQB O QAQA Rottura dell’equilibrio del consumatore Il consumatore non ha interesse a muoversi dal punto di equilibrio (max utilità dati i suoi gusti, le risorse disponibili ed i prezzi dei beni): Se varia uno di questi tre elementi, il consumatore adegua le sue scelte. Quindi il consumatore modifica la combinazione Q A, Q B se variano: 1. I suoi gusti 2. Le risorse disponibili 3.I prezzi dei beni 1. Variazione dei gusti C.I. gusti 2 C.I. gusti 1


Scaricare ppt "Caratteristiche delle curve di indifferenza (I) Sono inclinate negativamente affinché U sia costante e per effetto del principio di NON SAZIETA’, se aumenta."

Presentazioni simili


Annunci Google