La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EPA 01/02 I/1 La domanda di prodotti agricoli ed agro-alimentari cosa succede alla domanda di carne bovina quando si scopre un caso di BSE in un allevamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EPA 01/02 I/1 La domanda di prodotti agricoli ed agro-alimentari cosa succede alla domanda di carne bovina quando si scopre un caso di BSE in un allevamento."— Transcript della presentazione:

1 EPA 01/02 I/1 La domanda di prodotti agricoli ed agro-alimentari cosa succede alla domanda di carne bovina quando si scopre un caso di BSE in un allevamento italiano? ed a quella di carne suina? ed a quella di carne biologica? ….ed a quella di biscotti?

2 EPA 01/02 I/2 cosa succede al prezzo del formaggio se i prezzi dei cereali foraggeri diminuiscono? se aumenta la concentrazione del settore distributivo i consumatori ci guadagnano o ci perdono? Ed i produttori? e se diminuisce il prezzo del vino? lintervento pubblico fa sì che il prezzo del latte sia più alto o più basso di quello che si avrebbe se non ci fosse alcun intervento? La domanda di prodotti agricoli ed agro-alimentari

3 EPA 01/02 I/3 La domanda Il problema del consumatore: dove:U è la funzione di utilità v è il vettore degli n prodotti disponibili p è il vettore dei prezzi dei prodotti Y è il reddito monetario Max U( v) soggetto a: v p Y

4 EPA 01/02 I/4 La domanda Il problema del consumatore: Soluzione: Max L (v, ) = U( v) + ( Y - v p ) Max U( v) soggetto a: v p Y condizioni del primo ordine: L/ v i = U/ v i - p i = 0, i = 1, 2, …, n L/ = Y - v p = 0. (sistema di n+1 equazioni in n+1 incognite)

5 EPA 01/02 I/5 La domanda Risolvendo il sistema si ottengono le funzioni di domanda degli n beni: Da dove arrivano???? Come sono fatte? v i = f i (p, Y), i = 1, 2, …, n vediamolo graficamente…. La quantità domandata di ciascun bene dipende (a) dal reddito del consumatore, (b) dal prezzo di quel bene, (c) dal prezzo di tutti gli altri beni, e (d) dalle sue preferenze (che sono sintetizzate dalla forma della funzione di utilità U e, quindi, determinano quella di f i …)

6 EPA 01/02 I/6 Il problema del consumatore: la rappresentazione della funzione di utilità nel caso di due soli beni attraverso le curve di indifferenza

7 EPA 01/02 I/7

8 EPA 01/02 I/8 Il vincolo di bilancio p 1 v 1 + p 2 v 2 Y p 1 v 1 + p 2 v 2 = Yv 1 = Y/p 1 – (p 2 / p 1 ) v 2

9 EPA 01/02 I/9 La soluzione del problema del consumatore Può questa combinazione di v 1 e v 2 essere la soluzione del problema di massimizzazione dellutilità del consumatore, dato il suo vincolo di bilancio? No, perché il consumatore può raggiungere un livello di utilità maggiore

10 EPA 01/02 I/10 La soluzione del problema del consumatore Può questa combinazione di v 1 e v 2 essere la soluzione del problema di massimizzazione dellutilità del consumatore, dato il suo vincolo di bilancio? No, perché il consumatore non ha un reddito sufficiente per comprare quella combinazione di v 1 e v 2

11 EPA 01/02 I/11 La soluzione del problema del consumatore Può questa combinazione di v 1 e v 2 essere la soluzione del problema di massimizzazione dellutilità del consumatore, dato il suo vincolo di bilancio? No, perché il consumatore, con la stessa spesa, può raggiungere un livello di utilità maggiore

12 EPA 01/02 I/12 La soluzione del problema del consumatore Può questa combinazione di v 1 e v 2 essere la soluzione del problema di massimizzazione dellutilità del consumatore, dato il suo vincolo di bilancio? Si, perché v* 1 e v* 2 identificano la combinazione dei due beni che il consumatore può acquistare con il suo reddito, cui è associato il livello più alto della sua utilità

13 EPA 01/02 I/13 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del prezzo di uno dei due beni Se, ad esempio, il prezzo di v 2 diminuisce:

14 EPA 01/02 I/14 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del prezzo di uno dei due beni Se, ad esempio, il prezzo di v 2 diminuisce:

15 EPA 01/02 I/15 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del prezzo di uno dei due beni Se, ad esempio, il prezzo di v 2 diminuisce: La quantità consumata di v 2 è aumentata, la quantità consumata di v 1 è diminuita Ma è sempre così? No!

16 EPA 01/02 I/16 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del prezzo di uno dei due beni Se p 2 diminuisce: La quantità consumata di v 2 aumenti e la quantità consumata di v 1 diminuisca E possibile che: La quantità consumata di v 2 aumenti e la quantità consumata di v 1 aumenti La quantità consumata di v 2 diminuisca e la quantità consumata di v 1 aumenti La quantità consumata di v 2 diminuisca e la quantità consumata di v 1 diminuisca Invece, non può accadere che: Lutilità del consumatore, invece, aumenta sempre!!!!

17 EPA 01/02 I/17 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del prezzo di uno dei due beni Il caso in cui alla riduzione di p 2 corrisponde una diminuzione della quantità consumata di v 2 ed un aumento della quantità consumata di v 1 (paradosso di GIFFEN)

18 EPA 01/02 I/18 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del prezzo di uno dei due beni La linea prezzo-consumo (v 1 e v 2 )

19 EPA 01/02 I/19 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del prezzo di uno dei due beni I risultati sono del tutti analoghi se a variare è il prezzo dellaltro bene, p 1

20 EPA 01/02 I/20 La funzione di domanda Marhalliana del consumatore (inversa) La relazione tra v i e p i, dati (tenendo fissi) Y e p j (j = 1, 2, …, n; j i ) In generale: v i / p i < 0, [ v i / p i > 0 bene di GIFFEN]

21 EPA 01/02 I/21 La funzione di domanda Marhalliana di mercato (inversa) La domanda Marshalliana di mercato di un dato bene è data dalla somma delle quantità domandate da ciascun consumatore a ciascun prezzo, dati (tenendo fissi) il reddito ed i prezzi degli altri beni

22 EPA 01/02 I/22 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del reddito del consumatore Se il reddito del consumatore aumenta:

23 EPA 01/02 I/23 Se Y aumenta: La quantità consumata di v 2 aumenti e la quantità consumata di v 1 aumenti E possibile che: La quantità consumata di v 2 aumenti e la quantità consumata di v 1 diminuisca La quantità consumata di v 2 diminuisca e la quantità consumata di v 1 aumenti La quantità consumata di v 2 diminuisca e la quantità consumata di v 1 diminuisca Invece, non può accadere che: Lutilità del consumatore, invece, aumenta sempre!!!! Leffetto sulle quantità consumate della variazione del reddito del consumatore

24 EPA 01/02 I/24 Il caso in cui all aumento del reddito corrisponde una diminuzione della quantità consumata di uno dei due beni (bene inferiore) ed un aumento della quantità consumata dellaltro Leffetto sulle quantità consumate della variazione del reddito del consumatore

25 EPA 01/02 I/25 Leffetto sulle quantità consumate della variazione del reddito del consumatore

26 EPA 01/02 I/26 La curva di Engel La relazione tra v i e Y, dati (tenendo fissi) tutti i prezzi In generale: v i / Y > 0, 2 v i / Y 2 < 0 [ v i / Y < 0 bene inferiore]

27 EPA 01/02 I/27 La curva di Engel

28 EPA 01/02 I/28 La legge di Engel Se consideriamo laggregato dei prodotti agro- alimentari, esso si comporta come un bene normale: allaumentare del reddito aumenta la spesa in prodotti alimentari, ma laumento percentuale della spesa in alimenti è più piccolo dellaumento percentuale del reddito. Ciò vuol dire che al crescere del reddito diminuisce la quota della spesa per i prodotti agro-alimentari sulla spesa complessiva.

29 EPA 01/02 I/29

30 EPA 01/02 I/30

31 EPA 01/02 I/31 La curva di Engel


Scaricare ppt "EPA 01/02 I/1 La domanda di prodotti agricoli ed agro-alimentari cosa succede alla domanda di carne bovina quando si scopre un caso di BSE in un allevamento."

Presentazioni simili


Annunci Google