La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Lezione 19 Produzione, tasso di interesse e tasso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Lezione 19 Produzione, tasso di interesse e tasso."— Transcript della presentazione:

1 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Lezione 19 Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Corso di Macroeconomia (L-Z) Prof. Andrea Fumagalli, Università di Pavia

2 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio 2 1. Lequilibrio del mercato dei beni Lequilibrio nel mercato dei beni sarà dato dalla seguente equazione: In equilibrio, la produzione deve uguagliare la domanda, dove la domanda è data da: consumo, C, che dipende positivamente dal reddito disponibile, Y-T; investimento, I, che dipende positivamente dalla produzione Y e negativamente dal tasso di cambio reale, r; la spesa pubblica è considerata esogena; la quantità delle importazioni, IM, che dipende positivamente da Y che tasso di cambio reale (per ottenere il valore in termini nazionali va diviso per il tasso di cambio reale); le esportazioni, X, che dipendono positivamente da produzione estera, Y*, e tasso di cambio reale.

3 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio 3 1. Lequilibrio del mercato dei beni Per semplicità possiamo scrivere: Dove NX indica le esportazioni nette. Riscriviamo la condizione di equilibrio come:

4 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio 4 1. Lequilibrio del mercato dei beni Un aumento del tasso di interesse reale genera una riduzione della spesa per investimenti, e quindi una riduzione della domanda di beni nazionali. Attraverso il moltiplicatore, questo conduce a una diminuzione della produzione. Un aumento del tasso di cambio reale provoca uno spostamento della domanda a favore dei beni esteri e quindi un calo delle esportazioni nette. La riduzione delle esportazioni nette fa diminuire la domanda e la produzione attraverso il moltiplicatore.

5 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio 5 1. Lequilibrio del mercato dei beni Introduciamo due semplificazioni: il livello dei prezzi nazionali ed estero è esogeno: il tasso di cambio nominale e reale si muovono assieme assenza di inflazione, effettiva e attesa, in quanto i livelli dei prezzi sono dati Con queste semplificazioni, possiamo scrivere:

6 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio 6 2. Lequilibrio dei mercati finanziari La condizione di uguaglianza tra domanda e offerta di moneta è espressa come: Passando da un contesto di economia chiusa a un contesto di economia aperta, non si modifica la relazione di equilibrio sul mercato della moneta.

7 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La scelta tra titoli nazionali e titoli esteri Affinché in equilibrio siano detenuti dal pubblico sia i titoli nazionali sia i titoli esteri, essi devono avere lo stesso tasso di rendimento, quindi deve essere soddisfatta la seguente condizione di arbitraggio: Moltiplicando entrambi i lati per E e t+1 e riorganizzando i termini si ottiene:

8 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La scelta tra titoli nazionali e titoli esteri Da cui segue: Il tasso di cambio corrente dipende dal tasso di interesse nominale, dal tasso di interesse estero e dal tasso di cambio atteso: un aumento del tasso di interesse interno provoca un aumento del tasso di cambio; un aumento del tasso di interesse estero provoca una riduzione del tasso di cambio; un aumento del tasso di cambio atteso porta a un aumento del tasso di cambio corrente.

9 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La scelta tra titoli nazionali e titoli esteri Fig La relazione tra il tasso di interesse e il tasso di cambio descritta dalla parità dei tassi di interesse. Un maggior tasso di interesse comporta un maggior tasso di cambio, cioè un apprezzamento.

10 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La scelta tra titoli nazionali e titoli esteri Ipotesi fondamentale: quando il tasso di interesse cambia, il tasso di cambio atteso resta invariato. Questo implica che un apprezzamento oggi porta a un deprezzamento atteso in futuro, poiché ci si aspetta che il tasso di cambio torni allo stesso valore. La relazione tra tasso di interesse e tasso di cambio è chiamata la parità dei tassi di interesse. Quando il tasso di interesse interno è uguale al tasso di interesse estero, il tasso di cambio corrente è uguale al tasso di cambio futuro atteso.

11 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Unanalisi congiunta dei mercati reali e finanziari Lequilibrio nel mercato dei beni richiede che la produzione dipenda anche dal tasso di interesse e dal tasso di cambio: Il tasso di interesse è determinato dalleguaglianza fra la domanda e lofferta di moneta: E la parità dei tassi di interesse fa sì che esista una relazione positiva tra tasso di interesse e tasso di cambio:

12 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Unanalisi congiunta dei mercati reali e finanziari Considerando la relazione tra tasso di interesse e tasso di cambio, si ottiene: IS: LM:

13 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Unanalisi congiunta dei mercati reali e finanziari Un aumento del tasso di interesse ha due effetti: 1)già presente in economia chiusa, è leffetto diretto sullinvestimento. Un aumento del tasso di interesse provoca una diminuzione dellinvestimento e della domanda di beni nazionali; 2)presente solo in economia aperta, è leffetto che opera attraverso il tasso di cambio. Un aumento del tasso di interesse interno genera un apprezzamento che provoca una diminuzione delle esportazioni nette e quindi una riduzione della domanda di beni nazionali.

14 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Unanalisi congiunta dei mercati reali e finanziari Fig Il modello IS-LM in economia aperta

15 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Unanalisi congiunta dei mercati reali e finanziari La curva IS è inclinata negativamente: un aumento del tasso di interesse porta direttamente o indirettamente attraverso il tasso di cambio a una riduzione della domanda e a un calo della produzione. La curva LM è inclinata positivamente: un aumento del reddito fa aumentare la domanda di moneta, e ciò provoca un aumento del tasso di interesse di equilibrio.

16 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Gli effetti della politica fiscale in economia aperta Che cosa accade alle varie componenti della domanda? Il consumo e la spesa pubblica chiaramente aumentano, il primo a causa dellincremento del reddito e la seconda per ipotesi. Ciò che accade allinvestimento è ambiguo. Da un lato la produzione aumenta inducendo un incremento dellinvestimento. Dallaltra il tasso di interesse aumenta, riducendo la spesa per investimenti. Le esportazioni nette dipendono dalla produzione estera, dalla produzione nazionale e dal tasso di cambio. Le esportazioni nette diminuiscono sia per effetto dellapprezzamento sia a causa dellaumento della produzione.

17 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Gli effetti della politica fiscale in economia aperta Fig Gli effetti di un aumento della spesa pubblica. Un aumento della spesa pubblica provoca un aumento della produzione, un incremento del tasso di interesse e un apprezzamento del tasso di cambio.

18 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Gli effetti della politica monetaria in economia aperta Una stretta monetaria fa aumentare il tasso di interesse, rendendo i titoli nazionali relativamente più convenienti e provocando un apprezzamento del cambio. Domanda e produzione si riducono sia per effetto dellapprezzamento sia a causa del maggior tasso di interesse.

19 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Gli effetti della politica monetaria in economia aperta Fig Gli effetti di una stretta monetaria. Una stretta monetaria provoca una riduzione della produzione, un incremento del tasso di interesse e un apprezzamento del tasso di cambio.

20 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Le parità, le parità mobili, le bande di oscillazione e lo Sme Allestremo opposto dei paesi che adottano tassi di cambio flessibili, ci sono i paesi che operano in regime di tassi di cambio fissi. Questi paesi mantengono un tasso di cambio fisso in termini di qualche valuta estera o ancorano la loro moneta al dollaro o a un insieme di valute estere. In regime di cambi fissi, le oscillazioni del cambio sono rare e si definiscono svalutazioni e rivalutazioni. Tra i due estremi, ci sono paesi che operano in parità mobile del tasso di cambio, cioè il tasso di deprezzamento viene predeterminato nei confronti di una valuta estera. Un altro tipo di accordo si ha quando i paesi mantengono i loro tassi di cambio bilaterali allinterno di bande di oscillazione, come è stato il Sistema monetario europeo (Sme).

21 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Tassi di cambio fissi e politica monetaria La parità dei tassi di interesse è data da: Supponiamo di ancorare il tasso di cambio a qualche livello, otterremo: In ipotesi di tasso di cambio fisso e di perfetta mobilità dei capitali, il tasso di interesse interno deve quindi essere uguale al tasso di interesse estero.

22 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Tassi di cambio fissi e politica monetaria Ora che i=i*, avremo: In un sistema di cambi fissi, la banca centrale rinuncia alla politica monetaria come strumento di politica economica. Con un tasso di cambio fisso, il tasso di interesse interno deve essere uguale al tasso di interesse estero. E lofferta di moneta deve essere aggiustata allo scopo di mantenere il tasso di interesse a quel livello.

23 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La politica fiscale con tassi di cambio fissi Se in un sistema di cambi fissi la politica monetaria non può più essere usata come uno strumento di politica economica, che cosa ne è della politica fiscale? Con tassi di cambio fissi, la politica fiscale è più efficace di quanto non lo sia con tassi di cambio flessibili, in quanto essa richiede una politica monetaria accomodante.

24 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La politica fiscale con tassi di cambio fissi Fig Gli effetti di una espansione fiscale.

25 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La politica fiscale con tassi di cambio fissi Fissando il tasso di cambio, si rinuncia a uno strumento efficace nella correzione degli squilibri commerciali e nel controllo del livello di produzione aggregata. Ancorandosi a un dato tasso di cambio fisso, esso rinuncia anche al controllo del suo tasso di interesse. Inoltre deve seguire landamento del tasso di interesse estero, correndo il rischio di effetti indesiderati sulla sua attività economica. Nonostante il paese mantenga una piena disponibilità della politica fiscale, un solo strumento di politica economica non sempre è sufficiente.

26 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio La politica fiscale con tassi di cambio fissi Che cosa spinge allora alcuni paesi ad ancorare il tasso di cambio? Perché 15 paesi europei – presto seguiti da altri – hanno adottato una moneta comune? Dobbiamo vedere che cosa succede non solo nel breve periodo, ma anche nel medio periodo, quando il livello dei prezzi si può aggiustare. Dobbiamo considerare anche la natura delle crisi del tasso di cambio.


Scaricare ppt "Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XVIII. Produzione, tasso di interesse e tasso di cambio Lezione 19 Produzione, tasso di interesse e tasso."

Presentazioni simili


Annunci Google