La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD UNANALISI DI EQUILIBRIO GENERALE: IL MODELLO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD UNANALISI DI EQUILIBRIO GENERALE: IL MODELLO."— Transcript della presentazione:

1 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD UNANALISI DI EQUILIBRIO GENERALE: IL MODELLO AS-AD Corso di Economia Politica Prof. Andrea Fumagalli

2 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata La relazione di offerta aggregata descrive gli effetti della produzione sul livello dei prezzi. E derivata dal comportamento di salari e prezzi; si considerino, dunque, le equazioni di determinazione dei salari e dei prezzi: 2

3 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata Il primo passo è eliminare il salario nominale W dalle due equazioni. Sostituendo il salario nella seconda con la sua espressione nella prima si ottiene: Il secondo passo è sostituire il tasso di disoccupazione u con la sua espressione in termini di produzione: 3

4 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata La curva di offerta aggregata, AS, sarà così definita: Il livello (effettivo) dei prezzi P dipende dal livello atteso dei prezzi P e e dal livello di produzione Y (e anche dal markup, dalla variabile z e dalla forza lavoro, qui presi come dati). 4

5 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata Un aumento della produzione provoca un incremento del livello dei prezzi. Questo effetto è il risultato di quattro passaggi: 1. un aumento della produzione porta a un incremento delloccupazione. 2. aumento delloccupazione comporta una riduzione della disoccupazione e quindi anche del tasso di disoccupazione. 3. un tasso di disoccupazione minore porta a un aumento dei salari nominali. 4. laumento dei salario nominali a sua volta spinge le imprese ad aumentare i prezzi, provocando un aumento del livello dei prezzi. 5

6 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata Un aumento dei livello atteso dei prezzi si riflette in un aumento uno a uno del livello effettivo dei prezzi. Questo effetto opera attraverso il meccanismo di determinazione dei salari: 1. se chi fissa i salari si aspetta prezzi maggiori in futuro, fisserà salari nominali più elevati. 2. questo aumento del salario nominale a sua volta spingerà le imprese a richiedere prezzi maggiori per i proprio prodotti. 6

7 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata La curva AS ha tre proprietà: la curva di offerta aggregata è crescente la curva di offerta passa per il punto in corrispondenza del quale Y=Y n e P=P e un aumento del livello atteso dei prezzi P e sposta la curva di offerta aggregata verso lalto. Viceversa, una riduzione del livello atteso dei prezzi sposta la curva verso il basso 7

8 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata 8 Fig La curva di offerta aggregata. Dato il livello atteso dei prezzi, un aumento della produzione fa aumentare il livello dei prezzi. Se la produzione è uguale al suo livello naturale, il livello dei prezzi è uguale a quello atteso.

9 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata 9 Fig Gli effetti di un aumento del livello atteso dei prezzi sulla curva di offerta aggregata. Un aumento del livello atteso dei prezzi sposta la curva di offerta aggregata verso lalto.

10 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 1. Lofferta aggregata Riassumendo: abbiamo derivato lequazione di offerta aggregata partendo dalla determinazione dei salari e dei prezzi sul mercato del lavoro. questa relazione ci dice che, per un dato livello atteso dei prezzi, il livello dei prezzi è una funzione crescente del livello di produzione. Esso è rappresentato da una curva crescente, chiamata curva di offerta aggregata. un aumento del livello atteso dei prezzi sposta la curva di offerta aggregata verso lalto; una diminuzione del livello atteso dei prezzi sposta la curva di offerta aggregata verso il basso. 10

11 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 2. La domanda aggregata La relazione della domanda aggregata descrive gli effetti del livello dei prezzi sulla produzione. Essa è derivata dalle condizione di equilibrio nei mercati reali e finanziari. La condizione di equilibrio sul mercato dei beni è la seguente: Mentre quella di equilibrio sui mercati finanziari: 11

12 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 2. La domanda aggregata 12 Fig La derivazione della curva di domanda aggregata. Un aumento del livello dei prezzi riduce la produzione.

13 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 2. La domanda aggregata La relazione negativa tra produzione e livello dei prezzi è rappresentata dalla curva decrescente AD: allaumentare del livello dei prezzi, i saldi monetari reali diminuiscono. Questa contrazione monetaria fa aumentare il tasso di interesse, che a sua volta provoca una riduzione della domanda di beni e quindi della produzione. Questa curva è chiamata curva di domanda aggregata ed è rappresentata dalla seguente relazione: 13

14 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 2. La domanda aggregata 14 Fig Spostamenti della curva di domanda aggregata. Per ogni dato livello dei prezzi, un aumento della spesa pubblica fa aumentare la produzione, spostando la curva di domanda aggregata verso destra. Per ogni dato livello dei prezzi, una diminuzione dello stock nominale di moneta fa diminuire la produzione, spostando la curva di domanda aggregata verso sinistra.

15 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 2. La domanda aggregata Riassumendo: abbiamo derivato lequazione di domanda aggregata partendo dalle condizioni di equilibrio nel mercato dei beni e nei mercati finanziari. Questa relazione implica che il livello di produzione è una funzione decrescente del livello dei prezzi. Essa è rappresentata da una curva decrescente, chiamata curva di domanda aggregata. Qualunque variazione di politica fiscale o monetaria – in generale, di qualunque altra variabile diversa dal livello dei prezzi che sposti la curva IS o la curva LM – sposta la curva di domanda aggregata. 15

16 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 3. Lequilibrio nel breve e nel medio periodo Consideriamo congiuntamente le equazioni: AS: AD: Per un dato valore di P e e per dati valori delle variabili di politica fiscale e monetaria, queste due relazioni determinano i valori di equilibrio della produzione Y e del livello dei prezzi. 16

17 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD Lequilibrio nel breve e nel medio periodo Fig Lequilibrio di breve periodo. Lequilibro è dato dallintersezione tra la curva di domanda aggregata e quella di offerta aggregata.

18 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 3.1. Lequilibrio nel breve periodo La curva di offerta aggregata AS è disegnata per un dato valore di P e ed è una curva crescente. La curva di domanda aggregata AD è disegnata per dati valori di G, T e M ed è una curva decrescente. Lequilibrio si trova in corrispondenza dellintersezione tra le curve AS e AD. Per costruzione, nel punto A il mercato dei beni, i mercati finanziari e il mercato del lavoro sono tutti in equilibrio. 18

19 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 3.2. Dal breve al medio periodo Nel punto A la produzione eccede il suo livello naturale e il livello dei prezzi è maggiore del livello atteso. I salari nominali saranno fissati in base a un maggiore livello atteso dei prezzi, per esempio in P e, con P e


20 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 3.2. Dal breve al medio periodo 20 Fig Laggiustamento della produzione nel tempo. Quando la produzione è superiore al suo livello naturale, la curva AS si sposta verso lalto nel tempo, fino a che la produzione non ritorna al suo livello naturale.

21 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 4. Gli effetti di una espansione monetaria 21 Fig Gli effetti dinamici di unespansione monetaria. Una espansione monetaria fa aumentare la produzione nel breve periodo, ma non ha alcun effetto sulla produzione nel medio periodo.

22 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 4. Gli effetti di una espansione monetaria 22 Fig Gli effetti dinamici di una espansione monetaria sulla produzione e sul tasso di interesse. Un aumento della moneta nominale inizialmente sposta la LM verso il basso, riducendo il tasso di interesse e aumentando la produzione. Nel corso del tempo, il livello dei prezzi aumenta, riportando la LM verso lalto fino a quando la produzione non è tornata al suo livello naturale.

23 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 4.3. La neutralità della moneta Nel breve periodo unespansione monetaria provoca un aumento della produzione, una riduzione del tasso di interesse e un aumento del livello dei prezzi. Nel medio periodo, laumento dello stock nominale di moneta si riflette in un aumento del livello dei prezzi; esso non ha invece alcun effetto sulla produzione e sul tasso di interesse. La neutralità della moneta nel medio periodo non significa che la politica monetaria non possa o non debba essere usata per influenzare la produzione, ma che non può sostenere un livello di produzione elevato per sempre. 23

24 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 5. Una riduzione del disavanzo di bilancio 24 Fig Gli effetti dinamici di una riduzione del disavanzo di bilancio. Una riduzione del disavanzo di bilancio provoca inizialmente un calo della produzione. Nel corso del tempo, la produzione torna al suo livello naturale.

25 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 4. Gli effetti di una espansione monetaria 25 Fig Gli effetti dinamici di una riduzione del disavanzo di bilancio sulla produzione e sul tasso di interesse. Nel breve periodo, la riduzione del disavanzo riduce la produzione e il tasso di interesse. Nel medio periodo, la produzione torna al suo livello naturale, mentre il tasso di interesse diminuisce ulteriormente.

26 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 5.2. Disavanzi di bilancio, produzione e investimento Nel breve periodo, una riduzione del disavanzo di bilancio, in assenza di cambiamenti nella politica monetaria, provoca una diminuzione della produzione e potrebbe anche ridurre linvestimento. Nel medio periodo, la produzione torna al suo livello naturale, il tasso di interesse è più basso e quindi una riduzione del disavanzo fa certamente aumentare linvestimento. Nel lungo periodo, ovvero se si tiene conto dellaccumulazione del capitale, il livello di produzione dipende dallo stock di capitale presente nelleconomia. Se un minor disavanzo di bilancio provoca un aumento dellinvestimento, esso favorirà una maggior accumulazione di capitale e quindi una produzione più elevata. 26

27 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 6. Le fluttuazioni del prezzo del petrolio Gli effetti dellaumento del prezzo del petrolio registrati nel corso degli anni Settanta negli Stati Uniti sono stati associati a una brusca recessione e a un grande aumento dellinflazione – una combinazione che i macroeconomisti chiamano stagflazione (copresenza di stagnazione e inflazione che ha caratterizzato tali episodi). 27 Fig Il prezzo reale del petrolio negli Stati Uniti e in Europa dal 1996.

28 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 6.1. Effetti sul tasso naturale di disoccupazione 28 Fig Gli effetti di un aumento del prezzo del petrolio sul tasso naturale di disoccupazione. Un aumento del prezzo del petrolio riduce il salario reale e aumenta il tasso naturale di disoccupazione.

29 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 6.2. La dinamica dellaggiustamento 29 Fig Gli effetti dinamici di un aumento del prezzo del petrolio. Un aumento del prezzo del petrolio provoca nel breve periodo un calo della produzione e un aumento del livello dei prezzi. Nel medio periodo, la produzione diminuisce ulteriormente e il livello dei prezzi aumenta ulteriormente.

30 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 7.1. Breve periodo e medio periodo 30

31 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD 7.2. Shock e meccanismi di propagazione Le fluttuazioni della produzione chiamate anche ciclo economico sono le variazioni della produzione attorno al suo trend. Leconomia è costantemente colpita da shock allofferta aggregata, alla domanda aggregata o a entrambe. Ogni shock ha effetti dinamici sulla produzione e sulle sue componenti. Questi effetti dinamici sono chiamati meccanismi di propagazione dello shock. 31


Scaricare ppt "Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo VII. Unanalisi di equilibrio generale: il modello AS-AD UNANALISI DI EQUILIBRIO GENERALE: IL MODELLO."

Presentazioni simili


Annunci Google