La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il modello IS-LM Il ruolo del tasso di interesse sui mercati dei beni, delle obbligazioni e della moneta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il modello IS-LM Il ruolo del tasso di interesse sui mercati dei beni, delle obbligazioni e della moneta."— Transcript della presentazione:

1 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il modello IS-LM Il ruolo del tasso di interesse sui mercati dei beni, delle obbligazioni e della moneta Lequilibrio sul mercato dei beni: la curva IS; lequilibrio sul mercato della moneta: la curva LM La determinazione dellequilibrio macroeconomico Le possibili politiche fiscali e monetarie La visione opposta di keynesiani e monetaristi sul ruolo dello stato nelleconomia

2 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il ruolo del tasso di interesse nel mercato dei beni Gli investimenti sono le risorse che le imprese utilizzano per acquistare impianti e macchinari o per aumentare le scorte Possono essere finanziati tramite Prestiti bancari Emissioni di titoli Utilizzo di utili precedentemente accumulati Il tasso di interesse influenza gli investimenti che costituiscono una componente della domanda aggregata

3 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La funzione degli investimenti Tanto maggiore è il tasso di interesse quanto meno le imprese saranno incentivate a effettuare nuovi investimenti Esiste una relazione inversa tra tasso di interesse e investimenti Lequilibrio sul mercato dei beni dipende anche dal tasso di interesse

4 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La funzione degli investimenti Scegliamo una forma funzionale lineare per gli investimenti I=I 0 –drd>0 dove I 0 rappresenta la componente autonoma degli investimenti dr la componente che dipende dal tasso di interesse Per ipotesi, i prezzi sono costanti e pari allunità. In questo modo il tasso di interesse nominale coincide con il tasso di interesse reale

5 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il funzionamento del mercato dei beni (in economia chiusa) DOMANDA, Y d Consumo C Investimenti I Spesa pubblica G Tasso di interesse r Politica fiscale G EQUILIBRIO SUL MERCATO DEI BENI OFFERTA, Y o Reddito offerto

6 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il ruolo del tasso di interesse nel mercato della moneta La domanda di moneta Dipende positivamente dal livello del reddito (movente transazionale e precauzionale) Dipende negativamente dal tasso di interesse (movente speculativo): il tasso di interesse rappresenta il costo- opportunità di detenere moneta Lequilibrio sul mercato della moneta dipende dal tasso di interesse

7 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La funzione di domanda di moneta Scegliamo una forma funzionale lineare per la domanda di moneta M d =fY–grf>0, g>0

8 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il funzionamento del mercato della moneta DOMANDA, M d A scopo transazionale A scopo precauzionale A scopo speculativo Tasso di interesse r Politica monetaria M EQUILIBRIO SUL MERCATO DELLA MONETA OFFERTA, M o Offerta di moneta Reddito di equilibrio Y e

9 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il ruolo del tasso di interesse nel mercato delle obbligazioni Le obbligazioni sono caratterizzate da quattro parametri Valore nominale Interesse nominale Quotazione (pari al prezzo) Tasso di interesse effettivo, r (pari al rapporto tra tasso di interesse nominale e quotazione) La domanda di obbligazioni aumenta quando aumenta il tasso di interesse e viceversa Lequilibrio sul mercato delle obbligazioni dipende dal tasso di interesse

10 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il funzionamento del mercato delle obbligazioni DOMANDA Domanda di obbligazioni EQUILIBRIO SUL MERCATO DELLE OBBLIGAZIONI OFFERTA Offerta di obbligazioni Quotazione Tasso di interesse

11 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Le decisioni di detenere moneta e obbligazioni sono complementari e devono rispettare il vincolo di portafoglio La somma di moneta e obbligazioni non deve essere maggiore della ricchezza del consumatore

12 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il funzionamento del sistema macroeconomico ATTIVITÀ FINANZIARIE Vincolo di portafoglio Moneta MoMo MdMd Equilibrio Obbligazioni DomandaOfferta Equilibrio Beni YdYd YoYo Equilibrio M G YeYe q r

13 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La legge di Walras Se uneconomia è composta da n mercati e se n – 1 mercati sono in equilibrio, allora anche ln-esimo mercato è in equilibrio Possiamo limitarci ad analizzare lequilibrio sul mercato dei beni e su quello della moneta

14 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il mercato dei beni e la curva IS Ricaviamo lequilibrio S=I Se aumenta il tasso di interesse r, diminuiscono gli investimenti (da I 1 a I 2 ) e verrà raggiunto un nuovo equilibrio Possiamo riportare i due equilibri nel piano (Y, r) Otteniamo la curva IS, i cui punti rappresentano tutte le combinazioni di reddito e tasso di interesse che garantiscono lequilibrio sul mercato dei beni

15 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La curva IS Y I, S I1I1 I2I2 Y r Y1Y1 Y2Y2 r1r1 r2r2 E1E1 E1E1 E2E2 E2E2 IS S

16 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La derivazione analitica dellequilibrio La condizione di equilibrio è data da

17 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La curva IS Nel punto W, dato Y, il tasso di interesse è troppo basso la domanda di investimenti è eccessiva rispetto a quella che ci sarebbe in equilibrio cè eccesso di domanda di beni Nel punto K, dato Y, il tasso di interesse è troppo elevato la domanda di investimenti è inferiore rispetto a quella di equilibrio cè eccesso di offerta di beni Y r W K ECCESSO DI DOMANDA ECCESSO DI OFFERTA

18 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La posizione della curva IS La posizione della curva IS dipende dalle componenti esogene della domanda Un loro aumento provoca uno spostamento della curva verso destra Una loro diminuzione provoca uno spostamento della curva verso sinistra r Y IS G>0 G<0 IS 1 IS 2

19 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Linclinazione della curva IS È negativa se aumenta il tasso di interesse, diminuisce la domanda di investimenti e quindi il reddito di equilibrio Formalmente è pari a –(1–b)/d Se d e b aumentano linclinazione diminuisce r Y Se d e b diminuiscono linclinazione aumenta d, b

20 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Linclinazione della curva IS Quanto più sensibili sono gli investimenti al tasso di interesse, tanto maggiori saranno le variazioni del reddito nazionale necessarie a mantenere in equilibrio il mercato dei beni in seguito a una data diminuzione del tasso di interesse Quanto maggiore è il moltiplicatore, tanto più la curva IS è elastica

21 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il mercato della moneta e la curva LM Ricaviamo lequilibrio M d =M o Se aumenta il reddito nazionale Y, aumenta la domanda di moneta (da M d 1 a M d 2 ) e verrà raggiunto un nuovo equilibrio Possiamo riportare i due equilibri nel piano (Y, r) Otteniamo la curva LM, i cui punti rappresentano tutte le combinazioni di reddito e tasso di interesse che garantiscono lequilibrio sul mercato della moneta

22 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La curva LM r M r Y MoMo Md1Md1 E1E1 r1r1 Md2Md2 E2E2 Y1Y1 Y2Y2 E1E1 E2E2 LM r2r2

23 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La derivazione analitica dellequilibrio La condizione di equilibrio è data da

24 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La curva LM Nel punto W, dato Y, il tasso di interesse è troppo basso la domanda di moneta con movente speculativo è eccessiva rispetto a quella necessaria per raggiungere equilibrio cè eccesso di domanda di moneta Nel punto K, dato Y, il tasso di interesse è troppo elevato la domanda di moneta con movente speculativo è inferiore rispetto a quella di equilibrio cè eccesso di offerta di moneta Y r W K ECCESSO DI DOMANDA ECCESSO DI OFFERTA

25 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La posizione della curva LM La posizione della curva LM dipende dallofferta di moneta Un suo aumento provoca uno spostamento della curva verso destra Una sua diminuzione provoca uno spostamento della curva verso sinistra r Y LM M>0 M<0 LM 1 LM 2

26 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Linclinazione della curva LM È positiva se aumenta il tasso di interesse, diminuisce la domanda di moneta con movente speculativo; data lofferta di moneta deve diminuire la domanda di moneta con movente transazionale e precauzionale e quindi deve diminuire Y Formalmente è pari a f/g Se f aumenta e g diminuisce linclinazione aumenta r Y Se f diminuisce e g aumenta linclinazione diminuisce f, g

27 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Linclinazione della curva LM Quanto più la domanda di moneta è sensibile al reddito quanto maggiore è laumento del tasso di interesse necessario per garantire lequilibrio sul mercato della moneta in seguito a una variazione data di Y Quanto più la domanda di moneta è sensibile al tasso di interesse tanto maggiore è laumento di reddito necessario a mantenere in equilibrio il mercato della moneta per un dato aumento del tasso di interesse

28 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La trappola della liquidità La curva LM è piatta in un primo tratto, che corrisponde a bassi livelli di reddito Il reddito è così basso che tutti sono disponibili a detenere una qualsiasi quantità di moneta offerta in forma liquida La curva LM è inclinata nel tratto successivo, che corrisponde a livelli di reddito elevato r Y r min Y0Y0 LM

29 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Lequilibrio macroeconomico È dato dalla risoluzione simultanea di due equazioni (le condizioni di equilibrio sul mercato dei beni e della moneta) in due incognite (Y e r) dove A=a+I 0 +G 0

30 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La derivazione grafica dellequilibrio Lequilibrio si trova in corrispondenza dellintersezione tra IS e LM In corrispondenza di tale punto sia il mercato dei beni sia quello della moneta sono in equilibrio r Y IS LM E Y*Y* r*r*

31 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La stabilità dellequilibrio Partiamo da K, in cui cè eccesso di offerta di beni e di moneta r diminuisce per garantire lequilibrio sul mercato della moneta K' In K cè eccesso di domanda di beni aumenta il reddito e, attraverso la domanda di moneta con movente transazionale e precauzionale, aumenta il tasso di interesse fino a raggiungere lequilibrio r Y IS LM K K'K' E

32 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Lequilibrio individuato dallintersezione tra la curva IS e la curva LM in genere non garantisce che si raggiunga il reddito di piena occupazione È necessario lintervento pubblico che, attraverso le politiche fiscale e monetaria, permetta di raggiungere il pieno impiego delle risorse

33 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La politica fiscale Y e 1 0 per ottenere un livello di reddito pari a Y 2 più vicino alla piena occupazione (dato il moltiplicatore keynesiano) Il reddito di equilibrio risulta essere Y e 3 La spesa pubblica ha spiazzato gli investimenti privati (effetto spiazzamento) r Y IS 1 LM Y po E1E1 Ye1Ye1 Y2Y2 r1r1 IS 2 E3E3 Ye3Ye3 r3r3

34 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Leffetto spiazzamento È tanto maggiore quanto più la curva IS è piatta e quanto più la curva LM è inclinata In questo caso la politica fiscale è meno efficace È tanto minore quanto più la curva IS è inclinata e quanto più la LM è piatta In questo caso la politica fiscale è più efficace

35 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La politica monetaria Y e 1 0 Il nuovo equilibrio è rappresentato dal punto E 2 r Y IS E1E1 Ye1Ye1 r1r1 Y po LM 1 LM 2 E2E2 Ye2Ye2 r2r2

36 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Come può la banca centrale fare assorbire una maggiore quantità di moneta al mercato? Diminuzione del coefficiente di riserva obbligatoria Operazioni di mercato aperto Diminuzione del tasso di sconto

37 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Coordinamento della politica fiscale e monetaria Y e 1 0, M>0 La politica fiscale espansiva è accompagnata da una politica monetaria espansiva Laumento del tasso di interesse viene neutralizzato dallaumento dellofferta di moneta Leffetto spiazzamento è neutralizzato da una politica monetaria accomodante r Y IS 1 LM 1 E1E1 Ye1Ye1 r1r1 IS 2 LM 2 Ye2Ye2 E2E2

38 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La trappola della liquidità Esiste un caso in cui la politica monetaria è inefficace r Y IS r min Y*Y* LM 1 LM In questa situazione lunico strumento efficace è la politica fiscale IS 1 Y*1Y*1

39 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La visione keynesiana La curva IS è molto ripida (gli investimenti sono insensibili al tasso di interesse) La curva LM è orizzontale (g ) È il caso di trappola della liquidità La politica fiscale è massimamente efficace ed è quindi lunico strumento di intervento in economia La politica monetaria è inefficace

40 Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 La visione monetarista La curva IS è piatta (gli investimenti sono molto sensibili al tasso di interesse) La curva LM è verticale (la domanda di moneta è insensibile al tasso di interesse) La politica fiscale è inefficace La politica monetaria è massimamente efficace r Y IS LM Y*Y* r*r* IS 1 r* 1 LM 1 Y*1Y*1 r*2r*2


Scaricare ppt "Sloman, Elementi di economia, Il Mulino, 2002 Il modello IS-LM Il ruolo del tasso di interesse sui mercati dei beni, delle obbligazioni e della moneta."

Presentazioni simili


Annunci Google