La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Premessa alla Lezione 6 CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI ATTESI CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Premessa alla Lezione 6 CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI ATTESI CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI."— Transcript della presentazione:

1 Premessa alla Lezione 6 CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI ATTESI CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI ATTESI RELAZIONE FRA TASSO DINTERESSE E VALORE ATTUALE RELAZIONE FRA TASSO DINTERESSE E VALORE ATTUALE RELAZIONE FRA INVESTIMENTI DELLE IMPRESE, VALORE ATTUALE E TASSO RELAZIONE FRA INVESTIMENTI DELLE IMPRESE, VALORE ATTUALE E TASSODINTERESSE

2 Investimenti e tasso dinteresse Valore futuro di 1 euro Valore futuro di 1 euro Oggi1 anno2 annin anni 11(1+i)1(1+i) 2 1(1+i) n Valore attuale di 1 euro pagato in futuro Valore attuale di 1 euro pagato in futuro Oggi1 anno2 annin anni 11/(1+i)1/(1+i) 2 1/(1+i) n

3 VALORE ATTUALE Il valore attuale è la cifra massima che sareste disposti a pagare oggi per avere diritto a riscuotere ad una data scadenza futura una certa somma di denaro. Il valore attuale è la cifra massima che sareste disposti a pagare oggi per avere diritto a riscuotere ad una data scadenza futura una certa somma di denaro.

4 Investimenti e tasso dinteresse Valore attuale di 1 euro pagato in futuro Valore attuale di 1 euro pagato in futuro i 1 anno5 anni10 anni 0,01 0,990,9510,905 0,05 0,9520,7840,614 0,10 0,9090,6210,386 0,20 0,8330,4020,162 Il valore attuale è inversamente proporzionale al Il valore attuale è inversamente proporzionale al tasso dinteresse ed alla lunghezza del periodo

5 Investimenti e tasso dinteresse Valore attuale di un flusso di pagamenti atteso da unimpresa che deve decidere se effettuare un investimento Valore attuale di un flusso di pagamenti atteso da unimpresa che deve decidere se effettuare un investimento VA= M 0 + M 1 /(1+i) + M 2 /(1+i) 2 +M 3 /(1+i) 3 +….. M n /(1+i) n Valore attuale netto= Valore attuale meno costo di acquisto del macchinario Valore attuale netto= Valore attuale meno costo di acquisto del macchinario VAN = VA - C

6 Investimenti e tasso dinteresse Limpresa effettuerà linvestimento se il VAN è positivo Limpresa effettuerà linvestimento se il VAN è positivo Il VAN è una funzione inversa del tasso dinteresse Il VAN è una funzione inversa del tasso dinteresse Nel grafico, linvestimento di questo esempio non verrà effettuato se il tasso dinteresse è superiore al 7,5% Nel grafico, linvestimento di questo esempio non verrà effettuato se il tasso dinteresse è superiore al 7,5% Aumenti e diminuzioni del tasso dinteresse cambiano lammontare di investimenti effettuati dalle imprese Aumenti e diminuzioni del tasso dinteresse cambiano lammontare di investimenti effettuati dalle imprese Il tasso dinteresse è determinato nei mercati finanziari ma influisce sui mercati dei beni Il tasso dinteresse è determinato nei mercati finanziari ma influisce sui mercati dei beni

7 i VAN 0 0,075

8 Lezione 6 Lequilibrio di breve periodo: il modello IS-LM Istituzioni di Economia

9 Nelle lezioni precedenti abbiamo esaminato separatamente lequilibrio del mercato dei beni e lequilibrio dei mercati finanziari Nelle lezioni precedenti abbiamo esaminato separatamente lequilibrio del mercato dei beni e lequilibrio dei mercati finanziari Cosa accade se consideriamo contemporaneamente lequilibrio del mercato dei beni e dei mercati finanziari? Cosa accade se consideriamo contemporaneamente lequilibrio del mercato dei beni e dei mercati finanziari? Cosa determina lequilibrio complessivo di un sistema economico nel breve periodo? Cosa determina lequilibrio complessivo di un sistema economico nel breve periodo? Lequilibrio di breve periodo

10 Introduzione Introduzione Esame delle scelte di investimento delle imprese Esame delle scelte di investimento delle imprese Costruzione della curva IS Costruzione della curva IS Costruzione della curva LM Costruzione della curva LM Determinazione dellequilibrio Determinazione dellequilibrio Lequilibrio di breve periodo

11 Introduzione Finora abbiamo considerato separatamente: Finora abbiamo considerato separatamente: Equilibrio del mercato dei beni (Capitolo 3) Equilibrio del mercato dei beni (Capitolo 3) 1 condizione di equilibrio Y = Z 1 condizione di equilibrio Y = Z 1 variabile Y 1 variabile Y Equilibrio dei mercati finanziari (Capitolo 4) Equilibrio dei mercati finanziari (Capitolo 4) 1 condizione di equilibrio M D = M S 1 condizione di equilibrio M D = M S 1 variabile i 1 variabile i

12 Ora consideriamo congiuntamente i due mercati Ora consideriamo congiuntamente i due mercati Ciò implica lutilizzo di: Ciò implica lutilizzo di: 2 Condizioni di equilibrio 2 Condizioni di equilibrio 2 Curve 2 Curve IS – equilibrio del mercato dei beni IS – equilibrio del mercato dei beni LM – equilibrio del mercato della moneta LM – equilibrio del mercato della moneta 2 Variabili Y,i 2 Variabili Y,i Introduzione

13 Per esaminare lequilibrio di breve periodo è necessario riconsiderare le due condizioni di equilibrio esaminate nel capitolo 3 e nel capitolo 4 Per esaminare lequilibrio di breve periodo è necessario riconsiderare le due condizioni di equilibrio esaminate nel capitolo 3 e nel capitolo 4 Prima di farlo è opportuno rivedere le nostre assunzioni in merito alla determinazione degli investimenti Prima di farlo è opportuno rivedere le nostre assunzioni in merito alla determinazione degli investimentiIntroduzione

14 La funzione degli investimenti Nel capitolo 3 abbiamo assunto che gli investimenti fossero esogeni (I=I 0 ) Nel capitolo 3 abbiamo assunto che gli investimenti fossero esogeni (I=I 0 ) Cerchiamo ora di rendere endogeni gli investimenti Cerchiamo ora di rendere endogeni gli investimenti NB: Ricordiamo che gli investimenti sono la domanda di nuovo capitale delle imprese NB: Ricordiamo che gli investimenti sono la domanda di nuovo capitale delle imprese

15 Cosa guardano le imprese per decidere quanto investire ? Cosa guardano le imprese per decidere quanto investire ? Principalmente due cose: Principalmente due cose: 1) Livello delle vendite Se vendo di più ho bisogno di produrre di più ho bisogno di più capitale Investimento (I) dipende positivamente dalle vendite Se vendo di più ho bisogno di produrre di più ho bisogno di più capitale Investimento (I) dipende positivamente dalle vendite Se assumiamo assenza di scorte vendite produzione (Y) Se assumiamo assenza di scorte vendite produzione (Y) Per semplicità possiamo dunque considerare I una funzione crescente di Y Per semplicità possiamo dunque considerare I una funzione crescente di Y La funzione degli investimenti

16 2) Costo dellinvestimento tasso di interesse i Limpresa calcola il VAN del proprio investimento che è inversamente proporzionale al tasso di interesse. Questo è vero sia nel caso in cui: Limpresa calcola il VAN del proprio investimento che è inversamente proporzionale al tasso di interesse. Questo è vero sia nel caso in cui: a) Limpresa prende a prestito i fondi per finanziare linvestimento a) Limpresa prende a prestito i fondi per finanziare linvestimento Il costo del finanziamento dipende positivamente dagli interessi pagati Il costo del finanziamento dipende positivamente dagli interessi pagati La funzione degli investimenti

17 b) Limpresa utilizza fondi propri b) Limpresa utilizza fondi propri Linvestimento in capitale è tanto più conveniente quanto minore è la remunerazione di impieghi finanziari alternativi Linvestimento in capitale è tanto più conveniente quanto minore è la remunerazione di impieghi finanziari alternativi Es. impieghi alternativi BOT Es. impieghi alternativi BOT Se il rendimento dei BOT cresce diviene più conveniente utilizzare i propri fondi per acquistare BOT anziché capitale Se il rendimento dei BOT cresce diviene più conveniente utilizzare i propri fondi per acquistare BOT anziché capitale Costo opportunità Costo opportunità Costo di rinunciare allimpiego alternativo Costo di rinunciare allimpiego alternativo La funzione degli investimenti

18 In entrambi i casi: i costo finanziario (o costo opportunità) dellinvestimento I In entrambi i casi: i costo finanziario (o costo opportunità) dellinvestimento I Possiamo dunque concludere che linvestimento dipende positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse Possiamo dunque concludere che linvestimento dipende positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse I=I(Y,i) I=I(Y,i) + + La funzione degli investimenti

19 Costruzione della curva IS Riesaminiamo lequilibrio del mercato dei beni Riesaminiamo lequilibrio del mercato dei beni Domanda aggregata Z = C + I + G Domanda aggregata Z = C + I + G Il consumo dipende dal reddito disponibile Y D Il consumo dipende dal reddito disponibile Y D C = C (Y D ) dove Y D =Y-T C = C (Y D ) dove Y D =Y-T + Gli investimenti dipendono positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse Gli investimenti dipendono positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse I = I(Y,i) I = I(Y,i) Spesa pubblica e tasse sono scelti dal governo e sono esogeni Spesa pubblica e tasse sono scelti dal governo e sono esogeni G = G 0 e T = T 0 G = G 0 e T = T 0

20 Sostituendo le componenti di Z Sostituendo le componenti di Z Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Condizione di equilibrio del mercato dei beni Z=Y Condizione di equilibrio del mercato dei beni Z=Y Considerando insieme le due equazioni Considerando insieme le due equazioni Y = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Y = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio del mercato dei beni in un diagramma cartesiano Curva IS Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio del mercato dei beni in un diagramma cartesiano Curva IS Costruzione della curva IS

21 Per costruire la curva consideriamo il grafico dellequilibrio del mercato dei beni capitolo 3 Z,Y 45° A ZZ YAYA Y

22 La curva ZZ è associata a Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 e potrebbe non essere lineare La curva ZZ è associata a Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 e potrebbe non essere lineare Z,Y 45° A ZZ YAYA Y

23 Costruzione della curva IS La nuova curva ZZ adesso è inclinata per due motivi: perché il consumo aumenta con il reddito e perché linvestimento aumenta con il reddito La nuova curva ZZ adesso è inclinata per due motivi: perché il consumo aumenta con il reddito e perché linvestimento aumenta con il reddito La nuova curva ZZ è più piatta della retta di 45 gradi (evidenza empirica) La nuova curva ZZ è più piatta della retta di 45 gradi (evidenza empirica) La nuova curva ZZ è stata costruita per un dato valore di i La nuova curva ZZ è stata costruita per un dato valore di i

24 Cosa accade se i varia?Assumiamo i I Z Equilibrio A A Y A Y A per cui in equilibrio i Y ZZ(i) Z,Y 45° A ZZ (i) YAYA Y A A Y i>i

25 Esistono varie combinazioni di i e Y che assicurano lequilibro Esistono varie combinazioni di i e Y che assicurano lequilibro Per mantenere lequilibrio quando i Y Per mantenere lequilibrio quando i YSpiegazione: i costo finanziamento I Z (in equil.) Y i costo finanziamento I Z (in equil.) Y +effetto del moltiplicatore Y C e I Z +effetto del moltiplicatore Y C e I Z (in equil.) Y Costruzione della curva IS

26 Nellequilibrio del mercato dei beni la relazione fra Y e i è decrescente Nellequilibrio del mercato dei beni la relazione fra Y e i è decrescente La curva IS è decrescente nel diagramma (Y,i) perché se i allora Z e per mantenere lequilibrio anche offerta Y La curva IS è decrescente nel diagramma (Y,i) perché se i allora Z e per mantenere lequilibrio anche offerta Y Linclinazione della IS dipende dalla sensibilità degli investimenti al tasso dinteresse e dal valore del moltiplicatore- Linclinazione della IS dipende dalla sensibilità degli investimenti al tasso dinteresse e dal valore del moltiplicatore-

27 La curva IS indica tutte le coppie (Y,i) per cui il mercato dei beni è in equilibrio i Y IS

28 Il punto A mercato dei beni è in equilibrio Il punto A mercato dei beni è in equilibrio Il livello di reddito Y ed il tasso dinteresse i generano un livello di domanda che è eguale alla produzione Il livello di reddito Y ed il tasso dinteresse i generano un livello di domanda che è eguale alla produzione i Y IS A i Y

29 Punti fuori dalla IS I punti al di sopra della IS sono punti di eccesso di offerta I punti al di sopra della IS sono punti di eccesso di offerta I punti al di sotto della IS sono punti di eccesso di domanda I punti al di sotto della IS sono punti di eccesso di domanda

30 Al di sopra della IS eccesso di offerta Un livello di reddito Y 1 ed un tasso dinteresse i 2 > i 1 (punto B) generano un livello di domanda inferiore al livello di produzione i Y IS A ES i1i1 Y1Y1 B i2i2

31 Al di sotto della IS eccesso di domanda Un livello di reddito Y 1 ed un tasso dinteresse i 2 < i 1 (punto C) generano un livello di domanda superiore al livello di produzione i Y IS A i1i1 Y1Y1 i2i2 C ED

32 SPOSTAMENTI DELLA IS La curva IS è costruita per dati valori di T, di G e di C 0 La curva IS è costruita per dati valori di T, di G e di C 0 Cambiamenti nei valori di T, di G e di C 0 fanno spostare la IS Cambiamenti nei valori di T, di G e di C 0 fanno spostare la IS Se G e C aumentano, il livello di domanda per un dato ì aumenta e dunque deve aumentare la produzione per mantenere lequilibrio fra domanda e offerta Se G e C aumentano, il livello di domanda per un dato ì aumenta e dunque deve aumentare la produzione per mantenere lequilibrio fra domanda e offerta Se T aumenta, il livello di domanda per un dato i diminuisce e dunque deve diminuire il livello di produzione per mantenere lequilibrio fra domanda e offerta Se T aumenta, il livello di domanda per un dato i diminuisce e dunque deve diminuire il livello di produzione per mantenere lequilibrio fra domanda e offerta

33 Cosa accade alla curva IS se T 0 cambia? T 0 Y D C Z (in equilibrio) Y dato i T 0 Y D C Z (in equilibrio) Y dato i Curva IS verso sinistra i Y IS Per T Per T>T i Y Y

34 Cosa accade alla curva IS se G 0 cambia? G 0 Z (in equilibrio) Y dato i G 0 Z (in equilibrio) Y dato i Curva IS verso destra Effetti analoghi per C 0 i Y IS Per G>G Per G Y Y i

35 Costruzione della Curva LM Riesaminiamo lequilibrio dei mercati finanziari: Riesaminiamo lequilibrio dei mercati finanziari: La domanda di moneta dipende positivamente dal reddito e negativamente dal tasso di interesse La domanda di moneta dipende positivamente dal reddito e negativamente dal tasso di interesse M D = $YL(i) M D = $YL(i) Lofferta di moneta è fissata dalla Banca centrale Lofferta di moneta è fissata dalla Banca centrale M S esogena M S esogena

36 Costruzione della Curva LM Condizione di equilibrio dei mercati finanziari Condizione di equilibrio dei mercati finanziari M S = $YL(i) M S = $YL(i) Equilibrio mercati finanziari reddito nominale ($Y) Equilibrio mercato dei beni reddito reale (Y) Equilibrio mercati finanziari reddito nominale ($Y) Equilibrio mercato dei beni reddito reale (Y) Per uniformare le variabili dividiamo entrambi i membri della condizione M S = $YL(i) per il livello dei prezzi P (misurato tramite il deflattore del Pil) Per uniformare le variabili dividiamo entrambi i membri della condizione M S = $YL(i) per il livello dei prezzi P (misurato tramite il deflattore del Pil) Otteniamo così Otteniamo così dove – offerta reale di moneta dove – offerta reale di moneta

37 Costruzione della Curva LM Condizione di equilibrio dei mercati finanziari Condizione di equilibrio dei mercati finanziari Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio dei mercati finanziari in un diagramma cartesiano Curva LM Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio dei mercati finanziari in un diagramma cartesiano Curva LM Per costruire la curva LM esaminiamo leffetto di un Y nei mercati finanziari Per costruire la curva LM esaminiamo leffetto di un Y nei mercati finanziari

38 Abbiamo visto nel capitolo 4 che se Y allora M D. Se lofferta di moneta è data, allora per mantenere lequilibrio i M D Abbiamo visto nel capitolo 4 che se Y allora M D. Se lofferta di moneta è data, allora per mantenere lequilibrio i M D In equilibrio cè una relazione crescente fra Y e i La curva LM è crescente In equilibrio cè una relazione crescente fra Y e i La curva LM è crescente Costruzione della Curva LM

39 i M M D MDMD Costruzione della curva LM Y spostamento della curva M D verso destra Y spostamento della curva M D verso destra Y E E i in equilibrio Y E E i in equilibrio MSMS iEiE i E E E Per un dato Y 1 Per Y 2 >Y 1

40 La curva LM indica tutte le coppie (Y,i) per cui i mercati finanziari sono in equilibrio LM i Y

41 La combinazione di i 1 e Y 1 garantisce lequilibrio del mercato finanziario nel punto A LM i Y A i1i1 Y1Y1

42 Punti fuori dalla LM I punti a destra della LM sono punti di eccesso di domanda di moneta I punti a destra della LM sono punti di eccesso di domanda di moneta I punti a sinistra della LM sono punti di eccesso di offerta di moneta I punti a sinistra della LM sono punti di eccesso di offerta di moneta

43 Nel punto B, si ha lo stesso tasso dinteresse che in A ma un reddito maggiore. Allora, per una data M S, M D >M S LM i Y A i1i1 Y1Y1 B Y2Y2 ED

44 Nel punto C, si ha lo stesso tasso dinteresse che in A ma un reddito inferiore. Allora per una data M S, M D

45 Spostamento della LM La curva LM è costruita per una data M S La curva LM è costruita per una data M S Se M S aumenta si crea un eccesso di offerta di moneta Se M S aumenta si crea un eccesso di offerta di moneta Il pubblico compra titoli per disfarsi della moneta in eccesso Il pubblico compra titoli per disfarsi della moneta in eccesso Il tasso dinteresse si abbassa e aumenta la domanda di moneta Il tasso dinteresse si abbassa e aumenta la domanda di moneta Il nuovo equilibrio vedrà uno stesso reddito associato con un tasso dinteresse più basso Il nuovo equilibrio vedrà uno stesso reddito associato con un tasso dinteresse più basso

46 Cosa accade alla curva LM se M S aumenta? M S dato Y i M D LM verso il basso M S dato Y i M D LM verso il basso LM i Y i1i1 i2i2 Y1Y1

47 Determinazione dellequilibrio di breve periodo Equilibrio di breve periodo delleconomia Equilibrio di breve periodo delleconomia equilibrio mercato dei beni ed equilibrio dei mercati finanziari verificati contemporaneamente equilibrio mercato dei beni ed equilibrio dei mercati finanziari verificati contemporaneamente IS e LM nello stesso diagramma IS e LM nello stesso diagramma

48 E – Equilibrio di breve periodo del sistema In E siamo sulla IS eq. mercato beni In E siamo sulla LM eq. mercati finanziari i Y E IS LM

49 i Y E IS LM i E – interesse di equilibrio e Y E – reddito di equilibrio La coppia (Y E, i E ) è lunica per cui il mercato dei beni ed i mercati finanziari sono contemporaneamente in equilibrio iEiE YEYE


Scaricare ppt "Premessa alla Lezione 6 CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI ATTESI CONCETTI DI VALORE FUTURO, VALORE ATTUALE E FLUSSI DI PAGAMENTI."

Presentazioni simili


Annunci Google