La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative Mercati finanziari e aspettative Corso di Macroeconomia (L-Z) Prof.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative Mercati finanziari e aspettative Corso di Macroeconomia (L-Z) Prof."— Transcript della presentazione:

1 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative Mercati finanziari e aspettative Corso di Macroeconomia (L-Z) Prof. Andrea Fumagalli, Università di Pavia Lezione 16

2 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1. Prezzo dei titoli e curva dei rendimenti I titoli differiscono in due aspetti: 1. rischio di insolvenza, cioè il rischio che lemittente del titolo non rimborsi lintero ammontare promesso dal titolo stesso; 2. maturità del titolo, cioè il periodo di tempo durante il quale il titolo promette di effettuare pagamenti al suo possessore. 2

3 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1. Prezzo dei titoli e curva dei rendimenti Rendimenti dei titoli a maturità breve sono chiamati tassi di interesse a breve termine Rendimenti dei titoli con maturità più lunga sono detti tassi di interesse a lungo termine 3

4 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1. Prezzo dei titoli e curva dei rendimenti La curva dei rendimenti o struttura a termine dei tassi di interesse è la relazione tra rendimento di un titolo e maturità del titolo (la parole termine è sinonimo di maturità). 4 Fig Curve dei rendimenti negli Stati Uniti, 1° novembre 2000 e 1° giugno 2001.

5 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.1. Prezzo dei titoli come valore attuale Poiché un titolo annuale è una promessa di pagamento di 100 euro lanno prossimo, il suo prezzo sarà dato da: Cioè il prezzo di un titolo annuale varia inversamente al tasso di interesse nominale. Poiché un titolo biennale è una promessa di pagamento di 100 euro tra due anni, il suo prezzo sarà: 5

6 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.2. Arbitraggio e prezzo dei titoli 6 Fig Rendimenti annui di titoli annuali e biennali.

7 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.2. Arbitraggio e prezzo dei titoli Se due titoli, uno annuale e uno biennale, offrono lo stesso rendimento atteso, si avrà: Questa equazione spiega la condizione di arbitraggio – cioè afferma che i rendimenti attesi di due attività devono essere uguali. 7

8 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.2. Arbitraggio e prezzo dei titoli Riscriveremo: Quindi il prezzo atteso per lanno prossimo di un titolo annuale sarà: E sostituendo, il prezzo di un titolo biennale: 8

9 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.3. Dal prezzo dei titoli al rendimento dei titoli Il rendimento alla scadenza di un titolo a n anni o allo stesso modo il tasso di interesse a n anni è definito come il tasso di interesse costante che uguaglia il prezzo del titolo oggi al valore attuale dei pagamenti futuri. e quindi: Si ottiene: 9

10 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.3. Dal prezzo dei titoli al rendimento dei titoli Risolvendo per i 2t, si ottiene: Questa equazione ci dice che il tasso di interesse a due anni è approssimativamente una media del tasso corrente a un anno e del tasso atteso a un anno che prevarrà lanno prossimo. 10

11 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.4. Come interpretare la curva dei rendimenti Riordinando i termini otteniamo: Quando una curva dei rendimenti è crescente, cioè quando i tassi di interesse di lungo termine sono più alti di quelli a breve termine, i mercati finanziari si aspettano maggiori tassi di interesse a breve in futuro. Quando una curva dei rendimenti è decrescente, cioè quando i tassi di interesse a lungo termine sono più bassi dei tassi di interesse a breve termine, i mercati finanziari si aspettano minori tassi di interesse a breve in futuro. 11

12 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.5. Curva dei rendimenti e attività economica 12 Fig Leconomia statunitense nel novembre Nel novembre 2000 leconomia statunitense aveva un livello di produzione superiore a quello naturale. Le previsioni indicavano un soft landing, un ritorno della produzione verso il suo livello naturale e una piccola diminuzione dei tassi di interesse.

13 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.5. Curva dei rendimenti e attività economica 13 Fig Leconomia statunitense dal novembre 2000 al giugno Dal novembre 2000 al giugno 2001 una riduzione inattesa della spesa, insieme a unespansione monetaria, ha determinato una riduzione del tasso di interesse a breve termine.

14 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 1.5. Curva dei rendimenti e attività economica 14 Fig Il sentiero atteso delleconomia statunitense nel giugno Nel giugno 2001 i mercati finanziari si aspettavano una spesa maggiore e una politica monetaria più restrittiva, che conducessero a tassi di interesse a breve più elevati nel futuro.

15 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2. Il mercato azionario e landamento del prezzo delle azioni Il finanziamento con debito, può assumere la forma di obbligazioni e di prestiti. Il prestito azionario avviene attraverso lemissione di azioni: invece di pagare importi predeterminati, come nel caso di titoli, le azioni pagano dividendi di ammontare deciso discrezionalmente dalla società. 15

16 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2. Il mercato azionario e landamento del prezzo delle azioni 16 Fig Indice azionario S&P in termini reali dal 1980.

17 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2.1. Prezzo delle azioni come valore attuale Il prezzo dellazione è uguale al valore attuale del dividendo dellanno successivo, scontato usando il tasso di interesse corrente a un anno, più il valore attuale del dividendo che verrà pagato dopo due anni, scontato usando il tasso di interesse a un anno corrente e il tasso di interesse a un anno atteso per lanno successivo, e cosi via. In termini reali: 17

18 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2.1. Prezzo delle azioni come valore attuale Il prezzo reale di unazione è il valore attuale dei dividendi reali futuri attesi, scontati usando la serie dei tassi di interesse reali attesi a un anno. Maggiori dividendi futuri attesi fanno aumentare il prezzo reale dellazione. Maggiori tassi di interesse reali a un anno – correnti e attesi – riducono il prezzo reale dellazione. 18

19 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2.2. Il mercato azionario e lattività economica 19 Fig Politica monetaria espansiva e mercato azionario. Unespansione monetaria riduce il tasso di interesse e aumenta la produzione. Quello che accade al mercato azionario dipende dal fatto che il mercato azionario anticipi lespansione monetaria oppure no.

20 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2.2. Il mercato azionario e lattività economica 20 Fig Aumento della spesa per consumi e mercato azionario. (a) Laumento della spesa per consumi determina un tasso di interesse e un livello di produzione più elevati. Quello che succede nel mercato azionario dipende dallinclinazione della curva LM e dal comportamento della Fed.

21 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2.2. Il mercato azionario e lattività economica 21 Fig Aumento della spesa per consumi e mercato azionario. (b) Se la curva LM è rigida, il tasso di interesse subisce un cospicuo aumento e la produzione aumenta poco. I prezzi azionari diminuiscono. Se la curva LM è piatta, i tassi di interesse aumentano poco, mentre la produzione aumenta in modo considerevole. I prezzi azionari aumentano.

22 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 2.2. Il mercato azionario e lattività economica 22 Fig Aumento della spesa per consumi e mercato azionario. (c) Se la Fed decide di effettuare una politica monetaria accomodante, i tassi di interesse non aumentano, al contrario della produzione. I prezzi azionari aumentano. Se invece la Fed decide di mantenere la produzione costante, aumenta il tasso di interesse, ma non la produzione. I prezzi azionari diminuiscono.

23 Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative 3. Bolle speculative e prezzo delle azioni 23 I prezzi delle azioni possono essere soggetti a bolle speculative o a mode passeggere, che causano una discrepanza tra il valore fondamentale del titolo e il suo prezzo effettivo. Le bolle sono episodi in cui gli investitori finanziari acquistano unazione a un prezzo più alto del suo valore fondamentale, anticipando di rivendere la stessa per un valore ancora più elevato in futuro. Una moda passeggera è un periodo in cui, per un eccesso di ottimismo, gli investitori finanziari sono disposti a pagare più del valore fondamentale dellazione.


Scaricare ppt "Blanchard, Macroeconomia, Il Mulino 2009 Capitolo XIV. Mercati finanziari e aspettative Mercati finanziari e aspettative Corso di Macroeconomia (L-Z) Prof."

Presentazioni simili


Annunci Google