La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof.Claudio Cacciamani “IL TRASPORTO DELLE MERCI SU GOMMA: TEMPI DI GUIDA E MANUTENZIONE DEI MEZZI. LE RESPONSABILITA'. ASPETTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof.Claudio Cacciamani “IL TRASPORTO DELLE MERCI SU GOMMA: TEMPI DI GUIDA E MANUTENZIONE DEI MEZZI. LE RESPONSABILITA'. ASPETTI."— Transcript della presentazione:

1 Prof.Claudio Cacciamani “IL TRASPORTO DELLE MERCI SU GOMMA: TEMPI DI GUIDA E MANUTENZIONE DEI MEZZI. LE RESPONSABILITA'. ASPETTI TECNICI, LEGALI ED ASSICURATIVI” Prof. Claudio Cacciamani Dipartimento di Economia Università degli Studi di Parma

2 Prof.Claudio Cacciamani La Logistica Trasporto merci Necessità fondamentale della collettività Spostamento da un luogo all’altro del territorio e in quello di altre collettività di materie prime e prodotti finiti Implicazioni Divisione del lavoro Economie di scala Generazione di vantaggi comparati Fabbisogni finanziari: just in time

3 Prof.Claudio Cacciamani Il trasporto merci: problematiche attuali Trasporto su gomma Congestione del traffico anche a livello europeo Effetti negativi su costi e tempi di trasporto Aumento del consumo di carburante Incremento di Capitale Circolante Gestione del rischio

4 Prof.Claudio Cacciamani Il trasporto merci: problematiche attuali Trasporto su gomma Forte dipendenza dai combustibili fossili Dipendenza delle tariffe alle variazioni e ai picchi del prezzo del greggio Peggioramento della bilancia dei pagamenti dovuto all’importazione dei combustibili fossili

5 Prof.Claudio Cacciamani Il trasporto merci: problematiche attuali Trasporto Inquinamento Immissioni rumorose Peggioramento delle condizioni ambientali Peggioramento dell’immagine aziendale: BILANCI SOCIALI!

6 Prof.Claudio Cacciamani Il trasporto merci: punti di forza e possibili sviluppi Trasporto Ampliamento dell’Unione Europea Accesso a mercati eterogenei Avanzamento di nuove tecniche logistiche Innovazioni tecnologiche di settore

7 Prof.Claudio Cacciamani Il trasporto merci: punti di forza e possibili sviluppi Trasporto Nascita di nuove relazioni commerciali Diversificazione delle merci trasportabili Incentivazione sulle Autorità per miglioramento delle infrastrutture Attenzione nella facilitazione degli scambi tra paesi Estensione attività fuori dell’azienda (Flottante)

8 Prof.Claudio Cacciamani Il trasporto merci: punti di forza e possibili sviluppi Trasporto Progressi tecnologici Rivoluzione nei profili organizzativi della logistica e del trasporto merci

9 Prof.Claudio Cacciamani L’approccio dell’Unione Europea 2006: Riesame del Libro Bianco del 2001 MUTAMENTO NEL CONTESTO Accelerazione della globalizzazione produttiva Scarsa sicurezza nell’approvvigionamento delle fonti energetiche Aumento del riscaldamento del pianeta Dimensioni continentali raggiunte dall’Unione Europea Soluzioni proposte

10 Prof.Claudio Cacciamani L’approccio dell’Unione Europea 2006: Riesame del Libro Bianco del 2001 SOLUZIONI PROPOSTE Ampliamento dell’orizzonte di riferimento Diversificazione nelle politiche dei trasporti Miglioramento dell’efficienza dei singoli modi di trasporto Approccio alla co-modalità Iniziative presentate

11 Prof.Claudio Cacciamani L’approccio dell’Unione Europea 2006: Riesame del Libro Bianco del 2001 INIZIATIVE PRESENTATE “Piano di azione per la logistica del trasporto merci”. Misure volte a promuovere:  Gestione delle merci e del traffico  Qualità ed efficienza sostenibili  Semplificazione delle prassi amministrative  Revisione delle norme vigenti sul carico  Riesame della direttiva 96/53/CE relativa al peso e alle dimensioni dei veicoli

12 Prof.Claudio Cacciamani L’approccio dell’Unione Europea 2006: Riesame del Libro Bianco del 2001 INIZIATIVE PRESENTATE Comunicazione su una rete ferroviaria con priorità per le merci Comunicazione sulla politica portuale europea Documento di lavoro sulle autostrade del mare

13 Prof.Claudio Cacciamani La crisi del trasporto su gomma Crisi Liberalizzazione delle tariffe Aumento dei costi del carburante Scarsi contributi governativi Scarsi investimenti in infrastrutture Mercato monopolista Scarsa efficienza nei servizi Servizi poco personalizzati Difficoltà di diversificare il business

14 Prof.Claudio Cacciamani Bilancio dei trasportatori Stato patrimonialeConto economico ATTIVO Immobilizzazioni materiali Crediti vs Clienti PASSIVO E CAPITALE NETTO Debiti vs banche Debiti vs Fornitori Capitale netto +FATTURATO -COSTI Manodopera* Ammortamenti Carbu-lubrificanti Assicurazioni Oneri finanziari/Leasing Tasse e diritti amministrativi * Differenza padroncini e grande azienda Utile (Perdita)

15 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Problema Costi fissi/Variabili? Flessibilità Realizzazione di economie di scala

16 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Monocliente Pluricliente Migliore utilizzo dei mezzi Possibilità di pianificare i servizi migliorando efficienza ed elasticità Problemi di efficienza Dipendenza del fatturato da uno o pochi clienti Servizio più personalizzato Migliore distribuzione dei rischi Migliore efficienza Personalizzazione del servizio

17 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Approvvigionamento dei fattori produttivi CARBURANTE Acquisti in autotreni da litri Acquisti direttamente in raffineria Distributori interni Acquisti in pezzature più piccole Acquisti in depositi commerciali o al distributore Risparmio di costi

18 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Approvvigionamento dei fattori produttivi MEZZI Ragione sociale (SPA, SRL) facilita le garanzie Acquisto di numerosi mezzi Ragione sociale (imprese individuali): obbligo di fornire garanzie personali Acquisti di singoli mezzi Risparmio di costi

19 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Approvvigionamento dei fattori produttivi MANODOPERA Elevato peso del costo del lavoro sul Conto Economico Pochi dipendenti o nessuno Risparmio di costi

20 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Accesso al credito Maggiore facilità di accesso al credito Condizioni contrattuali migliori Difficoltà di accesso al credito Peggiori condizioni contrattuali Rilascio di garanzie personali Minori oneri finanziari Minori garanzie prestate Miglior equilibrio finanziario

21 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Potere contrattuale nei confronti dei clienti Elevato potere contrattuale Rientro a breve dei crediti Basso potere contrattuale Pagamenti ritardati nel tempo Miglior equilibrio finanziario

22 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini? Grande ImpresaPadroncini Sicurezza e legalità Le norme che limitano le ore di guida livellano e limitano la propensione del padroncino/imprenditore a lavorare di più Il padroncino ha un livello minore di attenzione alla fiscalità

23 Prof.Claudio Cacciamani Grande impresa o padroncini: in sintesi Grande Impresa Padroncini Migliore distribuzione dei rischi Migliore efficienza Risparmio di costi di carburante e mezzi Minori oneri finanziari Minori garanzie prestate Miglior equilibrio finanziario Risparmio di costi di manodopera Minore “pressione fiscale” Maggior personalizzazione del servizio

24 Prof.Claudio Cacciamani Una possibilità per i padroncini: i consorzi Grande Impresa Consorzio di Padroncini Migliore distribuzione dei rischi Migliore efficienza Risparmio di costi di carburante e mezzi Minori oneri finanziari Minori garanzie prestate Miglior equilibrio finanziario Risparmio di costi di manodopera Maggior personalizzazione del servizio Minore “pressione fiscale”

25 Prof.Claudio Cacciamani Rischio e trasporti SERVIZIO OFFERTO VELOCITA’ TRAFFICO PRODOTTO SICUREZZA Requisito elevato. Minimizzazione dei tempi di viaggio. Salvaguardia dell’incolumità dell’utente, del lavoratore e della collettività; Conflitto: necessità di effettuare: previsioni sui rischi; prevenzione degli incidenti; pianificazioni delle situazioni di emergenza; mitigazione delle conseguenze

26 Prof.Claudio Cacciamani Importanza della copertura assicurativa Sinistro a carico del mezzo Danni al mezzo stesso Danni alla merce trasportata Danni al conducente Danni ad altre persone o cose Esborsi monetari ingenti Conseguenze penali Impossibilità di svolgere altri incarichi (Padroncini) Insoddisfazione del cliente Possibile fine dell’attività

27 Prof.Claudio Cacciamani Trasporti e assicurazione LE TIPOLOGIE DI POLIZZE Polizza a viaggio Polizza in abbonamento Polizza aperta Polizza sul fatturato industriale Polizza stock in transit

28 Prof.Claudio Cacciamani La copertura del trasportatore Rischi assicurati a) per danni e perdite materiali subiti dalle merci consegnateli per la spedizione o il trasporto b) per altre perdite economiche subite dall’avente diritto sulle merci per inadempimenti contrattuali dai quali derivi un’erronea o ritardata esecuzione delle spedizioni consegna delle merci non conforme alle istruzioni ricevute ovvero mancato ritiro dei documenti rappresentativi delle stesse mancata o erronea compilazione e/o inoltro di documenti che siano in stretta connessione con l’esecuzione di ordini di spedizione o trasporto omissioni od errori nel far valere i diritti di regresso c) i costi per l’invio all’esatta destinazione di un carico erroneamente inoltrato in luogo diverso d) i costi di rimozione, disinfezione, fumigazione e distruzione di merci a seguito di un sinistro Polizza a ombrello che opera a rischio in eccedenza a quanto l’assicurato ha altrimenti assicurato in relazione ai mezzi di trasporto, magazzini o terminal da lui gestiti.

29 Prof.Claudio Cacciamani La copertura del trasportatore Esclusioni La presente assicurazione non copre la responsabilità civile dell’assicurato derivante dalle seguenti obbligazioni assunte in base al contratto di spedizione o di trasporto: a)accettazione di responsabilità oltre i limiti previsti dalle leggi o dalle convenzioni internazionali b) emissione di polizza di carico con l’indicazione del numero di colli o altre unità di carico senza un’analoga corrispondente indicazione nella polizza di carico emessa dal vettore marittimo c) mancata o errata stipula per conto terzi di polizze contro i danni alle merci d) incasso per conto terzi delle fatture per merci con pagamento alla consegna ed assistenza nel pagamento per le merci trasportate e) imballaggio e disimballaggio f) predisposizione dei piani di carico di mezzi di trasporto per acqua e per aria g) manutenzione, pulizia e ripristino di containers, veicoli, vagoni ferroviari e altre attrezzature per trasporto e movimentazione h) incameramento di cauzioni doganali o escussione di fideiussioni prestate dall’assicurato senza che sia stata accertata una sua responsabilità nei confronti dell’avente diritto sulle merci oggetto della spedizione e trasporto effettuata dall’assicurato stesso i) infrazione alle norme emanate dalla “Federal marittime Commission” degli Stati Uniti d’America

30 Prof.Claudio Cacciamani Conclusioni Il settore dei trasporti in Italia sta entrando in crisi a causa di un mancato investimento in infrastrutture: privilegiato il trasporto tradizionale su strade sempre più congestionate dai mezzi pesanti; Il settore è caratterizzato da margini sempre più compressi e da aspettative sempre crescenti da parte dei clienti in termini di performance dei servizi; I responsabili delle aziende di trasporto devono operare per ridurre i costi e garantire servizi ad elevato valore aggiunto; Ciò sta portando ad un riallineamento del settore che vedrà sopravvivere un numero limitato di grandi operatori; I trasportatori hanno compreso che puntare solo sull’abbassamento dei prezzi non è una strategia vincente;

31 Prof.Claudio Cacciamani Conclusioni L’approccio che si sta profilando è la fornitura in modo economicamente sostenibile di servizi avanzati e completi come ritiro e consegna veloci senza danno alle merci e una più attenta assistenza ai clienti: dal trasporto alla logistica; Si stanno sviluppano orientamenti basati sulla “supply chain”che prevedono la gestione del magazzino sulla base delle esigenze del cliente: just in time, ma chi gestisce il rischio; Questi meccanismi prevedono lo spostamento rapido di un numero elevato di referenze che hanno un ciclo di vita sempre più breve; I trasportatori, quindi, devono fornire performance e servizi sempre più avanzati; In questo scenario sarà fondamentale puntare sull’implementazione e applicazione delle innovazioni dell’IT tali da semplificare le nuove sfide;

32 Prof.Claudio Cacciamani Conclusioni Il mercato del trasporto su gomma in Italia non sta attraversando un momento particolarmente fiorente; Non sembra, tuttavia, giustificabile l’investimento in modalità di trasporto differenti, visto che il trasporto su gomma ricopre l’80% del totale dei trasporti; è fondamentale, invece, puntare sull’integrazione degli operatori e sulla completezza e ampliamento del servizio che deve essere il più possibile affidabile e veloce; il trasporto più la componente di servizi è prociclico e anticiclico; Il trasporto è morto, lunga vita alla logistica…


Scaricare ppt "Prof.Claudio Cacciamani “IL TRASPORTO DELLE MERCI SU GOMMA: TEMPI DI GUIDA E MANUTENZIONE DEI MEZZI. LE RESPONSABILITA'. ASPETTI."

Presentazioni simili


Annunci Google