La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Da Filippide a Internet: l'evoluzione dei mezzi di comunicazione Fulvio Babich Dobbiaco 29 luglio 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Da Filippide a Internet: l'evoluzione dei mezzi di comunicazione Fulvio Babich Dobbiaco 29 luglio 2010."— Transcript della presentazione:

1 Da Filippide a Internet: l'evoluzione dei mezzi di comunicazione Fulvio Babich Dobbiaco 29 luglio 2010

2 Obiettivo Spiegare, anche a un pubblico non esperto del settore, i passaggi fondamentali che hanno reso possibile al giorno d'oggi (tele)comunicare praticamente sempre, ovunque e con chiunque.

3 La battaglia di Maratona 490 a.C. Ateniesi: uomini. Persiani: uomini. Eucle (o Filippide) chiese, vanamente, l’aiuto degli Spartani, percorrendo circa 250 km 2 volte in 4 giorni (da cui la Spartathlon, gara percorsa in circa 24 ore). Filippide (Pheidippides) annunciò la vittoria agli ateniesi, percorrendo i poco meno di 40 km che separano Maratona da Atene, e morì. La maratona divenne la gara simbolo delle Olimpiadi moderne, sulla distanza di 42,195 km (dal 1908; distanza dal Castello di Windsor allo Stadio Olimpico di Londra).

4 Comunicare a distanza Informazione (esito della battaglia). Sorgente di informazione: evento (battaglia). Destinatario di informazione (cittadini di Atene). Mezzo trasmissivo (strada). Segnale (Filippide: supporto materiale dell’informazione). Risorse –Banda (utilizzo condiviso del mezzo trasmissivo) –Energia Parametri –Distanza –Qualità (ritardo, errori, distorsione)

5 (Tele)comunicare Rendere possibile l’invio di informazione dalla sorgente a uno o più destinatari, sfruttando in modo efficiente le risorse a disposizione, nel rispetto dei vincoli di qualità del servizio.

6 Messaggeri –Emerodromi: Filippide –Corrieri a cavallo –Piccioni viaggiatori Tecniche ottiche –Segnali di fumo –Specchi –Bandiere Tecniche acustiche –Tamburi Tecniche di comunicazione a distanza

7 1880 “L’evoluzione tecnologica ha fatto sì che oggi le informazioni ci giungano rapidissimamente e in gran quantità, tanto da non lasciarci più il tempo di pensare.” (un ministro inglese, parlando del trasporto di messaggi mediante ferrovia)

8 L’energia elettrica Alessandro Volta: la pila elettrica (1799). Hans Christian Ørsted: il campo elettromagnetico (1820). Michael Faraday: induzione elettrica (1830). Heinrich Rudolf Hertz: onde elettromagnetiche e loro trasmissione attraverso il vuoto (radiazione elettromagnetica) (1866). James Clerk Maxwell: natura unitaria della luce e dei campi elettromagnetici (1876).

9 Velocità di propagazione Velocità del suono nell’aria: 343 m/s a 20 °C. Velocità della luce (radiazione elettromagnetica) nel vuoto: km/s. Velocità della radiazione elettromagnetica in un cavo coassiale: km/s. Ritardo con cui riceviamo la luce del sole (distanza 150 milioni di chilometri): 8 minuti.

10 Il primo passo Un nuovo segnale: il campo elettromagnetico. Modulare: far variare le caratteristiche del segnale in maniera dipendente dall’informazione che si vuole trasferire. Trasmettere: consentire la propagazione del segnale dalla sorgente al destinatario su un opportuno mezzo. Demodulare: ricostruire l’informazione in base alle caratteristiche del segnale ricevuto.

11 I mezzi trasmissivi I cavi elettrici (propagazione guidata) –1837, 1844: Telegrafo (Codice Morse) –1871, 1875 : Telefono (Meucci, Bell) Il vuoto (propagazione libera) –1895: Radiotrasmissione (Marconi) –1920: Prima stazione radio commerciale (KDKA) (Conrad) –1928: Prime stazioni TV sperimentali (W2XCW, NBC ) –1960: Comunicazioni via satellite Il vetro (propagazione guidata luce) –1966: Fibre ottiche (Charles K. Kao)

12 Informazione Analogica –Voce (funzione a valori reali del tempo) –Misura di un sensore di temperatura (funzione del tempo) –Immagine (funzioni di due variabili spaziali) –Video (funzioni del tempo e dello spazio) Numerica (digitale) –Misura di un sensore di allarme (a due valori) –Testo (alfabeto di dimensione finita) –Risultati di un programma di calcolo

13 Informazione numerica Il codice Morse. Il codice Baudot. La codifica ASCII.

14 Modulazione Analogica: far variare un parametro (ampiezza, frequenza) dell’onda elettromagnetica in modo proporzionale all’informazione che si vuole trasmettere. Numerica (digitale): il segnale trasmesso è una successione di funzioni del tempo scelte in un insieme di dimensione finita.

15 Commutazione Mettere in comunicazione due utenti –Necessità di un collegamento punto-punto fra ogni coppia di utenti (troppi collegamenti) –Soluzione: le centrali di commutazione Gli utenti sono collegati alle centrali Nelle centrali viene stabilito un collegamento fra gli utenti che intendono comunicare (commutazione di circuito). –Le prime centrali prevedevano l’utilizzo di un operatore.

16 Come evolve la commutazione Commutazione manuale (di circuito) Commutazione meccanica –dal 1899, per le sole comunicazioni locali (mentre sulle tratte internazionali rimase operativa sino al 1970 la commutazione manuale o teleselezione). Commutazione elettronica –I crossbar elettronici ( ) Commutazione numerica –Centrale digitale (1975) 1900: invenzione del diodo 1948: invenzione del transistore 1941: computer Z3 di Zuse 1945: architettura di Von Neumann

17 Evoluzione tecnologica Trasmissione numerica (informazione digitale)Trasmissione numerica Commutazione numerica Elaborazione dell’informazione Dorsale ottica (trasporto a larga banda) Rete intelligente: il supporto alla mobilità Accesso senza fili: la mobilità (accesso satellitare)Accesso senza fili: la mobilità accesso satellitare Accesso a larga banda (accesso integrato ai servizi) Trasporto integrato: Commutazione di pacchetto

18 Rete di accessoRete di trasporto Una rete unica (almeno idealmente) Rete di telecomunicazioni Obiettivo: permettere il collegamento di una sorgente di informazione (qualsiasi, fissa o mobile) con uno o più fruitori (fissi o mobili) per l’inoltro di informazione multimediale nel rispetto dei vincoli di qualità del servizio

19 Alcune considerazioni Proliferazione –Di tecniche –Di standard –Di terminali –Di servizi Obiettivi attuali (dei fornitori di servizi) –Integrazione (Triple play: telefonia+televisione+Internet) –Accesso universale (Quad play: Triple play + wireless) –Semplificazione: un solo terminale, un solo numero –Risparmio

20 Proliferazione: le cause Servizi diversi – esigenze specifiche Telefonia Radio/televisione Posta elettronica (trasmissione messaggi)Posta elettronica Accesso all’informazione (Internet: World Wide Web) Transazioni bancarie

21 Caratteristiche-requisiti (1) Telefonia –Informazione (di natura) analogica –Servizio interattivo in tempo reale (ritardo < 300 ms) –Servizio simmetrico (unicast) –Errori (distorsioni) tollerati –Contenuto informativo effettivo: moderato (banda effettiva: 20 kHz; banda fonica: 4 kHz)

22 Caratteristiche-requisiti (2) Televisione –Informazione analogica –Multimediale (sincronismo) –Servizio diffusivo in tempo (quasi) reale –Servizio unidirezionale (broadcast) –Errori (distorsioni) tollerati –Contenuto informativo effettivo molto elevato (Mbit/s-Gbit/s)

23 Caratteristiche-requisiti (3) Televideo –Informazione numerica –Servizio diffusivo in tempo differito –Servizio unidirezionale con controllo della visualizzazione –Errori non tollerati –Contenuto informativo basso (bit/s)

24 Caratteristiche-requisiti (4) Posta elettronica/Twitter/SMS –Informazione numerica –Servizio interattivo in tempo differito –Servizio simmetrico –Errori non tollerati –Contenuto informativo medio/basso –Esigenze di riservatezza

25 Caratteristiche-requisiti (5) Accesso all’informazione (WWW) –Informazione numerica –Servizio interattivo in tempo differito –Servizio asimmetrico –Errori non tollerati –Contenuto informativo medio/elevato –Trasmissione a elevata intermittenza (bursty)

26 Caratteristiche-requisiti (6) Transazioni bancarie –Informazione numerica –Servizio interattivo in tempo differito –Servizio asimmetrico –Errori non tollerati –Contenuto informativo basso –Elevati requisiti di sicurezza

27 Integrazione: alcuni problemi aperti Qualità del servizio (non garantita) –Ritardo (non delimitabile) –Errori (mezzi non affidabili: radiocomunicazione) –Jitter (sincronismo imperfetto) Sicurezza Compatibilità: affollamento spettro radioaffollamento spettro radio Diffusione ottimizzata (routing: efficienza, molteplicità di percorsi alternativi; multicasting: inoltro selettivo; cooperazione) Cognitive radio (adattarsi all’utente, all’ambiente, al sistema): dispositivi multi-standard

28 Telefonia e Internet Voice over IP (telefonia a basso costo) VoIP diventa mobile (Convergenza fisso-mobile-FMC) –IP Multimedia System (IMS) Interazione fra Internet e standard di comunicazione mobile: accesso mediante operatore radio, trasporto a pacchetto. –Unlicensed Mobile Access (UMA) Accesso radio (senza operatore) anche tramite Wi-Fi (con telefono mobile), mantenendo il numero. –Voice over LTE (Long Term Evolution) Generic Access (VoLGA) Combinazione di commutazione di circuito e commutazione di pacchetto che utilizza il protocollo per la comunicazione vocale Unlicensed Mobile Access/Generic Access Network (UMA/GAN).

29 Accesso per tutti: Wi-Fi/WiMax Superare il digital divide –Larga banda a utenti non facilmente raggiungibili mediante ADSL Migliorare la qualità del servizio –Percorsi alternativi (individualmente non affidabili) Migliorare la qualità del servizio Dorsale Wi-Max Mesh Distribuzione Wi-Fi Ad Hoc Internet

30 Uno scenario complesso WiMAX BS WiMAX RS WLAN Mesh Links

31 Applicazioni WLAN * From IEEE doc /0662r16

32 Reti mesh

33 Alcuni riferimenti bibliografici S. Haykin, M. Moher, “Introduzione alle telecomunicazioni analogiche e digitali”, Milano : CEA, A. Pattavina, Reti di telecomunicazioni, McGraw-Hill, G. L. Stuber, “Principles of mobile communication”, Kluwer Academic, J.F. Kurose, K.W. Ross, Internet e reti di calcolatori, McGraw-Hill, W. Stallings, “Data and computer communications”, 7. ed. - Upper Saddle River, Pearson Prentice Hall, W.R. Stevens, TCP IP Illustrated, Addison Wesley. W. Stallings, “Crittografia e sicurezza delle reti”, 2. ed. - Milano: McGraw-Hill, 2007.

34 Grazie


Scaricare ppt "Da Filippide a Internet: l'evoluzione dei mezzi di comunicazione Fulvio Babich Dobbiaco 29 luglio 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google