La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO STRATEGICO REGIONALE PER LA RICERCA SCIENTIFICA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L’INNOVAZIONE 2008-10 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO STRATEGICO REGIONALE PER LA RICERCA SCIENTIFICA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L’INNOVAZIONE 2008-10 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO."— Transcript della presentazione:

1 PIANO STRATEGICO REGIONALE PER LA RICERCA SCIENTIFICA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L’INNOVAZIONE BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI ATTIVITA’ DI RICERCA INDUSTRIALE, SVILUPPO SPERIMENTALE, INNOVAZIONE E DIFFUSIONE DEL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO DGR 4222 DEL 30/12/2008 PUBBLICATA SUL BUR VENETO N°12 DEL 06/02/2009

2 PRINCIPI INFORMATORI DEL PIANO Rafforzare e coordinare la ricerca scientifica applicataRafforzare e coordinare la ricerca scientifica applicata Migliorare e diffondere il trasferimento tecnologicoMigliorare e diffondere il trasferimento tecnologico Migliorare la competitività e l’innovazione del sistema produttivo tradizionaleMigliorare la competitività e l’innovazione del sistema produttivo tradizionale Incrementare il ricorso alla brevettazioneIncrementare il ricorso alla brevettazione Valorizzare e favorire le collaborazioni internazionaliValorizzare e favorire le collaborazioni internazionali Favorire la nuova imprenditoria e sviluppare poli di innovazioneFavorire la nuova imprenditoria e sviluppare poli di innovazione Aumentare la quota degli investimenti in ricerca e sviluppoAumentare la quota degli investimenti in ricerca e sviluppo Contribuire alla qualificazione della formazione delle risorse umaneContribuire alla qualificazione della formazione delle risorse umane Promuovere azioni innovative a favore della pubblica amministrazionePromuovere azioni innovative a favore della pubblica amministrazione

3 LINEE DI INTERVENTO DEL PIANO 1.Sostegno alla ricerca industriale e sviluppo sperimentale 2.Sostegno all’innovazione 3.Diffusione del trasferimento tecnologico 4.Sostegno ai diritti di proprietà industriale delle PMI 5.Valorizzazione delle collaborazioni internazionali 6.Sviluppo di nuova imprenditorialità in settori ad elevato contenuto tecnologico 7.Sviluppo di poli di innovazione 8.Attrazione e qualificazione delle risorse umane e messa a disposizione di personale altamente qualificato 9.Promozione di azioni innovative a favore della PA

4 BANDO INDICE ART. 1 FINALITA’ ART. 2 INTERVENTI FINANZIABILI, DOTAZIONE FINANZIARIA E RISERVA DI FONDI ART. 3 SOGGETTI AMMISSIBILI ART. 4 COSTI AMMISSIBILI ART. 5 TIPOLOGIA E INTENSITA’ DI AIUTO ART. 6 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE ART. 7 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI CUI ALL’ART. 2, co. 2 AZIONI VI, VII, VIII E X – Presentazione in unica fase ART. 8 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI CUI ALL’ART. 2, co. 2 AZIONI I, II, III, IV, V E IX – Presentazione in due fasi ART. 9 VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE ART. 10 SVOLGIMENTO DEL PROGETTO, VARIAZIONI E RELATIVI OBBLIGHI ART. 11 RENDICONTAZIONE DELLE SPESE E DELLE ATTIVITA’ ART. 12 EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI ART. 13 MONITORAGGIO E CONTROLLI ART. 14 REVOCA DEI CONTRIBUTI E RINUNCE Modulistica e informazioni:

5 FINALITA’ DEL BANDO Concedere agevolazioni per attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, innovazione, trasferimento tecnologico, formazione e utilizzazione di risorse umane qualificateConcedere agevolazioni per attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, innovazione, trasferimento tecnologico, formazione e utilizzazione di risorse umane qualificate Sviluppare tecnologie, prodotti, e processi innovativi a beneficio delle impreseSviluppare tecnologie, prodotti, e processi innovativi a beneficio delle imprese Favorire interventi volti a migliorare la competitività delle imprese e favorire la nascita di nuove imprese in possesso o in grado di conseguire elevate conoscenzeFavorire interventi volti a migliorare la competitività delle imprese e favorire la nascita di nuove imprese in possesso o in grado di conseguire elevate conoscenze Sostenere l’incremento di efficienza e competitività delle imprese regionali operanti nei settori maturi e avanzatiSostenere l’incremento di efficienza e competitività delle imprese regionali operanti nei settori maturi e avanzati

6 INTERVENTI FINANZIABILI I) progetti di ricerca industriale in house: ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze da utilizzare per mettere a punto prodotti, processi o servizi o permetterne un notevole miglioramento II) progetti di ricerca industriale in affidamento esterno: ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze da utilizzare per mettere a punto prodotti, processi o servizi o permetterne un notevole miglioramento III) progetti di sviluppo sperimentale in house: acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale e altro, allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi, servizi nuovi, modificati o migliorati IV) progetti di sviluppo sperimentale in affidamento esterno: acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale e altro, allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi, servizi nuovi, modificati o migliorati

7 INTERVENTI FINANZIABILI V) formazione specifica: di ricercatori e tecnici per la trasmissione di insegnamenti direttamente e prevalentemente applicabili alla posizione attuale o futura del dipendente presso l’impresa, tale da conferire qualifiche non trasferibili ad altre imprese o settori di occupazione VI) trasferimento tecnologico: mediante acquisizione di nuove conoscenze VII) studi di fattibilità tecnica preliminari ad attività di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale VIII) studi di fattibilità per la definizione di piani di innovazione strategica IX) attività connesse alla concessione e al riconoscimento di brevetti e altri diritti di proprietà industriale X) sostegno alla start up d’impresa o allo spin-off accademico operanti in settori o mediante processi o per la produzione di prodotti e servizi ad alto contenuto di conoscenza

8 INTERVENTI SINGOLI O COMBINATI X= abbinamento non possibile A= azioni accessibili in abbinamento S= azioni accessibili solo singolarmente IIIIIIIVVVIVIIVIIIIXX IAXAXA entro 5% XXXAX IIXAXAA entro 5% XXXAX IIIAXAXA entro 5% XXXAX IVXAXAA entro 5% XXXAX V A entro 5% XXXXX VIXXXXXSXXXX VIIXXXXXXSXXX VIIIXXXXXXXSXX IXAAAAXXXXAX XXXXXXXXXXS

9 INTERVENTI FINANZIABILI Che non siano iniziati prima della presentazione della domanda Che si concludano entro 26 mesi dalla pubblicazione sul BUR del provvedimento di ammissione al contributo Che rispondano strettamente agli obiettivi del Piano (L.R 18/05/2007 n.9) e che vedano una diretta partecipazione delle aziende (non mero subappalto)

10 DOTAZIONE DISPONIBILE euro per il bando di euro competenza per le azioni VI,VII, VIII, X per le azioni I, II, III, IV,V, IX I progetti nei settori nanotecnologie e nanoscienze saranno complessivamente finanziati entro un limite di di euro I progetti nei settori biotecnologie, scienze della vita e agro-food saranno complessivamente finanziati entro un limite di di euro

11 SOGGETTI AMMISSIBILI Azioni I, II, III, IV e V Grandi, piccole e medie imprese in forma singola (anche consortile) o associata (RTI); Azioni VI, VIII, XI e X Piccole e medie imprese, così come definite nell’allegato 1 al Regolamento (CE) 800/2008; Azione VII Piccole e medie imprese in forma singola (anche consortile) o associata (RTI); I soggetti richiedenti devono rientrante esclusivamente nei seguenti settori (ATECO 2007): − C Attività Manifatturiere; − D Fornitura di Energia elettrica, Gas, Vapore e Aria condizionata; − E Fornitura di Acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento; − F costruzioni; − H Trasporto e Magazzinaggio, con l’esclusione del Trasporti di merci su strada e servizi di trasloco (cod. ATECO ); − J Servizi di informazione e comunicazione; − M Attività professionali, scientifiche e tecniche, con l’esclusione della categoria 69 (Attività legali e contabili)

12 SOGGETTI AMMISSIBILI Università e organismi di ricerca pubblici con sede in Veneto, senza limitazioni di settore Organismi di ricerca pubblici o privati accreditati presso il MIUR o previsti dalla L.R. n. 36/1995, la cui finalità principale consiste nello svolgere attività di ricerca di base, di ricerca industriale o sviluppo sperimentale e nel diffondere i risultati mediante l’insegnamento, la pubblicazione o il trasferimento tecnologico; i cui utili sono interamente reinvestiti nelle attività di ricerca, nella diffusione dei risultati e nell’insegnamento In qualità di proponenti (una sola richiesta di sovvenzione per proponente) o fornitori (senza limite)

13

14 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE Azioni VI, VII, VIII e X : In un’unica fase Azioni I, II, III, IV, V e IX: In due fasi: pre-proposal full-proposal entro 50 giorni dalla pubblicazione degli esiti della prima fase full-proposal entro 50 giorni dalla pubblicazione degli esiti della prima fase Invio: tramite raccomandata A/R dell’originale cartaceo più copia DVD o CD- Rom Scadenza: 9 marzo per i progetti in due fasi, 7 aprile per i progetti in un’unica fase Modulistica: pubblicata sul sito dell’ente gestore con sezione di prevalutazione per un punteggio massimo di 6 punti secondo i criteri stabiliti nel Piano Strategico

15

16 LR 9/2007 – Bando 2008 – Presentazione in una unica fase Prevalutazione a)domanda in cui figurano - in qualità di fornitori - organismi di ricerca pubblici o privati accreditati presso il MIUR o previsti nella L.R. n. 36/ Punti 1 b)maggiore autonomia finanziaria (minore sovvenzione richiesta rispetto a quanto spettante). Per ogni punto percentuale di riduzione richiesta rispetto al contributo teorico spettante calcolato in valore - Punti 0,1 (max. 1,5 punti) c)tutela delle pari opportunità uomo/donna. Per ogni consulente di genere femminile impegnata nel progetto come documentato dalla relazione progettuale e supportato da adeguato curriculum - Punti 0,1 (max 1 punti) d)impegno ad assumere – ai fini della realizzazione del progetto – ricercatori e\o personale altamente qualificato (anche con contratti a termine legati alla durata del progetto) - Punti 1,5 e)impegno a sostenere/finanziare dottorati di ricerca o assegnisti di ricerca con Università Venete per attività di ricerca direttamente collegate con il progetti – Punti 1

17 LR 9/2007 – Bando 2008 – Presentazione in due fasi Prevalutazione a)domanda proposta da un RTI composto da un numero di piccole imprese uguale o maggiore di 3 - Punti 0,75 b)domanda in cui figurano - in qualità di fornitori - organismi di ricerca pubblici o privati accreditati presso il MIUR o previsti nella L.R. n. 36/ Punti 0,5 c)domanda proposta da un RTI al cui interno figura la partecipazione di almeno una grande impresa - Punti 0,75 d)maggiore autonomia finanziaria (minore sovvenzione richiesta rispetto a quanto spettante). Per ogni punto percentuale di riduzione richiesta rispetto al contributo teorico spettante calcolato in valore - Punti 0,1 (max. 1 punti) e)progetto articolato su più azioni - Punti 0,5 f)tutela delle pari opportunità uomo/donna. Per ogni dipendente o consulente di genere femminile impegnata nel progetto come documentato dalla relazione progettuale e supportato da adeguato curriculum - Punti 0,1 (max 1 punti) g)impegno ad assumere – ai fini della realizzazione del progetto – ricercatori e\o personale altamente qualificato (anche con contratti a termine legati alla durata del progetto) - Punti 1 h)impegno a sostenere/finanziare dottorati di ricerca o assegnisti di ricerca con Università Venete per attività di ricerca direttamente collegate con il Progetto - Punti 0,5

18 VALUTAZIONE Valutazione ammissibilità formale: interna Domanda trasmessa nei tempi previsti Domanda trasmessa nei tempi previsti Soggetto richiedente con requisiti richiesti dal bando Soggetto richiedente con requisiti richiesti dal bando Progetto proposto unico Progetto proposto unico Pertinenza del progetto alle azioni del bando Pertinenza del progetto alle azioni del bando Valutazione ammissibilità sostanziale: esperti esterni* Qualità e idoneità delle strutture di ricerca rispetto ai risultati proposti Qualità e idoneità delle strutture di ricerca rispetto ai risultati proposti Potenzialità dei risultati conseguiti per la costituzione di nuove imprese Potenzialità dei risultati conseguiti per la costituzione di nuove imprese Grado di innovatività del progetto Grado di innovatività del progetto Grado di prevenzione e sostenibilità ambientale, con particolare riguardo al consumo energetico Grado di prevenzione e sostenibilità ambientale, con particolare riguardo al consumo energetico Misurabilità degli indicatori di risultato e impatto Misurabilità degli indicatori di risultato e impatto Chiarezza espositiva e completezza Chiarezza espositiva e completezza Valutazione dei criteri di pre-valutazione Buono 2 punti Buono 2 punti Sufficiente 1 punto Sufficiente 1 punto Scarso o non pertinente 0 punti Scarso o non pertinente 0 punti Soggetti iscritti agli albi valutatori del MIUR e tra i componenti delle Commissioni diSoggetti iscritti agli albi valutatori del MIUR e tra i componenti delle Commissioni di valutazione e controllo già istituite con provvedimenti regionali valutazione e controllo già istituite con provvedimenti regionali

19 INFORMAZIONI E MODULISTICA CONFINDUSTRIA VENETO SIAV CRACA CENTRO API SERVIZI EQUIPE CNA VENETO INNOVAZIONE


Scaricare ppt "PIANO STRATEGICO REGIONALE PER LA RICERCA SCIENTIFICA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L’INNOVAZIONE 2008-10 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO."

Presentazioni simili


Annunci Google