La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Capitolo 3 La misura.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Capitolo 3 La misura."— Transcript della presentazione:

1 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Capitolo 3 La misura

2 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Gli strumenti

3 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 La portata La portata di uno strumento è il più grande valore della grandezza che lo strumento può misurare.

4 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 La sensibilità La sensibilità di uno strumento è il più piccolo valore della grandezza che lo strumento può distinguere.

5 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 La prontezza La prontezza di uno strumento indica la rapidità con cui esso risponde a una variazione della quantità da misurare.

6 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 L’incertezza delle misure È impossibile fare una misura esatta: a ogni misura è associata un’incertezza, che può essere più o meno grande. Sensibilità limitata degli strumenti Errori nella misura

7 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 L’incertezza dello strumento

8 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Errori casuali Gli errori casuali variano in modo imprevedibile da una misura all’altra e influenzano il risultato qualche volta per eccesso, qualche altra volta per difetto.

9 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Errori sistematici Gli errori sistematici avvengono sempre nello stesso senso: o sempre per eccesso, o sempre per difetto.

10 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Il valore medio

11 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 L’errore massimo

12 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Il risultato della misura Il risultato di una misura si esprime scrivendo il valore medio più o meno l’incertezza: valore medio ± incertezza Si può assumere come incertezza il più grande tra l’errore massimo e la sensibilità dello strumento.

13 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Qual è la misura più precisa?

14 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 L’incertezza relativa La misura della massa dell’automobile è più precisa, anche se ha un’incertezza più grande. L’incertezza relativa è il rapporto tra l’incertezza e il valore medio:

15 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Incertezza relativa percentuale L’incertezza relativa percentuale è l’incertezza relativa espressa in forma percentuale: incertezza relativa percentuale = (incertezza relativa x 100)%

16 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 L’incertezza delle misure indirette

17 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Le cifre significative Le cifre significative di una misura sono le cifre certe e la prima cifra incerta.

18 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 L’arrotondamento Se la prima cifra che si cancella è 0, 1, 2, 3, 4, si lascia uguale la cifra che la precede. 3,143,1 Se la prima cifra che si cancella è 5, 6, 7, 8, 9, si aumenta di un’unità la cifra che la precede. 63,073463,1 Se l’arrotondamento è prima della virgola, le cifre che si cancellano vanno sostituite con degli zeri.

19 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Addizione e sottrazione di misure Tutte le misure vanno arrotondate alla cifra incerta della misura con l’incertezza più grande e poi sommate o sottratte: 31,9 m + 23 m + 4,7354 m = 32 m + 23 m + 5 m = 60 m

20 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Moltiplicazione e divisione di misure Moltiplicazione e divisione di una misura per un numero Il risultato deve avere le stesse cifre significative della misura: Moltiplicazione e divisione di misure Il risultato deve avere lo stesso numero di cifre significative della misura meno precisa:

21 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 La notazione scientifica

22 Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 L’ordine di grandezza L’ordine di grandezza di un numero è la potenza di 10 che più si avvicina a quel numero. Bologna - Milano 210 km = 2,1 x 10 2 km. L’ordine di grandezza è 10 2 km. Bari - Milano 880 km = 8,8 x 10 2 km. L’ordine di grandezza è 10 3 km.


Scaricare ppt "Amaldi, L’Amaldi 2.0 © Zanichelli editore 2010 Capitolo 3 La misura."

Presentazioni simili


Annunci Google