La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti."— Transcript della presentazione:

1 Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti per l’apprendimento” IL PERSONALE INTERNO ED ESTERNO 1

2 Procedure di selezione del personale Nel rispetto dell'imparzialità dell'amministrazione previsto dall'Art. 97 della Costituzione Italiana, il Dirigente scolastico deve mettere in essere un modus operandi che, attraverso procedure di trasparenza e pubblicità, permettano di confrontare titoli, competenze, esperienze e capacità degli aspiranti agli incarichi. Tale procedura è finalizzata anche a garantire agli studenti la migliore qualità possibile della formazione richiesta.

3 Incarichi Gli incarichi devono derivare per tutte le persone (esterne o interne all’Amministrazione) dal rispetto dei criteri indicati dagli OOCC della scuola (D.I. 44/2001, artt. 33 e 40), dalla valutazione comparativa dei curricoli - che andranno conservati agli atti - e da una trasparente motivazione delle scelte operate.

4 Norme previste dal D.I. 44/2001 Per l'individuazione delle risorse umane (esperti, tutor, Referente valutazione e facilitatore), devono essere seguite le norme previste dal D.I. 44/2001 art. 33 punto 2) "Interventi del Consiglio di istituto nell'attività negoziale" e 40 che prevedono sempre il coinvolgimento degli Organi Collegiali. Art. 33 (Interventi Consiglio di istituto nell’attività negoziale) Omissis… 2. Al Consiglio di istituto spettano le deliberazioni relative alla determinazione dei criteri e dei limiti per lo svolgimento, da parte del dirigente, delle seguenti attività negoziali: … omissis g - contratti di prestazione d’opera con esperti per particolari attività ed insegnamenti;

5 Norme previste dal D.I. 44/2001 Art (Contratti di prestazione d’opera) 1. La istituzione scolastica può stipulare contratti di prestazione d’opera con esperti per particolari attività ed insegnamenti, al fine di garantire l’arricchimento dell’offerta formativa, nonché la realizzazione di specifici programmi di ricerca e di sperimentazione. 2. Il Consiglio di Istituto, sentito il Collegio dei docenti, disciplina nel regolamento di istituto le procedure e i criteri di scelta del contraente, al fine di garantire la qualità della prestazione, nonché il limite massimo dei compensi attribuibili in relazione al tipo di attività e all'impegno professionale richiesto.

6 Selezione personale impegnato nei progetti 6 SelezioneIncompatibilità DSIndividuazione direttaesperto e tutor nucleo valutazione USR DSGAIndividuazione direttaesperto e tutor (tranne B9) Se tutor no tutor obiettivo GOP ATAall’interno della segreteriaTutor (tranne B9) Referente Valutazione all’interno della scuolaEsperto Se tutor no tutor obiettivo GOP Facilitatoreall’interno della scuolaEsperto Se tutor no tutor obiettivo GOP Tutorall’interno della scuolaEsperto stesso modulo EspertoBando evidenza pubblicaTutor stesso modulo CollaudatoreNominato da DSProgettazione, direzione, gestione ed esecuzione

7 Avvisi per la selezione del personale interno Il Dirigente Scolastico porterà a conoscenza di tutte le componenti scolastiche l’avvenuta autorizzazione del Piano. Il Dirigente Scolastico inviterà i docenti disponibili ad assumere gli incarichi previsti dal Piano (facilitatore, referente per la valutazione e tutor) a presentare la propria candidatura allegando il proprio curriculum vita

8 Reclutamento del personale In tutti i casi gli esperti, sia esterni che interni all’Amministrazione Scolastica, dovranno essere sempre reclutati in base a procedure di selezione di evidenza pubblica e in base a criteri di qualificazione professionale. Il reclutamento degli esperti sarà effettuato sulla base del possesso delle competenze, sia accademiche che professionali previste ed esplicitamente dichiarate.

9 Procedure di selezione FAQ 13/12/2013 Con riferimento al personale interno della Scuola (ATA, Tutor, etc.), si deve necessariamente procedere alla selezione conformemente a quanto previsto nel regolamento di Istituto; Si ritiene congrua la produzione di una circolare interna rivolta a tutti i docenti e non della Scuola con la quale si richiede la disponibilità a partecipare al progetto. Si rende necessario inoltre mantenere nel fascicolo di progetto copia della predetta circolare interna.

10 Pubblicità FAQ 13/12/2013 Gli esperti formatori devono essere selezionati attraverso un bando di selezione ad evidenza pubblica, almeno pubblicato sul sito internet e sull’albo della Scuola, nonché si auspica sul sito internet dell’Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale. Si rende necessario mantenere agli atti l’evidenza della pubblicità effettuata ed in particolare della pubblicazione sul sito della Scuola e dell’USR.

11 Bandi - FAQ 13/12/2013 Le procedure di selezione devono garantire la qualità della prestazione, nel rispetto dei principi di economicità, efficacia e correttezza, nonché dei principi di imparzialità, parità di trattamento, proporzionalità, trasparenza. I criteri di selezione devono essere previsti nel regolamento di Istituto. Risulta necessario stabilire a priori nel bando/circolare: l'oggetto dell'incarico; i requisiti di ammissibilità per la ricezione delle candidature (es. Diploma/Laurea, la data e il luogo consenga, etc); i criteri di valutazione con la relativa ponderazione dei punteggi attribuibili per ciascun criterio (i criteri devono essere deliberati dagli Organi Collegiali e non dal GOP, devono essere congrui, trasparenti e non discriminatori; ad es. il criterio “precedenti esperienze nei progetti PON” non può essere adottato come criterio di valutazione poiché sarebbe discriminatorio, potrebbe essere invece usato come requisito di ammissibilità qualora non eccessivamente restrittivo). tipologia di incarico da affidare, l’impegno orario previsto nonché il compenso orario che verrà corrisposto per la prestazione.

12 Adempimenti amministrativi FAQ 13/12/2013 Risulta necessario procedere ad una adeguata verbalizzazione di tutte le attività di valutazione poste in essere (es. convocazioni, esclusioni, scorrimento delle graduatorie, attribuzione dei punteggi, rinvio dei termini, nomine sia onerose che gratuite) ed in particolare, oltre a protocollare sia in ingresso che in uscita qualsiasi documento ricevuto/realizzato, si dovranno: mantenere agli atti tutte le candidature presentate sia nei termini che non, e procedere a descrivere sia i motivi delle eventuali esclusioni che di tutte le valutazioni di volta in volta effettuate; produrre un prospetto comparativo dei punteggi attribuiti per ciascun candidato; produrre una graduatoria di merito, sia provvisoria che definitiva, da pubblicare con protocollo sul sito della Scuola, all’albo, etc. verbalizzare e mantenere agli atti qualsiasi richiesta di chiarimento e/o quesito e/o ricorso proposto nei confronti della Scuola con gli esiti delle analisi effettuate.

13 Incarichi Prima dell’inizio delle attività, è necessario sottoscrivere incarichi formali con quanti (esperti, docenti, tutor, personale amministrativo, aziende sede di stage formativi, ecc.) siano coinvolti a qualsiasi titolo nell’attuazione del Piano Integrato.

14 Contenuto degli incarichi Gli incarichi - che assumono la forma di scrittura privata (o di incarico professionale) - devono essere sottoscritti dal soggetto interessato, e dovranno prevedere le seguenti voci: Obiettivo/azione/Progetto del Piano Integrato di Istituto; specificazione del know-how di cui la specifica risorsa umana coinvolta nel progetto (esperto Facilitatore, Referente per la valutazione e Tutor) è portatrice in relazione alle necessità dell’Istituto nell’ambito di uno o più interventi; tipologia dell’incarico (docenza, tutoraggio, ecc.); stage, realizzazione di materiale didattico; N. ore, costo orario onnicomprensivo (al netto di Iva ed al lordo, ove ricorra il caso, delle altre trattenute fiscali e previdenziali per ogni ora di “servizio prestato”), e modalità di pagamento

15 Indicazioni delle “Disposizioni” MIUR: Per tutte le azioni dell’obiettivo F è obbligatorio il reclutamento di esperti esterni (salvo specifiche eccezioni previste dalle disposizioni MIUR) Per l’azione B1 Comunicazione in lingua straniera e C1 Percorso formativo competenza nelle lingue straniere, dovrà essere data priorità agli esperti di madrelingua 15

16 Deleghe di attività Fatta salva la regola generale per cui ogni forma di delega dell’attività formativa è vietata, in rapporto alle caratteristiche proprie delle azioni B (personale della scuola) e C1 e D1 lingue straniere) è possibile stipulare convenzioni con strutture riconosciute e specializzate come Università, Istituti di ricerca, … (B); Istituti linguistici accreditati per la certificazione delle competenze, ….. (C1-D1), a condizione che la convenzione riguardi: esclusivamente l’area formativa, esperti madrelingua, certificazione competenze linguistiche. In questo caso l’Istituto linguistico produrrà i CV di più esperti tra cui la scuola potrà effettuare la comparazione e la scelta. 16

17 II parte Formez 17

18 Esperti 18 Formez Proveni enza IncaricoCompensi e massimali CostiRendicontazio ne Esperto/ Esterno al mondo della scuola professionis ta con PI, collaborator e occasionale, “mini cococo” € 80,00 comprensiv o di tutti gli oneri La fattura indica n.ore x 80,00€ max omnicomprensivo. Costo totale comprende tutte le voci e le ritenute previste. IVA – IRPEF- INPS (se >5.000,00 €) Area formativa, compenso e oneri Esperto/ Docente Interno al mondo della scuola Lavoro autonomo di natura occasionale € 80,00 comprensiv o di tutti gli oneri La fattura (o notula o nota di debito) indica n. di ore x 80,00€ max omnicomprensivo. Costo totale comprende tutte le voci e le ritenute previste. IVA – IRPEF- INPS (se >5.000,00 €) Area formativa, compenso e oneri

19 Personale reclutato all’interno della scuola 19 Formez Proveni enza IncaricoCompensi e massimali CostiRendicontazio ne TutorOre in più liquidate ad un dipendente € 30,00 omnicompre nsivo di tutti gli oneri Il costo di 30,00 euro/h comprende l’importo orario, l’IRAP e Irpef - NO contr. previd (cedolino) Area formativa, compenso e oneri Facilitat ore, Valutator e, Ore in più liquidate ad un dipendente (importo max derivante dal 4%) € 41,32 (partecipazio ne al GOP) comprensivo di tutti gli oneri Il costo ( partecipazione al GOP) va calcolato n. h x 41,32 euro/h comprende l’importo orario, IRAP e l’Irpef - NO contr. previd (cedolino) Area specifica compenso e oneri

20 DS 20 Formez Provenie nza IncaricoCompensi e massimali CostiRendicontazione DS per GOP Ore in più liquidate ad un dipendente (Sempre entro l’importo massimo derivante dalla percentuale del 5%) € 41,32/hIl costo per la partecipazione al GOP va calcolato: n. h x 41,32 incrementato delle ritenute a carico dell’Amministrazione. Le ritenute a carico dell’Amministrazione vanno imputate nella voce “oneri” dell’Area Organizzativo – gestionale Area specifica: compensi e oneri collaboratore; Area organizzativo/ gestionale oneri scuola DS per Direzion e e coordina mento Ore in più liquidate ad un dipendente (Sempre entro l’importo massimo derivante dalla percentuale 5%) € 80,00 comprensivo degli oneri a carico dell’Amministr azione oneri previdenziali e IRAP Importo orario che comprende tutte le voci e le ritenute previste, anche quelle a carico dell’Amministrazione SI contr. previdenziali. Area specifica compenso e oneri collaboratore

21 DSGA 21 Formez Provenie nza IncaricoCompensi e massimali CostiRendicontazione DSGA per GOP Ore in più liquidate ad un dipendente (Sempre entro l’importo massimo derivante dalla percentuale del 4%) € 41,32/h Il costo per la partecipazione al GOP va calcolato: n. h x 41,32 incrementato delle ritenute a carico dell’Amministrazione. Le ritenute a carico dell’Amministrazione vanno imputate nella voce “oneri” dell’Area organizzativo - gestionale Area specifica compenso e oneri Area organizzativo/ gestionale oneri scuola DSGA per coordina mento Ore in più liquidate ad un dipendente (Sempre entro l’importo massimo derivante dalla percentuale del 4%) € 18,50 (tab 6) + IRAP + oneri previdenziali a carico scuola - importo orario incrementato delle ritenute a carico dell’Amministrazione. Le ritenute a carico dell’Amministrazione vanno imputate nella voce “oneri” dell’Area Organizzativo - gestionale + IRAP (Irpef aliquota marginale) SI contr. previdenziali. Area specifica compenso e oneri collaboratore Area organizzativo/ gestionale oneri scuola

22 ATA 22 Formez Proveni enza IncaricoCompensi e massimali CostiRendicontazio ne Persona le ATA Ore in più liquidate ad un dipendente Vedi tab 6 + Irap + oneri previdenzi ali a carico scuola - importo orario incrementato delle ritenute a carico dell’Amministrazione. Le ritenute a carico dell’Amministrazione vanno imputate nella voce “oneri” dell’Area Organizzativo - gestionale SI contr. previdenziali. Area specifica compenso e oneri collaboratore Area organizzativo/ gestionale oneri scuola

23 Punti di attenzione in fase di controllo 1/2  Esistenza di una procedura evidenza pubblica per il reclutamento del personale;  Presenza lettera di incarico/contratto con indicato il contenuto della prestazione, il numero di ore e il compenso pattuito (non sono ammissibili costi forfettari);  Documentazione attività (registro didattico, time card, verbali, materiali prodotti, ecc.);  Autorizzazione per incarichi a dipendenti pubblici;  Presenza curriculum vitae;  Verifica eventuali incompatibilità; 23

24 Punti di attenzione in fase di controllo 2/2  Attività riferite a prestazioni svolte nell’ambito del progetto sia temporalmente che per i suoi contenuti;  Rispetto massimali costi previsti in relazione alle funzioni affidate e all’esperienza professionale maturata (compresi oneri previdenziali);  Esposti con documentazione valida dal punto di vista contabile e fiscale;  Effettivamente liquidati. 24

25 Personale impegnato nei progetti 25 Irregolarità più frequenti DS, DSGA ATA Verbali riunioni GOP mancanti di numerazione, orari, odg, descrizione lavoro svolto, firme, data precedente avvio piano Mancanza lettera di accettazione/lettera d’incarico Referente Valutazione Facilitatore Tutor Assenza circolare interna Criteri di valutazione non espliciti Lettere d’incaico carenti Registri didattici incompleti Verbali GOP EspertoCriteri valutazione bandi non espliciti Carenza pubblicazione bando Lettere d’incaico carenti Registri didattici incompleti Verbali GOP CollaudatoreVerbali collaudo non firmati Mancanza elementi fondamentali nel verbale( data, orario, descrizione beni e quantità, soggetti presenti, etc.)

26 Altre criticità ore difformi rispetto all’incarico mancanza autorizzazione a dipendenti pubblici attività fatturata come società anziché come professionista attività non documentata competenza versamento oneri previdenziali e fiscali …………………………………………… 26

27 Grazie 27


Scaricare ppt "Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti."

Presentazioni simili


Annunci Google