La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BANDI E FINANZIAMENTI 2011 1 15 ottobre 2011. 2 PREMESSA La Regione Lazio e primari Enti/Istituzioni nazionali sostengono, attraverso finanziamenti e.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BANDI E FINANZIAMENTI 2011 1 15 ottobre 2011. 2 PREMESSA La Regione Lazio e primari Enti/Istituzioni nazionali sostengono, attraverso finanziamenti e."— Transcript della presentazione:

1 BANDI E FINANZIAMENTI ottobre 2011

2 2 PREMESSA La Regione Lazio e primari Enti/Istituzioni nazionali sostengono, attraverso finanziamenti e concessioni di garanzie, lo sviluppo di iniziative imprenditoriali  Pianificazione, sviluppo, tutorship, analisi e rendicontazione del progetto rappresentano le fasi del pacchetto “chiavi in mano” messo a disposizione da PHAROS CONSULENZA per il “gruppo” e per le aziende amiche  Offrire sostegno e risposte concrete al bisogno di fare e migliorare l’impresa è il nostro impegno costante

3 3 BANDI E FINANZIAMENTI SUGGERITI 1.Autoimprenditorialità – Produzione di beni e servizi alle imprese (Invitalia) 2.Seed & Start up capital (Regione Lazio) 3.Fondo POR I.3 – PMI (Regione Lazio) 4.Fondo POR I.3 – Coinvestitori (Regione Lazio) 5.Sostegno alla ricerca scientifica e tecnologica (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca)

4 4 1.Autoimprenditorialità – Produzione di beni e servizi alle imprese (Invitalia) CARATTERISTICHE DEL BANDO Attraverso l’autoimprenditorialità ed in base al D. Lgs. 185/2000, si promuove la creazione di nuove imprese o l’ampliamento di imprese già esistenti, nelle seguenti attività:  produzione di beni nei settori dell’agricoltura, dell’industria e dell’artigianato,  fornitura di servizi alle imprese.

5 5 1.Autoimprenditorialità – Produzione di beni e servizi alle imprese (Invitalia) BENEFICIARI Le agevolazioni finanziarie sono rivolte:  alla creazione di nuove imprese, che siano composte in maggioranza da giovani tra i 18 ed i 35 anni;  all’ampliamento di imprese già esistenti, società o cooperative, che abbiano avviato la loro attività almeno 3 anni prima della presentazione della domanda.

6 1.Autoimprenditorialità – Produzione di beni e servizi alle imprese (Invitalia) AMMONTARE DEL CONTRIBUTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO Le agevolazioni finanziarie previste riguardano:  gli investimenti;  le spese di gestione;  la formazione. 6

7 1. Autoimprenditorialità – Produzione di beni e servizi alle imprese (Invitalia) PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Per accedere alle agevolazioni occorre presentare apposita domanda ed allegare il piano d’impresa (business plan) che descriva la validità tecnica, economica e finanziaria dell’iniziativa che si desidera intraprendere. 7

8 8 2. Seed & Start up capital (Regione Lazio) CARATTERISTICHE DEL BANDO La finalità del presente bando è quella di sostenere le imprese in fase di seed capital e di start up capital attraverso l’erogazione di contributi per favorire misure di sostegno alle PMI della Regione Lazio sia nella loro fase di crescita che in quella del loro primo sviluppo.

9 9 2. Seed & Start up capital (Regione Lazio) BENEFICIARI Le agevolazioni sono destinate a PMI costituite nella forma di società di capitali, con un minimo di due soci. Per quanto riguarda il seed capital, le imprese devono essere istituite da non oltre 12 mesi prima della presentazione della domanda, mentre per lo start up capital da non oltre 36 mesi.

10 2. Seed & Start up capital (Regione Lazio) AMMONTARE DEL CONTRIBUTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO Le agevolazioni di cui le PMI della Regione Lazio potranno beneficiare sono erogate attraverso un contributo a titolo di sovvenzione in conto capitale:  per il seed capital l’importo massimo sarà di euro;  per lo start up capital l’importo massimo arriverà ad euro. 10

11 2. Seed & Start up capital (Regione Lazio) PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le domande per accedere alle agevolazioni dovranno specificare – a pena di esclusione- per quale delle due misure le imprese intendano concorrere, poiché i contributi previsti per il seed capital e lo start up capital non sono cumulabili. 11

12 12 3. Fondo POR I.3 – PMI (Regione Lazio) CARATTERISTICHE DEL BANDO La finalità del presente Avviso Pubblico è quella di raccogliere richieste di intervento sul Fondo POR I.3 da parte di PMI, già costituite o in fase di costituzione, localizzate o in procinto di localizzarsi nel territorio della Regione Lazio.

13 13 3. Fondo POR I.3 – PMI (Regione Lazio) BENEFICIARI Possono presentare domanda per accedere al finanziamento del Fondo POR I.3 le PMI, costituite o costituende, localizzate o che intendano localizzarsi nella Regione Lazio, che non si trovino in stato di difficoltà e che non siano sottoposte a procedure concorsuali.

14 3. Fondo POR I.3 – PMI (Regione Lazio) AMMONTARE DEL CONTRIBUTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO L’attività I.3 del Fondo POR FESR Regione Lazio 2007/2013 viene realizzata attraverso un fondo di capitale di rischio ed è attuata in base al regime di Aiuto di Stato n.722/09. Il Fondo ha una dotazione di di euro. 14

15 3. Fondo POR I.3 – PMI (Regione Lazio) PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le domande per accedere alle agevolazioni possono essere presentate fino all’esaurimento delle risorse del Fondo POR I.3, ovvero fino al 15/05/

16 16 4. Fondo POR I.3 – Coinvestitori (Regione Lazio) CARATTERISTICHE DEL BANDO Si tratta di un Avviso Pubblico finalizzato a promuovere ed accogliere manifestazioni d’interesse non vincolanti da parte di potenziali coinvestitori, per la formazione di un loro specifico elenco ufficiale, per operare insieme con il Fondo POR I.3.

17 17 4. Fondo POR I.3 – Coinvestitori (Regione Lazio) BENEFICIARI Possono presentare una manifestazione d’interesse per l’iscrizione nell’elenco dei coinvestitori:  persone fisiche o giuridiche di natura privata;  banche e gruppi bancari;  società di gestione del risparmio;  intermediari finanziari;  società finanziarie per l’innovazione e lo sviluppo;  fondazioni bancarie.

18 4. Fondo POR I.3 – Coinvestitori (Regione Lazio) AMMONTARE DEL CONTRIBUTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO L’attività I.3 del Fondo POR FESR Regione Lazio 2007/2013 viene realizzata attraverso un fondo di capitale di rischio ed è attuata in base al regime di Aiuto di Stato n.722/09. Il Fondo ha una dotazione di di euro. 18

19 4. Fondo POR I.3 – Coinvestitori (Regione Lazio) PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le manifestazioni d’interesse possono essere presentate dal giorno seguente la pubblicazione dell’Avviso Pubblico fino all’esaurimento delle risorse del Fondo POR I.3 ovvero fino al 15/06/

20 5. Sostegno alla ricerca scientifica e tecnologica (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) CARATTERISTICHE DEL BANDO Si tratta di interventi di sostegno realizzati a valere sulle disponibilità annuali del Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR), ripartite in base alle direttive del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso contributi alla spesa e crediti agevolati. 20

21 5. Sostegno alla ricerca scientifica e tecnologica (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni:  imprese produttrici di beni o di servizi, o esercenti attività di trasporto;  imprese artigiane di produzione;  centri di ricerca;  consorzi e società consortili;  società da costituire o di recente costituzione;  università ed enti di ricerca;  parchi scientifici e tecnologici. 21

22 22 5. Sostegno alla ricerca scientifica e tecnologica (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) AMMONTARE DEL CONTRIBUTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO Le agevolazioni vengono concesse attraverso contributi alla spesa e crediti agevolati per le seguenti attività:  ricerca industriale e di sviluppo;  formazione di ricercatori e tecnici di ricerca nel settore industriale;  riorientamento e recupero di competitività di strutture di ricerca industriale;  attività di ricerca di proposte da società costituende.

23 23 5. Sostegno alla ricerca scientifica e tecnologica (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le imprese interessate possono presentare la domanda per accedere alle agevolazioni presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca senza limiti di scadenza, fino all’esaurimento dei fondi.

24 PHAROS CONSULENZA Pharos Consulenza ti offre inoltre … 24

25 25  Consulenza fiscale, contabile e tributaria (Servizi CAAF e Patronato)  Consulenza in materia di credito e finanziamenti alle persone  Consulenza in materia di diritto del lavoro e sindacale  Consulenza in materia di immigrazione PHAROS CONSULENZA – PRODOTTI E SERVIZI

26 26 Pharos Consulenza SRL Via F. Caracciolo, ROMA (RM) Tel Cell PHAROS CONSULENZA – I NOSTRI RIFERIMENTI


Scaricare ppt "BANDI E FINANZIAMENTI 2011 1 15 ottobre 2011. 2 PREMESSA La Regione Lazio e primari Enti/Istituzioni nazionali sostengono, attraverso finanziamenti e."

Presentazioni simili


Annunci Google