La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 BANDO Contributi alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dellinnovazione e dellimprenditorialità nel settore dei servizi alle imprese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 BANDO Contributi alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dellinnovazione e dellimprenditorialità nel settore dei servizi alle imprese."— Transcript della presentazione:

1 1 BANDO Contributi alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dellinnovazione e dellimprenditorialità nel settore dei servizi alle imprese D.D.U.O. 11 luglio 2007, n Pubblicato sul BURL 16 luglio 2007, n. 29 REGIONE LOMBARDIA DIREZIONE GENERALE ARTIGIANATO E SERVIZI UNITA ORGANIZZATIVA SERVIZI

2 2 Stimolare e sostenere linnovazione e limprenditorialità nel settore dei servizi alle imprese, come condizione fondamentale per garantire la crescita e il recupero di competitività di tutto il sistema economico Lombardo Attraverso laggregazione delle imprese di produzione di servizi, incentivandone la capacità di rispondere a una domanda di servizi sempre più esigente con unofferta di servizi global service o chiavi in mano, grazie anche alla collaborazione tra specialisti che garantiscono servizi e prodotti complementari OBIETTIVI DEL BANDO Attraverso la messa a disposizione nel mercato lombardo di servizi avanzati o laumento del contenuto di tecnologia dei servizi prodotti, stimolando in particolare lutilizzo di tecnologie infotelematiche 2

3 3 PRINCIPALI NOVITA DEL BANDO Promuove la nascita, lo sviluppo o laggregazione di MPMI di produzione di servizi alle imprese Consente di scegliere tra il regime di aiuto più conveniente Attrae investimenti sul territorio lombardo prevedendo la possibilità di partecipazione anche a soggetti provenienti da altri Stati dellU.E. 3

4 4 MISURE IL BANDO SI ARTICOLA IN TRE MISURE Misura A Start up 2 Mln Misura B Innovazione 3 Mln Misura C Aggregazione 2 Mln 4

5 5 DESTINATARI MPMI di produzione servizi che sono (Misure B e C) o saranno (Misura A) classificate con i seguenti codici ISTAT ATECO

6 6 FINALITA Incentivare la creazione di imprese ad alta intensità di conoscenze per la produzione di servizi che, per il mercato lombardo, risultano essere innovativi o tecnologicamente avanzati o sensibilmente migliorati rispetto allo stato dellarte del settore Misura A Costituzione dopo la presentazione domanda ed entro 6 mesi dalla data di approvazione progetto 1)Imprese singole o associate anche artigiane operanti sul territorio U.E. 2)Persone fisiche cittadini italiani e/o Stato U.E. 3)Altri soggetti di diritto privato aventi come finalità lattività di ricerca e sede in U.E. RICHIEDENTI BENEFICIARI Nuovo soggetto giuridico rientrante nella definizione di MPMI (all. 1 Reg.CE 70/2001) e operante nei settori ATECO 2002 indicati nel bando PROGETTO 6

7 7 PROGETTI DI START UP DOVRANNO : 1)Dimostrare che si tratta di produzione di servizi innovativi o tecnologicamente avanzati o migliorati rispetto allo stato del settore 2)Fornire le informazione necessarie alla valutazione della nuova impresa PROGETTI AMMISSIBILI Misura A La nuova impresa dovrà restare attiva sul territorio lombardo per almeno 5 anni dalla data di costituzione 7

8 8 FORMA E MISURA DELLE AGEVOLAZIONI Misura A Il rimborso avverrà a rate costanti al tasso di interesse nominale annuo dello 0,50% a partire dalla fine del 2° anno dalla data di erogazione del contributo e per un massimo di 5 anni 60% DELLE SPESE AMMISSIBILI 30% FONDO PERDUTO 70% RIMBORSO 8

9 9 CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI Misura A Criteripeso degli indicatori punteggio massimo grado di innovatività del servizio prodotto60 qualità dellinnovazione e valore aggiunto 40% fattibilità tecnica 20% fattibilità gestionale 20% trasferibilità e penetrazione in settori alternativi 20% grado di utilizzo di tecnologie avanzate40 confronto con lo stato dellarte tecnologico 40% grado di incidenza delle tecnologie utilizzate 40% capacità tecniche e scientifiche 20% Punteggio massimo ottenibile100 9

10 10 FINALITA Sostenere progetti che concorrano a migliorare sensibilmente i servizi prodotti, i processi e lorganizzazione aziendale attraverso lutilizzo delle ICT Misura B BENEFICIARI MPMI singole o associate anche artigiane avente sede operativa in r.l.e in attività presso la camera di commercio e operanti nei settori ateco 2002 indicati nel bando Da realizzare entro 12 mesi dalla data approvazione della graduatoria PROGETTO MPMI singole o associate anche artigiane avente sede operativa in r.l.e in attività presso la camera di commercio e operanti nei settori ateco 2002 indicati nel bando RICHIEDENTI 10

11 11 PROGETTI AMMISSIBILI Misura B Progetti miranti a: a) introdurre significative innovazioni nei processi o nellorganizzazione b) produrre nuovi o più avanzati servizi 11 PROGETTI devono soddisfare le seguenti condizioni: 1.Lorganizzazione deve essere innovata tramite luso di ICT 2.Il progetto deve essere diretto da un capo progetto identificato e qualificato e i costi del progetto devono essere chiaramente identificati 3.Linnovazione deve rappresentare una novità o un sensibile miglioramento rispetto allo stato dellarte esistente sul mercato lombardo

12 12 FORMA E MISURA DELLE AGEVOLAZIONI Misura B Il rimborso avverrà a rate costanti al tasso di interesse nominale annuo dello 0,50% a partire dalla fine del 2° anno dalla data di erogazione del contributo e per un massimo di 5 anni 40% DELLE SPESE AMMISSIBILI 50% FONDO PERDUTO 50% RIMBORSO 12

13 13 CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI Misura B Criteripeso degli indicatori punteggio massimo grado di innovatività e qualità delle soluzioni proposte50 qualità dellinnovazione e valore aggiunto40% qualità del progetto e del team30% confronto con lo stato dellarte tecnologico15% grado di incidenza delle tecnologie utilizzate15% impatto atteso sulla performance dellimpresa35 situazione del mercato50% aspetti gestionali ed economici50% grado di trasferibilità o replicabilità del modello o della metodologia 15 riproducibilità tecnica e penetrazione in settori alternativi 70% scalabilità del modello/metodologia proposto/a30% Punteggio massimo ottenibile100 13

14 14 FINALITA Promuovere laggregazione delle imprese per la produzione di servizi complessi chiavi in mano o global service e per la costituzione di reti per la condivisione di competenze e professionalità Misura C Aggregazione entro 6 mesi approvazione progetto 1)MPMI singole o associate anche artigiane avente sede operativa in R.L.e in attività presso la C.C.I.A.A. operanti nei settori ATECO 2002 indicati nel bando 2)Liberi professionisti con P.I. operanti in regione nei settori ATECO 2002 indicati nel bando RICHIEDENTI BENEFICIARI Aggregazione di almeno 3 MPMI e/o professionisti operanti in Lombardia e nei settori ATECO 2002 indicati nel bando con partecipazione alle spese ammissibili >= 5% <= 40%. Possono partecipare allaggregazione anche imprese e/o professionisti fuori R.L. e/o fuori ATECO 2002 purché la partecipazione alle spese ammissibili <= 15% PROGETTO 14

15 15 PROGETTI per unaggregazione che metta in comune competenze e professionalità per: 1.Produrre e gestire servizi complessi chiavi in mano o global service 2.Costituire nuove reti per la gestione dei servizi, sia di nuova concezione che di servizi già esistenti messi in comune 3.Costituire nuove reti per la gestione in comune di servizi in grado di affermarsi sui mercati esteri 4.Produrre servizi per il miglioramento della connettività (logistica, ICT, comunicazione) PROGETTI AMMISSIBILI Misura C 15

16 16 FORMA E MISURA DELLE AGEVOLAZIONI Misura C Il rimborso avverrà a rate costanti al tasso di interesse nominale annuo dello 0,50% a partire dalla fine del 2° anno dalla data di erogazione del contributo e per un massimo di 5 anni 60% DELLE SPESE AMMISSIBILI 30% FONDO PERDUTO 70% RIMBORSO 16

17 17 CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI Misura C 17

18 18 Spese ammissibili per le 3 Misure A)Investimenti materiali e immateriali relativi a: Acquisto e installazione attrezzature tecnologiche informatiche Programmi informatici, infrastrutture di rete e collegamenti Diritti di brevetti, know how e conoscenze non brevettate C)Spese di formazione (Max 20% delle spese ammissibili): riferite alla formazione specifica del personale B)Acquisto di servizi (max 40% delle spese ammissili): Studi per programmi di marketing e comunicazione Check up di individuazione del fabbisogno tecnologico aziendale Studi di fattibilità e progettazione Studi di sperimentazione a carattere tecnologico Studi di fattibilità della rete integrata Consulenze legali per realizzazione modelli di contratti informatici Acquisizione di servizi di consulenza tecnologica e specialistica per la realizzazione di progetti Spese progettazione e di sviluppo di software specifico 19

19 INTENSITÀ DI AIUTO Misura A Start up Misura A Start up Misura C Aggregazione Misura C Aggregazione Misura B Innovazione Misura B Innovazione Spese ammissibili MAX Spese ammissibili MAX Spese ammissibili MIN MAX Spese ammissibili MIN MAX Spese ammissibili MAX Spese ammissibili MAX % 40% 60% 30% Fondo perduto 70 % Restituzione 50% Fondo perduto 50 % Restituzione 30% Fondo perduto 70 % Restituzione N.B. I progetti possono avere anche valori più alti purché le spese ammissibili siano contenute nei limiti indicati 19

20 20 Regimi di aiuto e decorrenza delle spese De minimis Max in 3 esercizi finanziari Esenzione Reg. CE 70/01 Reg. CE 68/01 Investimenti 15% ESL P.I. 7,5% ESL M.I. Servizi 50% ESL Formazione 35% ESL Decorrenza spese Misura A dopo la presentazione della domanda ed entro 12 mesi dalla data di costituzione della società Misura B dopo la presentazione della domanda e fino conclusione progetto (non oltre 12 mesi) Misura C dopo la presentazione della domanda ed entro 12 mesi dalla data di costituzione dellaggregazione Misura A dallavvio dei lavori ed entro 12 mesi dalla data di costituzione della società Misura B dallavvio dei lavori e fino conclusione progetto Misura C dallavvio dei lavori ed entro 12 mesi dalla data di costituzione dellaggregazione N.B. LAVVIO DEI LAVORI DEVE AVVENIRE DOPO LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Decorrenza spese 20

21 21 PREMIALITÀ PER LE 3 MISURE Partecipazione femminile (riferita al possesso della quota di maggioranza del capitale sociale e alla maggioranza nella partecipazione agli organi amministrativi dellimpresa) Lappartenenza ad una delle due categorie, ai fini della premialità, assorbe anche laltra categoria Partecipazione giovanile (riferita al possesso della quota di maggioranza del capitale sociale e alla maggioranza nella partecipazione agli organi amministrativi dellimpresa da parte di soggetti di età inferiore ai 35 anni alla data del 31 dicembre 2007) Premialità aggiuntiva nella misura del 10% del totale del punteggio conseguito 21

22 22 EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO Il contributo viene erogato al massimo in 2 quote. Per la parte a rimborso sarà richiesta idonea garanzia fidejussoria MISURA B Entro 6 mesi dalla data di concessione del contributo, limpresa beneficiaria potrà chiedere, lerogazione dellintera quota del contributo a rimborso (pari al 50% del contributo concesso) MISURA A Entro 6 mesi dalla formale costituzione della nuova società, il suo legale rappresentante potrà chiedere lerogazione dellintera quota del contributo a rimborso (pari al 70% del contributo concesso) MISURA C Entro 6 mesi dalla formale costituzione dellaggregazione, il suo legale rappresentante potrà chiedere, lerogazione dellintera quota del contributo a rimborso (pari al 70% del contributo concesso) N. B. Dimostrando di aver speso una percentuale pari ad almeno il 50% delle spese ammesse 22

23 23 PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DOMANDA ESCLUSIVAMENTE ON LINE Accesso dal nostro sito Termine di presentazione ore 16,30 di mercoledì 31 ottobre 2007 La domanda inoltrata telematicamente deve essere stampata (così come rilasciata dalla procedura informatica) completata con gli allegati e inviata, pena lesclusione, entro e non oltre 10 giorni lavorativi dallinvio telematico. 1)Presentati direttamente: agli uffici protocollo di Milano indicati nel bando ad uno degli uffici Protocollo delle Sedi Territoriali in ciascuna provincia; 2) Spediti con raccomandata con avviso di ricevimento o posta celere a: Giunta Regionale della Lombardia – Direzione Generale Artigianato e Servizi U.O. Servizi - Viale F. Restelli n. 1 – Milano. 23

24 24 ITER DEL PROGETTO CESTEC FINLOMBARDA Regione Lombardia Istruttoria formale Istruttoria tecnica PROGETTO Regione Lombardia GRADUATORIA Istruttoria economic o finanziaria PROVVEDIMENTO 24

25 25 INFORMAZIONI Informazioni tecniche Sul bando sono indicati i nominativi dei referenti per le varie misure Mail alla casella di posta istituzionale Assistenza alla compilazione della domanda on line Centro Assistenza Utenti (CAU) Lombardia Servizi S.p.A. Tel dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore Citare all'operatore il codice: P102 Innovazione 25


Scaricare ppt "1 BANDO Contributi alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dellinnovazione e dellimprenditorialità nel settore dei servizi alle imprese."

Presentazioni simili


Annunci Google