La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio 2014 3° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio 2014 3° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio 2014."— Transcript della presentazione:

1 3° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio ° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio 2014

2 I 3 laboratori giuridici di Open Ricostruzione seguono le 3 fasi principali di affidamento di un appalto pubblico di lavori e accompagnano la realizzazione di un’opera pubblica selezionata che serve come “libro di testo”. INTRO I laboratori giuridici di Open Ricostruzione 1.Fase di programmazione e progettazione; 2.Fase di selezione del contraente (OGGI) 3.Fase di esecuzione dell’opera

3 INTRO I laboratori giuridici di Open Ricostruzione 1.Fase di programmazione e progettazione 2.Fase di selezione del contraente 3.Fase di esecuzione dell’opera Programmare: inserire l’opera pubblica in maniera armonica nel contesto garantendo adeguata copertura finanziaria. Progettare: eseguire i necessari approfondimenti tecnici volti a definire le caratteristiche dei lavori. I 3 laboratori giuridici di Open Ricostruzione seguono le 3 fasi principali di affidamento di un appalto pubblico di lavori e accompagnano la realizzazione di un’opera pubblica selezionata che serve come “libro di testo”.

4 INTRO I laboratori giuridici di Open Ricostruzione 1.Fase di programmazione e progettazione 2.Fase di selezione del contraente 3.Fase di esecuzione dell’opera Selezione del contraente: individuare l’impresa che esegue il lavoro mediante verifica dell’idoneità criteri di aggiudicazione offerta garanzia della concorrenza I 3 laboratori giuridici di Open Ricostruzione seguono le 3 fasi principali di affidamento di un appalto pubblico di lavori e accompagnano la realizzazione di un’opera pubblica selezionata che serve come “libro di testo”.

5 INTRO I laboratori giuridici di Open Ricostruzione 1.Fase di programmazione e progettazione 2.Fase di selezione del contraente 3.Fase di esecuzione dell’opera Esecuzione: Momento successivo alla stipula del contratto di appalto Consiste nella realizzazione opera. Momenti di maggiore criticità: Rapporto con i subcontraenti Sicurezza sui luoghi di lavoro I 3 laboratori giuridici di Open Ricostruzione seguono le 3 fasi principali di affidamento di un appalto pubblico di lavori e accompagnano la realizzazione di un’opera pubblica selezionata che serve come “libro di testo”.

6 INTRO I laboratori giuridici di Open Ricostruzione 1.Fase di programmazione e progettazione 2.Fase di selezione del contraente 3.Fase di esecuzione dell’opera Esecuzione: Momento successivo alla stipula del contratto di appalto Consiste nella realizzazione opera. Momenti di maggiore criticità: Rapporto con i subcontraenti Sicurezza sui luoghi di lavoro I 3 laboratori giuridici di Open Ricostruzione seguono le 3 fasi principali di affidamento di un appalto pubblico di lavori e accompagnano la realizzazione di un’opera pubblica selezionata che serve come “libro di testo”.

7 1.Normativa antimafia 2.Soggetti e momenti della esecuzione 3.Subappalti e sicurezza sui cantieri con riferimento ai documenti della Scuola Marco Polo Oggi vedremo come si eseguono i lavori, dopo che la stazione appaltante ha scelto il proprio contraente aggiudicando l’appalto alla ditta partecipante vincitrice della gara. Tutto inizia dal contratto sottoscritto tra le parti. Gli argomenti del laboratorio di oggi INTRO

8 1.Documentazione 2.Legge anticorruzione 3.Elenco di merito ed altri strumenti Oltre ai requisiti soggettivi e di idoneità tecnica, l’ordinamento richiede lo specifico requisito dell’assenza di precedenti per reati di stampo mafioso o anche di ipotesi di sola infiltrazione mafiosa. Normativa antimafia ANTIMAFIA

9 1.Documentazione 2.Legge anticorruzione 3.Elenco di merito ed altri strumenti Le pubbliche amministrazioni devono acquisire la documentazione antimafia prima di stipulare, approvare o autorizzare contratti e subcontratti relativi a lavori, servizi e forniture. Norme antimafia ANTIMAFIA Codice Antimafia (D. Lgs. n. 159/2011) Comunicazione antimafia e informazione antimafia Periodo di validità Banca dati nazionale Funzioni del Prefetto Richiesta informazioni del Comune di Crevalcore sulla ditta vincitrice

10 1.Documentazione 2.Legge anticorruzione 3.Elenco di merito ed altri strumenti L’ordinamento conosce benissimo quali settori delle opere pubbliche siano più infiltrati dal fenomeno mafioso. Norme antimafia ANTIMAFIA Individuazione delle attività maggiormente esposte al rischio di infiltrazione mafiosa Istituzione presso ogni Prefettura di una c.d. white list, ossia di un elenco dei fornitori non soggetti ad infiltrazione mafiosa

11 1.Documentazione 2.Legge anticorruzione 3.Elenco di merito ed altri strumenti Nessuno può ritenere di fermare il fenomeno mafioso solo attraverso il sistema normativo, per quanto preciso ed aggiornato. Norme antimafia ANTIMAFIA L’elenco di merito delle imprese edili, ad iscrizione volontaria, istituito dalla Regione Emilia-Romagna L’elenco regionale dei prezzi Protocolli di legalità

12 1.Ingerenza della p.a. 2.Consegna dei lavori 3.Le principali figure tecniche dell’esecuzione 4.Varianti e termine dei lavori 5.Contabilità dei lavori e collaudo Con la sottoscrizione del contratto l’appaltante e l’appaltatore sono legati da un rapporto che comporta obblighi reciproci. Soggetti e momenti dell’esecuzione ESECUZIONE Riguarda la sola esecuzione e non si estende all’organizzazione dell’impresa e a quella tecnica ed economica del lavoro. Programma dei lavori.

13 1.Ingerenza della p.a. 2.Consegna dei lavori 3.Le principali figure tecniche dell’esecuzione 4.Varianti e termine dei lavori 5.Contabilità dei lavori e collaudo Con la sottoscrizione del contratto l’appaltante e l’appaltatore sono legati da un rapporto che comporta obblighi reciproci. Soggetti e momenti dell’esecuzione ESECUZIONE Per iniziare i lavori l’appaltatore deve essere messo nel possesso dell’area con la consegna. Avviare necessarie espropriazioni.

14 1.Ingerenza della p.a. 2.Consegna dei lavori 3.Le principali figure tecniche dell’esecuzione 4.Varianti e termine dei lavori 5.Cauzione e collaudo Con la sottoscrizione del contratto l’appaltante e l’appaltatore sono legati da un rapporto che comporta obblighi reciproci. Soggetti e momenti dell’esecuzione ESECUZIONE Il responsabile del procedimento ha, nella fase di esecuzione, compiti generali di vigilanza sull’andamento dei lavori. Il direttore dei lavori esercita i compiti di ingerenza e di cooperazione.

15 1.Ingerenza della p.a. 2.Consegna dei lavori 3.Le principali figure tecniche dell’esecuzione 4.Varianti e termine dei lavori 5.Contabilità dei lavori e collaudo Con la sottoscrizione del contratto l’appaltante e l’appaltatore sono legati da un rapporto che comporta obblighi reciproci. Soggetti e momenti dell’esecuzione ESECUZIONE Divieto di varianti per l’appaltatore e ius variandi del committente. Trattasi del termine di ultimazione dei lavori, che decorre dalla data del verbale di consegna.

16 1.Ingerenza della p.a. 2.Consegna dei lavori 3.Le principali figure tecniche dell’esecuzione 4.Varianti e termine dei lavori 5.Contabilità dei lavori e collaudo Con la sottoscrizione del contratto l’appaltante e l’appaltatore sono legati da un rapporto che comporta obblighi reciproci. Soggetti e momenti dell’esecuzione ESECUZIONE La contabilità dei lavori concerne tutti i fatti producenti spesa nel corso dell’esecuzione. Principio della c.d. postnumerazione del corrispettivo e pagamento di acconti. Il collaudo è la verifica dell’esatto adempimento da parte dell’appaltatore.

17 1.L’organizzazione del cantiere 2.Il PSC e il POS 3.Le violazioni in materia 4.In caso di subappaltatori La sicurezza sui luoghi di lavoro è oggi divenuto tema di grande attenzione, tanto che la società parte datoriale è chiamata a rispondere direttamente in caso di infortuni a danno dei lavoratori. Sicurezza sui luoghi di lavoro SICUREZZA LAVORI L’organizzazione dei lavori necessari per l’esecuzione dell’opera è funzione propria dell’appaltatore in quanto imprenditore. La figura del direttore di cantiere.

18 1.L’organizzazione del cantiere 2.Il PSC e POS 3.Le violazioni in materia 4.In caso di subappaltatori La sicurezza sui luoghi di lavoro è oggi divenuto tema di grande attenzione, tanto che la società parte datoriale è chiamata a rispondere direttamente in caso di infortuni a danno dei lavoratori. Sicurezza sui luoghi di lavoro SICUREZZA LAVORI Normativa di riferimento non solo Codice Appalti ma anche il TU 81/09. Il Piano di sicurezza e coordinamento è imposto dalla p.a. all’imprese esecutrice e che già deve essere previsto in sede progettuale, recante le prescrizioni atte a prevenire/ridurre i rischi. L’appaltatore può redigere anche un Piano operativo di sicurezza più dettagliato.

19 1.L’organizzazione del cantiere 2.Il PSC e POS 3.Le violazioni in materia 4.In caso di subappaltatori La sicurezza sui luoghi di lavoro è oggi divenuto tema di grande attenzione, tanto che la società parte datoriale è chiamata a rispondere direttamente in caso di infortuni a danno dei lavoratori. Sicurezza sui luoghi di lavoro SICUREZZA LAVORI La mancanza dei Piani di sicurezza comporta la nullità del contratto. Le loro gravi e ripetute violazioni da parte dell’appaltatore sono causa di risoluzione del contratto. I relativi oneri, come risaputo, vanno evidenziati nei bandi e non sono soggetti a ribasso d’asta.

20 1.L’organizzazione del cantiere 2.Il PSC e POS 3.Le violazioni in materia 4.In caso di subappaltatori La sicurezza sui luoghi di lavoro è oggi divenuto tema di grande attenzione, tanto che la società parte datoriale è chiamata a rispondere direttamente in caso di infortuni a danno dei lavoratori. Sicurezza sui luoghi di lavoro SICUREZZA LAVORI L’appaltatore in caso di affidamento in subappalto deve curare il coordinamento dei vari subappaltatori, al fine di rendere i piani di sicurezza compatibile con i diversi lavoratori. DUVRI, DURC e responsabilità solidale.

21 1.L’art. 118 del Codice Appalti 2.Comune di Crevalcore Il subappalto è una modalità di conduzione dei lavori molto frequente in quanto risponde alla libera organizzazione imprenditoriale, nascondendo però insidie ed abusi. Subappalto SUBAPPALTO La previsione nel bando di gara Il limite del 30 % L’attestazione del possesso dei requisiti generali e non solo Per i prezzi ribasso non superiore al 20 %

22 1.L’art. 118 del Codice Appalti 2.Comune di San Felice Il subappalto è una modalità di conduzione dei lavori molto frequente in quanto risponde alla libera organizzazione imprenditoriale, nascondendo però insidie e abusi. Subappalto SUBAPPALTO Richiesta al Comune per il subappalto, di una parte dei lavori, dalla ditta vincitrice a ditte subappaltatrice e conseguente autorizzazione


Scaricare ppt "3° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio 2014 3° Laboratorio giuridico Avv. Boris Vitiello Crevalcore 17 maggio 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google