La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA MIA RICERCA SU IL BATTISTERO DI SAN GIOVANNI

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA MIA RICERCA SU IL BATTISTERO DI SAN GIOVANNI"— Transcript della presentazione:

1 LA MIA RICERCA SU IL BATTISTERO DI SAN GIOVANNI
DI VITTORIA BARBATO 1i 03/05/2014

2

3 DOVE SI TROVA? ROMA, Piazza San Giovanni in Laterano Basilica di
San Giovanni in Lateranense Battistero di San Giovanni

4 LA PIANTA DEL BATTISTERO
Vasca Battesimale Absidiole Colonnato Cupola Presbiteri Ciborio Altare

5 LA STORIA DEL BATTISTERO:
Il Battistero di San Giovanni (Roma) fu costruito nel IV secolo per volere dell’Imperatore Costantino, sopra un impianto termale. La struttura presentava una pianta ottagonale con colonne angolari. Nel corso dei secoli successivi la struttura ha subito delle modifiche e delle aggiunte, fino alla costruzione di una nuova porta d’ingresso (Piazza San Giovanni) nel XVI secolo. L’INGRESSO E L’ATRIO Nel V secolo l’ingresso del Battistero era rivolto a sud, era decorato da due colonne di porfido e, una volta entrati, si era accolti dal musivo atrio. L’ampio ingresso invitava all’entrata e al battesimo. L’atrio è composto da due absidiole musive, una di destra e una di sinistra, raffiguranti vari santi e dei simboli cristiani (colombe, agnello…). Anche le pareti erano colme di splendidi mosaici creati con la tecnica dell’opus sectile, ma questi, in seguito, furono coperti.

6 LE DUE ABSIDIOLE DELL’INGRESSO DEL V SECOLO

7

8 LA VASCA BATTESIMALE Come abbiamo già detto, il battistero fu costruito su un impianto termico. I mattoni sui quali scorreva l’acqua, in questo modo, erano riscaldati dai forni a legna sotterranei. La vasca battesimale era riempita da fontane d’argento a forma di cervo (l’acqua usciva dalla bocca). In seguito, durante un restauro voluto da Papa Paolo VI nel 1967, per ricordare le fontane, furono posizionate (nell’area della vasca) due statue di cervi che bevono alla sorgente. Queste richiamano alla liturgia cristiana, che dice: «Come la cerva anela ai fonti delle acque, così l’anima mia anela te, o Dio»; mentre la posizione dei cervi indica che nel battesimo l’anima trova la sorgente dalla quale dissetarsi.

9 CARATTERISTICHE,QUALCOSA IN PIU’:
LE COLONNE Attorno alla vasca battesimale possiamo trovare un colonnato circolare composto da otto colonne. Queste erano state costruite con un ordine speciale, l’ordine composito, con le caratteristiche dell’ordine ionico e con quelle di quello corinzio.

10 Corrispettivamente, sopra ad ogni colonna, se ne trova un’altra più piccola, costruita con l’ordine corinzio, che, insieme alle altre sette, sorregge la piccola cupola. •SUL PAVIMENTO Sul pavimento dell’aula della vasca si possono trovare otto condotti di metallo raffiguranti dei simboli cristiani(come il leone, la cicogna…)

11 LA CUPOLA

12 LA STANZA DOVE SI CELEBRA LA MESSA
La messa si celebra in una stanza famosa per il quadro che raffigura la Madonna ed il Cristo. Ai lati di esso vi sono le raffigurazioni dei pontefici Giovanni IV ( ) e Teodoro ( ). Dietro alla parete dove è situato il quadro, si trova un’absidiola colma di mosaici raffiguranti il Cristo con dei santi.

13

14 LE MIE FONTI: •http://www.battisterolateranense.it/index.html
•http://it.wikipedia.org/wiki/Battistero_lateranense


Scaricare ppt "LA MIA RICERCA SU IL BATTISTERO DI SAN GIOVANNI"

Presentazioni simili


Annunci Google