La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Romano Boni ECONOMIA AZIENDALE AA 2010-11 Note Organizzative.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Romano Boni ECONOMIA AZIENDALE AA 2010-11 Note Organizzative."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Romano Boni ECONOMIA AZIENDALE AA Note Organizzative

2 R. Boni AA II Semestre INSEGNAMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE PER I CORSI DI LAUREA TRIENNALE IN - INFORMATICA - TECNOLOGIE INFORMATICHE MAGISTRALE IN INFORMATICA - LEZIONI: 14 marzo - 19 aprile - PROVA INTERMEDIA: maggio - LEZIONI: 9 maggio - 14 giugno

3 R. Boni AA II Semestre LEZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE - Lunedì e Martedì - dalle ore 17,00 alle ore 19,00 - Città Universitaria - Dipartimento di Chimica - Nuovo edificio (NEC) - AULA 1

4 R. Boni AA II Semestre ISCRIZIONE ALLA PROVA INTERMEDIA DI ECONOMIA AZIENDALE - Utilizzare Twiki per partecipare alla prova scritta di esonero Prenotazioni esami - Per chiarimenti inviare a

5 R. Boni AA II Semestre PROVA INTERMEDIA DI ECONOMIA AZIENDALE - Scritto: 2 maggio ore 17,00 - Orale (facoltativo): solo per chi ha superato lo scritto 2 maggio - dalle ore 18 alle 19 3 maggio - dalle ore 17 (se necessario) - Città Universitaria - Dipartimento di Chimica - Nuovo edificio (NEC) - AULA 1

6 R. Boni AA II Semestre ESAMI DI ECONOMIA AZIENDALE Lunedì 27 giugno 2011 Martedì 19 luglio 2011 Martedì 06 settembre 2011 Città Universitaria - Dipartimento di Fisica Fermi - Nuovo Edificio - Aula 1 - h 14 - Scritto - h 15 - Orale (subito dopo la correzione dello scritto)

7 R. Boni AA II Semestre ISCRIZIONE AGLI ESAMI DI ECONOMIA AZIENDALE Tramite INFOSTUD fino a due giorni prima dell’esame Scritto e orale vertono sugli argomenti trattati nella Documentazione contenuta su Twiki: - Dispense - Presentazioni - Tesine (in particolare quelle del 2011)

8 R. Boni AA II Semestre ESAME SCRITTO DI ECONOMIA AZIENDALE - Consiste in 20 domande a risposta multipla - Tra le quattro risposte fornite va indicata l’unica corretta mediante un segno apposto sulla lettera che la individua - Le domande da 1 a 10 sono relative ai Capitoli 1 – mentre le domande da 11 a 20 riguardano i Capitoli È necessario raggiungere la sufficienza in tutte e due le parti per essere ammessi all’orale

9 R. Boni AA II Semestre PREREQUISITO PER ESSERE AMMESSI A SOSTENERE L’ESAME SCRITTO DI ECONOMIA AZIENDALE Gli studenti in corso e quelli che sono stati iscritti al terzo anno nell’Anno Accademico e seguenti devono presentare almeno una TESINA DI ECONOMIA AZIENDALE

10 R. Boni Tesina di Economia Aziendale Cosa è? - È un elaborato con cui lo studente mette in evidenza la sua comprensione degli avvenimenti del mondo economico Contenuto - Un argomento scelto tra quelli trattati dai “media” di cui vanno indicate le fonti: cartacee o elettroniche sintetizzato collegato agli argomenti sviluppati nel corso di EA commentato

11 R. Boni Fonti della Tesina La Tesina può prendere spunto da: - libri - giornali - riviste specializzate - Convegni - Internet - ecc.

12 R. Boni Argomento della Tesina L’argomento della Tesina deve essere concordato con il docente La Tesina deve essere richiesta, preparata e inviata nei tempi e con le modalità appresso indicate NB Possono essere presentate anche 2 Tesine purché una relativa ai Capitoli e l’altra relativa ai Capitoli 4 - 5

13 R. Boni Modalità per richiedere la Tesina Inviare a e con : Oggetto : Cognome - Nome - N. Matricola - Richiesta Tesina Fonte: Giornale/Rivista/Internet/ecc. – Articolo - Autore - Data Titolo della Tesina Riferimento ad argomento/i del corso EA (Capitolo/i – Paragrafo/i) Breve spiegazione del motivo di interesse Termine per richiedere la Tesina: 3 settimane prima dell’esame di EA

14 R. Boni Modalità per l’invio della Tesina Entro una settimana dalla richiesta verrà data l’autorizzazione a procedere o verranno richieste ulteriori informazioni Una volta avuta l’autorizzazione, dopo aver preparato la Tesina, inviarla a: e Oggetto della e titolo della Tesina devono avere il seguente formato: Tesina Cognome Nome - N. Matricola - Titolo Tesina Esempio: Tesina Axxxx Ayyyy Fonti energetiche alternative al petrolio Unitamente alla Tesina (allegata alla ) deve essere inviata copia della/e fonte/i utilizzata/e. Se le fonti si trovano in rete devono essere indicati i link ai siti su cui possono essere consultate

15 R. Boni Struttura della Tesina La Tesina deve essere articolata nei seguenti punti: 1 - Estremi articolo/i : Giornale/Rivista/Internet/ecc. - Titolo dell’articolo - Autore – Data 2 - Sintesi della/e fonte/i ( articolo/i o altre fonti ) 3 - Collegamenti agli argomenti trattati dal programma e perché – (Capitolo/i - Paragrafo/i – riferimento/i numerici e titolo/i per esteso) (indicare i motivi di interesse per gli argomenti scelti e la loro significatività ) 4 - Commenti : Considerazioni personali e ipotesi di evoluzione

16 R. Boni Formato della Tesina La Tesina deve: A) avere la lunghezza massima di 2 pagine - allegati ammessi: 2 pagine di tabelle e diagrammi significativi B) essere scritta utilizzando Word Processor “Word” - Formato:.doc ( non ammessi :.docx e.pdf) - caratteri consigliati: “Times New Roman” 12 o “Arial” 10 C) ogni pagina deve contenere le seguenti informazioni: - Intestazione: Cognome - Nome - N. di matricola - Titolo Tesina - Piè di pagina: Data di stesura o di invio - N. Pag. (.. di..)

17 R. Boni Esempio di Tesina standard Intestazione Cognome - Nome - N. di matricola Titolo dellaTesina 1 - Estremi articolo/i : - Giornale/Rivista/ecc. - Titolo dell’articolo - Autore - Data 2 - Sintesi dell’articolo o degli articoli o delle altre fonti - Esposizione sintetica del contenuto delle fonti utilizzate 3 - Collegamenti agli argomenti trattati dal programma e perché - Indicare Capitolo/i - Paragrafo/i interessato/i con n. e titolo per esteso, - Spiegare i motivi di interesse, la significatività degli argomenti trattati nella Tesina e perché sono collegati al programma 4 – Commenti - Considerazioni personali e ipotesi di evoluzione Piè di pagina: Data (di invio) 1 di 2 (esempio)

18 R. Boni Valutazione della Tesina Solo le Tesine articolate nei 4 punti richiesti e sviluppate con i criteri indicati verranno valutate Le altre verranno rinviate al mittente perché le riveda e le ristrutturi La valutazione verrà effettuata tenendo conto di: - Articolazione nei quattro punti richiesti - Sinteticità - Capacità espositiva e correttezza lessicale - Originalità delle considerazioni personali e ragionevolezza delle eventuali ipotesi evolutive prospettate In base al risultato della verifica, alla Tesina verranno assegnati da 0 ad un massimo di 2 punti La valutazione verrà comunicata all’interessato/a, in linea di massima, entro una settimana dalla ricezione

19 R. Boni Presentazione in Aula della Tesina Agli studenti che invieranno tempestivamente Tesine interessanti e ritenute meritevoli di essere condivise, verrà offerta la possibilità di presentarle in Aula Modalità e tempi - La presentazione in Powerpoint, animata o meno, dovrà essere articolata su Slides svolgersi in 10 minuti circa N.B. - La qualità della presentazione determinerà o meno l’assegnazione di 1 punto aggiuntivo, che si sommerà al voto della Tesina

20 R. Boni Termine utile per inviare la Tesina Il termine utile per inviare la Tesina ed essere così ammessi a sostenere la prova scritta di Economia Aziendale è 1 settimana prima della data dell’esame

21 R. Boni Ricevimento studenti I docenti incontreranno gli studenti che ne faranno richiesta via , nelle date e orari, di volta in volta concordati, presso il Dipartimento di Informatica - Via Salaria terzo piano - stanza 345b - tel

22 R. Boni AA – Documentazione di EA su Twiki Il materiale del corso di EA AA (Dispense e Presentazioni) sarà inserito su Twiki dopo lo svolgimento delle lezioni relative Per accedervi seguire il percorso sotto indicato: - Laurea Triennale - Altri Corsi - Economia Aziendale


Scaricare ppt "Prof. Romano Boni ECONOMIA AZIENDALE AA 2010-11 Note Organizzative."

Presentazioni simili


Annunci Google