La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO ADDETTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE  INQUADRAMENTO DELLE IMPRESE, LA CONTRIBUZIONE IN GENERALE, OBBLIGHI DI DICHIARAZIONE PERIODICA A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO ADDETTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE  INQUADRAMENTO DELLE IMPRESE, LA CONTRIBUZIONE IN GENERALE, OBBLIGHI DI DICHIARAZIONE PERIODICA A."— Transcript della presentazione:

1 CORSO ADDETTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE  INQUADRAMENTO DELLE IMPRESE, LA CONTRIBUZIONE IN GENERALE, OBBLIGHI DI DICHIARAZIONE PERIODICA A CURA DI FEDERCOOP “Nullo Baldini” 3 OTTOBRE 2007

2 LA CONTRIBUZIONE OBBLIGATORIA FONTE NORMATIVA 2115 del C.C L’obbligo contributivo in capo al datore di lavoro discende dall’art del C.C. che recita: ”……….., l’imprenditore ed il prestatore di lavoro contribuiscono in parti uguali alle istituzioni di previdenza ed assistenza”. Il sistema previdenziale è pertanto articolato su: rapporto previdenziale obbligatorio e automatico 1. Un rapporto previdenziale obbligatorio e automatico di tutela dei lavoratori e dei loro familiari, affidato ad Enti o Istituti istituiti dallo Stato; rapporto previdenziale integrativo 2. Un eventuale rapporto previdenziale integrativo regolamentato da accordi stipulati fra le parti sociali e gestito da Fondi o Casse private. L’INPS è il principale istituto assicurativo percettore delle contribuzioni dai datori di lavoro e/o dai lavoratori ed eroga le prestazioni. Esso è competente, in linea di massima, per il settore privato.

3 LA CONTRIBUZIONE OBBLIGATORIA ADEMPIMENTO FONDAMENTALEADEMPIMENTO FONDAMENTALE (9,19% + eventuale quota aggiuntiva dell’1%, per retribuzioni superiori a € , ), il 2007 a € ,00. L’obbligo fondamentale a cui è tenuto il datore di lavoro nei confronti degli enti previdenziali consiste nella quantificazione e nel successivo versamento dei contributi, in parte trattenuti al lavoratore (9,19% + eventuale quota aggiuntiva dell’1%, per retribuzioni superiori a € , ), entro il limite del massimale contributivo, pari, per il 2007 a € ,00. Nella fase di quantificazione sono imprescindibili due parametri: 1. IMPONIBILE PREVIDENZIALE 2. ALIQUOTE CONTRIBUTIVE

4 LA CONTRIBUZIONE OBBLIGATORIA TABELLA CONTRIBUTIVATABELLA CONTRIBUTIVA Settore di appartenenza dell’impresa (art.49, Legge n.88 del 9/3/89) Es.: IND. IN GENERE – contri. obbligatoria – fino a 15 Dipendenti F.P.L.D. * DSF.G. L.n. 297/82 CUAFCIGMAL./MATTOTALE*OPERAI33,000,670,200001,902,220,0037,99 IMPIEGATI33,000,670,200001,90//0,0035,77 COMPRENSIVO DELL’ALIQUOTA 0,50 F.P.L.D l.297/82 9,19%DI CUI 9,19% A CARICO DEL LAVORATORE

5 LA CONTRIBUZIONE OBBLIGATORIA TABELLA CONTRIBUTIVATABELLA CONTRIBUTIVA Settore di appartenenza dell’impresa (art.49, Legge n.88 del 9/3/89) Es.: IND. IN GENERE – contribuzioni obbligatorie – da 15 a 50 dip. F.P.L.D. * DSMOB. F.GARA NZIA CUAFCIGOCIGSMAL./MATTOTALE*OPERAI33,000,670,300,20001,900,90*2,220,0039,19 IMPIEGATI33,000,670,300,20001,900,90*//0036,97 * COMPRENSIVO DELL’ALIQUOTA 0,50 F.P.L.D l.297/82 * DI CUI 9,19% A CARICO DEL LAVORATORE * DI CUI 0,30 A CARICO DEL LAVORATORE

6 LA CONTRIBUZIONE OBBLIGATORIA TABELLA CONTRIBUTIVATABELLA CONTRIBUTIVA Settore di appartenenza dell’impresa (art.49, Legge n.88 del 9/3/89) Es.: COMMERCIO – contribuzioni obbligatorie – FINO A 50 dip. F.P.L.D. * DS F.GARA NZIA CUAFMAL./MATTOTALE*OPERAI33,000,450,200,002,440036,09 IMPIEGATI33,000,450, ,440036,09 * COMPRENSIVO DELL’ALIQUOTA 0,50 F.P.L.D l.297/82 * DI CUI 9,19% A CARICO DEL LAVORATORE * DI CUI 0,30 A CARICO DEL LAVORATORE

7 LA CONTRIBUZIONE OBBLIGATORIA FONDO PREVIDENZIALE LAVORATORI DIPENDENTI (F.P.L.D.)FONDO PREVIDENZIALE LAVORATORI DIPENDENTI (F.P.L.D.) I lavoratori dipendenti appartenenti a qualsiasi nazionalità sono soggetti all’assicurazione obbligatoria per invalidità, vecchiaia e superstiti (IVS). L’aliquota contributiva è generalmente pari al 33%, con decorrenza dal 207, di cui una parte, per lo più pari al 9,19% (8,84% agr.), a carico del lavoratore stesso. DISOCCUPAZIONEDISOCCUPAZIONE Il contributo per l’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria è interamente a carico del datore di lavoro: prestazioni. L’aliquota contributiva è fissata al 1,61% ( diverse aliquote). MOBILITÀMOBILITÀ Le imprese, diverse da quelle edili, sono obbligate a versare il contributo per il finanziamento delle indennità corrisposte ai lavoratori posti in mobilità, ex L.223/91 L’aliquota dovuta è pari allo 0,30%.

8 LA CONTRIBUZIONE OBBLIGATORIA MALATTIA E MATERNITÀMALATTIA E MATERNITÀ I contributi dovuti sono fissati in misura differenziata per i diversi settori d’inquadramento ( industria, commercio, artigianato, ecc.,) come diverse sono le prestazioni erogate a seconda dei settori di inquadramento. CASSA UNICA ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE (C.U.A.F.)CASSA UNICA ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE (C.U.A.F.) Costituisce una prestazione di natura assistenziale a carico dell’INPS. L’aliquota contributiva era generalmente stabilita nella misura del 2,48%, e la prestazione è interamente anticipata dal datore di lavoro. Per il settore delle cooperative detto valore è pari allo 0,28%. Con la L. n. 388/2000 è stata disposta la riduzione dell’aliquota fino ad essere azzerata con la finanziaria 2007

9 ASSENZE DAL LAVORO GIUSTIFICATE  Malattia  Maternità  Congedi parentali  Congedo matrimoniale  Cassa integrazione guadagni (CIG)  Infortunio  Malattie professionali INPSINPSINPSINPS INAILINAILINAILINAIL

10 MODELLO DM10/2 GLI ADEMPIMENTI CONTRIBUTIVI SONO ASSOLTI DAL DATORE DI LAVORO TRAMITE DETTO MODELLO, ISTITUITO NEL 1969; SONO OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DEL MODELLO TUTTI I DATORI DI LAVORO APPARTENENTI AL SETTORE: - INDUSTRIA ARTIGIANATO COMMERCIO E TERZIARIO PROFESSIONISTI E ARTISTI CREDITO E ASSICURAZIONE PRESENTAZIONE: - ESCLUSIVAMENTE IN VIA TELEMATICA, TRAMITE RETE INTERNET; ENTRO L’ULTIMO GIORNO DEL MESE SUCCESSIVO A QUELLO IN CUI è SCADUTO IL PERIODO DI PAGA A CUI LA DENUNCIA SI RIFERISCE - ENTRO L’ULTIMO GIORNO DEL MESE SUCCESSIVO A QUELLO IN CUI è SCADUTO IL PERIODO DI PAGA A CUI LA DENUNCIA SI RIFERISCE: ( es: la retribuzione relativa al mese di ottobre deve essere denuncia entro la fine del mese di novembre);

11 MODELLO DM10/2 Il DATORE DI LAVORO DEVE ESPORRE: -RETRIBUZIONI COMPLESSIVE CORRISPOSTE AI LAVORATORI DIPENDENTI; -LE SOMME A DEBITO A TITOLO DI CONTRIBUTI -LE SOMME A CREDITO (per eventuale anticipazione di prestazione) COMPOSIZIONE DEL MODELLO: -QUADRO A: dati anagrafici, periodo denuncia, numero dipendenti -QUADRO B: dati retributivi, -QUADRO C: somme a debito del datore di lavoro -QUADRO D: somme a credito del datore di lavoro -QUADRO F: autorizzazione CIG -QUADRO I: dichiarazione del datore di lavoro e sottoscrizione

12 MODELLO E-MENS VIA TELEMATICA ISTITUITO CON ART. 44 L. n. 326/2003: I DATORI DI LAVORO DEVONO TRASMETTERE MENSILMENTE ALL’INPS E PER VIA TELEMATICA LA DENUNCIA DEI DATI RETRIBUTI DEI SINGOLI LAVORATORI. TERMINE TERMINE: FINE DEL MESE SUCCESSIVO A QUELLO DI COMPETENZA. SOGGETTI OBBLIGATI: -DATORI DI LAVORO CHE HANNO L’OBBLIGO DI REDIGERE IL 770 Semplificato -I COMMITTENTI E GLI ASSOCIANTI IN PARTECIPAZIONE,

13 MODELLO DI PAGAMENTO I DATORI DI LAVORO DEVONO VERSARE I CONTRIBUTI, PREMI, ED IMPOSTE AI RISPETTIVI ISTITUTI COMPETENTI NONCHE’ ALL’AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA. MODELLO F24 IL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI E DELLE IMPOSTE VIENE EFFETTUATO MENSILMENTE TRAMITE IL MODELLO F24


Scaricare ppt "CORSO ADDETTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE  INQUADRAMENTO DELLE IMPRESE, LA CONTRIBUZIONE IN GENERALE, OBBLIGHI DI DICHIARAZIONE PERIODICA A."

Presentazioni simili


Annunci Google