La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le attività del secondo modulo hanno previsto un apprendimento che si struttura facendo, seguendo le indicazioni delle regole Scout e del suo percorso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le attività del secondo modulo hanno previsto un apprendimento che si struttura facendo, seguendo le indicazioni delle regole Scout e del suo percorso."— Transcript della presentazione:

1 Le attività del secondo modulo hanno previsto un apprendimento che si struttura facendo, seguendo le indicazioni delle regole Scout e del suo percorso formativo. Le attività del secondo modulo hanno previsto un apprendimento che si struttura facendo, seguendo le indicazioni delle regole Scout e del suo percorso formativo.

2 Hanno favorito la consapevolezza dell'importanza della tutela ambientale Hanno favorito la consapevolezza dell'importanza della tutela ambientale

3 Fondamentali sono stati: 'LA PROGRESSIONE PERSONALE' Fondamentali sono stati: 'LA PROGRESSIONE PERSONALE' 'La strada di crescita personale percorsa da ciascun Esploratore o Guida, segnata da quattro tappe -scoperta, responsabilità, autonomia e specializzazione, animazione-che ispirandosi a momenti successivi di maturazione della personalità del ragazzo ne sottolineano un aspetto predominante che non esclude gli altri. Con il raggiungimento di ciascuna di tali tappe vengono prefissate alcune mete per ciascuno dei filoni necessari per mirare ad un'educazione integrale' 'La strada di crescita personale percorsa da ciascun Esploratore o Guida, segnata da quattro tappe -scoperta, responsabilità, autonomia e specializzazione, animazione-che ispirandosi a momenti successivi di maturazione della personalità del ragazzo ne sottolineano un aspetto predominante che non esclude gli altri. Con il raggiungimento di ciascuna di tali tappe vengono prefissate alcune mete per ciascuno dei filoni necessari per mirare ad un'educazione integrale'

4 'E' essenziale che le mete da raggiungere siano concrete, legate alla vita quotidiana del ragazzo nel Reparto e fuori di questo. Esse sono però normalmente ampie ed abbracciano una serie di possibili applicazioni specifiche. In occasione di ciascuna Impresa al singolo Esploratore e Guida vengono affidati particolari obiettivi nascenti da una parte dalle mete e dall'altra dalla concreta Impresa che si sta vivendo. Gli obiettivi e gli incarichi vengono fissati all'inizio dell'Impresa e verificati alla fine per poter valutare il raggiungimento della tappa' 'E' essenziale che le mete da raggiungere siano concrete, legate alla vita quotidiana del ragazzo nel Reparto e fuori di questo. Esse sono però normalmente ampie ed abbracciano una serie di possibili applicazioni specifiche. In occasione di ciascuna Impresa al singolo Esploratore e Guida vengono affidati particolari obiettivi nascenti da una parte dalle mete e dall'altra dalla concreta Impresa che si sta vivendo. Gli obiettivi e gli incarichi vengono fissati all'inizio dell'Impresa e verificati alla fine per poter valutare il raggiungimento della tappa'

5 Hanno promosso l'autoconsapevolezza e l'autostima, lo spirito di gruppo ed una sana competizione; LE ATTIVITA' ALL'ARIA APERTA E IN NATURA hanno favorito la consapevolezza dell'importanza della tutela ambientale Hanno promosso l'autoconsapevolezza e l'autostima, lo spirito di gruppo ed una sana competizione; LE ATTIVITA' ALL'ARIA APERTA E IN NATURA hanno favorito la consapevolezza dell'importanza della tutela ambientale

6 Le verifiche in tinere e finali, formative e sommative, sono state strutturate in un diario di bordo, in formato cartaceo e mutimediale, supportato da foto e immagini dell'esperienza, che costituisce il prodotto dell'intervento. Le verifiche in tinere e finali, formative e sommative, sono state strutturate in un diario di bordo, in formato cartaceo e mutimediale, supportato da foto e immagini dell'esperienza, che costituisce il prodotto dell'intervento.

7 Gli alunni del primo e del secondo modulo sono stati protagonisti di manifestazioni finali, tenutesi alla fine di ogni rispettivo modulo, il giorno 29/06/2011 e il 20/06/2012 con lo scopo di informare e sensibilizzare il pubblico, costituito soprattutto dalle famiglie e dal personale della scuola, sulle tematiche e sulle attività svolte durante il corso. Gli alunni del primo e del secondo modulo sono stati protagonisti di manifestazioni finali, tenutesi alla fine di ogni rispettivo modulo, il giorno 29/06/2011 e il 20/06/2012 con lo scopo di informare e sensibilizzare il pubblico, costituito soprattutto dalle famiglie e dal personale della scuola, sulle tematiche e sulle attività svolte durante il corso.

8 “Biodiversità e patrimonio boschivo: Campo scuola con la Protezione Civile Operatori TUTOR ESTERNO: Cap. Vaiano Gerardo ESPERTI DELL’ENTE PARTNER PROTEZIONE CIVILE FIDES PORTICO DI CASERTA: Marco Antonio Piccirillo Michele Varone. TUTOR INTERNO: Prof. Martone Salvatore GOP: Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Serino DSGA Angela Golino DSGA Angela Golino Assistente amministrativo Maria Petruolo Assistente amministrativo Maria Petruolo Tutor Facilitatore Prof. Nidia Riccio Tutor Facilitatore Prof. Nidia Riccio Tutor Valutatore Prof. Raffaella Lerro Tutor Valutatore Prof. Raffaella Lerro

9 ALUNNI Amoriello Giuseppe Amoriello Giuseppe Amoroso Michele Amoroso Michele Amoroso Tommaso Amoroso Tommaso Belgajdi Samir Belgajdi Samir Belgaydi Andrea Belgaydi Andrea Capasso Federica Capasso Federica Costagliola Giovanni Costagliola Giovanni Di Pascale Nicola Di Pascale Nicola Fuccia Nunzia Fuccia Nunzia Iodice Angela Iodice Angela La Ragione Alessandra La Ragione Alessandra Maltempo Rossella Maltempo Rossella Martedi Giovanna Martedi Giovanna Martone Mariateresa Martone Mariateresa Moretta Maria Moretta Maria Moriello Giovanna Moriello Giovanna Patricelli Agostina Patricelli Agostina Perna Daniele Perna Daniele Pezzella Luigi Pezzella Luigi Sica Antonio Sica Antonio Sparaco Giovanni Sparaco Giovanni Trombetta Nicola Trombetta Nicola Varletta Angelo Varletta Angelo Viciglione Maria Viciglione Maria

10 “Cittadini volontari: Campo scuola con gli Scout”-OPERATORI TUTOR ESTERNO: Quinterno Mariangela ESPERTO DELL’ENTE PARTNER GRUPPO SCOUT CASERTA 5: Mirko Neri TUTOR INTERNO: Prof. Martone Salvatore DOCENTE AZIONE ACCOMPAGNAMENTO: Prof. Romanucci Emilio GOP: Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Serino DSGA Angela Golino DSGA Angela Golino Assistente amministrativo Angela Maria Lauritano Assistente amministrativo Angela Maria Lauritano Tutor Facilitatore Prof. Nidia Riccio Tutor Facilitatore Prof. Nidia Riccio Tutor Valutatore Prof. Raffaella Lerro Tutor Valutatore Prof. Raffaella Lerro

11 ALUNNI Belgaydi Andrea Belgaydi Andrea Carrino Tonia Carrino Tonia Civitarese Mauro Civitarese Mauro Costagliola Giovanni Costagliola Giovanni De Angelis Michele De Angelis Michele Delli Paoli Gianluca Delli Paoli Gianluca Di Leva Domenico Di Leva Domenico Di Maio Alessandro Di Maio Alessandro Fuccia Nunzia Fuccia Nunzia Gentile Daniele Gentile Daniele La Ragione Alessandra La Ragione Alessandra Lasco Carolina Lasco Carolina Lasco Maria Lasco Maria Martedi Giovanna Martedi Giovanna Moretta Diego Moretta Diego Moriello Giovanna Moriello Giovanna Mucherino Francesco Mucherino Francesco Musone Simone Musone Simone Patricelli Agostina Patricelli Agostina Petito Andrea Petito Andrea Piccirillo Vincenzo Piccirillo Vincenzo Posillipo Tommaso Posillipo Tommaso Ruocchio Filippo Ruocchio Filippo Russo Michela Russo Michela Russo Francesco Russo Francesco Sica Antonio Sica Antonio Sorbo Domenico Sorbo Domenico Sparaco Giovanni Sparaco Giovanni Tartaglione Luca Tartaglione Luca Tartaglione Domenico Tartaglione Domenico Trombetta Francesco Trombetta Francesco Varletta Angelo Varletta Angelo Varone Giovanni Varone Giovanni


Scaricare ppt "Le attività del secondo modulo hanno previsto un apprendimento che si struttura facendo, seguendo le indicazioni delle regole Scout e del suo percorso."

Presentazioni simili


Annunci Google