La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’ALIMENTAZIONE NELL’800 L’ALIMENTAZIONE NELL’800.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’ALIMENTAZIONE NELL’800 L’ALIMENTAZIONE NELL’800."— Transcript della presentazione:

1 L’ALIMENTAZIONE NELL’800 L’ALIMENTAZIONE NELL’800

2 Nell’Ottocento, la crescita produttiva dell’agricoltura europea (sia per il rinnovamento tecnologico, sia per l’impianto delle nuove colture) riuscì in qualche modo a sostenere la domanda alimentare di una popolazione che aumentava a vista d’occhio. È legittimo dedurre che proprio l’accresciuta disponibilità di cibo sia stata all’origine dell’exploit demografico? Che la crescita della popolazione sia dovuta a un generale miglioramento delle condizioni alimentari? LA CRESCITA DELLE CONDIZIONI ALIMENTARI.

3 E’ il regime alimentare nel suo complesso quello del popolo che si impoverisce. Mais e patate servono a sfamare i contadini; il frumento, ora più che mai merce di lusso, è quasi tutto convogliato sui mercati urbani. Lo stesso vale per la carne, che i nuovi sistemi agrari e i progressi della scienza zootecnica consentono di produrre in maggiore quantità: per lungo tempo, non furono in molti a poterne profittare. IL REGIME ALIMENTARE,CARNE E FRUMENTO.

4 Uno studio, condotto sull’alimentazione nelle campagne italiane nella prima metà del XIX secolo, dà un quadro impressionante delle condizioni di vita delle popolazioni rurali e urbane: per esempio, pane di granoturco, minestre nelle quali si mescolano insieme le materie più scadenti come polenta, patate, castagne, legumi che costituiscono la quasi totalità del vitto, dal quale è esclusa la carne, se non in occasioni speciali. UNO STUDIO SULL’ALIMENTAZIONE.

5 FINE Realizzato da: Antonia Vicidomini Gabriella Manzo


Scaricare ppt "L’ALIMENTAZIONE NELL’800 L’ALIMENTAZIONE NELL’800."

Presentazioni simili


Annunci Google