La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO BASE DI ECODESIGN L’eco-progettazione per lo sviluppo e il miglioramento dei prodotti Francesca Cappellaro Corso Base di ECODESIGN.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO BASE DI ECODESIGN L’eco-progettazione per lo sviluppo e il miglioramento dei prodotti Francesca Cappellaro Corso Base di ECODESIGN."— Transcript della presentazione:

1 CORSO BASE DI ECODESIGN L’eco-progettazione per lo sviluppo e il miglioramento dei prodotti Francesca Cappellaro Corso Base di ECODESIGN

2 OBIETTIVI DEL SEMINARIO L’obiettivo principale è la sensibilizzazione del progettista verso le problematiche di impatto ambientale di un prodotto durante il suo intero ciclo di vita. Lo scopo del seminario è: –fornire un'introduzione ai concetti dell'ecodesign, –aiutare l'utente a comprendere le fasi d'implementazione di un progetto di ecodesign e –utilizzo dei risultati e vantaggi per le imprese.

3 Corso Base di ECODESIGN CONTENUTI 1)Principi generali 2)Perché l’ecodesign 3)Cos’è l’ecodesign 4)Implementare l’ecodesign in azienda 5)Strumenti di ecodesign 6)Come utilizzare i risultati di un progetto di ecodesign

4 Corso Base di ECODESIGN Contenuti Modulo 1 PRINCIPI GENERALI Il primo modulo introduce alcuni concetti indispensabili per inquadrare il tema dell’ecodesign, quali lo Sviluppo Sostenibile, le Politiche Integrate di Prodotto ed i relativi strumenti e le principali Direttive ambientali.

5 Corso Base di ECODESIGN Verso uno Sviluppo Sostenibile… "Lo Sviluppo sostenibile è uno sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future riescano a soddisfare i propri” R apporto Brundtland, 1987 Per favorire lo sviluppo sostenibile sono in atto molteplici attività ricollegabili sia alle politiche ambientali dei singoli Stati e delle Organizzazioni Sovra-Nazionali sia a specifiche attività collegate ai vari settori dell'ambiente naturale.

6 Corso Base di ECODESIGN Strategia Europea per lo Sviluppo Sostenibile Per il perseguimento dello sviluppo sostenibile l'Unione Europea ritiene necessaria un’integrazione delle problematiche ambientale nelle politiche europee: Politica Integrata di Prodotto, IPP 2003 Produzione e Consumo Sostenibile, PCS 2006 Per approfondire si veda: Corso sulle politiche dell'Unione Europea per lo sviluppo di prodotti verdi

7 Corso Base di ECODESIGN Direttive ambientali Le seguenti direttive mirano ad estendere la responsabilità del produttore per gli aspetti ambientali dei loro prodotti: Direttiva sugli imballaggi e sui rifiuti da imballaggio Direttiva sulla gestione dei veicoli fuori uso (ELVs) Direttiva sulle apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE e RoHS) Direttiva quadro che definisce dei requisiti di ecodesign per le apparecchiature utilizzanti energia (EUP) – Direttiva ECODESIGN Per approfondire si veda Corso sulle Direttive Europee per la sostenibilità ambientale dei prodotti

8 Corso Base di ECODESIGN Strumenti per la sostenibilità Le politiche europee per la sostenibilità finora descritte sottolineano la necessità di sviluppo di una nuova generazione di prodotti e servizi “verdi”. Per fare ciò occorrono strumenti che supportino le imprese in tale percorso. L’ecodesign è uno di questi.

9 Corso Base di ECODESIGN DEFINIZIONE DI ECODESIGN “L'ambiente concorre alla definizione del design, divenendone un fattore di indirizzo nello sviluppo del prodotto. In questo processo, l'ambiente assume il medesimo status dei più tradizionali valori industriali, quali il profitto, la funzionalità, l'estetica, l'ergonomia, l'immagine e la qualità generale." Rathenau Institute, 1997 L'ecodesign è la considerazione dei fattori ambientali nella progettazione e nello sviluppo di prodotti e servizi.

10 Corso Base di ECODESIGN Contenuti Modulo 2 PERCHE’ L’ECODESIGN Il secondo modulo approfondisce le ragioni che spesso motivano l’adozione dell’ecodesign, per poi metterne in luce i possibili vantaggi competitivi per le imprese.

11 Corso Base di ECODESIGN PMI e AMBIENTE Rispondere ai problemi ambientali è sempre stata una soluzione “no-win” per le aziende. “Aiuta l’ambiente e danneggia la tua impresa” (North, 1992)

12 Corso Base di ECODESIGN … in realtà La sostenibilità di una strategia ambientale dipende dalla COERENZA tra i programmi conseguiti, il contesto competitivo in cui l’impresa opera e la disponibilità di risorse e competenze all’interno di questa. Le PMI presentano, per le loro caratteristiche specifiche, punti di forza e di debolezza nel processo di miglioramento delle prestazioni ambientali.

13 Corso Base di ECODESIGN L’ ECODESIGN come opportunità per le PMI L’idea di base dell’Ecodesign è la riduzione degli impatti ambientali dell’intero ciclo di vita del prodotto grazie al miglioramento delle attività di progettazione al fine di: 1. Proteggere l’ambiente; 2. Ottenere benefici commerciali; 3. Adempiere agli obblighi normativi.

14 Corso Base di ECODESIGN RIPENSAMENTO DEL PRODOTTO “REPLACE” RIDUZIONE RIUTILIZZO RICICLAGGIO RECUPERO Ridurre consumo di materiali ed energia, produrre meno imballaggi e rifiuti. Il rifiuto diventa 1 prodotto usato per lo stesso scopo o per scopi diversi Incentivare il riciclo di materiali (plastica, vetro, carta, alluminio) Di materiali, energia e compost Prodotti con maggiore efficienza eco-prodotti Sostituire le sostanze e i materiali pericolosi ECODESIGN = VANTAGGI Proteggere l’ambiente: la filosofia delle 6 “R”

15 Corso Base di ECODESIGN Ottenere benefici commerciali Risparmi sui costiMotivazione dei dipendenti Pressione dei mercatiProgrammi di eco-labelling Opinione pubblicaResponsabilità delle aziende Esigenze dei clientiComunicazione aziendale Sicurezza dei clientiRapporti con la filiera Green MarketingQualità del prodotto InnovazioniAccesso ai mercati “verdi” CompetitivitàAppalti pubblici “verdi” (GPP)

16 Corso Base di ECODESIGN Esempi di riduzione dei costi Attraverso l’Ecodesign è possibile ottenere: Processi di produzione ottimizzati Prodotti con meno materiali, meno trasporti, meno sostanze tossiche potenziali Imballaggi con pesi e volumi ridotti - logistica ottimizzata Meno sostanze dannose per l’ambiente - risparmi sullo smaltimento Minor tempo di smontaggio (Design for Disassembly) e minor costo di assemblaggio Uso di materiale riciclato …

17 Corso Base di ECODESIGN L’ecodesign per adempiere agli obblighi normativi PRODUZIONEPRODOTTOIMPRESA Command and Control Approccio tradizionale “end-of-pipe” IPPC (Integrated Pollution Prevention and Control) Direttive: EuP RoHS RAEE ELV EMAS Approccio integrato

18 Corso Base di ECODESIGN Il terzo modulo illustra le modifiche apportate dall’eco-progettazione al tradizionale processo di design ed affronta le principali strategie di ecodesign. In questa parte del corso sono riportati numerosi esempi al fine di rendere più chiare le strategie di ecodesign. Contenuti Modulo 3 COS’E’ L’ECODESIGN

19 Corso Base di ECODESIGN La progettazione è un processo “pulito”, ma determina la maggior parte degli impatti ambientali relativi al prodotto!!! Perchè concentrarsi sulla progettazione?

20 Corso Base di ECODESIGN dei rifiuti

21 Corso Base di ECODESIGN PROCESSI DI PROGETTAZIONE CONVENZIONALI PROPOSTA E BRIEFING PROGETTAZIONE E SVILUPPO DI PRODOTTO O PROCESSO PRODUZIONE LANCIO SUL MERCATO IL PROCESSO DI ECO-PROGETTAZIONE Valutazione delle esigenze ambientali Creazione di un gruppo di ecodesign Valutazione ambientale di un prodotto o servizio di riferimento Valutazione e selezione delle strategie di eco-progettazione Comunicazione delle caratteristiche ambientali dei prodotti o servizi Valutazione del processo di eco-progettazione e studio di nuove azioni ASPETTI INNOVATIVI

22 Corso Base di ECODESIGN Strategie di ecodesign A livello di componenti di prodotto A livello di struttura di prodotto A livello di sistema di prodotto 1) selezionare materiali con basso impatto ambientale 2) riduzione dell’uso di materiali 3) ottimizzazione delle tecniche di produzione 4) ottimizzazione della rete distributiva 5) riduzione degli impatti durante l’uso 6) ottimizzazione della vita economica 7) ottimizzazione del fine vita 8) sviluppo di un nuovo concetto di prodotto

23 Corso Base di ECODESIGN Il quarto modulo spiega nel dettaglio le fasi di un progetto di ecodesign: per ciascuna fase vengono evidenziate le attività e gli obiettivi da conseguire. Contenuti Modulo 4 IMPLEMENTARE L’ECODESIGN IN AZIENDA

24 Corso Base di ECODESIGN IL PROGETTO DI ECODESIGN L’integrazione degli aspetti ambientali nella progettazione e nello sviluppo di un prodotto richiede all’impresa notevoli sforzi non solo economici Si tratta di un processo complesso ed interdisciplinare, che richiede delle competenze specifiche spesso mancanti in una PMI

25 Corso Base di ECODESIGN LE FASI DI UN PROGETTO DI ECODESIGN Step 1 → Preparazione del progetto, valutazione delle motivazioni e selezione del prodotto adatto Step 2 → Analisi del prodotto nella condizione as is Step 3 → Selezione delle strategie di ecodesign idonee per il prodotto Step 4 → Formulazione del nuovo concetto di prodotto Step 5 → Specifiche del nuovo prodotto eco-compatibile Step 6 → Realizzazione del prodotto e sua introduzione sul mercato Step 7 → Valutazione del progetto di ecodesign

26 Corso Base di ECODESIGN Step 1 Preparazione del progetto, valutazione delle motivazioni e selezione del prodotto adatto Obiettivi della prima fase  ottenere il commitment del top management  formare il team di progetto  analizzare le strategie di ecodesign  selezionare un progetto pilota di ecodesign  definire le attività e gli obiettivi del progetto In questa fase si deve avviare il progetto: aspetti critici sono la definizione degli obiettivi, la formazione del team di progetto ed il coinvolgimento del management.

27 Corso Base di ECODESIGN Step 2 Analisi del prodotto nella condizione iniziale Obiettivi della seconda fase  valutare gli impatti ambientali del prodotto durante il suo ciclo di vita  analizzare i risultati ottenuti In questa fase si deve analizzare la situazione di partenza: possono essere utilizzati svariati strumenti di valutazione ambientale, spesso è necessaria la collaborazione di esperti esterni.

28 Corso Base di ECODESIGN Step 3 Selezione delle strategie di ecodesign idonee per il prodotto Obiettivi della terza fase  selezione delle strategie di ecodesign più adatte  generazione di idee per il miglioramento del prodotto In questa fase, nota la situazione di partenza, si deve decidere come migliorare la progettazione del prodotto.

29 Corso Base di ECODESIGN Step 4 Formulazione del nuovo concetto di prodotto Obiettivi della quarta fase  sviluppo di diverse alternative di prodotto  selezione del concetto di prodotto finale In questa fase vengono sviluppate diverse alternative di prodotto. Viene portata avanti l’alternativa che rappresenta il miglior compromesso tra fattibilità tecnico - economica, benefici ambientali attesi, effetti sugli obiettivi preposti.

30 Corso Base di ECODESIGN Step 5 Specifiche del nuovo prodotto eco-compatibile Obiettivi della quinta fase  elaborazione del progetto dettagliato di prodotto  preparazione documentazione tecnica, modelli e prototipi In questa fase si devono dettagliare le specifiche di prodotto al fine di consentirne la prototipazione ed il testing.

31 Corso Base di ECODESIGN Step 6 Realizzazione del prodotto e introduzione sul mercato Obiettivi della sesta fase  stesura del piano di produzione  piano di produzione In questa fase si devono creare le giuste condizioni per il lancio in produzione del prodotto: sponsorizzazione interna (stesura di un piano di produzione) e/o esterna (piano di produzione esterna, green marketing).

32 Corso Base di ECODESIGN Step 7 Valutazione del progetto di ecodesign Obiettivi della settima fase:  valutazione dei miglioramenti ambientali conseguiti  valutazione dei benefici economici conseguiti In questa fase si deve rivedere l’intero il progetto alla luce dei miglioramenti ambientali e dei benefici economici conseguiti.

33 Corso Base di ECODESIGN Il quinto modulo tratta brevemente i principali strumenti a supporto della valutazione ambientale di un prodotto, fase essenziale in un progetto di ecodesign. Viene descritta sinteticamente anche la metodologia LCA (Life Cycle Assessment). Contenuti Modulo 5 STRUMENTI DI ECODESIGN

34 Corso Base di ECODESIGN Valutazione ambientale di un prodotto La valutazione dei potenziali impatti ambientali che possono essere generati da un prodotto o servizio è una parte essenziale dell'implementazione dell'eco-progettazione. Questa valutazione ha due obiettivi principali: 1.identificare i punti di forza e le debolezze ambientali 2.comparare e selezionare le alternative di progetto.

35 Corso Base di ECODESIGN Strumenti per la valutazione ambientale Esistono numerosi strumenti a supporto della valutazione ambientale di un prodotto o servizio: Checklist di eco-progettazione Matrice MET Input di materiale per unità di servizio (Material input per unit service -MIPS) Domanda cumulata di energia (Cumulated energy demand -CED) Diagramma a tela di ragno Valutazione del Ciclo di Vita La scelta degli strumenti più vantaggiosi per uno specifico caso dipende dagli obiettivi della valutazione, dalla complessità del prodotto e dalla disponibilità e qualità dei dati.

36 Corso Base di ECODESIGN Il ciclo di vita di un prodotto La valutazione ambientale deve essere fatta considerando l'intero ciclo di vita del prodotto, includendo tutti i componenti del suo sistema. Gli impatti ambientali da considerare e sui quali agire non sono solo quelli relativi alla fase di produzione ma anche quelli associati alle attività a monte e a valle (“dalla culla alla tomba”).

37 Corso Base di ECODESIGN Fonte: Danish Environmental Protection Agency

38 Corso Base di ECODESIGN Valutazione del ciclo di vita LCA (Life Cycle Assessment) L'analisi del ciclo di vita può essere utilizzata qualora si voglia progettare e quindi realizzare un prodotto che causi un minor impatto sull’ambiente (Ecodesign). La serie di norme ISO 14040:2006 descrive come realizzare uno studio di LCA completo per qualsiasi tipologia di prodotti.

39 Corso Base di ECODESIGN Fasi di una LCA procedura standardizzata Per l’identificazione e la valutazione degli impatti ambientali di un dato prodotto c’è una procedura standardizzata che consta di 4 fasi (ISO 14040, 14044): 1.Definizione dell’obiettivo e del campo di applicazione –Identificazione dei confini del sistema 2.Inventario (LCI) –Modellizzazione del sistema prodotto, raccolta dati 3.Valutazione d’impatto (LCIA) –Gli impatti vengono calcolati sulla base dei risultati di LCI 4.Interpretazione dei risultati

40 Corso Base di ECODESIGN Vantaggi dell’LCA L’LCA può essere utile per: stimare l’impatto ambientale complessivo di un prodotto confrontare due prodotti simili dal punto di vista dell’impatto ambientale, individuare possibili miglioramenti all’interno di un ciclo produttivo. Per approfondire l’LCA si veda: Seminario on-line DESIRE-NET Corso on-line: /fadivgen /fadivgen2

41 Corso Base di ECODESIGN TESPI Software di supporto all’eco-design Enea ha sviluppato TESPI, uno strumento semplificato di ausilio nel processo decisionale dell'eco-progettazione, disponibile on-line: Per approfondire l’uso di questo strumento: Seminario on-line DESIRE-NET Corso on-line: /fadivgen /fadivgen2

42 Corso Base di ECODESIGN Questo modulo riprende il secondo, in quanto amplia la descrizione dei vantaggi e delle opportunità legate all’adozione dei principi di ecodesign. Per quanto riguarda le opportunità vengono affrontati i temi del Green Marketing, del Green Procurement e dell’Etichettatura ecologica. Contenuti Modulo 6 COME UTILIZZARE I RISULTATI DI UN PROGETTO DI ECODESIGN

43 Corso Base di ECODESIGN Benefici dell’ecodesign Costi ridotti di produzione e distribuzioneCosti ridotti di produzione e distribuzione identificando alcuni processi inefficienti che possono essere migliorati e trovando nuove strade per produrre di più con meno. Incentivazione di un modo di pensare innovativoIncentivazione di un modo di pensare innovativo all’interno dell'azienda attraverso l'incremento di innovazioni e facilitando la creazione di nuove opportunità di mercato. Immagine rinforzata della marca e del prodottoImmagine rinforzata della marca e del prodotto dovuta ad una aumentata consapevolezza ambientale e ad un'attitudine all’innovazione

44 Corso Base di ECODESIGN Migliore qualità del prodotto Incremento della durata e della funzionalità costruendo il prodotto in modo che sia facilmente riparabile e riciclabile. Per raggiungere questo obiettivo sono utili le strategie di eco-progettazione Incremento del valore aggiunto dei prodotti che hanno migliori caratteristiche ambientali attraverso l’intero ciclo di vita e sono inoltre di una qualità migliore

45 Corso Base di ECODESIGN

46 v v

47 Maggiore conoscenza del prodotto Attraverso l’ecodesign e l’approccio al ciclo di vita di un prodotto l'impresa può sfruttare le informazioni ambientali per: progettazioni strategiche strategie di comunicazione benchmarking.

48 Corso Base di ECODESIGN Strumenti di comunicazione ambientale Le etichette ambientali: Ecolabel Dichiarazione Ambientale di Prodotto Carbon Footprint … Accesso al mercato degli acquisti verdi. Per approfondire: Corso sulle Etichette Ambientali e Corso sulla Carbon Footprint

49 Corso Base di ECODESIGN Gli acquisti verdi Sono un’incentivazione per le aziende che applicano tecnologie e/o sistemi di gestione più compatibili con l'ambiente. Green Procurement Sistema di acquisti di prodotti e servizi ambientalmente preferibili, cioè aventi " un minore effetto sulla salute umana e sull'ambiente rispetto ad altri prodotti e servizi utilizzati allo stesso scopo". Green Public Procurement (GPP) Possibilità di inserire criteri di qualificazione ambientale nella domanda che le Pubbliche Amministrazioni esprimono in sede di acquisto di beni e servizi. Su questo tema la Pubblica Amministrazione può svolgere, quindi, il duplice ruolo di "cliente" e di "consumatore", e in quanto tale può avere una forte capacità di orientare il mercato.

50 Corso Base di ECODESIGN Ecodesign: un percorso virtuoso che coinvolge tutti… 1. I produttori 1. I produttori fabbricano i loro prodotti usando meno materiali, acqua, energia ecc. e producendo meno rifiuti da gestire, in questo modo i costi di produzione sono ridotti. 2. I consumatori 2. I consumatori comprano prodotti più sicuri e duraturi, che necessitano di minore energia e beni di consumo per funzionare e al bisogno possono essere facilmente riparabili. 3. La società 3. La società ne beneficia poiché incrementa le disponibilità future di risorse per altri prodotti o servizi e perchè previene eventuali danni ambientali, quindi risparmia su alcuni costi di trattamento e i risanamento.

51 Corso Base di ECODESIGNFare clic per inserire il Titolo della presentazione Per saperne di più: CORSO ON-LINE su ECODESIGN: /fadivgen2 MASTER IN ECO-DESIGN:

52 Corso Base di ECODESIGN Per informazioni LABORATORIO LCA & ECODESIGN Centro Ricerche ENEA Bologna via Martiri Monte Sole, 4


Scaricare ppt "CORSO BASE DI ECODESIGN L’eco-progettazione per lo sviluppo e il miglioramento dei prodotti Francesca Cappellaro Corso Base di ECODESIGN."

Presentazioni simili


Annunci Google