La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Benchmarking: QUALI PROSPETTIVE PER LA TRASFERIBILITÀ A SCUOLA A cura del PROGETTO QUALITA Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Benchmarking: QUALI PROSPETTIVE PER LA TRASFERIBILITÀ A SCUOLA A cura del PROGETTO QUALITA Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca."— Transcript della presentazione:

1 Il Benchmarking: QUALI PROSPETTIVE PER LA TRASFERIBILITÀ A SCUOLA A cura del PROGETTO QUALITA Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale a.s. 2004/2005

2 Il Benchmarking è uno strumento di apprendimento per Definire obiettivi Realizzare nuovi livelli di performances Individuare nuovi strumenti Cambiare il clima culturale È apprendimento per imitazione degli altri con il conseguente superamento dellautoreferenzialità.

3 Il benchmarking orienta a: focalizzarsi sulle esperienze degli altri… analizzare e misurare le proprie prestazioni scoprire ed applicare le buone pratiche

4 Attraverso il dialogo con altre scuole, il benchmarking : facilita la collaborazione tra realtà omologhe consente il superamento dei particolarismi favorisce la nascita di nuove idee ed iniziative.

5 Non moda, ma necessità per: Garantire velocità di cambiamento; Perseguire efficienza/efficacia Soddisfare le aspettative del cliente/utente Facilitare la diffusione delle informazioni Attivare modelli strutturati di confronto come parte integrante di modelli di gestione per la Qualità

6 TIPI DI BENCHMARKING INTERNO: BENCHMARKING ATTIVITA INTERNE ESTERNO: BENCHMARKING DI PROCESSO (O FUNZIONALE); BENCHMARKING COMPETITIVO

7 Per benchmarking delle attività interne sintende: allinterno dello stesso istituto tra unità/sezioni che svolgono attività simili nella stessa sede o in località diverse Per benchmarking di processo sintende: il confronto con altre scuole (istituti), non concorrenti, in determinati processi/servizi E considerato da molti lessenza del benchmarking Per benchmarking competitivo sintende: il confronto con scuole private presenti sul territorio

8 METODOLOGIA Il processo di benchmarking può essere suddiviso in cinque fasi chiave: Pianificazione Analisi Integrazione Azione Maturità

9

10 Prerequisiti conoscere bene cosa e come si opera allinterno dellIstituzione Scolastica avere come traguardo il miglioramento dellefficacia/efficienza far percepire il confronto come tecnica per individuare le opportunità di miglioramento dei processi/servizi e per ripensarli in maniera innovativa

11 Risultati attesi dalle attività di benchmarking La metodologia per lautovalutazione dei singoli processi Il modello migliore tra i processi scelti La mappatura delle good practices Un metodo strutturato per lo scambio di esperienze

12 DALLA PRASSI MIGLIORE ALLA PRASSI BUONA Perché prassi buone non prassi migliore ? Ciò che è meglio per unorganizzazione lo è sempre anche per unaltra? Una prassi migliore va interpretata in contesto? Una prassi è buona solo se funziona bene per la propria organizzazione in termini di efficacia, efficienza e sostenibilità

13 Resistenze al confronto Non è facile partecipare ad un benchmarking a causa di: Dubbi sulla validità(pensiamo di essere diversi dagli altri!) Problemi di riservatezza delle informazioni Una diffusione limitata in Italia di questa prassi e quindi una difficoltà a trovare persone disposte a confrontarsi soprattutto sui processi chiave e non solo su quelli di supporto

14 ALTRI PROBLEMI Completa trasparenza su come si fanno le cose allinterno dellIstituto Impegno di risorse fisiche e non Incertezza sui benefici Equilibri di potere allinterno dellorganizzazione Tendenza a concentrarsi sui risultati(efficacia) piuttosto che su come si fanno le cose (efficienza)

15 Le attività del Benchmarking Definizione delle attività da confrontare Descrizione ed autovalutazione del processo Individuazione dei punti di forza e di debolezza del processo attraverso unanalisi strutturata Confronto dei processi di lavoro Individuazione delle best practices Modellizzazione Attuazione del processo così definito Valutazione dei risultati Il benchmarking non è una lista di azioni, ma una metodologia strutturata di apprendimento continuo

16 Esempio: organizzazione stage benchmarking-documentazione processo tipo: documentazione delle fasi progettazione-riprogettazione comunicazione partecipazione organizzazione attività in azienda misurazione analisi risultati azioni di miglioramento

17 Esempio di prassi-documentata collegata al sottoprocesso: predisposizioni operative Compilazione curriculum da parte dello studente Elaborazione profilo dello studente Effettuazione abbinamento studente aziende Stesura progetto formativo completo di dati, obiettivi personali e preparazione documentazione Analisi e confronto su obiettivi personali Preparazione incontri di formazione Partecipazione agli incontri di formazione Incontro per analisi e condivisione progetto formativo

18 La raccolta delle prassi allinterno di una scuola consente di stendere un flusso di attività che rappresenta un modello di riferimento I partecipanti allattività imparano una metodologia del confronto di processi e di prassi e anche un approccio sistemico alla gestione della scuola La documentazione dei processi tipo e delle prassi di gestione di una scuola o di più scuole se messe a disposizione on line mette a disposizione di tutte le scuole una sorgente di utili informazioni per iniziare il processo di benchmarking


Scaricare ppt "Il Benchmarking: QUALI PROSPETTIVE PER LA TRASFERIBILITÀ A SCUOLA A cura del PROGETTO QUALITA Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca."

Presentazioni simili


Annunci Google