La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sequenza trattamento con doppia pressione e arti in stiramento Accademia Italiana Shiatsu-Do David Hirsch.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sequenza trattamento con doppia pressione e arti in stiramento Accademia Italiana Shiatsu-Do David Hirsch."— Transcript della presentazione:

1 Sequenza trattamento con doppia pressione e arti in stiramento Accademia Italiana Shiatsu-Do David Hirsch

2 Trattamento Shiatsu con doppia pressione e arti in allungamento La doppia pressione è stata introdotta agli albori dell’avvento dello shiatsu in Italia dal Maestro Yugi Jahiro come evoluzione e fusione delle due tecniche originarie, quella del Maestro Namikoshi e del Maestro Masunaga. Nell’uso della tecnica della doppia pressione gli strumenti (due pollici, due palmi, un palmo e un pollice, due gomiti, ecc) lavorano autonomamente andando a ricercare sul territorio (non necessariamente meridiani ordinari, estensioni di Masunaga, punti, ecc..) una relazione che possa avere maggiore enfasi nel muovere, nell’armonizzare e nell’indurre un cambiamento. Il riconoscere una manifestazione di un punto, una zona…, richiede un percorso formativo ed evolutivo in grado di costruire gradualmente l’abilità a tale tipo di attenzione. Il passaggio dal riconoscimento dell’espressione di vitalità di una zona, alla gestione di due manifestazioni distinte con due strumenti separati richiede, anch’esso, molta dedizione e altrettanta pratica. Il Maestro Masunaga sosteneva che trattare i percorsi energetici di un arto mantenuto in allungamento, amplifica l’efficacia dello stimolo. Molti punti che utilizziamo come fissi nella nostra pratica sono riconosciuti universalmente come “importanti”, ma altrettanti, se non di più sono quelli che troviamo sul territorio grazie ad attenzione e sensibilità e rappresentano, inequivocabilmente, una porta di accesso prioritaria perché manifesti in quella specifica relazione in quel determinato momento. Nella sequenza che mostriamo, diamo un esempio di come si possa trattare alcune zone, alcuni meridiani, mantenendo un punto fisso e lavorando con la mano che si muove su un arto in allungamento. Va da sé che, nell’evoluzione della tecnica, nessun punto rimane fisso ad limutum e quindi ogni qualvolta si riscontri la necessità di spostare il punto fisso, il nuovo centro di attenzione andrà a sostituirsi al precedente creando una infinita serie di possibilità nella relazione punto-punto, punto-zona, tori-uke…

3 Trattamento del meridiano di Grosso Intestino con punto fisso all’altezza della mano

4 Trattamento del meridiano di Polmone con punto fisso all’altezza del polso

5 Trattamento del meridiano del Ministro del Cuore con punto fisso al centro del palmo della mano

6 Trattamento del meridiano di Cuore con punto fisso al polso Il punto fisso si sposta lungo il decorso del meridiano in base alla capacità di Tori di cogliere nuove manifestazioni della vitalità di Uke

7 Trattamento del meridiano di Piccolo Intestino con punto fisso al polso

8 Trattamento del Triplice Riscaldatore con punto fisso al polso

9 Tori in samurai basso appoggia il cavo popliteo di uke sulla propria coscia ed effettua alcune rotazioni della propria gamba andando a mobilizzare l’articolazione dell’anca

10 Mantenendo la posizione in leggero stiramento è possibile trattare il meridiano di triplice riscaldatore (estensione di Masunaga) Punto fisso (mano madre) alla caviglia

11 La mano madre che porta il punto fisso può assumere una nuova posizione se Tori percepisce maggiore attività in altre zone del meridiano Le altre dita delle mani sostengono la zona dove lavora il pollice

12 Trattamento del meridiano di Stomaco sulla gamba con punto fisso sotto al ginocchio Tori è in samurai basso con il piede di Uke appoggiato sulla propria coscia

13 Apertura della gamba verso l’esterno per esporre i meridiani Yin della coscia

14 Trattamento del meridiano di Fegato con doppia pressione

15 Punto fisso sulla gamba e trattamento della coscia

16 Prosegue con entrambe i punti sulla gamba

17 Tori ruota la gamba verso il lato opposto di Uke e trattai meridiani di Grosso Intestino e Rene (estensioni di Masunaga)

18 Tori si porta in seiza all’interno delle gambe di Uke ed appoggia il piede all’altezza della propria spina iliaca anteriore

19 Tori porta l’arto di Uke dalla parte opposta e lo blocca inserendo la propria gamba fra cavo popliteo e ginocchio

20 Trattamento del meridiano di Vescicola Biliare

21 Altra possibilità per il trattamento della zona Yang delle gambe in allungamento

22 Particolare del lavoro con le due mani separate sulla zona yang della gamba

23 Portando il piede di Uke in appoggio sulla zona della propria spina iliaca anteriore è possibile trattare la zona yang della gamba Particolare della doppia pressione

24 Tori si porta all’interno delle gambe di uke Da questa posizione è possibile trattare tutta la zona yin delle gambe

25 La zona yin della coscia

26 Punto fisso sulla coscia e mano mobile sulla gamba

27 Uke in posizione sul fianco, trattamento dei meridiani yin delle braccia con punto fisso nella zona distale dell’arto mantenuto in allungamento

28 Trattamento dei meridiani di Polmone, Ministro del cuore e Cuore

29 Si sposta il punto fisso

30 Trattamento della zona yang del braccio con punto fisso distalmente all’arto

31 Trattamento di Grosso Intestino, Triplice Riscaldatore e Piccolo Intestino

32 Tori si porta oltre il capo di Uke e tratta i meridiani delle braccia sia zona yin che yang mantenendo l’arto in allungamento e punto fisso nella zona del polso

33 Tori si porta frontalmente a Uke e tratta il braccio superiore, zona yang, mantenuto in allungamento con il punto fisso all’altezza del polso

34 Dalla medesima posizione è possibile trattare anche il braccio a terra


Scaricare ppt "Sequenza trattamento con doppia pressione e arti in stiramento Accademia Italiana Shiatsu-Do David Hirsch."

Presentazioni simili


Annunci Google