La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Situazione e prospettive delle Compagnie di Assicurazione nel nuovo contesto di mercato Prof. Claudio Cacciamani Dipartimento di Economia Università degli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Situazione e prospettive delle Compagnie di Assicurazione nel nuovo contesto di mercato Prof. Claudio Cacciamani Dipartimento di Economia Università degli."— Transcript della presentazione:

1 Situazione e prospettive delle Compagnie di Assicurazione nel nuovo contesto di mercato Prof. Claudio Cacciamani Dipartimento di Economia Università degli Studi di Parma

2 Compagnie assicurative e imprese Partecipazione diretta e indiretta nel capitale delle imprese quotate REGOLAMENTO ISVAP 2008 FINALITA’ D’INVESTIMENTO CANALE PRIVILEGIATO DI ACCESSO AL SEGMENTO IMPRESE INFLUENZA SULLA STRATEGIA E SULL’ OPERATIVITA’

3 Compagnie assicurative e imprese 2 POSSIBILITA’ se l’impresa è in grado di esercitare un’influenza, anche indiretta, sulla compagnia assicurativa, può tentare di ottenere un ingente risarcimento la compagnia assicura i rischi dell’impresa partecipata e ad un livello intermedio riassicura in base al rischio assunto, questo le permette di assumere in minor parte l’onere eventuale del sinistro. MAGGIORE TRASPARENZA NELLA GESTIONE DEI LEGAMI EFFICIENZA DEL SISTEMA FINANZIARIO

4 Compagnie di assicurazione: prospettive sul credito EUROPA ITALIA PROSPETTIVE NEGATIVE MA Cause dovute ai recenti cambiamenti legislativi e di mercato che hanno interessato il 2007 e il 2008 CAMBIAMENTI STRUTTURALI NO EFFETTI CRISI FINANZIARIA MONDIALE

5 Effetti del Nuovo Codice OBIETTIVO A un anno dall’applicazione RISULTATO  facilitare le procedure di rimborso;  riduzione tariffe assicurative. la riforma ha funzionato a metà:  i risarcimenti sono più veloci, ma le tariffe non diminuiscono :  aumentano i reclami.  il nuovo sistema produrrà effetti tariffari non a livello complessivo, ma sulle singole polizze, ovvero su particolari categorie di veicoli  deluse le attese dei consumatori. Da un punto di vista tecnico il risarcimento diretto ha funzionato, ma per la riduzione delle tariffe si deve lavorare piuttosto sul rinnovamento dei canali di vendita, considerato che il mercato italiano, basato sulle reti d'agenzia, è piuttosto tradizionalista e fidelizzato

6 Numero delle imprese ripartite secondo la natura giuridica Settore di attività Anno Imprese nazionali Rappresentanze estere Totale imprese nazional i ed estere Dati al 31/12/2 008 Società per azioni Società cooper ative Società mutue Totale Con sede legale in un Paese EXTRA UE Con sede legale in un Paese UE Danni Vita Riassicur atrici Multira mo Totale

7 Percentuale di compagnie assicurative in Europa Da compagnie assicurative nel 2007 a nel Controtendenza rispetto all’ultimo decennio.

8 Numero di imprese nei Paesi UE Austria Belgio Danimarca Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lussemburgo Olanda Portogallo Regno Unito Spagna Svezia Totale

9 Premi per impresa nei Paesi UE15 (Valori in milioni di euro) Austria Belgio Danimarca Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lussemburgo Olanda Portogallo Regno Unito Spagna Svezia Totale

10 L’industria assicurativa europea: premi ramo Vita Il declino della raccolta premi ramo Danni rispecchia la media CEA e risulta limitato.

11 L’industria assicurativa europea: premi ramo Danni Il declino della raccolta premi ramo Danni rispecchia la media CEA e risulta limitato.

12 Previsioni dei premi assicurativi in Italia Rami Premi 2008 Premi 2009 Var. % 2007/2008 Var. % 2008/2009 R.C. autoveicoli terrestri %-1.5% Corpi veicoli terrestri %-4.0% Infortuni %1.0% Malattia %1.0% Incendio ed elementi naturali %-1.0% R.C. generale %1.0% Altri danni ai beni %-1.0% Altri rami danni %2.0% TOTALE RAMI DANNI %-0.8%

13 Previsioni dei premi assicurativi in Italia Incidenza % sul PIL 2.4%2.5% Ramo I – Vita Umana %45.0% Ramo III – linked %-60.0% Altri rami Vita %50.0% TOTALE RAMI VITA %9.7% Incidenza % sul PIL 3.5%4.0% TOTALE RAMI %5.4% Incidenza % sul PIL 5.9%6.5%

14 Momento attuale USCITA DALLA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI MA USCITA DALLA CRISI ECONOMICA? COMPARTO ASSICURATIVO BREVE TERMINE LUNGO TERMINE RISULTATI POSITIVI per  rally delle Borse;  rally dei mercati obbligazionari. RISULTATI NEGATIVI per  incertezza sull’effettivo superamento della crisi economica;  scenario nuovo e più competitivo,

15 Alcuni dati + 35% 56% 36 miliardi Il recupero del titolo Generali nell’ultimo semestre, a confronto con il +26% del titolo Allianz e il +79% di Axa La capitalizzazione delle compagnie europee in rapporto al picco raggiunto nel 2007 La raccolta di polizze vita in Italia a fine agosto, più di tutto il 2008 (35,2 miliardi di euro) ma RC AUTO Aumento dei risarcimenti più elevato di quello dei premi, nonostante gli aumenti tariffari Combined ratio Maggiore della soglia critica (100%)

16 Il mercato francese… e quello italiano? Esposizione dei mezzi propri ai rischi sugli asset Calo della redditività Nei rami vita e danni Minore flessibilità finanziaria PREVISIONE ESTENDIBILE ALL’INTERO MERCATO EUROPEO  la componente azionaria nel portafoglio di asset delle compagnie transalpine, pure alleggerita, ne resta una parte significativa  la sua volatilita' continua a presentare un rischio per la patrimonializzazione delle societa'

17 La top ten ramo Danni (classifica per gruppi – raccolta dei premi in migliaia di euro) 2008 Diff. (in %) I sem. ’09 Diff. (in %) Generali , ,7 Fondiaria-Sai , ,3 Allianz , ,2 Ugf4.3571, ,9 Reale Mutua , ,9 Zurich ,28169,75 Axa1.5303,97671 Cattolica ,9779-0,5 Groupama1.1040,8532-0,8 Sara697-4,5333-5,4

18 La top ten ramo Vita (classifica per gruppi – raccolta dei premi in migliaia di euro) 2008 Diff. (in %) I sem. ’09 Diff. (in %) Generali , ,4 Poste Vita , ,4 Allianz , ,7 Fondiaria-Sai4.4984, ,9 Ugf , ,2 Intesa San Paolo , Aviva , Axa , ,1 Mediolanum Vita , Cattolica ,7996-6,39

19 Distribuzione europea ramo Vita (dati 2007) L’Italia risulta uno dei Paesi europei in cui la bancassurance rappresenta una quota significativa della distribuzione ramo Vita.

20 Distribuzione europea ramo Danni (dati 2007) L’Italia è il Paese europeo in cui risulta maggiormente significativo il contributo del canale più tradizionale: gli agenti.

21 Stato Patrimoniale - Attivo ATTIVO CREDITO VERSO SOCI ATTIVI IMMATERIALI INVESTIMENTI Terreni e Fabbricati Azioni e quote Obbligazioni e altri titoli a reddito fisso Finanziamenti e depositi

22 Stato Patrimoniale – Attivo Investimenti a beneficio degli assicurati e derivanti dalla gestione dei fondi pensione RISERVE TECNICHE A CARICO DEI RIASSICURATORI CREDITI ALTRI ELEMENTI DELL’ATTIVO RATEI E RISCONTI

23 Stato Patrimoniale – Passivo PASSIVO PATRIMONIO NETTO Capitale Sociale Riserve Patrimoniali Utile dell’Esercizio RISERVE TECNICHE Rami danni Rami vita ALTRE PASSIVITA’ Passività subordinate

24 Stato Patrimoniale - Passivo Fondi per rischi e oneri Depositi ricevuti dai riassicuratori Debiti ed altre passività RATEI E RISCONTI

25 Composizione % investimenti compagnie di assicurazione (2008)

26 Struttura di portafoglio delle assicurazioni europee Progressiva significatività della quota di azioni e altri investimenti a tasso variabile

27 Proventi e oneri degli investimenti (valori in milioni di euro)

28 Distribuzione % dei proventi lordi ordinari vita e danni Azioni o quote Terreni e fabbricati Titoli, obbligazioni e altri investimenti Plusvalenze Inv. a beneficio assic. e fondi pensione TOTALE100.0

29 Un mercato a due velocità RISULTATO TECNICO VITA RISULTATO TECNICO DANNI > Dal 2002 al 2008 RISULTATO TECNICO DANNI RISULTATO TECNICO VITA > Inversione di rotta DEFICIT DEL SETTORE AUTO  decisioni della Magistratura;  effetti “perversi” del risarcimento diretto;  truffe in aumento trainate dalla crisi. AUMENTO DELLE TARIFFE

30 Gli effetti della crisi economica  Minore disponibilità a spendere in polizze da parte delle aziende;  Impennata delle truffe e aumento delle denunce di:  Capannoni industriali in fiamme;  Yacht affondati;  Falsi incidenti automobilistici. NECESSITA’ DI UNA BANCA DATI PER LA PREVENZIONE DELLE FRODI ASSICURATIVE

31 Il plurimandato SVILUPPO DEL PLURIMANDATO COMPAGNIE SPECIALIZZATE COMPAGNIE GENERALISTE GENERALE OPPOSIZIONE AL PLURIMANDATO ATTRAVERSO PRESSIONI SUI RAPPORTI ECONOMICI E CONTRATTUALI Nonostante gli incentivi agli agenti in esclusiva in termini di provvigioni

32 Alcuni dati sul plurimandato Compagnie Monomandatari o plurimandatari interni al gruppo Plurimandatari con compagnia specializzata esterna Plurimandatari con compagnia non specializzata esterna Generali*10000 Allianz74026 Axa Zurich75321 Ugf75817 Cattolica * Con Ina-Assitalia, Toro, Fata SCELTA DEL PLURIMANDATO  Disponibilità di una gamma più vasta di prodotti;  migliore soddisfazione della propria clientela;  maggiore garanzia per l’agente

33 Lo stato attuale Utilizzo del risarcimento diretto in crescita (74-75% degli incidenti) Successo degli strumenti per la trasparenza (preventivatore unico dell’ISVAP) Effetto calmieratore sui prezzi dato dalla presenza di operatori stranieri Redditività delle compagnie Danni ancora DEPRESSA a livello di risultato tecnico nel 2009

34 Return on Equity (%) imprese quotate Francia 11,918,915,714,17,7 Germania 8,98,816,816,91,1 Italia 13,316,815,715,32,6 Regno Unito 15,319,220,019,97,9

35 ROE settore Danni e Combined Ratio di Competenza

36 Scomposizione del ROE nei rami danni DANNI * Tasso di Rendimento degli Attivi (ROI) 4.5%3.9%2.6%3.3%3.9% 3.4%3.6%0.5% Redditività della gestione assicurativa (GA/RTn) -5.7%-2.5%-1.4%0.0%0.2%0.8%-0.2%0.3%-1.9% Redditività della gestione straordinaria (GS/PN) 3.0%5.2%12.2%2.9%3.0%2.2%3.1%4.3%1.7% Leva finanziario /assicurativa (L) Indicatore dell’impositzione fiscale (T) 68.4%33.4%27.8%38.0%26.1%25.9%25.2%28.2%61.1% ROE1.2%9.0%13.8%10.6%15.0%14.7%11.6%14.6%-0.9%

37 Scomposizione del ROE nei rami vita DANNI * Tasso di Rendimento degli Attivi (ROI) 3.7%1.7%1.4%4.4%4.8%5.3%3.7%2.5%-2.7% Redditività della gestione assicurativa (GA/RTn) -2.6%-0.9%-0.7%-3.9%-4.2%-4.7%-3.1%-2.0%1.9% Redditività della gestione straordinaria (GS/PN) 3.3%2.4%2.8%3.2%2.5%1.1%1.3%2.8%1.8% Leva finanziario /assicurativa (L) Indicatore dell’impositzione fiscale (T) 35.7%32.6%30.7%32.0%24.0%21.0%19.5%14.4%39.0% ROE11.6%8.2%8.1%9.6%11.9%12.6%11.3%10.6%-7.8%

38 Indici borsistici settoriali dell’area euro (comprensivi di dividendi)

39 Penetrazione ramo Vita

40 Penetrazione ramo Danni SCARSA CULTURA ASSICURATIVA Le Compagnie assicurative possono fare qualcosa?

41 Indice di penetrazione assicurativa complessiva europea Indice di penetrazion e dei Paesi dell’Europa dell’Ovest maggiore della media europea.

42 Il futuro… Presentarsi di bisogni ancora inespressi Verificarsi di alcune Importanti condizioni istituzionali COMPAGNIE COME SOGGETTI CHE INCENTIVANO L’INTERESSE DELLA DOMANDA

43 Solvency II e Basilea II SOLVENCY IIBASILEA II Tra i punti principali su cui si è posta l’attenzione: PROCICLICITA’ DEI REQUISITI PATRIMONIALI - prevista l’introduzione di un meccanismo anticiclico simmetrico, che riduce i requisiti patrimoniali per le azioni a seguito di forti cali nei mercati e li aumentano a seguito di rialzi; - qualora i mercati finanziari registrino cadute eccezionali e il meccanismo di aggiustamento simmetrico si riveli insufficiente a permette alle imprese di soddisfare il requisito patrimoniale di solvibilità, prevista l’estensione del periodo entro il quale le imprese possono riportare i fondi propri a un livello sufficiente per coprire il SCR.

44 Margine di solvibilità (valori in milioni di euro) VITA Margine di solvibilità posseduto Margine di solvibilità da possedere Rapporto di copertura 2,312,192,042,082,031,911,71 DANNI Margine di solvibilità posseduto Margine di solvibilità da possedere Rapporto di copertura 2,882,922,973,423,252,742,63

45 Solvency II e Basilea II CRISI FINANZIARIA 2008 E 2009 FALLIMENTO DI ALCUNE IMPORTANTI ISTITUZIONI CREDITIZIE NECESSITA’ DI RIVEDERE GLI ASSUNTI DI BASILEA II Alcune Compagnie di Assicurazione sono state “salvate” ma… FUTURO? SOLVENCY II E’ ADEGUATA?

46 Il futuro… LIBERALIZZAZIONI QUALE EFFETTO? INNOVAZIONI LEGISLATIVE INNOVAZIONI DI MERCATO …dovremo aspettare il lungo periodo….


Scaricare ppt "Situazione e prospettive delle Compagnie di Assicurazione nel nuovo contesto di mercato Prof. Claudio Cacciamani Dipartimento di Economia Università degli."

Presentazioni simili


Annunci Google