La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 UdA 1A Database Progettazione Concettuale G IORGIO P ORCU www.thegiorgio.it.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 UdA 1A Database Progettazione Concettuale G IORGIO P ORCU www.thegiorgio.it."— Transcript della presentazione:

1 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 UdA 1A Database Progettazione Concettuale G IORGIO P ORCU

2 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Progettazione Concettuale Database Sommario Progettazione Concettuale Diagramma E-R Entità Attributi Istanze Relazioni (Associazioni) Chiave Primaria Cardinalità delle relazioni 2

3 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Consiste nel trasformare una serie di specifiche in linguaggio naturale (che definiscono la realtà descritta dal database) in uno schema grafico chiamato Diagramma E-R (Entity-Relationship o, in italiano, Entità-Relazione) Il Diagramma E-R utilizza due concetti fondamentali:  Entità  Relazione (o Associazione) Progettazione Concettuale 3

4 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Schema grafico che modella la realtà su cui si basa il database. Usa i seguenti simboli principali: Entità Relazione Chiave Primaria Diagramma E-R Attributo 4

5 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Concetto fondamentale, generale, per la realtà che si sta modellando. Possiede una serie di caratteristiche. Identificata graficamente da un rettangolo ES: Creare un Database che memorizzi i dati relativi agli alunni di una scuola superiore. Alunno Entità Concetto fondamentale Entità Concetto fondamentale Entità 5

6 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Attributi di un’Entità Caratteristiche specifiche di un’entità, utili (o necessarie) nella realtà da modellare. Identificati graficamente da cerchi collegati all’entità ES: Creare un Database che memorizzi i dati relativi agli alunni di una scuola superiore. Alunno Nome Cognome Indirizzo Attributi Caratteristiche di un’Entità Attributi Caratteristiche di un’Entità 6

7 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Istanze di un’Entità Specifici dati, oggetti appartenenti ad un’entità. Non sono rappresentate nel Diagramma E-R ma si intendono contenute in ogni Entità. ES: Carlo Rossi abitante in Via Verdi è un’istanza dell’entità Alunno (attributi Nome, Cognome, Indirizzo). Alunno Nome Cognome Indirizzo Istanze Carlo Rossi, Via Verdi Laura Bianchi, Via Neri 7

8 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Possiamo considerare le entità come insiemi all’interno dei quali sono contenuti oggetti (le istanze) ciascuna con specifiche caratteristiche (gli attributi). CarloRossiVia Verdi Alunno LauraBianchiVia Neri Istanze Entità e Istanze 8

9 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Collegamenti logici che uniscono due o più entità nella realtà descritta dal database. Persona NomeCognomeIndirizzo Automobile Possiede TargaMarcaModello Relazioni (Associazioni) Relazione (Associazione) Relazione (Associazione) 9

10 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Insieme di attributi che garantisce l’univocità delle istanze di un’entità. E’ indicata anche con Primary Key o PK. Identificata graficamente da un cerchio pieno collegato all’entità e relativo nome attributo sottolineato Persona NomeCognomeIndirizzo IDCliente Chiave Primaria 10

11 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Chiave primaria: caratteristiche La chiave primaria garantisce l’univocità delle istanze nel senso che:  Ogni istanza deve essere identificabile perché diversa dalle altre  Ogni istanza non può avere gli stessi valori di un’altra in ogni attributo (sarebbero istanze uguali!) Spesso si sceglie come chiave primaria un singolo attributo Codice (Cod…) o Identificatore (ID…) contenente un numero naturale 11

12 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Rappresentazione E/R alternativa Una rappresentazione alternativa del Diagramma E/R è la seguente:  Attributi elencati sotto il nome delle corrispondenti Entità  Chiavi Primarie contrassegnate dalla sigla PK  Relazioni rappresentate da linee rette che uniscono Entità PersonaAutomobile IDCliente (PK) Nome Cognome Indirizzo IDAutomobile (PK) Targa Marca Modello 12

13 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale 13 Esempio 1 Progetta un database che memorizzi dati anagrafici e di residenza relativi a un elenco di persone Persona Nome ( CodFiscale ) Cognome Indirizzo Città IDPersonaDataNascita

14 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Una relazione tra due entità può essere di tre tipologie:  Uno a uno (1:1)  Uno a molti (1:N)  Molti a molti (N:N) a seconda di quante istanze delle due entità sono coinvolte nella relazione. Tale caratteristica si dice cardinalità (o molteplicità). Cardinalità delle relazioni 14

15 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale In uno stadio, un singolo posto è occupato da uno spettatore e ogni spettatore occupa un posto PostoSpettatore Occupare Cardinalità Totale Cardinalità Totale Relazione 1 a 1 Cardinalità Parziale 15

16 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale In una classe ci sono uno o più alunni e un alunno appartiene a una sola classe ClasseAlunno Appartiene 11 Cardinalità Parziale 1N Cardinalità Totale Cardinalità Totale 1N Relazione 1 a N 16

17 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale All’Università uno studente frequenta più corsi e un corso è frequentato da più studenti StudenteCorso Frequenta Relazione N a N N1 Cardinalità Parziale 1N Cardinalità Totale Cardinalità Totale NN 17

18 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Modella la relazione tra le entità Cittadino e dati di Residenza in una specifica data. CittadinoResidenza Risiede Esercizio 1 18

19 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale CittadinoResidenza Risiede 11 Esercizio 1 > Soluzione NomeCodFiscaleCognomeIDResidenzaIndirizzoCittà 19

20 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Modella la relazione tra le entità Persona e Automobile posseduta in una specifica data. PersonaAutomobile Possiede N N Esercizio 2 20

21 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale PersonaAutomobile Possiede 1N NomeCodFiscaleCognomeMatricolaMarcaModello DataImm Esercizio 2 > Soluzione Targa 21

22 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale Esercizio 3 Modella la relazione tra le entità Concorrente e Gara in un’Olimpiade. ConcorrenteGara Partecipa 1N 1 N NN 22

23 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale ConcorrenteGara Partecipa CodPassaporto NomeCognome Nazionalità IDGara Esercizio 3 > Soluzione Tipologia Data NN 23

24 © 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 Database Progettazione Concettuale 24 Modella le seguenti relazioni tra entità con un Diagramma E-R : A.Studente di una scuola B.Dipendente di un’azienda C.Trasmissione in un canale televisivo Esercizio 4 PER CASA


Scaricare ppt "© 2014 Giorgio Porcu - Aggiornamennto 25/02/2015 UdA 1A Database Progettazione Concettuale G IORGIO P ORCU www.thegiorgio.it."

Presentazioni simili


Annunci Google