La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DE LA TRADUCTION PÉDAGOGIQUE À LA PÉDAGOGIE DE LA TRADUCTION Lingua e traduzione I Prima parte Dal libro: J. Podeur. Jeux de traduction. Napoli, Liguori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DE LA TRADUCTION PÉDAGOGIQUE À LA PÉDAGOGIE DE LA TRADUCTION Lingua e traduzione I Prima parte Dal libro: J. Podeur. Jeux de traduction. Napoli, Liguori."— Transcript della presentazione:

1 DE LA TRADUCTION PÉDAGOGIQUE À LA PÉDAGOGIE DE LA TRADUCTION Lingua e traduzione I Prima parte Dal libro: J. Podeur. Jeux de traduction. Napoli, Liguori editore, 2008

2 Traduction pédagogique vs traduction professionnelle Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 2 - Comment t’appelles-tu? - Jeanne. Et toi? - Marcel. - C’est un prénom très vieux - Je suis très vieux Il avait une voix d’essoufflé. Et pourtant il n’était pas du genre sportif. Il semblait mal en point pour un survivant. […]. - Ça t’intéresse les phrases? - Je hochai la tête - J’ai peur que les miennes te paraissent beaucoup trop longues. […] ça te plait? - Je n’y comprends rien. Mais quelque chose me dit là, dans le cœur, que tes phrases m’intéressent plus tard, quand je serai grande.

3 Esempio di traduzione … è pubblicabile? Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 3 - Come ti chiami? - Jeanne, e tu? - Marcel. - È un nome molto vecchio. Egli aveva una voce affannata. Eppure non era un tipo sportivo. Egli sembrava mal ridotto per un superstite. […] - T’interessano le frasi? Io scossi la testa Ho paura che le mie ti sembrino lunghissime […]. Ti piace? - Non ci capisco niente. Ma qualche cosa mi dice, nel cuore, che le tue frasi m’interesseranno più in là, quando sarò grande.

4 Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 4 Traduzione pedagogica Traduzione professionale FINALITÀMezzo per apprendere una lingua Un fine in sé: trasmettere un messaggio/discorso NATURA DEL TESTO TRADOTTO Tradurre per comprendere Tradurre per far comprendere DESTINATARIOSi traduce “per il professore”. Esercizio linguistico (lessico, morfologia, regole sintattiche di base) Si traduce quando si conoscono tutti i parametri di comunicazione, il contesto, i destinatari. Da una lingua-cultura a una lingua – cultura

5 Cotesto e contesto Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 5 Si chiama COTESTO il contesto linguistico immediato che determina la selezione del significato pertinente di un termine, di un’espressione, di una frase. Esempio … Come tradurre la seguente frase? “they decided to go to the University with his car”

6 Stessa informazione dell’enunciato originale Perdita di una parte dell’informazione Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata Decisero di andare all’università con la macchina di lui Decisero di andare con la sua macchina 6 “they decided to go to the University with his car” CONTESTO John and Mary had lunch together. Then, they decided to go to the University with his car. (cotesto di partenza) John e Mary pranzarono insieme. Poi decisero di andare all’Università con la macchina di lui. (cotesto di arrivo) John e Mary pranzarono insieme. Poi decisero di andare all’Università con la sua macchina.

7 Ritorno alla traduzione del testo di partenza Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 7 Je n’y comprends rien. Mais quelque chose me dit là, dans le cœur, que tes phrases m’intéressent plus tard, quand je serai grande. (E. Orsenna) Ci capisco poco. Ma qualcosa mi dice, qui nel cuore, che i tuoi versi m’interesseranno in seguito, quando sarò cresciuta. (Trad. Francesco Bruno)

8 IL CONTESTO Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 8 La nozione di contesto designa tutto ciò che non riguarda il l’aspetto linguistico immediato, ma … Contesto Cognitivo (definizione delle situazioni di enunciazione) Sapere Extralinguistico (sociolinguistico, socioculturale, interculturale) In ciò consiste il passaggio dalla traduzione pedagogica alla traduzione professionale

9 Jeanne: personaggio (francese) del testo di partenza Giovanna: è italiana e acquisisce, nell’operazione di traduzione, la cultura del lettore della versione italiana. Giovanna: è italiana e acquisisce, nell’operazione di traduzione, la cultura del lettore della versione italiana. Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata Marcel (Proust)Giacomo (Leopardi) “longues phrases” Du côté de chez-Swann “ Poesie tristi” Canti Mais quand il fut rentré chez lui, l’idée lui vint brusquement que peur être Odette attendait quelqu’un ce soir, qu’elle avait seulement simulé la fatigue … qu’aussitôt qu’il avait été parti, elle avait rallumé et fait entrer celui qui devait passer la nuit auprès d’elle. Né mi diceva il cor che l’età verde/Sarei dannato a consumare in questo/Natio borgo selvaggio, intra una gente/Zotica, vil; cui nomi strani, e spesso/Argomento di riso e di trastullo,/Son dottrine e saper; che m’odia e fugge (…) e intanto vola/Il caro tempo giovanil; più caro/Che la fama e l’allor (…)in questo/Soggiorno disumano, intra gli affari,/O dell’aria vita unico fiore. 9 Esempio di traduzione e adattamento

10 SYNONYMIE, PARAPHRASE ET TRADUCTION Lingua e traduzione I Seconda parte

11 Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 11 “Il ment celui qui rend un verset mot pour mot, de façon strictement littérale; il blasphème celui qui y ajoute quelque chose” (Proverbe juif) “on a l’impression d’être enfermé dans un dilemme: en s’efforçant d’échapper au Charybde de la traduction littérale, on ne ferait que tomber dans le Scylla de la paraphrase … On serait constamment tiraillé entre le mensonge et le blasphème” (Margot, Traduire sans trahir) (latin) Paraphrasis = “Phrase à coté” ( = phrase qui amplifie) (en linguistique) Paraphrase = synonymie de phrases Tradurre da una lingua all’altra è tentare di stabilire una relazione d’identità tra due discorsi. Problema di alterazione del senso

12 La parasinonimia Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 12 Mourir Caner Casser la pipe Claquer Crever Expirer Passer l’arme à gauche Périr Rirmou S’éteindre

13 Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 13 PARASINONIMIAREGISTRI MOURIR-- CANER-Langage familier CLAQUER-Langage familier CREVERMort de l’animalLangage Populaire EXPIRERMort douceLangage soutenu PÉRIRMort violente et prématurée Langage soutenu RIRMOU-Langage des jeunes S’ÉTEINDREMort douceLangage soutenu

14 Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 14 parasynonymeseuphémismeslangage Mourir-- Casser sa pipe-Langage familier Etre allé(e) rejoindre ses ancêtres EuphémismeLangage familier Être deadman-Langage de jeunes Ne plus être dans ce monde EuphémismeLangage soutenu Passer comme une chandelle Douceur de la mortLangage familier Passer de vie à trépas-Langage soutenu Passer l’arme à gaucheEuphémismeLangage populaire

15 La parafrasi Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 15 (A) Mon père, qui n’est plus parmi nous, aimait Jules Vernes et ses prévisions des désastres culturels en cours A = B (B) Feu mon père adorait l’auteur de Paris au XXème siècle qui avait prévu les dégâts culturels de notre époque IperbolePerifrasiEufemismi A AimaitJules Vernesdes désastres culturels B Adoraitl’auteur de Paris au XXème siècle les dégâts culturels A Mon père, qui n’est plus parmi nous et ses prévisionsen cours B Feu mon pèrequi avait prévude notre époque

16 Traduzione interlingua e parafrasi Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 16 A) Feu mon père aimait Jules Vernes et ses prévisions des désastres culturels en cours A1) Al fu mio padre piacevano molto Jules Verne e le sue previsioni dei disastri culturali in corso B) Mon père, qui n’est plus parmi nous, adorait l’auteur de Paris au XXème siècle qui avait prévu les dégâts culturels de notre époque B1) Mio padre, che non è più con noi, adorava l’autore di Parigi nel ventesimo secolo, che aveva previsto i danni culturali della nostra epoca Non si può tradurre A con B1: chi traduce deve garantire un passaggio della comunicazione e un’identità di stile. Tradurre da una lingua all’altra è cercare un’identità di senso.

17 Si possono esplicitare, nel testo tradotto, unicamente gli elementi impliciti nell’originale. Ma non si possono aggiungere informazioni culturali interessanti o importanti se non costituiscono implicitamente componenti semantiche del testo. Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 17 Mon père, qui n’est plus parmi nous, adorait l’auteur de Paris au XXème siècle qui avait prévu les dégâts culturels de notre époque Mio padre, che non è più con noi, adorava l’autore di Parigi nel ventesimo secolo, che aveva previsto i danni culturali della nostra epoca È probabile che il lettore italiano non sappia che l’autore in questione sia J. Verne. L’interpretazione di questa perifrasi ‘l’auteur de Paris au XXème siècle’ fa “intervenir des connaissances du monde (…) et non des connaissances linguistiques” (C. Fuchs, 1994 ) mentre una parafrasi che espliciti il nome di Jules Verne faciliterebbe l’interpretazione per il destinatario straniero. Mon père, qui n’est plus parmi nous, adorait l’auteur de Paris au XXème siècle qui avait prévu les dégâts culturels de notre époque Mio padre, che non è più con noi, adorava Jules Verne, che aveva previsto nel suo Parigi nel ventesimo secolo, i danni culturali della nostra epoca

18 Tradurre è saper valutare gli interventi necessari per garantire il funzionamento della comunicazione con il nuovo destinatario. Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 18 Il est prêt à la buter pour pas qu’elle soit à d’autres, tu as vécu, tu connais la musique (F. Vargas. Pars vite et reviens tard) Piuttosto che lasciarla a un altro sarebbe pronto a farla fuori. Non sei nato ieri, sai come vanno queste cose. (Trad. M. Balmelli e M. Botto) Necessità di riprodurre la forma dialogata idiomatica della lingua di partenza (buter/farla fuori) Parafrasi = fedeltà di senso e di registro del discorso di partenza

19 Traduzione = equivalenza di senso Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 19 françaissenslangueitalien ButerMort infligéeLangue populaireFarla fuori Tu as vécuExpérience de vieLangue fam.Non sei nato ieri Tu connais la musique Expérience de vieLangue fam.Sai come vanno queste cose “ Tu as vécu” e “ tu connais la musique” hanno lo stesso significato: sono due due enunciati in relazione di parafrasi in uno stesso discorso Parafrasi intratestuale analoga nel testo d’arrivo Funzione estetica equivalente Identità semantica equivalente Riproduzione dell’effetto stilistico

20 Parafrasi volontaria e parafrasi involontaria Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 20 Parafrasi volontaria : il traduttore DECIDE di aggiungere un elemento che non appartiene al testo di partenza L’autore dice a; il traduttore dice a + b Parafrasi involontaria : la traduzione si accompagna ad una interpretazione parziale e/o soggettiva del testo originale. Può essere dovuta ad errori di interpretazione o a giochi di parole.

21 Parafrasi volontaria Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 21 Versione originale Traduzione francese Traduzione spagnola Traduzione inglese Ma i ragazzi del vicinato, quando lo volevano far montare su tutte le furie, lo chiamavano col soprannome di Polendina, a motivo della sua parrucca gialla che somigliava moltissimo alla Polendina di granturco. Mais les enfants du voisinage, quand ils voulaient le mettre en fureur, le surnommaient Polendina à cause de sa perruque jaune qui ressemblait énormément à de la semoule de maïs. (trad Violante) Los chiquillos del vecindario cuando querian que se enfandase, le llamaban con el sobrenombre de Panocha a causa de su peluca amarilla, que se asesejaba muchisimo a las panochas del maiz. (trad Benitez) When he passed by they would yell at him, “Polendina”! Wich is Italian for cornmeal mush, which is something like grits. Cornmeal mush is the color of jellow corn, which was exactly the color of Geppetto’s hair, and if you’re wondering why it was such an insult to call Geppetto “Polendina”! Then you apparently don’t know how vain Geppetto was about his hair, which was one reason the boys teasted and jeered at him (trad. Kearns)

22 ADATTAMENTO PARAFRASI Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata Comporta una rielaborazione, uno sviluppo diverso dal testo di partenza. Interviene in caso di divergenze socioculturali tra il testo di partenza e quello di arrivo Può servire ad esplicitare un fenomeno/elemento estraneo, sconosciuto al lettore del testo di arrivo. 22 Non confondere adattamento e parafrasi!

23 Parafrasi involontaria Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 23 Versione originaleTraduzione spagnolaTraduzione inglese CYRANO, d’une voix terrible: Prends cette lanterne! … Et marche! – Je te jure c’est moi qui ferai ce soir ta couverture! … (Rostand) ¡En marcha! ¡Dormiras en tu cama! Te lo prometo. (Trad. Tulian) And walk. I’ll be behind you. (Trad. Clark) Enunciato ambiguo: ‘la couverture’ significa ‘coperta’, ma, per estensione, anche ‘ciò che serve a proteggere’ Gioco di parole Forte perdita dell’aspetto comico della scena: si percepisce soltanto che Cyrano intende risolvere il problema. Rinuncia al gioco di parole mettendo da parte ogni allusione alla couverture.

24 Traduzioni italiane Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 24 Versione originaleTraduzione M. Giobbe Traduzione F. Cuomo Traduzione R. Pazzaglia Et marche! – Je te jure c’est moi qui ferai ce soir ta couverture! … (E.Rostand) E cammina! Ti giuro che questa notte il letto te lo farà Cirano. E andiamo! Ti giuro che stanotte ti rimbocco io le coperte. […] cammina. Stanotte la nanna te la canto io.

25 DÉCRIRE LES OPÉRATIONS DE TRADUCTION Lingua e traduzione I Terza parte

26 Traduzione mot-à-mot Traduzione del senso Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata Traduction littérale/littéralisme Équivalence formelle Source-oriented Traduction directe Équivalence directe Belle infidèle/belles infidèles (d’Ablancourt) Équivalence fonctionnelle (A. Nida) Target oriented Traduction oblique (Vinay et Darbelnet) Équivalence indirecte (M. Ballard) 26 Due tipi di atteggiamenti

27 Tableau de base de Vinay et Darbelnet Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 27 TRADUCTION DIRECTE EMPRUNT CALQUE TRADUCTION LITTÉRALE TRADUCTION OBLIQUE TRANSPOSITON MODULATION ÉQUIVALENCE ADAPTATION Censura del concetto di ‘unità di traduzione’ Uso restrittivo delle nozioni di equivalenza e di processo di traduzione L’analisi del discorso porterà a parlare di unità di senso, poi di unità di discorso, condannando e cancellando il concetto di unità di traduzione Il concetto di equivalenza come insieme di corrispondenze fisse (cliché, proverbi, locuzioni) è eliminato e sostituito dall’equivalenza del discorso Traduzione = Equivalenza (M. Ballard)

28 Modello di M. Ballard (traduzione = equivalenza) Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 28 7 opérations de traduction Equivalences directes Equivalences indirectes Le calque La transcription La traduction littéraire La modulation libre La modulation obligatoire La transcription L’adaptation

29 Le equivalenze dirette Trascrizione Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 29 Trascrizione: parola, espressione, enunciato del testo di partenza trasferito nel testo di arrivo. Versione originale. (Tomasi di Lampedusa) Traduzione F. PézardTraduzione J.P. Manganaro Il padre del nostro gesuita era stato “soprastante” di due feudi che l’Abbazia di S. Eleuterio si lusingava di possedere nel territorio di S. Cono. Mestiere questo di “soprastante” assai pericoloso allora, per la salute dell’anima e per quella del corpo. Le père du Jésuite avait été intendant de deux fiefs que l’abbaye de Saint – Eleuthère se flattait de posséder sur le territoire de San Cono. Métier qui, en ce temps, n’allait pas sans danger pour la santé de l’âme et du corps. Le père de notre Jésuite avait été “soprastante”, intendant de deux fiefs que l’abbaye de Saint – Eleuthère se flattait de posséder sur le territoire de San Cono. Le métier d’ intendant était alors très dangereux, pour le salut de l’âme et pour celui du corps.

30 Le equivalenze dirette i prestiti Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 30 Prestito: corrisponde ad una parola di una lingua straniera usata nella propria lingua materna. VERSIONE ORIGINALE VERSIONE TRADOTTA Accettavamo volentieri il pacco di vino o di latte […] il pacchetto di agnolotti (P. Levi Il sistema periodico) Nous acceptions volontiers le litre de vin ou de lait […] le paquet de raviolis. (A. Maugé)

31 ATTENZIONE! Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 31 A differenza dei prestiti, le trascrizioni – o il cumulo di trascrizioni - vanno usate con più moderazione, in quanto possono dare l’impressione di non tradotto! VERSIONE ORIGINALE VERSIONE TRADOTTA Et le Tout-Paris chaque soir tire la chaine sur le tout- à-l’égout. (J. Prévert La pluie et le beau temps) E il Tout-Paris tutte le sere tira la catena sul tout-à- l’égout*. (Bruno, Cucchi, Raboni) *Il tout-à-l’égout è il sistema fognario (nota del traduttore)

32 Il calco Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 32 “Il calco è la traduzione di un prestito” (Jakobson) Il calco è una traduzione parola per parola, che riprende la struttura idiomatica dell’enunciato di partenza. Calco lessicale: ‘gendarmi’ per tradurre ‘gendarmes’ Calco di struttura:‘ho riuscito l’esame’ per tradurre ‘j’ai réussi l’examen’ Fenomeno legato all’elaborazione del lessico

33 Esempi Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 33 “oiseau rare” : (origine latina) “rara avis” “une hirondelle ne fait pas le printemps”: (origine latina) “una hirundo non facit ver” “skyscraper” : “grattacielo” (it.) / “gratte-ciel” (fr.) “it’s not my cup of tea”:“ce n’est pas ma tasse de té” Versione originaleVersione tradotta Nous habitions les bâtiments du Cours supérieur de Sainte-Agathe (Fournier) Abitavamo l’edificio del Corso superiore di Sainte-Agathe (trad. Banti) Santino Pirrone, è stato! Il figlio di Turi! (Tomasi di Lampedusa Il gattopardo) Santino Pirrone, c’est! Le fils de Turi! (trad. Manganaro)

34 La traduzione letterale Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 34 Bisogna andarci! = il faut y aller! Versione originale (G. Rodari)Versione tradott (C.Temperini) Il ragioniere Bianchini era contento e mentre camminava con passo svelto canticchiava tra sé: “ma che bella giornata, che bella giornata, che bella giornata, proprio bella e proprio buona …”. Improvvisamente, però, si dimenticò di cantare, si dimenticò di camminare e rimase lì a bocca aperta a guardare per aria, tanto che un passante gli finì addosso e gliene disse quattro: Monsieur Blanchet était content et, marchant d’un pas allègre, il chantonnait: “quelle belle journée, quelle belle journée, quelle belle, belle journée. Belle, belle, belle journée...”. Tout à coup, pourtant, il oublia de chanter, il oublia de marcher. Il resta là, bouche bée, à regarder en l’air. Un passant le bouscula et se mit à l’injurier:

35 Versione originale (G. Parise) Versione originale (G. Parise) Versione tradotta (M. Arnaud) Versione tradotta (M. Arnaud) Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata Tutti si erano provvisti della mantellina e del maglione nero della Befana fascista; indumenti che duravano quasi fino alla Befana successiva, giorno in cui venivano fatte altre distribuzioni. Qualche anno arrivavano molte paia di zoccoli, invio speciale del Duce si diceva, ma su quegli zoccoli non si poteva fare nessun assegnamento. Non erano sufficienti ad accontentare i bisognosi e alle distribuzioni succedeva l’inferno. Tout le monde s’était pourvu de la pèlerine et du chandail noir des étrennes fascistes, vêtements qui duraient presque jusqu’au premier janvier suivant, jour où de nouvelles distributions avaient lieu. Certaines années, il arrivait de nombreuses paires de galoches, envoi spécial du Duce, disait-on, mais c’était des galoches sur lesquelles on ne pouvait pas compter. Elles n’étaient pas en nombre suffisant pour satisfaire les nécessiteux et, quand on les distribuait, c’était l’enfer sur la terre. 35 Secondo esempio

36 Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 36 La traduzione letterale è una strategia relativamente poco produttiva. In traduzione tecnica e scientifica, come in traduzione letteraria, ciascuna lingua ha la sua funzione di rapportarsi ad una realtà che vuol descrivere. “Chaque langue forme un tout, distinct des autres. […] La place de chaque terme se définissant relativement aux autres termes, il n’ y a pas de relation terme à terme entre les langues, microstructure à microstructure. Le monde réel est découpé par toute une série de grilles arbitraires et différentes” (J. Dubois, 1969, Grammaire structurale: la phrase et ses transformations, Larousse, Paris, p. 7)

37 Le equivalenze indirette: la trasposizione Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 37 Sostituzione di una parte del discorso con un’altra Nom VerbeAlle distribuzioniQuand on les distribuait “À leur retourQuando saranno rientrati Nom AdjectifUna certa ristrettezza di vedute Des vues un peu étroites “ Il était d’un raffinement exquis Era molto raffinato … Verbe AdverbePer poco che si eccedesse nel soffiare Pour peu qu’on soufflât un peu trop fort “Allez!Su! Adverbe PrépositionMi sedette accantoIl s’assit auprès de moi Adverbe AdjectifUno stile decisamente ironico Une franche ironie

38 Trasposizione di funzioni sintattiche Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 38 Le trasposizioni possono riguardare funzioni sintattiche: complemento/soggetto ; soggetto/ complemento Tout reprit son calme (Flaubert); Tornò la calma (del Buono) Scoppiò un abbaiare festoso (Verga); On entendit un aboiement joyeux ( Dechamps – Pria)

39 Trasposizione e riorganizzazione frastica Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 39 Verbo + soggettoSoggetto + verbo Riprese l’abbaiare (Verga) Les aboiements reprirent (Trad. Dechamps-Pria) Soggetto + VerboVerbo + Soggetto Le bleu déteint et le gris sale dominaient (Zola) Dominavano il blu stinto e il grigio sporco (Trad. Venzi) Je n’en aimais aucune, les aimant toutes, et pourtant leur rencontre possible était pour mes journées le seul élément délicieux, faisant seul maître en moi de ces espoirs où on briserait tous les obstacles, espoirs souvent suivis de rage, si je ne les avais pas vues (Proust) Amandole tutte, non ne amavo nessuna, eppure la possibilità di incontrarle era, per le mie giornate, la sola fonte di delizia, l’unica che facesse nascere in me speranze cui spesso, se non le avevo viste, subentrava la rabbia. (Trad. Raboni)

40 Le equivalenze indirette: la modulazione Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 40 Trasposizione livello morfosintattico Modulazione categorie di pensiero Modulazioni libere: soluzioni spontanee, interventi dettati dalla situazione. “la modulation pénètre dans la profondeur du message grâce à un changement de point de vue” (J.P. Vinay) Le modulazioni testimoniano percezioni diverse della realtà, del fenomeno, dell’evento da descrivere.

41 Versione originale Versione italiana Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 41 Esempio di modulazione libera

42 A quali film corrispondono? Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 42 La boum La buche Entre les murs La nuit américaine Bienvenue chez-les Ch’tis Massacre à la tronçonneuse

43 La modulazione obbligatoria Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 43 Bandes dessinées (fr.) Bilderstreifen (all.) (bande d’immagini) Fumetto (it.) (nuvolette paragonabili al fumo) Comics (en.) (effetto sul lettore) Alex adore les bandes dessinéesAlex adora i fumettiAlex loves comics La modulazione obbligatoria riguarda essenzialmente il lessico. Si è in presenza di modulazione obbligatoria quando diversi significanti designano una stessa realtà, me ne focalizzano aspetti diversi. È sempre registrata dai dizionari

44 Come tradurreste ….. Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 44 Se faire tirer l’oreille Brûler la chandelle par les deux bouts Donner le change De quel bois on se chauffe Renvoyer l’ascenseur Il n’ y a pas photo Laisser tomber Sucrer les fraises

45 La modulazione libera Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 45 Crea un enunciato più idiomatico nel testo d’arrivo; Permette di constatare il modo diverso di cogliere una situazione in due culture diverse Versione originaleVersione tradotta Che me fai accenne? Chiese a Tommaso (Pasolini) T’as du feu? Demanda-t-il à Thomas (Trad. Breitman) Brûlé, cet îlot, comme une galette des rois trop longtemps laissée dans le four. (Orsenna) Bruciato, questo isolotto, come una torta di pasta sfoglia rimasta troppo a lungo in forno. (Trad. Bruno) “je vais enfin pouvoir planter mes choux” (Pagnol) “Finalmente posso ritirarmi in campagna” (Cavalli)

46 Metonimia e traduzione Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 46 Metonimia :legame che unisce 2 termini Métonimia Il contenitore per il contenuto Ex. Si dice: ‘Bere un bicchiere’ per dire ‘bere il contenuto di un bicchiere’ (un bicchiere di vino) Il luogo per la persona o la cosaEx. Si dice ‘l’Eliseo’ per indicare ‘il Presidente della Repubblica francese’ La persona per l’operaEx. Si dice : ‘un Picasso’ per indicare ‘un’opera di Picasso’ ‘Un Rodin’ : ‘una scultura di Rodin’ Ecc…

47 Esempi Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 47 Metonimia causa/effetto e effetto/causa CausaEffetto Si on va trop vite, on est en transpiration et dans l’église on attrape un chaud et froid. […] C’est vrai. (A. Camus, L’étranger) Se si va troppo in fretta e si suda, e in chiesa ci si busca un raffreddore. […] Aveva ragione. (Trad. A. Zevi) Effetto Causa Il était petit et rond, assez jeune, les cheveux soigneusement collés. (A. Camus, L’étranger) Era piccolo, grassoccio, abbastanza giovane, i capelli impomatati con cura. (Trad. A. Zevi)

48 Contenuto/contenitore e contenitore /contenuto Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 48 CONTENUTOCONTENITORE Tu vas me payer l’eau d’aff. (E. Sue. Les mystères de Paris) Vieni a pagarmi un bicchiere (Trad. G. Ferrari Baldareschi) CONTENITORECONTENUTO Tout l’atelier bûchait ferme, tapait dur. (E. Zola. L’Assomoir) Tutte le operaie […] lavoravano forte, battevano sodo. (Trad. E. Venzi)

49 La metonimia sensoriale Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 49 Il testo originale nomina una caratteristica di un oggetto e il testo tradotto un’altra caratteristica dello stesso oggetto. caratteristicaaltra caratteristica Son bleu de chauffe fumait dans la chaleur (Camus, L’étranger) La sua tuta fumava nell’aria calda. (Trad. A. Zevi) Elle prit la boule de bleu et le morceau de savon. (E. Zola, L’Assomoir) Prese la bottiglia d’indaco e il pezzo di sapone. (Trad. A. Zevi) Il a commandé un lit de 140 au rayon meuble (D. Pennac. Au bonheur des orgues) Ha ordinato un letto da una piazza e mezzo al reparto mobili. (Trad. Y. Mellaouah) [portò] l’imbarcazione fuori dell’acqua bassa della riva. (A. Moravia Agostino) [il conduisit] l’embarcation vers le large. (Trad. M. Arnaud) Quello che vedo, fuori dal portone girevole […], era impensabile solo due ore fa. ( S. Veronesi. La cena più buona delle nostre vite ) Ce que je vois, après avoir franchi la porte à tambour […], était impensable seulement il y a deux heures. (Trad. M. van Geertruyden)

50 La metonimia simbolo Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 50 Quando una persona, una cosa, un concetto sono simboleggiati da una loro caratteristica. Riguarda prevalentemente: Possessore / oggetto posseduto. Mestiere / strumento o uniforme del mestiere. Sentimento o opinione/ parte del corpo ad essi legate Le flot des blouses descendant des hauteurs avait cessé. (E. Zola. L’Assomoir) La fiumana di lavoratori che scendeva dalla collina era cessata. (Trad. E. Venzi) Mme Elstir prit pour moi aussi de la beauté. (M. Proust. A l’ombre de jeunes filles en fleurs) Madame Elstir acquistò una sua bellezza anche ai miei occhi. (Trad. G. Raboni)

51 La sineddoche: la parte per il tutto/il tutto per la parte Alessandrini Sabrina _ Università di Macerata 51 Iponimia (termine preciso)Iperonimia (termine generale) On [la] voyait parfois, dans son caoutchouc, filer en bicyclette sous les averses. (M. Proust) […] si vedeva a volte, nel suo impermeabile, filare in bicicletta sotto gli acquazzoni. (Trad. G. Raboni) Pendant ce temps, la future maman se promenait le long des plages, sous le tendre soleil de janvier, en regardant au loin les voiles des pêcheurs. (M. Pagnol) Nel frattempo, la futura mamma passeggiava lungo le spiagge, al tiepido sole di gennaio, osservando in lontananza le barche dei pescatori. (Trad. M. Cavalli) Iperonimia (termine generale)Iponimia (termine preciso) Il avait fait le portrait d’Odette de Crécy. (M. Proust) Aveva dipinto il ritratto di Odette de Crécy (Trad. G. Raboni) Les voiles des pêcheurs […] partaient à trois heures. (M. Pagnol) Le barche dei pescatori salpavano alle tre. (Trad. M. Cavalli)


Scaricare ppt "DE LA TRADUCTION PÉDAGOGIQUE À LA PÉDAGOGIE DE LA TRADUCTION Lingua e traduzione I Prima parte Dal libro: J. Podeur. Jeux de traduction. Napoli, Liguori."

Presentazioni simili


Annunci Google