La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi."— Transcript della presentazione:

1 Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri. Vi ho dato infatti l'esempio, perché come ho fatto io, facciate anche voi. (Gv 13,14-15)

2 Essere segno dell’Amore.

3 Il mio Signore depone la veste, si cinge di un asciugatoio, versa dell'acqua nel catino e lava i piedi ai suoi discepoli. Anche a noi egli vuole lavare i piedi; non solo a Pietro, ma anche a ciascun fedele dice: «Se non ti laverò i piedi, non avrai parte con me».

4 Vieni, Signore Gesù, deponi la veste che hai indossato per me. Spogliati, per rivestirci della tua misericordia.

5 Cingiti di un asciugatoio, per cingerci con il tuo dono, che è l'immortalità.

6 Metti dell'acqua nel catino, e lavaci non soltanto i piedi, ma anche il capo; non solo i piedi del nostro corpo, ma anche quelli dell'anima. Vogliamo deporre tutta la lordura della nostra fragilità.

7 Quanto è grande questo mistero! Quasi fossi un servitore, lavi i piedi ai tuoi servi, e come Dio mandi dal cielo la rugiada.

8 Voglio lavare anch'io i piedi ai miei fratelli, voglio osservare il comandamento del Signore.

9 Egli mi comandò di non aver vergogna, di non disdegnare di compiere quello che lui stesso aveva fatto prima di me. Il mistero dell'umiltà mi è di vantaggio: mentre detergo gli altri, purifico le mie macchie.

10 Partirai solo, Signore, senza di noi, tuoi amici, per affrontare la lotta suprema del nemico.

11 Partirai solo, perché non possiamo seguirti prima che tu non abbia vinto colui che ci divide.

12 Ma tu ci troverai al fondo della tua solitudine, e noi ti troveremo al fondo della nostra umiliazione.

13 Signore Gesù, noi non sappiamo quale sia l'ora più dolce e pura dell'amore: se quella che ci raduna insieme, confidenti e riposati sul tuo petto, o quella che ci disperde nella notte perduti e accasciati di tristezza.

14 Ma se tu dalla tua lontananza di condannato a morte ti volgi, un istante, a guardarci, cogliamo nella luce dei tuoi occhi una scintilla dell'insondabile mistero che oggi ci pesa sul cuore e che domani contempleremo svelato sul volto dell'Amore. Amen.

15 Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri. (Gv 13,34) elaborato da Antonio Barone


Scaricare ppt "Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi."

Presentazioni simili


Annunci Google