La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED ALIMENTI CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED ALIMENTI CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED."— Transcript della presentazione:

1 CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED ALIMENTI CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED ALIMENTI Dr. Andrea Lo Vecchio Unità di Malattie Infettive Pediatriche Università di Napoli “Federico II” Lo Vecchio A 1*, Romano V 2*, Dumontet S 2, Capuano F 3, Pasquale V 2, Guarino A 1 Università degli studi di Napoli "Parthenope” Dipartimento di Scienze e tecnologie; Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno

2 Stato di Portatore Diarrea Associata a CD (CDAD) Colite da CD Colite Pseudo-membranosa Megacolon tossico Colite fulminante Forme atipiche (sepsi) SPETTRO DI PATOLOGIA EPIDEMIOLOGIA IN ETA’ PEDIATRICA o MICI o Trapianto di organo o midollo o Immunodeficienze o Terapia con PPI o Terapia antibiotica (chinoloni/cefalosporine) o MICI o Trapianto di organo o midollo o Immunodeficienze o Terapia con PPI o Terapia antibiotica (chinoloni/cefalosporine) FATTORI DI RISCHIO o Tipicamente NOSOCOMIALE o In aumento le infezioni comunitarie o Pz non a rischio o Tipicamente NOSOCOMIALE o In aumento le infezioni comunitarie o Pz non a rischio ORIGINE CDT

3 Unità di Malattie Infettive Pediatriche Università di Napoli “Federico II” o Revisione delle infezioni da CD da 2006 al 2014 o Andamento clinico e risposta alla terapia o Distinzione in infezioni nosocomiali e di comunità Comunità 48 h dal ricovero > 12 sett dopo dimissione Nosocomiale 48 h dopo il ricovero < 4 sett dopo dimissione 19 bambini con infezione da CD Età media anni Durata media della diarrea di giorni Durata media del ricovero di giorni 10.5% recidiva dopo terapia di prima linea (metronidazolo/vancomicina per os). 89% 11%

4 CampioneRIBOTIPOTox ATox BCDTCampione Prodotto caseario (NA)078+++Spinaci Prodotto caseario (NA) Prodotto caseario (NA) Prodotto caseario (NA) Prodotto caseario (NA) Latte fattoria (CE)PR Insalata mista Rucola o Profilo tossigenico e ribotipico (elettroforesi capillare) o RIBOTIPI più comuni in Italia e Campania 018 e 078 o Ricerca di CD tossigenici su alimenti LATTE DI MASSA 234 campioni INSALATE 19 campioni 6 positivi (2.6%) 3 positivi (15.7%)

5 CONCLUSIONI o Ceppi tossigenici di CD (tossine A, B e CDT) sono isolabili in alimenti. o Corrispondenza tra i ribotipi trovati negli alimenti studiati e quelli maggiormente riscontrati nelle infezioni da CD nella nostra regione (018, 078). o Alimenti come potenziali fonti di infezione per l'uomo (soprattutto se con fattori di rischio). SVILUPPI FUTURI o Studio prospettico dei ribotipi nelle infezioni da CD o Valutazione dei fattori di esposizione alimentare nei pazienti

6 domande…

7 o Profilo tossigenico o Caratterizzazione dei ribotipi (elettroforesi capillare) o RIBOTIPI più comuni in Italia e Campania 018 e 078 o Ricerca di CD tossigenici su alimenti LATTE DI MASSA 234 campioni INSALATE 19 campioni 6 positivi (2.6%) 3 positivi (15.7%) RIBOTIPOTox ATox BCDTLATTEINSALATA PR

8 Spora libera Resistente ad acidi gastrici, caldo, disinfettanti. Nell’ambiente anche ANNI Germinazione di un nuovo batterio CONDIZIONI AMBIENTALI FAVOREVOLI Stato vegetativo Ceppi tossigenici MANCANZA DI NUTRIENTI


Scaricare ppt "CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED ALIMENTI CLOSTRIDIUM DIFFICILE IN ETÀ PEDIATRICA: CORRELAZIONE TRA INFEZIONE ED."

Presentazioni simili


Annunci Google