La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Malattia Celiaca Elena Lionetti Dipartimento di Pediatria – Università degli Studi di Catania.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Malattia Celiaca Elena Lionetti Dipartimento di Pediatria – Università degli Studi di Catania."— Transcript della presentazione:

1 Malattia Celiaca Elena Lionetti Dipartimento di Pediatria – Università degli Studi di Catania

2 Definizione La malattia celiaca è unenteropatia autoimmune scatenata dallingestione di farine contenenti glutine in soggetti geneticamente predisposti. Fasano A. Gastroenterology 2001; 120:636

3 Geni Ambiente HLA-DQ2 Sufficiente… …necessario

4 Ambiente La celiachia nel tempo Ambiente glutine 30% Geni

5 Batteri Glutine HLA DQ2 utile nella risposta alle infezioni è di gran lunga più importante della sua dannosità dovuta al riconoscimento del glutine HLA DQ2 Batteri Glutine HLA DQ2 Genetica evoluzione

6 Ambiente Geni La celiachia nel tempo infezioni glutine 30% HLA-DQ2 protegge crisi celiaca precoce malattie glutine dipendenti tardiva

7 Schuppan D. Gastroenterology 2000; 119:234

8

9

10

11

12 Celiachia ieri Celiachia oggi Come è cambiata

13 9 su 10 non lo sanno

14 Liceberg celiaco

15 Malattia celiaca classica Malattia celiaca atipica Malattia celiaca silente Malattia celiaca latente Presentazione clinica della MC

16 Malattia celiaca classica

17 Insorgenza: 6-18 mesi Diarrea Arresto della crescita Distensione addominale Anoressia Perdita della massa magra Quando è tipica è facile riconoscerla

18 Crisi celiaca (Fasano A. Gastroenterology 2001;120:636-51)

19 Spesso si nasconde

20 Malattia celiaca atipica

21 Più di 220 manifestazioni cliniche della malattia celiaca (Greco L. Medico e Bambino 2001;7:437)

22 Bassa statura Il 10% dei bambini – ragazzi con bassa statura è affetto dalla malattia celiaca 15 x

23 Interessa la dentizione definitiva Deficit dello smalto 2-3 x

24 Carenza di ferro Può essere lunico segno di malattia e determinare anemia, astenia, perdita di capelli alterazione del trofismo della cute 20 x

25 Epatopatie Epatite tossica Ipertransaminasemia Epatite autoimmune Calcolosi della colecisti 34% Ipertransaminasemie orfane 1 paziente su x

26 Aftosi ricorrenti

27 Astenia 4 x

28 Dolore addominale ricorrente

29 Epilessia Atassia Neuropatia Lesioni sostanza bianca Cefalea Disturbi psichiatrici Disturbi Neurologici

30 Cefalea 3x nelladulto 25% nel nostro campione Meglio dopo la dieta senza glutine

31 Maculo-papule eritematose Prurito severo Distribuzione simmetrica 90% assenti sintomi GI 75% atrofia dei villi intestinali Terapia = dieta senza glutine Dermatite di Dhuring

32 Alopecia

33 Malattie osteo-articolari Artralgie Osteopenia - Osteoporosi (Fasano A. Gastroenterology 2005;128:568-73)

34 Parenti di I° grado 5-10 x

35 Asintomatico+ serologia positiva Celiachia silente Celiachia latente Celiachia silente Celiachia latente Istologia normale Istologia alterata

36 Malattie associate Sindrome di Down Sindrome di Turner Sindrome di Williams Deficit di IgA Malattie auto-immunitarie

37 (Ventura A. Gastroenterology 1999; 32:356) % < > < >20 Malattie autoimmuni anni di esposizione al glutine

38 Diagnosi

39 Diagnosi: criteri di Marsh

40 Diagnosi: criteri di ESPGHAN 2

41 Terapia frumentomalto segale farro spelta triticalekamut cous bulgur seitan


Scaricare ppt "Malattia Celiaca Elena Lionetti Dipartimento di Pediatria – Università degli Studi di Catania."

Presentazioni simili


Annunci Google