La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Neurochirurgia km zero. Nel nostro campo, solo in 1 caso su 20 emerge una indicazione operatoria. Una prima visita con lunghi tempi di attesa inutile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Neurochirurgia km zero. Nel nostro campo, solo in 1 caso su 20 emerge una indicazione operatoria. Una prima visita con lunghi tempi di attesa inutile."— Transcript della presentazione:

1 Neurochirurgia km zero

2 Nel nostro campo, solo in 1 caso su 20 emerge una indicazione operatoria. Una prima visita con lunghi tempi di attesa inutile (142 giorni in media!), va a scapito di pazienti che realmente necessitano di attenzione specialistica e che si devono pertanto rivolgere a canali preferenziali (leggi: visite private)

3 Neurochirurgia km zero Il nostro progetto intende mettere il medico di base in linea… (si badi, NON on-line) con il medico specialista per raggiungere 4 finalità: Facilitare il contatto diretto tra medico di base e specialista Realizzare uno strumento alla portata di tutti i medici di base Ridurre i tempi di attesa Ridurre gli spostamenti «inutili» dei pazienti

4 Neurochirurgia km zero Chi sono gli utenti? Incrociando le dita, potenzialmente, tutti noi! Chi sono gli altri soggetti interessati? Chi ha cura e gestisce il bene di tutti Chi sono i competitor? Nessuno… Quali sono i soggetti con i quali è possibile attivare collaborazioni? Muovendo dal settore decisionale pubblico (primo livello), chirurghi e medici di base (secondo livello), informatici e giuristi (terzo livello), fino all’opera di sensibilizzazione della cittadinanza attraverso i media (quarto livello), affinché si comprenda l'opportunità che la tecnologia offre nell’odierno scenario della società dell’informazione (quinto livello che, poi, riconduce al primo)

5 Neurochirurgia km zero Un prototipo del progetto è stato messo a punto con HackUniTo 2014 grazie a Alessandro Baldo, Vivantes Berlino, Federico Faccani, Adam Jalal, Riccardo Pala, Cristina Santamarina, Mariafebronia Sciacca e Stefania Vacca, diretti da: Giuliano Faccani – Neurochirurgia CTO Città della Salute, Torino e padre di “Patatrac” & Ugo Pagallo – Ordinario Giurisprudenza Torino, esperto di privacy e protezione dati, membro dell’iniziativa Onlife ( ) supportata dalla Commissione europea e disponibile online (2015)

6 Neurochirurgia km zero Quali sono i risultati che il team vuole raggiungere? Per cambiare l’attuale scenario basta la consultazione telefonica tra medico di base e neurochirurgo che consentirà di ridurre un inappropriato ricorso allo specialista. Come? Attraverso: (i) centralino telefonico; (ii) applicazione smartphone; (iii) coinvolgimento dei medici di base nella regione. Questo non è che il primo passo di un progetto scalabile con la diversificazione dei prodotti e la sua estensione ad altri settori medici come la radiologia, la cardiologia, ecc.

7 Neurochirurgia km zero

8 Di cosa abbiamo bisogno per realizzare il progetto? Volontà politica! Infatti… Qual è l’ammontare del finanziamento? Poche decine di migliaia di euro per salvare vite, evitare code e razionalizzare il sistema in modo semplice.


Scaricare ppt "Neurochirurgia km zero. Nel nostro campo, solo in 1 caso su 20 emerge una indicazione operatoria. Una prima visita con lunghi tempi di attesa inutile."

Presentazioni simili


Annunci Google